sabato 28 febbraio 2015

Fino al 30 aprile a Torino aperto il bando del Vizioso Film Festival


Nuovo bando in città, questa volta per un concorso di cortometraggi, il Vizioso Film Festival, il cui tema sarà "il vizio", con l'intento di proiettare i filmati partecipanti durante il mese di maggio nel contesto di alcune serate presso il nostro locale di Torino, il Circolo Vizioso.

La scadenza è il 30 aprile 2015. Il premio è 500 euro ed il bando è gratuito.

Il bando è gratuito: tutti i dettagli per l'iscrizione sono sull'immagine qui sopra.

"Non ci resta che piangere" torna al cinema dal 2 al 4 marzo. Le sale

"Non ci resta che piangere"
Torna per tre giorni in sala, a 30 anni dalla prima volta, "Non ci resta che piangere" di Massimo Troisi e Roberta Benigni, in una versione restaurata.

Saverio, maestro alle elementari (Roberto Benigni) e Mario, bidello napoletano (Massimo Troisi), si ritrovano per un bizzarro scherzo del destino catapultati indietro nel tempo: siamo nel 1492 a Frittole, da dove i due amici partono alla volta della Spagna con l’intento di impedire a Cristoforo Colombo di scoprire l’America…

Molte le sale di Torino e Piemonte che lo proiettano: ecco l'elenco.


Agenda del Cinema di Oggi, sabato 28 febbraio 2015

"Banana"
Doppia sala per "Banana" di Andrea Jublin, proposto sia dall'Erba sia a Carmagnola.
Seconda giornata di "Spaesamenti" a Susa, con un lungo programma di documentari e incontri con gli autori.
"Pride", Roy Andersson, "Good Vibrations", "Child of god" e molto altro completano il programma dell'ultima giornata di febbraio.


venerdì 27 febbraio 2015

Lunedì 2/3 per l'Agenda puntata numero 22 su Radio Banda Larga


Lunedì 2 marzo 2015 alle 18 puntata numero 22 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Saranno ospiti Michele Fornasero e Simone Catania, regista e produttore del documentario "smoKings", girato a Settimo Torinese e dal 5 marzo al cinema Fratelli Marx di Torino.
Ai microfoni di RBL anche Gabriele Farina per parlare della giornata speciale del 7 marzo a Torino, ribattezzata #ProfondoRossoDay con proiezioni, incontri e mostre.

L'appuntamento sarà dalle 18 alle 19 ai Laboratori di Barriera di via Baltea 3 a Torino e su www.radiobandalarga.it/play (in replica il venerdì alle 9).

Dal martedì successivo la puntata sarà disponibile in podcast.


"Cowboy Bebop - The Movie" dal 2 al 4 marzo nelle sale di Torino e provincia


Tre giorni in sala per il film di "Cowboy Bebop" anche a Torino e in Piemonte, dal 2 al 4 marzo 2015. 

2071. Marte è sotto assedio! Alla vigilia di Halloween, una bomba terrorista distrugge un'autobotte in viaggio sulla Highway One, proprio nei pressi di una città densamente popolata, situata su un cratere. Si trovano vittime della sciagura fino a più di mezzo miglio di distanza: 500, tra morti o feriti, colpite, sembra, da un'arma biochimica. La ricompensa per chi riuscirà a catturare l'attentatore è ingente. Quattro uomini e un cane sono fra coloro che più di tutti avrebbero bisogno del denaro. Per loro fortuna, come sempre, la truppa dell'astronave Bebop si occupa del caso.

Le sale di Torino e provincia:

UCI Cinema Lingotto 2 e 3 marzo
UCI Cinema Moncalieri 2 e 3 marzo
The Space Torino 2 e 4 marzo
The Space Beinasco 2 e 4 marzo

Serata con il Trento Film Festival per Cinema in Verticale


Sabato 28 febbraio alle ore 21:00 al Salone polivalente comunale di via Carlo Carli 148 a San Giorio di Susa (TO) è in programma la seconda SERATA TRENTO FILM FESTIVAL all'interno del calendario di Cinema in Verticale, con la proiezione di una selezione di 4 opere presentate nell'ultima edizione del Trento Film Festival. Evento organizzato in collaborazione con il Trento Film Festival e con Il C.A.I. di Bussoleno

La storica collaborazione con il Trento Film Festival si è concretizzata quest’anno con l’organizzazione due serate con proiezione di otto dei più bei filmati presentati nel corso dell’ultima edizione, la 62a, del rinomato festival trentino. Due eventi imperdibili per tutti gli appassionati di montagna e del cinema che la rappresenta con due intense serate di emozioni verticali con video-documentari che raccontano incredibili imprese ed eccezionali storie di vita.

Dopo la prima serata del 20 febbraio a Giaveno, il secondo appuntamento si svolge sabato 28 febbraio dalle ore 21 nel Salone Polivalente Comunale di San Giorio di Susa (TO), grazie anche alla preziosa collaborazione del C.A.I. di Bussoleno, con le proiezioni di “High Tension” di Zachary Barr (USA), “Spice Girl” di Peter Mortimer (USA), “Chiedilo a Keinwunder” di Carlo Cenini e Enrico Tavernini (Italia) e “35” di Nasa Koski, Austin Siadak, Matt Van Biene (USA).

SINOSSI DEI FILM

I 30 anni del Torino Gay & Lesbian Film Festival

Nel 2015 il TGLFF - Torino Gay & Lesbian Film Festival compie 30 anni e proprio il numero 30 sarà il fil rouge di quest'edizione, che si svolgerà dal 29 aprile al 4 maggio 2015 a Torino: nella città in cui è nato dove affonda le proprie radici.
Gli ultimi 30 anni hanno segnato importanti e radicali cambiamenti sociali, politici ed economici e il TGLFF ha saputo leggere e interpretare questi cambiamenti traducendoli, ogni anno, in un momento culturale di alto profilo: un festival non solo per un pubblico di cultori della materia e di attivisti ma per tutti.

"30 anni di emozioni - dichiara soddisfatto il direttore Giovanni Minerba - in cui abbiamo sempre cercato di fare del cinema e della cultura uno straordinario e democratico mezzo per avvicinare le persone; per raccontare contraddizioni e traguardi; per narrare una storia poetica ma in grado di scuotere le coscienze".

Il 30° Torino Gay & Lesbian Film Festival, che si è consolidato come un punto di riferimento irrinunciabile per il panorama cinematografico nazionale e internazionale, si svolgerà come di consueto presso la Multisala Cinema Massimo del Museo Nazionale del Cinema di Torino con una formula innovativa, "30/30/30", pensata appositamente per l'anniversario di quest'anno: 30 lungometraggi, 30 cortometraggi e 30 eventi extra. Parallelamente, si svolgerà la sesta edizione di A qualcuno piace libro, l’appuntamento letterario del TGLFF, ospitato dal Circolo dei Lettori durante i giorni del festival.

4 saranno invece i premi: il Premio Ottavio Mai, individuato da una giuria di 3 esperti, il Premio Queer e il Premio al miglior Cortometraggio, con due giurie composte da studenti del Dams dell'Università di Torino e dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, e il premio The Best Torino, scelto direttamente dal pubblico.

Anche l’immagine guida dell’edizione 2015 celebra trent’anni di pellicole dedicate specifiche tematiche, ma rivelate e destinate a un pubblico di cinefili sempre più vasto ed eterogeneo. Ecco, allora, una torta di pizze cinematografiche - 3 quante le sezioni che il Festival ospita - sulla quale campeggia un solido numero 30. Il payoff - TGLFF 2015. 30 anni diversi perché unici - con “diverso” vuole invece esaltare il valore puramente positivo e distintivo del termine.

Il Torino Gay & Lesbian Film Festival, che sarà preceduto da un calendario di eventi di avvicinamento organizzati con vari partner fra cui la Film Commission Torino Piemonte e il Cecchi Point - Hub Multiculturale, si svolge con il patrocinio del Mibac - Direzione generale per il Cinema, della Regione Piemonte e del Comune di Torino e rientra nel palinsesto eventi ufficiale di EXPO TO 2015 e Torino 2015 - Capitale europea dello sport.

"Uomini e topi" con James Franco nei cinema di Torino e Piemonte

"Uomini e topi"
Martedì 3 marzo al cinema, spettacolo unico (in lingua originale sottotitolato in italiano): il vincitore del Golden Globe e candidato all’Oscar James Franco (127 Ore, Milk) e il candidato per il Tony Award Chris O’Dowd (Bridesmaids, Girls) portano in palcoscenico Uomini e topi, l’opera tratta dal romanzo del premio Nobel per la letteratura John Steinbeck.

Ambientato in California, Of Mice and Men (pubblicato a New York nel 1937 e disponibile in italiano per Bompiani nel volume a cura di Luigi Sampietro) è un potente ritratto dello spirito americano dopo la Grande Depressione del 1929, ma anche la testimonianza straziante della forza dell’amicizia. Ha dichiarato James Franco "E' la mia prima volta a Broadway, ma me ne sono innamorato. Quando i miei colleghi del mondo del cinema mi chiedono come riesca a farlo e rifarlo tutte le sere, io rispondo che le repliche hanno sempre una nuova energia grazie al pubblico che hai davanti. E' come se ci fosse una nuova elettricità ogni sera. In un certo senso è più emozionante che fare un film".

L’attore e comico irlandese Chris O'Dowd, conosciuto per commedie come Le amiche della sposa e Friends with Kids, interpreta la parte del bracciante Lennie, affetto da un ritardo mentale. James Franco veste invece i panni di un altro bracciante, George, che si prende cura di Lennie, come se ne fosse il tutore. Dotato di un'enorme forza fisica, Lennie sfugge spesso al suo controllo tanto da arrivare un giorno a spezzar l'osso del collo della moglie del padrone del ranch. Disperato George sarà costretto ad ammazzare l'amico per sottrarlo al linciaggio.
Nato nel 1978 a Palo Alto, James Franco è un attore, regista, scrittore e sceneggiatore statunitense. Inizia a recitare negli anni Novanta in serie televisive come Freaks and Geeks e raggiunge la fama internazionale interpretando Harry Osborn nella trilogia di Spider-Man di Sam Raimi, lo spacciatore Saul Silver in Strafumati, Aron Ralston in 127 ore e il mago di OZ nel film Il grande e potente Oz. Nel 2013 l'attore ha ricevuto la sua stella nella Hollywood Walk of Fame.

Le sale di Torino e Piemonte:



"Purgatorio" per il nuovo appuntamento del PFF - Psicologia Film Festival

"Purgatorio"
Martedì 3 marzo alle ore 21 nuovo appuntamento con il PFF Psicologia Film Festival: presso la Sala Gabriella Poli del Centro Studi Sereno Regis (via Garibaldi 13) sarà infatti proiettato il documentario messicano "Purgatorio" (2013).

Un viaggio verso il confine del Messico visto da un occhio attento che mostra luoghi e persone che sembrano protagonisti di un teatro dell’orrore, molto surreale e quasi uno specchio del Purgatorio di Dante, tra chi cerca di arrivare in Paradiso e chi forse è troppo vicino all’Inferno per uscirne vivo.
“Chiudi gli occhi, Cerca di immaginare come era il mondo tanti, tanti anni fa. Pensa a quando le frontiere non esistevano”. Il concetto universale di frontiera nasconde povertà, violenza e un senso di paura paranoica verso lo straniero. Non vengono mai identificati i nomi delle persone intervistate né i luoghi esatti nei quali ci troviamo: dal tentativo dei due uomini messicani di scavalcare la gigante barriera di acciaio che segna il confine, al medico legale che identifica centinaia di immigrati che muoiono ogni anno mostrando le ossa ritrovate tra le dune del deserto; dalle case bruciate a quelle abbandonate che danno un senso di desolazione assoluta; da un gruppo di bambini che a scuola fanno una lista delle loro armi preferite fino alla scena di un funerale di tre uomini assassinati durante il quale una donna descrive la brutalità con la quale sono stati uccisi; dai protestanti vestiti da angeli vicino all’autostrada con le scritta “Gesù sta per arrivare” fino alla terribile scena di cattura di cani randagi che vengono poi uccisi nel canile fino ancora al motel “El Dorado” completamente abbandonato. 

Rodrigo Reyes arrivato da Città del Messico in California con la famiglia all’età di 6 anni, è cresciuto tra due diverse identità culturali, quella messicana e quella americana. Proprio il suo lavoro come interprete in tribunale per casi di criminalità in California lo ha portato a contatto con un contesto che nella sua condizione di immigrato non ha conosciuto molto bene. Ispirato da Werner Herzog e Stanley Kubrick, il suo documentario lascia da parte la politica e si concentra sul concetto di frontiera, esplorando i diversi punti di vista in maniera poetica quanto cruda e fin troppo reale. Lo spettatore non si sente a suo agio davanti a molte delle sue immagini che lasciano un senso di ansia, paura e allo stesso tempo una speranza un po’ sbiadita ma ricca di poesia.
Reyes definisce Purgatorio un’esperienza brutale, poetica ed estremamente umana del confine tra Stati Uniti e Messico.

Partecipano alla serata Silvia Giletti e Gianfranco Crua.

Silvia Giletti è professoressa associata di Lingua Spagnola, è docente di Antropologia della violenza presso il Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università degli Studi di Torino. Si occupa in particolare del tema dei femminicidi e dei desaparecidos in America Latina.

Gianfranco Crua è presidente dell’Associazione SUR che da anni svolge un importante lavoro di monitoraggio e informazione sulla situazione dei paesi dell'America Latina, attraverso il web e la promozione di iniziative di vario genere.

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 27 febbraio 2015

"Amori e metamorfosi"
Inizia a Susa le tre giorni conclusiva di Spaesamenti, con documentari e approfondimenti a ingresso gratuito.
A Torino prosegue la rassegna dedicata a Roy Andersson, così come il festival Corto Movie. Al Polski Kot proiezione di "Biancomaidan", al Massimo del doc "Il Mare" per lo speciale Pianeta Africa.
"Banana" al cinema Erba.


giovedì 26 febbraio 2015

"Zanetti Story" venerdì 27 febbraio nei cinema di Torino e Piemonte


Domani sera venerdì 27 febbraio evento unico al cinema con la serata "Zanetti Story".

Una serata con Zanetti e ospiti illustri per celebrare una leggenda del calcio mondiale e presentare l’inedito docu-film Javier Zanetti: Capitano da Buenos Aires. Viene presentata in diretta da Milano l’incredibile storia di Javier Zanetti attraverso le testimonianze di Mourinho, Lionel Messi, Roberto Baggio, Gad Lerner e Fiorello Javier Zanetti è una delle ultime leggende del calcio Mondiale.

Nel 1995, quando è ancora un ragazzo, lascia Buenos Aires per andare a giocare in Europa, nell’Inter. Diventa in breve uno dei simboli della squadra nerazzurra e quando si ritira, a 40 anni, ha vinto quello che nessun altro capitano dell’Inter ha mai vinto nella sua carriera rappresentando qualcosa di più di un semplice campione.

L’evento, distribuito al cinema da Inter e Nexo Digital in collaborazione con Pirelli, si comporrà di due parti e vedrà la trasmissione via satellite dall’Auditorium Pirelli della celebrazione dedicata al campione alla presenza dello stesso capitano. Un gala di prestigio arricchito dalla presenza di ospiti illustri e amici. Un incontro intimo e irripetibile con uno dei calciatori più amati e stimati in Italia per introdurre la seconda parte della serata: la visione del film, firmato dai registi Carlo A. Sigon e Simone Scafidi.

Attraverso le voci di compagni di squadra, allenatori, giornalisti e personalità del mondo dello spettacolo, da Josè Mourinho a Lionel Messi, da Gad Lerner a Fiorello, da Sandro Mazzola a Roberto Baggio, da Massimo Moratti a Beppe Severgnini, il film racconterà l’incredibile e appassionante storia del capitano più amato. Javier Zanetti è una delle ultime bandiere del calcio mondiale. Nel 1995, ancora ragazzo, lascia la sua Buenos Aires per andare a giocare in Europa, nell'Inter.

"Paradise: Love" di Ulrich Seidl da lunedì 2 marzo al Massimo


Presentata in tre momenti diversi – a Cannes, Venezia e Berlino – la trilogia che Ulrich Seidl ha dedicato alle virtù teologali ha diviso la critica e il pubblico di mezza Europa: difficile restare indifferenti di fronte ad un cinema radicale e provocatorio come quello del regista austriaco. I tre film saranno programmati al Massimo nei mesi di marzo, aprile e maggio: si comincia con "Paradise: Love", dal 2 marzo.

Ulrich Seidl
Paradise: Love
(Austria/Francia/Germania 2012, 120’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Teresa, una 50enne austriaca, fa una vacanza in Kenya in cerca di compagnie maschili locali, disposte a far sesso con lei in cambio di denaro. Variety, dopo la proiezione a Cannes, l’ha definito un film “di ripugnante e sublime bellezza, forse celebrativo ed eccessivo nei suoi personaggi, orrendo e magistrale tutto in una volta”.
Lun 2/Lun 9/Lun 16/Lun 23, h. 20.30, Sab 28, h. 18.30

Giovedì 5 marzo la presentazione di "Svelate Stelle"


Giovedì 5 marzo alle ore 9.00 all'Auditorium Guido Quazza - Università degli Studi di Torino (via Sant’Ottavio 20) è in programma la proiezione di SVELATE STELLE (Italia, 2014, 51’), un docufilm di Marco Bricco, Gianni Del Corral e Grazia Fallarini realizzato nell'ambito del progetto Svelate Stelle.

Ingresso libero. Intervengono gli interpreti.

Sinossi. Svelate Stelle è un viaggio attraverso cinque storie di persone che lottano ogni giorno, ma che conservano il piacere di vivere e la capacità di sognare. Persone che hanno saputo e voluto raccontarsi, occhi negli occhi, senza inutili giri di parole. Persone che hanno saputo e voluto donarci un altro sguardo sulla vita, tanto semplice e immediato quanto intenso e profondo. E allora siamo partiti dalle loro storie, dai loro pensieri e dai loro sogni. Siamo partiti semplicemente dalla voglia di ascoltarli.
Saremo tutti pronti ad ascoltarli? Saremo pronti a ritrovare quegli stessi desideri che ognuno di noi coltiva? Saremo pronti ad incontrarci non sul confine, ma sullo stesso campo di gioco, per condividere la grande partita della vita?
Svelate Stelle è un viaggio attraverso cinque storie che si intrecciano per creare un unico racconto, un racconto che è di tutti ed appartiene a ciascuno di noi.

Tre documentari sull'abitare da lunedì 2 marzo per Cinetica

"Il vortice fuori"
La programmazione di CINETICA prosegue nel mese di marzo proponendo tre film documentari che in differenti contesti socio-culturali hanno trattato la tematica dell'abitare.

Si partirà dalla San Pietroburgo di The Age of Kommunalki, in anteprima torinese, lunedì 2 marzo alle ore 21,00 al CineTeatro Baretti che ci restituisce la grande esperienza di co-housing promossa dall'Unione Sovietica e che resiste tutt'ora nel far convivere insieme persone di età, formazione e stati sociali diversi; il film sarà accompagnato dagli autori Francesco Crivaro e Elena Alexandrova e da Anna Roberti dell’Associazione culturale Russkij Mir di Torino.

Mercoledì 4 marzo alle ore 21,00 al Cecchi Point sarà proiettato Il vortice fuori che ci accompagnerà in Valle Camonica attraverso la figura di Claudio Beltramelli che ha deciso di vivere pienamente la propria vita seguendo un percorso ispirato degli esempi quotidiani e ai tempi della natura; interviene il co-regista Andrea Grasselli.

Il ciclo si concluderà venerdì 6 marzo alle ore 21,00 presso la Sala Gabriella Poli del Centro Studi Sereno Regis con Hobohemia che racconta la storia e il presente della realtà sociale degli Hobo, popolo senza nazionalità né frontiere, prodotto della rapida espansione economica.

"Ganz nah bei dir (Vicinissimo a te)" di Almut Getto

"Ganz nah bei dir"
Domenica 1 marzo alle ore 21,00 alla Casa del Quartiere di San Salvario (via Morgari 14, Torino) a ingresso libero è in programma un nuovo appuntamento con Il Cielo sopra Torino, rassegna di cultura tedesca a km 0.

Secondo evento con la proiezione del film Ganz nah bei dir (Vicinissimo a te) di Almut Getto (2009, 88') che sarà introdotto da Ginevra Nardi.
Una commedia, narrata con ironia e leggerezza, che si è aggiudicata il premio del pubblico al Festival di Saarbrücken: racconta l’incontro di un giovane bancario, Phillip, la cui vita solitaria è scandita da alcuni comici rituali, e di una giovane violoncellista cieca, Lina, la cui spontaneità e gioia di vivere riesce ad incrinare la corazza emotiva del giovane.

La proiezione sarà receduta dalle 19,30 dal Deutscher Aperitif, con un buffet ricco di specialità tedesche (questa volta patate in mille modi e wurstel), e si continua con la proiezione di film in lingua originale (ovviamente anche sottotitolati).

Il Cielo sopra Torino è un'iniziativa nell'ambito di Torino incontra Berlino organizzata in collaborazione con il Goethe-Institut.

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 26 febbraio

"Vizio di forma"
Tutti i film in sala a Torino da oggi giovedì 26 febbraio nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono "Maraviglioso Boccaccio" dei fratelli Taviani, "Vizio di forma", "Le leggi del desiderio", "Spongebob - Fuori dall'acqua" e "Automata".

Tra le proposte 'extra' "Non ci resta che piangere", "Zanetti story", "Cowboy Bebob", il teatro di "Uomini e topi", l'opera di "Romeo e Giulietta" e "Senza Lucio".

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 26 febbraio 2015

"St. Vincent"
"St. Vincent" con Bill Murray torna al cinema dopo la sua uscita natalizia, un po' schiacciata tra blockbuster e classici delle feste.
"Viviane" e "Pride" sono due proposte di indubbia qualità, come i doc italiani di Giuliano Ricci e Sandro Bozzolo.


mercoledì 25 febbraio 2015

"Seconde" visioni: da domani 26/2 ai cinema Agnelli, Baretti, Erba, Esedra, Monterosa e Solferino

"Still Alice"
Torna la rubrica settimanale per l'Agenda del Cinema a Torino, dedicata alle sale di seconda visione e ai loro recuperi dei film usciti nelle settimane precedenti.

Sono sei a Torino le sale di seconda visione attive (in rigoroso ordine alfabetico):

"Senza Lucio", evento unico per Dalla a Torino e in Piemonte il 4 marzo

"Senza Lucio"
Era nato il 4 marzo del 1943, e 72 anni dopo proprio il 4 marzo viene celebrato con una proiezione al cinema a Torino e Piemonte (ore 20) del documentario di Mario Sesti "Senza Lucio", dedicato alla vita e all'arte di Lucio Dalla.

Sinossi: Il 1° marzo 2012 Lucio Dalla se ne andava. Marco Alemanno, la persona a lui più vicina negli ultimi anni, ripercorre il loro incontro e la vita del cantautore, da Bologna, alle Tremiti, all’Etna, coadiuvato da critici musicali (Ernesto Assante, Gino Castaldo), artisti (Luigi Ontani, Mimmo Paladino), musicisti (i Marta sui tubi, Paolo Nutini, Charles Aznavour), attori, registi, amici (Piera Degli Esposti, Isabella Rossellini, Renzo Arbore, Paolo Taviani, John Turturro) e gente comune.

La lista delle sale a Torino e in Piemonte:

Alessandria UCI Cinemas Alessandria
Aosta Cinelandia
Asti Cinelandia
Beinasco The Space Cinema Beinasco
Bellinzago Novarese Movie Planet
Borgo San Dalmazzo Cinelandia
Borgo Vercelli Movie Planet
Bra Impero
Casale Cinelandia
Castelletto sopra Ticino Metropolis
Torino Eliseo
Torino Massaua Cityplex
Torino Nazionale
Torino UCI Cinemas Moncalieri | Torino
Torino UCI Cinemas Torino Lingotto
Torino The Space Cinema Torino
Vercelli Italia

PIEMONTE MOVIE - Presentata l'edizione numero 14

"Fool of life"
Si è da poco conclusa la presentazione della 14a edizione del Piemonte Movie gLocal Film Festival che si svolgerà dal 10 al 14 marzo 2015 a Torino, alla Sala Il Movie (Via Cagliari 42) e al Cinema Massimo (Via Verdi 18).

Il programma si concentra in tre sezioni: due competitive per documentari e cortometraggi, Panoramica Doc e Spazio Piemonte, per dedicare spazio e attenzione al cinema del presente e a quello di domani; e un omaggio al regista Davide Ferrario, Lo spazio del suono, che ripropone alcuni dei suoi film puntando l’attenzione sulle scelte musicali.

PANORAMICA DOC
Riservata alla produzione documentaristica piemontese del 2014, presenta 10 documentari, selezionati tra i 33 iscritti, di cui 3 proiettati in anteprima assoluta e 1 regionale.

Avenida Maracanã di Stefano Bertolino, Anna Cordioli e Francesco Moroni Spidalieri (anteprima assoluta); Barolo Boys di Paolo Casalis e Tiziano Gaia; Cronaca di una vita semplice di Fabio Gianotti; La foratura di Giovanni Corona (anteprima assoluta); Fool of Life di Tommaso Magnano (anteprima assoluta); Ottopunti di Danilo Monte; Rada di Alessandro Abba Legnazzi; Sarajevolution di Rocco Riccio; Squadra Corse di Andrea Griva, Mattia Napoli, Giulio Pedretti e Patrizia Tron; e L'uomo sulla Luna di Giuliano Ricci (anteprima regionale).

I titoli concorreranno per il Premio Toret “Alberto Signetto” - Miglior Documentario (2.500 €), assegnato dalla giuria guidata dal regista Alessandro Rossetto.

SPAZIO PIEMONTE
Spazio Piemonte è il concorso per cortometraggi di registi piemontesi, o girati e prodotti in regione, a cui accedono 30 dei 107 iscritti.

In palio il Premio Toret Miglior Cortometraggio (1.500 €) e i premi per le categorie Miglior Attore e Miglior Attrice, Miglior Corto d'Animazione e Miglior Corto Scuole assegnati dalla giuria presieduta dal regista Davide Ferrario.

Inoltre i premi delle giurie speciali: Premio Machiavelli Music - Miglior Colonna Sonora, Premio Cinemaitaliano.info - Miglior Cortometraggio Documentario e Premio Scuola Holden - Miglior Sceneggiatura.

#ProfondoRossoDay tra Mole e Massimo il 7 marzo


In occasione del 40° anniversario dell’uscita di Profondo rosso, il Museo Nazionale del Cinema e il Dario Argento Tour Location Torino presentano una giornata dedicata al film, sabato 7 marzo (proiezioni alle 20 e alle 22.30).

Il 7 marzo è il giorno in cui esattamente 40 anni fa Profondo Rosso usciva nelle sale italiane, il MNC dedicherà la giornata agli appassionati argentiani e ai più curiosi amanti del cinema. Nel normale percorso espositivo, ci sarà un corner dedicato a Profondo Rosso e curato dal Dario Argento Tour Locations Torino. Manifesti, locandine, fotobuste, DVD, VHS, foto di scena e curiosità raccontate al pubblico dagli organizzatori.
Non mancheranno gli effetti speciali originali come la mannaia usata dall'assassino e il tavolo sul quale trova la morte il professor Giordani (Glauco Mauri), inoltre potrete ammirare le poltrone originali del teatro Carignano del 1975. Non mancheranno sorprese e ospiti.

Ore 19 - FLASH MOB DAVANTI ALLA MOLE “SCATTA UN SELFIE CON L'ASSASSINO!” Foto in compagnia dell’assassino del film Profondo Rosso! Le foto potranno essere inviate con hashtag #ProfondoRossoDay e verranno ritwittate da @museocinema e @DARGENTOTour_TO.

Ore 20 e 22:30 – Proiezione della copia restaurata del film Profondo Rosso al cinema Massimo. Il primo spettacolo verrà introdotto da una presentazione a cura del Museo del Cinema e del Dario Argento Tour Locations

"Per coloro che cercano", sei film d'autore al Cinema Teatro Agnelli dall'1 marzo


Per coloro che cercano un senso alla vita e una ragione per vivere più felici: è questo il titolo completo della interessante rassegna cinematografica organizzata a Torino dal cinema teatro Agnelli (via Paolo Sarpi 111) dall'1 marzo al 13 aprile, con prime visioni e recuperi di grande qualità (realizzata con il patrocinio di ACEC, AGeSC e GIC Forum).

Si comincia con "Il cammino per Santiago" di Emilio Estevez, mentre domenica 8 marzo è in programma "L'amore inatteso", film francese di Anne Giafferi. Domenica 15 marzo alle 18 appuntamento con "Biagio" di Pasquale Scimeca, in anteprima cittadina.

Mini retrospettiva dedicata a Juan Manuel Cotelo, prima con la riproposizione dell'ultimo "Terra di Maria", vero caso cinematografico della stagione, e poi col recupero del doc "L'ultima cima". Chiude la rassegna il 12 e 13 aprile l'anteprima de "Le temps de quelques jours" di Nicolas Gayraud.

Ingresso 5 euro

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 25 febbraio 2015

"Milk"
Giornata ricchissima questo ultimo mercoledì di febbraio: la festa del Piemonte Movie al Blah Blah, la serata di cinema e cultura marocchina al Cecchi Point, corti francesi con il CNC al Massimo, "Milk" alla Casa Arcobaleno e molto altro ancora.

Alle 19 flash mob in piazza Vittorio davanti al cinema Classico per l'uscita del film "Dancing with Maria".


martedì 24 febbraio 2015

Online il nuovo documentario sul Lago di Arignano


È disponibile online su YouTube (video sotto) il documentario "Il Lago di Arignano, un'Oasi tra le Colline", realizzato da Simone Tringali.

Tra le colline torinesi di Marentino e Arignano vi è un lago: "Il Lago di Arignano, un'Oasi tra le Colline" è un breve documentario che tratta la storia del bacino artificiale. Il lago è, al giorno d'oggi, un'oasi vitale per varie specie di piante e animali. Dopo un inquadramento storico, sono mostrati alcuni dei suoi "abitanti" ed infine le particolari condizioni atmosferiche che rendono lo specchio d'acqua un luogo suggestivo d'incontro uomo-natura.

Serata speciale sull'Ucraina con proiezione di "Biancomaidan"


Venerdì 27 febbraio, in occasione della ricorrenza della repressione sanguinosa del Maidan e della cacciata di Yanukovich, al Polski Kot di Torino (via Massena 19/a) verrà presentato il libro di Simone Attilio Bellezza, "Ucraina. Insorgere per la democrazia" (La Scuola) e a seguire verrà proiettato il docufilm di Loredana Pianta, "BiancoMaidan". La discussione sarà moderata da Matteo Zola (direttore di East Journal).

Il libro di Simone Bellezza parte da lontano, raccontando le vicende legate al movimento nazionale ucraino dall’800 in poi, il lungo periodo della repressione sovietica e della russificazione e della collettivizzazione forzata, le tappe dell’incerta democratizzazione nel primo decennio dell’indipendenza dopo il crollo dell’Urss (la nomenklatura sovietica riciclatasi sotto la guida spregiudicata di Leonid Kučma e le trame degli oligarchi), le origini della cosiddetta “rivoluzione arancione” e le ragioni del suo sostanziale fallimento, fino ad arrivare allo scontento popolare nell’Ucraina di Viktor Yanukovich e la nascita del conflitto in Crimea.

"BiancoMaidan", è stato scritto, diretto e girato a Kiev nel maggio 2014 da Loredana Pianta, una donna reporter dietro la telecamera che dialoga con altre donne, piccole grandi eroine della rivoluzione di Maidan. Il racconto di ognuna di loro illumina alcuni angoli di quella piazza dell’Indipendenza a Kiev, che ha scritto una pagina storica per l’Ucraina e per l’Europa. Tra gli incontri c’è quello con le componenti dell’unica centuria tutta al femminile dell’Autodifesa di Maidan; quello con l’infermiera che consegnò ai social network il suo addio al mondo, dopo essere stata colpita da un cecchino; ci sono le volontarie del progetto YanukovichLeaks che, instancabili, incollano i resti dei documenti distrutti dal baby magnate del gas Sergey Kurchenko in fuga. C’è la storia di Liza, che ha commosso Maidan, per la sua instancabile devozione alla causa della rivoluzione nonostante la sua disabilità, e che in quella piazza ha trovato l’amore nelle file di Pravji Sektor.

Serata speciale con i corti piemontesi e Davide Ferrario al Massimo il 13

Davide Ferrario
In occasione della XIV edizione di Piemonte Movie, il CNC Centro del Cortometraggio venerdì 13 marzo alle ore 20.30 cura una serata che prevede un piccolo ma prezioso omaggio a Davide Ferrario, con uno dei suoi primi cortometraggi, Non date da mangiare agli animali (1987).

Ferrario è uno dei principali registi operanti a Torino ed è stato, da subito, riconosciuto come autore di grande importanza dall’AIACE e dal Centro Nazionale del Cortometraggio di Gianni Volpi.
Verranno poi presentati alcuni dei più bei corti di produzione piemontese passati negli scorsi anni dalla vetrina gLocal di Piemonte Movie, una sorta di antologia che sia anche e soprattutto un omaggio e un momento di promozione della produzione locale.

Info: www.centrodelcorto.it, info@centrodelcorto.it.
Ingresso euro 3

"Banana" di Andrea Jublin a Carmagnola sabato 28 febbraio


Torna nel torinese, dopo l'anteprima di gennaio e una settimana di proiezioni all'UCI Moncalieri, il film "Banana" di Andrea Jublin, regista torinese che accompagnerà la sua opera, molto applaudita da pubblico e critica, sabato 28 febbraio alle 21 al cinema Elios di Carmagnola (Piazza Verdi 4), in una serata organizzata dal Circolo Margot con il MonFilmFest.

Banana è un ragazzino convinto che nella vita si debba a tutti i costi cercare la felicità, almeno per qualcosa, non per tutto. Per questo si impegna al massimo per conquistare l’amore di una sua compagna che vuole avere in classe anche l’anno successivo. L’unico modo è aiutarla nell’ardua impresa di salvarsi da una bocciatura quasi assicurata. Per realizzare i suoi desideri sa che può contare solo su se stesso ed è disposto a fare sacrifici, a lottare e soffrire, perché nulla nella vita è semplice da ottenere. D’altronde la regola del calcio brasiliano, di cui Banana è grande appassionato, è che bisogna attaccare sì con slancio, ma anche col cuore in mano.

Prezzi: intero 5 € ridotto 4€

"Pink Gang" vince il concorso Dans La Ville Femme


È "Pink Gang" di Enrico Bisi il documentario vincitore del concorso Dans la Ville Femme, svoltosi ieri sera a Torino nell'ambito del programma Movie Tellers organizzato in attesa del Piemonte Movie gLocal Film Festival.

La rosa di candidati comprendeva anche "Shukri" di Rossella Schillaci e "Non aver paura" di Cristina Monti. 

L'Agenda in Radio: il podcast della 21^ puntata 23/02/2015


Ventunesima puntata radiofonica dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa in diretta lunedì 23 febbraio dalle 18 alle 19 (replica il venerdì alle 9).

Ospiti Valentina D'Amelio e Claudio Panella, due dei cinque partecipanti italiani (insieme a Matteo Olivieri, Dalila Missero e Ismaela Goss) al progetto Spaesamenti/Depaysements, la cui fase finale è in programma a Susa dal 27 febbraio all'1 marzo.
Ai microfoni di RBL anche Daniele Nicolosi, regista del corto "Along the river" con Franco Nero di cui è in corso la campagna di crowdfunding.

Ecco il podcast della puntata:


Agenda del Cinema di Oggi, martedì 24 febbraio 2015

"Good Vibrations"
L'ottimo "Good Vibrations" è la proposta del Baretti e di Portofranco, mentre in città si ricorda Francesco Rosi e si omaggia Roy Andersson.
Serata speciale al Massimo con il Banff Mountain Film Festival (tutto esaurito, pare), e al Piccolo Cinema con "Il Vortice Fuori" e i premi del PC.
E ancora: videoclip con Luca Pacilio, "Philomena", Scola...


lunedì 23 febbraio 2015

L'Agenda torna in tv: giovedì 26 su Videogruppo - Torinow per parlare di marzo al cinema


Nuovo appuntamento e nuovo orario per l'Agenda del Cinema a Torino versione televisiva: giovedì 26 febbraio dalle ore 19.15 alle 20 su Videogruppo e Torinow (canali 18 e 199 del digitale terrestre), ospiti di Torinight e di Marco Spadavecchia per parlare di tutti gli appuntamenti cinematografici di Torino del mese di marzo 2015!

Si parlerà ovviamente del Piemonte Movie gLocal Film Festival e Movie Tellers, dei programmi del cinema Massimo e delle principali rassegne del mese, e di molto altro ancora!

"Good Vibrations" al Baretti per Portofranco martedì 24

"Good Vibrations"
Martedì 24 febbraioalle ore 21 (con replica sabato 28 alle 18) al Cineteatro Baretti per la rassegna Portofranco è in programma GOOD VIBRATIONS di Lisa Barros D'Sa e Glenn Leyburn [Gran Bretagna, Irlanda • 2012 • 102']. Versione originale in inglese con sottotitoli.

Il film è ambientato nella Belfast degli anni '70, nel periodo in cui la città era al centro degli scontri tra Inghilterra e Irlanda. Il protagonista, Terry Hooley, mentre i suoi amici imbracciano le armi per contrastare gli inglesi, apre nella parte della città più tormentata degli scontri tra opposte fazioni, il negozio di dischi Good Vibrations. Avvicinando giovani musicisti della nascente scena punk-rock, Terry diventa l'improbabile leader di una comunità determinata a riportare in vita la città e un'icona della musica nordirlandese degli anni '70.

Il film è stato presentato in anteprima a Torino nel corso del 30° TFF. 

Serata di cinema e cultura marocchina al Cecchi Point

L'Associazione Museo Nazionale del Cinema, l'Associazione Riccardo Braghin, Videocommunity, Artemuda, Il Piccolo Cinema, INARA e Amnesty International è in programma un secondo appuntamento cinematografico, dopo quello dell'11 dicembre, dedicato alla cultura e alla comunità marocchina di Torino mercoledì 25 febbraio presso il Cecchi Point – Hub Multiculturale (Via Antonio Cecchi 17, Torino). 

Si partirà alle 19,30 al CecchiMangia con un'apericena marocchina ad offerta libera a partire da 10,00 Euro il cui ricavato andrà a sostenere il progetto Io e mio fratello di Abdelmjid El Farji, che per l'occasione lancerà la campagna di crowdfunding internazionale del film che parte da esperienze direttamente vissute dall'autore; un lungometraggio autobiografico che racconta e denuncia un atto di razzismo subito da uno studente immigrato insieme a suo fratello e la sua decisione di protestare usando l'arte come arma.

A seguire, alle ore 21,00, verrà proiettato ad ingresso libero il film In terra straniera (Ghorba) (2009, 52') un film documentario di Claudio Di Mambro, Luca Mandrile e Umberto Migliaccio. La parola araba Ghorba si può tradurre come “il sentimento di estraneità in un contesto in cui si è stranieri e lontani dalla patria”. Attraverso le storie di vita di alcuni migranti marocchini, che oggi vivono in Italia, attravwerso il film si cerca di dare forma a questo termine, raccontando le difficoltà quotidiane che deve affrontare chi decide di lasciare il proprio paese: la lontananza dagli affetti, la mancanza di una rete sociale, i problemi con i documenti, il lavoro spesso irregolare, situazioni abitative precarie ed infine la formulazione di prospettive per il futuro.

Il film sarà introdotto dal regista Luca Mandrile, dai rappresentanti dell'ong MLAL che ha sostenuto il progetto e da Stefano Grossi di Videocommunity; sono stati invitati a partecipare alcuni protagonisti del film che ora vivono a Torino.

A fine serata la produzione del film di Io e mio fratello omaggerà con una sorpresa il pubblico presente in sala. Nel corso della serata sarà presente Amnesty International con la raccolta firme “SOS Europe. Le persone, poi le frontiere’’ in difesa dei diritti umani di profughi e migranti.

"smoKings" al cinema Fratelli Marx dal 5 marzo


Dopo le anteprime di fine 2014, dal 5 marzo torna in sala a Torino - e sempre al cinema Fratelli Marx - il documentario "smoKings" di Michele Fornasero, dedicato alla storia dei fratelli Messina e della loro fabbrica di sigarette Yesmoke di Settimo Torinese.

Sinossi: I fratelli Messina sono i proprietari di Yesmoke, una piccola fabbrica di sigarette con sede a Settimo Torinese, in Piemonte, Italia. Inizialmente Yesmoke.com era un sito online per la vendita di sigarette con sede a Balerna, Svizzera, ma gestito da Mosca, luogo dove nel 1999 i due italiani risiedevano e dove tutto ebbe inizio. Ogni giorno migliaia di persone compravano sul loro sito stecche di Marlboro, Camel e Lucky Strike a 15$ la stecca. Ben presto i due fratelli arrivarono a fatturare 100 mln di dollari l’anno. Sembrava avessero creato un sistema di business innovativo e legale, quando Philip Morris decise di fare loro causa per 550 mln di dollari. Inizialmente, i due fratelli ignorarono la causa e continuarono a soddisfare le richieste dei loro clienti fino a quando nel 2004, grazie all’aiuto del governo americano, la Philip Morris riuscì a fermare il loro business.
Costretti a chiudere il sito, i due fratelli decisero di mettersi in proprio con l’obiettivo di far la guerra al gigante americano del tabacco. Nel 2007 i Messina fondano la Yesmoke in Italia, ma il loro modo di fare non piace allo Stato Italiano e i due si ritrovano a lottare contro il sistema; decidono quindi di “fare la guerra” anche allo Stato, citandolo in giudizio... In uno stile da gangster movie, il documentario racconta una battaglia sul libero mercato attraverso gli occhi di due insiders della vendita di sigarette, mentre in tutto il mondo si cerca di promuovere una nuova era di “no-smoking”... Chi vincerà questa battaglia? Davide o Golia?

Fino al 20 aprile è aperto il bando di Lavori in Corto

Lavori in Corto
Presentato ufficialmente al cinema Massimo nei giorni scorsi, si è aperta l'iscrizione all'edizione 2015 di Lavori in Corto (in programma a maggio): termine ultimo per l'iscrizione è il 20 aprile prossimo.

La quarta edizione di Lavori in Corto si rivolge a giovani registi interessati a esprimersi sulla questione dei sogni e dei bisogni delle nuove generazioni con uno sguardo e un confronto anche a esperienze internazionali e del passato.

La crisi attuale e la mancanza di un lavoro stabile non aiutano le nuove generazioni a realizzarsi, a immaginare e progettare un futuro, rischiando di generare precarietà esistenziale. LAVORI in CORTO vuole porsi dunque come una finestra aperta sui loro bisogni (servizi sul territorio, diritti fondamentali come lavoro, educazione, studio, uguaglianza, merito, salute, cultura) ma anche sui loro sogni, desideri e speranze, invitando i giovani autori a ragionare su loro stessi eventualmente confrontandosi con altri momenti storici e contesti non solo nazionali.

Previsti premi in denaro di € 1.000,00, di € 500,00, di € 300,00 e altri premi in servizi.

Il bando

Agenda del Cinema di Oggi, lunedì 23 febbraio 2015

"The Millionaire"
Il ricordo di Felice Andreasi impreziosisce il pomeriggio (grazie a Movie Tellers).
In serata le proposte sono tante e tutte meritevoli: da Gilliam a Gaglianone, da Jolie a Costanzo con i recuperi di "The Millionaire" e "Lunchbox", la serata di proiezione e premiazione di "Dans la Ville Femme" e molto altro ("Fuoristrada", "Profondo rosso",...).
Francesco Munzi è ospite del cinema Massimo e del Premio Misiano, mentre al mattino sarà in Comune per un incontro sul libro e il film "Anime nere".

http://www.agendacinematorino.it/p/agenda-del-cinema.html