martedì 31 marzo 2015

Anticipazioni dal TGLFF numero 30: i film per Expo To, lo Sport e Berlino

"Fuori!"
Nel ricchissimo cartellone del 30° Torino Gay & Lesbian Film Festival, che può contare su più di 100 film, alcune pellicole saranno dedicate ai grandi eventi che caratterizzano il 2015 della cultura torinese e all’interno dei quali è inserito ufficialmente il 30° TGLFF: EXPO TO 2015, Torino 2015 - Capitale europea dello sport e Torino incontra Berlino.

A EXPO TO 2015, palinsesto legato all’esposizione internazionale milanese che coinvolge istituzioni, grandi aziende, associazioni di categoria, l’Unione Industriale, la Camera Commercio e le principali realtà culturali del territorio in un lavoro di squadra di portata mondiale, il TGLFF dedica una pellicola che tratta con ironia e vivacità il tema del cibo, collegandolo allo slogan “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Eat With Me, opera prima del regista David Au, racconta la storia di mamma Emma che, in crisi con il marito, si trasferisce a casa del figlio Elliot, cuoco, e scopre che è gay. Ma l’omosessualità del figlio non è un problema; il grattacapo riguarda il ristorante da incubo dove Elliot cucina, o meglio ci prova ottenendo scarsi risultati. Mamma Emma corre ai ripari, si improvvisa "Mistress Chef" e s'inventa un nuovo menù che si rivelerà un successone. Una commedia witty sulla comunità sino-americana con una ciliegina sulla torta, il cameo di George Takei, il mitico attore di "Star Trek".

A Torino 2015 - Capitale Europea dello Sport sono invece dedicate due pellicole. Fuori, delle registe Chiara Tarfano e Ilaria Luperini, è la prima di otto puntate di una serie autoprodotta in Italia. Racconta la storia di Nicole Bonamino, 24 anni, giocatrice di hockey che ha fatto coming out alle Olimpiadi di Sochi del 2014. Il primo episodio è ambientato proprio a Torino e sarà proiettato in anteprima per il TGLFF; il progetto prevede che diverse città italiane diventino sede dei successivi episodi, con l’intento di sondare il livello di omofobia in Italia. Durante la proiezione sarà presente Nicole Bonamino.
La seconda pellicola, Fulboy, è il primo docu-fiction del regista argentino Martín Farina. Una finestra su quel calcio dove la tv non entra mai: gli spogliatoi, le stanze d'albergo dei ritiri, la vita privata. Sullo sfondo della finale dei Mondiali persi dall'Argentina con la Germania, il regista intervista gli atleti della squadra nella quale gioca suo fratello. Discute con loro, vuole conoscerne le opinioni, li provoca, ma allo stesso tempo filma il loro sensuale candore nell'intimità, mentre sono a letto, sotto le docce, in pose audaci.

Praia do futuro (Futuro Beach) e Anders als die Andern (Different from the others) sono i due film del TGLFF che rientrano nella programmazione ufficiale di Torino incontra Berlino. Le due città, che hanno sviluppato percorsi differenti, trovano una comune identità nella storia, nella cultura e nel cinema. La prima pellicola, del regista brasiliano, ma berlinese d’adozione, Karim Aïnouz, è girata tra Brasile e Germania; le spiagge dorate di Fortaleza, una Berlino inedita e conturbante, la storia di Donato, un bagnino che non si perdona la morte in mare di un turista tedesco ma che finisce per innamorarsi alla follia di Konrad, l'amico motociclista dell'annegato. Entrambi volano a Berlino e otto anni dopo Ayrton, il fratello minore di Donato, lo raggiunge trovando davanti a sé una persona nuova, un “fantasma che parla tedesco". Non mancano le allusioni ad Antonioni e Anger (era in concorso a Berlino 2014).
La seconda pellicola, diretta da Richard Oswald, risale agli anni immediatamente successivi al primo conflitto mondiale. Grazie a frammenti, documenti e fotografie scovate negli archivi privati, nasce il progetto del primo film a tematica apertamente omosessuale della storia, girato nel 1919 e prodotto da Magnus Hirschfeld. All'epoca ne fu impedita la distribuzione e successivamente il regime nazista ne bruciò le copie. Fu una coraggiosa denuncia contro il "Paragrafo 175", la legge contro l'omosessualità vigente all’epoca. Girato in Germania e interpretato dall'attore gay Conrad Veid, verrà proposta la versione restaurata dal Museo del Cinema di Monaco. Cult assoluto.

Il Torino Gay & Lesbian Film Festival si svolge con il patrocinio del Mibac - Direzione generale per il Cinema, della Regione Piemonte e del Comune di Torino e dal 2005 il festival è amministrato dal Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Ad aprile il secondo capitolo della trilogia di Ulrich Seidl, "Paradise: Faith"

"Paradise: Faith"
Dopo Paradise: Love, per l’appuntamento CULT! di aprile, il Museo Nazionale del Cinema propone il secondo capitolo della discussa trilogia di Ulrich Seidl, Paradise:Faith.
Presentata in tre momenti diversi - a Cannes, Venezia e Berlino - la trilogia che il regista ha dedicato alle virtù teologali ha diviso la critica e il pubblico di mezza Europa. Paradise: Faith, dedicato alla fede, ha vinto il Premio speciale della Giuria a Venezia. Proiezioni sabato 4, alle ore 20.20, venerdì 17 alle ore 16.00, lunedì 20 e lunedì 27 alle ore 20.30. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Ulrich Seidl
Paradise: Faith
(Austria/Francia/Germania 2012, 115’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Anna Maria, una 50enne austriaca, ha una fede molto profonda e passa le sue vacanze nelle missioni religiose. Un giorno suo marito, egiziano di fede musulmana costretto da anni su una sedia a rotelle, torna a casa dopo una lunghissima assenza e rende impossibile la vita alla moglie. Premio speciale della giuria a Venezia 2012.

Il Gioco del Caso, una retrospettiva al Massimo per Robert Bresson


Il Museo Nazionale del Cinema organizza – dal 3 al 28 aprile 2015 al Cinema Massimo – una retrospettiva integrale dedicata al regista Robert Bresson. Tra i protagonisti della rinascita del cinema francese nel secondo dopoguerra, Robert Bresson è regista lucido e radicale nell’analisi della condizione etica dell'individuo. Privilegia i temi della grazia, della solitudine, della fede, che si oppongono a una modernità descritta come violenta e brutale. Il tutto con uno sguardo essenziale, asciutto, quasi documentaristico, ma di forte impatto emotivo.

La rassegna Il gioco del caso sarà inaugurata dalla proiezione, venerdì 3 aprile alle ore 16.30, del primo lungometraggio del regista francese: La conversa di Belfort (Francia 1943, 96’, 35mm, b/n, v.o. sott. it.). Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

La conversa di Belfort (Les anges du péché)
(Francia 1943, 96’, 35mm, b/n, v.o. sott. it.)
Una ragazza aristocratica entra come novizia in un collegio di suore dedite alla cura delle carcerate. Tra loro Teresa è particolarmente ribelle, ma la novizia vuole convertirla a ogni costo; non sa che la ragazza si sta servendo di lei. Nel suo primo film, Bresson affronta subito i temi del peccato e della grazia.


L'Agenda in Radio: il podcast della 26^ puntata 30/03/2015


Ventiseima puntata radiofonica dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa in diretta lunedì 30 marzo dalle 18 alle 19 (replica il venerdì alle 9).

Ospite Chiara Magri del Centro Sperimentale di Cinematografia - sede Piemonte, insieme a Salvatore Centoducati, regista e animatore di "Office Kingdom". 

Ecco il podcast della puntata:



Agenda del Cinema di Oggi, martedì 31 marzo 2015

"The look of silence"
Finisce marzo, e con lui l'omaggio torinese a Marcello Mastroianni (oggi due appuntamenti).
Stasera all'UCI lo straordinario "The Look of Silence", ma anche interessanti appuntamenti con Portofranco e Piccolo Cinema.
Serata importante anche con CinemAutismo al Cecchi Point.


lunedì 30 marzo 2015

Concluse a Torino le riprese del film IL PAPA DELLA GENTE


Forse vi sarò capitato nei giorni di imbattervi in imponenti attrezzature cinematografiche in centro città... Dopo 13 settimane di riprese – iniziate in Argentina a fine gennaio – e le ultime 2 in Piemonte in tre diverse location, si sono concluse le riprese del film per la sala e la Tv “Il papa della gente”, diretto da Daniele Luchetti (Anni felici, La nostra vita, La scuola, Piccoli maestri, Mio fratello è figlio unico) e interpretato dalla star argentina Rodrigo de la Serna (I diari della motocicletta), nel ruolo di Jorge Maria Bergoglio dai primi anni del suo magistero fino a quando verrà eletto papa col nome di Francesco. Accanto al protagonista, una nutrita serie di attori argentini che hanno seguito il ‘papa’ fino in Piemonte. Tra questi Pompeyo Audivert, nel ruolo di Monsignor Angelelli, Mercedes Moran (Esther Ballestrino) e Muriel Santana (Alicia Oliveira).

Prodotto dalla Tao Due di Pietro Valsecchi per Mediaset, il film è sostenuto dalla Film Commission Torino Piemonte. “Ancora una volta – dichiara il presidente Paolo Damilano, dopo aver effettuato una visita sul set – la Film Commission ha dato il suo appoggio a una produzione importante e di qualità. Siamo orgogliosi di aver sostenuto questo progetto che mette in evidenza le numerose possibilità offerte dalla Regione Piemonte oltre alle ormai consuete e apprezzate professionalità. Soprattutto perché tutto questo è messo al servizio di una figura dall’indiscusso valore”. Molte le figure professionali piemontesi coinvolte (ben diciotto) e tre le location dove si è girato: all’Istituto Salesiani Don Bosco di Cumiana, al Complesso Infrastrutturale Città di Torino di Palazzo Simoni (Scuola di Applicazione) in Corso Matteotti e presso la Chiesa del Cottolengo in via San Pietro in Vincoli.

Il film racconta la vicenda umana e pastorale di Jorge Bergoglio dalla sua gioventù fino all’elezione al soglio pontificio nel 2013, attraversando le sue esperienze da professore di scuola superiore, da giovane Padre Provinciale dei gesuiti argentini durante gli anni bui della dittatura militare, a vescovo di Buenos Aires durante la drammatica crisi economica che ha colpito l’Argentina negli ultimi decenni.

Il film più visto del weekend a Torino è ancora "Cenerentola"


Se è vero che "Cenerentola" di Kenneth Branagh è ancora il film più visto del weekend a Torino, colpisce l'exploit del campione d'incassi francese "La famiglia Belier" di Eric Lartigau, che riesce a posizionarsi in seconda posizione a poche decine di spettatori dal primo (molto meglio di quanto fatto a livello nazionale!).

Ottimo esordio anche per "L'ultimo lupo" di Jean-Jacques Annaud, terzo. Un po' sotto le attese l'animazione di "Home - A casa", complice forse il bel tempo che nel pomeriggio ha allontanato le famiglie dalle sale...

Per 'colpa' del sole, le presenze in sala di sabato e domenica sono state solamente 22.544 (erano più di 37.000 la scorsa settimana!).

CLASSIFICA WEEK END 27-28-29 MARZO  2015

1 CENERENTOLA 4.132
2 LA FAMIGLIA BELIER 4.022
3 L'ULTIMO LUPO (WOLF TOTEM) 3.594
4 THE DIVERGENT SERIES: INSURGENT 2.874
5 LATIN LOVER 2.219
6 MA CHE BELLA SORPRESA 2.151
7 HOME - A CASA 1.853

TOTALE PRESENZE SABATO 11.853
TOTALE PRESENZE DOMENICA 10.691

TOTALE 22.544

Le sale di Torino e Piemonte in cui vedere "L'Altra Heimat"


Dopo il grande successo raccolto alla Mostra del Cinema di Venezia e al Toronto Film Festival arriva nelle sale italiane "L'Altra Heimat" di Edgar Reitz, l’ultimo geniale lavoro del regista tedesco che con la saga di Heimat ha dato vita a un fenomeno di culto scatenando uno dei dibattiti cinematografici più appassionati e profondi di tutto il Novecento.

Con L’altra Heimat. Cronaca di un sogno la monumentale saga di Reitz, che in Italia si rivelò un vero e proprio fenomeno di culto riscuotendo un successo enorme e scatenando appassionati dibattiti sul tema della serialità, giunge al suo quarto capitolo, concepito appositamente per il cinema. Il discorso provvisoriamente concluso nel 2006 riprende, tornando indietro nel tempo al 1843, sempre nell’immaginaria Schabbach, dove la famiglia Simon lavora e lotta contro la morte e dove il figlio Jakob fugge dalla fatica quotidiana immergendosi nei libri e nel sogno di un Nuovo Mondo. Lo stesso sogno che accompagna la grande emigrazione di migliaia di europei nell’America del Sud, nel tentativo disperato di sottrarsi alle carestie, alla povertà e al dispotismo che dominavano i loro paesi perché, come recita il loro motto, “Qualunque sorte è migliore della morte”.

L’altra Heimat. Cronaca di un sogno (Die Andere Heimat - Chronik einer Sehnsucht) di Edgar Reitz nasce da diversi mesi di ricerche condotte dal regista con Gert Heidenreich (che assieme a lui firma la sceneggiatura) per raccogliere storie di famiglie dell’Hunsrück, esaminando archivi e collezioni private e studiando, nel modo più autentico possibile, le vite dei contadini della Renania della metà dell’Ottocento. Il film arriva nelle sale italiane solo per due giorni, martedì 31 marzo e mercoledì 1 aprile e viene presentato in Italia da Ripley’s Film, VIGGO e Nexo Digital.

Le sale di Torino e Piemonte in cui vedere "L'Altra Heimat":


All'UCI Lingotto e Moncalieri la domenica alle 11 i film per i bambini


Si chiama Kids Club la rassegna che tutte le domeniche mattina fino al prossimo 14 giugno proporrà al pubblico delle 11 dell'UCI Torino Lingotto e Moncalieri il meglio dell'animazione targata Disney e Pixar. Biglietto a 2 euro e divertimento assicurato.

DOMENICA 05 APRILE
GLI ARISTOGATTI
Regia: Wolfgang Reitherman
Cast: (Voci originali) Phil Harris, Eva Gabor, Sterling Holloway
Nazione e anno: Stati Uniti, 1970
Genere: Animazione
Durata: 78'

DOMENICA 12 APRILE
IL LIBRO DELLA GIUNGLA
Regia: Wolfgang Reitherman
Cast: n.d.
Nazione e anno: Stati Uniti, 1967
Genere: Animazione
Durata: 78'

DOMENICA 19 APRILE
RIBELLE - THE BRAVE
Regia: Mark Andrews, Brenda Chapman
Cast: (Voci originali) Reese Witherspoon, Emma Thompson, Billy Connolly
Nazione e anno: Stati Uniti, 2012
Genere: Animazione
Durata: 101'

DOMENICA 26 APRILE
MONSTERS UNIVERSITY
Regia: Dan Scanlon
Cast: (Voci originali) Steve Buscemi, John Goodman, Billy Crystal
Nazione e anno: Stati Uniti, 2013
Genere: Animazione
Durata: 104'

DOMENICA 03 MAGGIO
LE AVVENTURE DI PETER PAN
Regia: Clyde Geronimi, Wilfred Jackson, Hamilton Luske
Cast: (Voci originali) Bobby Driscoll, Kathryn Beaumont, Hans Conried
Nazione e anno: Stati Uniti, 1953
Genere: Animazione
Durata: 77'

DOMENICA 10 MAGGIO
ALLA RICERCA DI NEMO
Regia: Andrew Stanton, Lee Unkrich
Cast: (Voci originali) Albert Brooks, Ellen DeGeneres, Alexander Gould
Nazione e anno: Stati Uniti, 2012
Genere: Animazione
Durata: 107'

DOMENICA 17 MAGGIO
PLANES
Regia: Klay Hall
Cast: (Voci originali) Anthony Edwards, Val Kilmer, Stacy Keach
Nazione e anno: Stati Uniti, 2013
Genere: Animazione
Durata: 91'

DOMENICA 24 MAGGIO
IL RE LEONE
Regia: Rob Minkoff, Roger Allers
Cast: (Voci originali) Jonathan Taylor Thomas, Matthew Broderick, Michele Kalamera
Nazione e anno: Stati Uniti, 2011
Genere: Animazione
Durata: 90'

DOMENICA 31 MAGGIO
PLANES 2 - MISSIONE ANTINCENDIO
Regia: Roberts Gannaway
Cast: (Voci originali) Julie Bowen, Ed Harris, Stacy Keach
Nazione e anno: Stati Uniti, 2014
Genere: Animazione
Durata: 84'

DOMENICA 07 GIUGNO
FROZEN - IL REGNO DI GHIACCIO
Regia: Chris Buck, Jennifer Lee
Cast: (Voci originali) Kristen Bell, Idina Menzel, Jonathan Groff
Nazione e anno: Stati Uniti, 2013
Genere: Animazione
Durata: 108'

DOMENICA 14 GIUGNO
BIG HERO 6
Regia: Don Hall, Chris Williams
Cast: (Voci originali) Josh Hutcherson, Samuel L. Jackson, Freddie Highmore
Nazione e anno: Stati Uniti, 2014
Genere: Animazione
Durata: 102'

ATTO DI PRIMAVERA di Manuel De Oliveira al Piccolo Cinema

"Atto di primavera"
Martedì 31 marzo dalle 21 serata speciale al Piccolo Cinema di via Cavagnolo 7 con la proiezione del film ATTO DI PRIMAVERA di Manuel De Oliveira (PORTOGALLO, 1963, 90'),a ripresa della sacra rappresentazione della Passione di Cristo che viene realizzata ogni anno nel paesino di Curalha.

INGRESSO LIBERO

Agenda del Cinema di Oggi, lunedì 30 marzo 2015


Inizia oggi una nuova importante rassegna in città, "La Politica della Crisi": questa sera proiezione de "Il più grande successo dell'euro", al Lombroso16, ingresso a offerta e approfondimento sul tema.
Per il resto: secondo appuntamento con CinemAutismo, proiezioni in città per Lynch e Lang, Carné e Schlondorff, l'horror di Albanesi e altro ancora.


domenica 29 marzo 2015

"Io sono Mateusz" al Classico da lunedì 30 marzo

"Io sono Mateusz"
Tre giorni (per ora, almeno) di proiezione al cinema Classico per "Io sono Mateusz" di Maciej Pieprzyca, da lunedì 30 marzo a mercoledì 1 aprile alle ore 16.30.

È la storia sorprendente di Mateusz, affetto da una grave paralisi cerebrale, diagnosticata come ritardo mentale, quindi ostacolo insormontabile alla comunicazione del bambino con il resto del mondo. Dopo 25 anni si scoprirà che Mateusz è perfettamente in grado di intendere e di volere. Malgrado le mille difficoltà incontrate nel tentativo di comunicare con l’esterno, Mateusz sperimenta direttamente il potere enorme della forza di volontà e della tenacia. Una storia forte e struggente ma anche piena di ottimismo, che commuove e fa sorridere.

Dawid Ogrodnik, è considerato ad oggi uno degli attori più talentuosi della Polonia. Nel 2014 per la sua splendida interpretazione in "Chce się żyć" / “Io sono Mateusz” – film che ha conquistato innumerevoli riconoscimenti nei più prestigiosi Festival internazionali – ha vinto il premio come Miglior Attore Protagonista ai Polish Film Awards, al New York Polish Film Festival, al Seattle International Film Festival e al Golden Linden International Film Festival of New European Cinema.

Per la sua interpretazione nel film “Jestes Bogiem” / “You are God di Leszek Dawid anche nel 2013 vince il premio come Miglior Attore non Protagonista al Gdynia Film Festival. Ma il successo di Dawid continua la sua ascesa fino a Los Angeles, l’attore infatti è uno dei protagonisti del film “Ida”, vincitore agli Oscar 2015 come Miglior Film Straniero.

Dall’impotenza alla creatività, un seminario con Silvano Agosti


Un nuovo appuntamento a Torino con la formazione legata al cinema, questa volta organizzata dall'Associazione Percorsi di Vita.

‘Dall’impotenza alla creatività’ è il seminario che il regista Silvano Agosti terrà a Torino, il 1 maggio, presso l’Hub Cecchi Point.
Il maestro, facendo ricorso anche ad alcuni spezzoni di suoi film, guiderà i partecipanti in un percorso che avrà lo scopo di rendere visibili le gabbie nelle quali ogni essere umano è prigioniero. Tra aneddoti, poesie, racconti, parabole e paradossi, il regista ci condurrà nel suo mondo creativo per proporci il suo pensiero e la sua originale visione della vita. A seguire, apericena con il regista.

Il seminario si svolgerà all’interno del Festival Europeo di Cortometraggi PerCORTI di Vita.

Agenda del Cinema di Oggi, domenica 29 marzo 2015

"Marathon"
L'intenso "Marathon" apre oggi il programma 2015 di CinemAutismo: quattro serate imperdibili con il grande cinema e con l'approfondimento (tutto a ingresso libero).
In mattinata "Il Piccolo Nicolas", nel pomeriggio Shaun e Spongebob per accontentare i più piccoli (ma anche "Banana"!).
Per i più grandi, "Pride" e Fassbinder, Marsh e Cotelo...


sabato 28 marzo 2015

I vincitori della seconda edizione del Concorso AIDI "Riprendi-ti la città"


Si è svolta ieri sera al Museo Nazionale del Cinema di Torino la premiazione della seconda edizione del concorso video Riprendi-ti la Città.

Categoria Luce e Luoghi
1° classificato
City Roots di Nicolò Veronesi
2°classificato
Moving Lights di Riccardo Garufi

Categoria Luce e Cinema
1°classificato
Key Light Diva di Mattia Beraldo
2°classificato
Light defying distance di Elisabetta Ariemma

Categoria Luce e Musica
1°classificato
Luci per spartito di Lorenzo Lorenzini
2°classificato
Light is us di Ludovico Serra

Premio Anno Internazionale della Luce
Gamut di Michele Sammarco

Premio Energy Saving
2000 k di Carla Costanza

Premio Light Design
Delight-sign di Francesca Bosello

Premio Speciale della Giuria
Senses di Matteo Porceddu

Arriva al cinema Cattedrali della Cultura 3D


Nexo Digital e I Wonder Pictures, in collaborazione con Unipol Biografilm Collection, presentano in sala il nuovo progetto 3D di Wim Wenders, CATTEDRALI DELLA CULTURA 3D.

Da un’idea di Wenders arriva al cinema un nuovo straordinario appuntamento dedicato alla Grande Arte sul Grande Schermo, un’esplorazione unica tra le mura di sei edifici chiave della storia umana: la Filarmonica di Berlino, la Biblioteca Nazionale Russa, il Carcere di Halden, il Salk Institute, il Palazzo dell’Opera di Oslo, il Centre Pompidou.

Affrontano la sfida sei acclamati registi (Wim Wenders, Michael Glawogger, Michael Madsen, Robert Redford, Margreth Olin, Karim Aïnouz), ognuno con il proprio approccio artistico e scegliendo il luogo che più gli è vicino, tra quanti sono diventati manifestazione materiale dell’intelligenza umana e dell’utopia della bellezza. Nasce così da un’idea di Wim Wenders Cattedrali della Cultura 3D che arriva al cinema solo per un giorno martedì 21 aprile distribuito da Nexo Digital e I Wonder Pictures in collaborazione con Unipol Biografilm Collection (elenco delle sale a breve disponibile su www.nexodigital.it).

Come spiega Wim Wenders, ideatore del progetto e produttore esecutivo “È stata una fortuna scoprire il nuovo linguaggio del cinema in 3D attraverso PINA, un’opera il cui soggetto – la danza – aveva un’enorme affinità con la tecnologia che stavamo usando. Era logico e necessario usare la tridimensionalità (…). Attraverso queste esperienze ho sviluppato l’opinione molto chiara che nel campo del documentario il 3D rappresenti un enorme passo avanti e possa davvero portare il genere a un livello totalmente superiore (…). L’incredibile vantaggio per i documentari è un’immersione amplificata che mette lo spettatore, come mai prima, “dentro a un luogo”, permettendogli di percepire l’architettura, ad esempio, come un’esperienza in uno spazio reale”.

Agenda del Cinema di Oggi, sabato 28 marzo 2015


Ancora grande cinema tedesco oggi al cinema Massimo (e dove è proiettato "Il sale della terra": Wenders rules!).
Spazio per Dylan Dog a Giaveno, e per "Terra di Maria", così come per "Il Pianeta verde" e "Banana" e "Visage" e i film in sala... buon cinema!


venerdì 27 marzo 2015

Set in Piemonte per il nuovo film di Giuseppe Tornatore, "La Corrispondenza"


Iniziano lunedì 30 marzo nell’Isola di Orta San Giulio in Piemonte le riprese del nuovo film di Giuseppe Tornatore “La Corrispondenza” con Jeremy Irons e Olga Kurylenko.

Dopo i primi tre giorni nell’isola di Orta San Giulio, a metà aprile si girerà per un’altra settimana sempre nell’isola e nel prospiciente paese di Orta San Giulio, con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte impiegando 30 tecnici piemontesi.

Una giovane studentessa universitaria impiega il tempo libero facendo la controfigura per la televisione e il cinema. La sua specialità sono le scene d’azione, le acrobazie cariche di suspence, le situazioni di pericolo che nelle storie di finzione si concludono fatalmente con la morte del suo doppio. Sembrerebbe una mania dettata dalla passione per il rischio, in realtà è l’ossessione in cui l’atletica ragazza s’illude di sublimare un orribile senso di colpa. Quello di ritenersi responsabile della tragica scomparsa del suo grande amore. Una ferita mai rimarginata. Un conto sospeso. Un’ombra che nessuna luce saprà mai dissolvere. Sarà il suo professore di Astrofisica ad aiutarla nel ritrovare l’equilibrio esistenziale perduto.

Oltre che in Piemonte le riprese si svolgeranno a Edimburgo, York, Trentino e Alto Adige. La corrispondenza è una produzione Paco Cinematografica con Rai Cinema in associazione con UniCredit Leasing e Focchi spa ai sensi delle norme sul tax credit. Con il sostegno di Business Location Süd Tirol – Alto Adige, Trentino Film Commission e Film Commission Torino Piemonte. Il film sarà distribuito in Italia da 01 Distribution. Il venditore internazionale del film è Umedia International. Il film è riconosciuto d’interesse culturale nazionale. Dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo.

Lunedì 30/3 per l'Agenda puntata numero 26 su Radio Banda Larga


Lunedì 30 marzo 2015 alle 18 puntata numero 26 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Sarà ospite Chiara Magri del Centro Sperimentale di Cinematografia - sede Piemonte, insieme a Salvatore Centoducati, regista e animatore di "Office Kingdom"

L'appuntamento sarà dalle 18 alle 19 ai Laboratori di Barriera di via Baltea 3 a Torino e su www.radiobandalarga.it/play (in replica il venerdì alle 9).

Dal martedì successivo la puntata sarà disponibile in podcast.


Box Office Torino: resta "Cenerentola" il film più visto in città

"Cenerentola"
Rimane incontrastato il dominio di "Cenerentola" ai botteghini torinesi (in linea con quelli nazionali, tra l'altro): quasi il doppio di spettatori nella settimana da venerdì 20 a giovedì 26 marzo, con 14.765 ingressi rispetto ai 7.879 di "Insurgent" (dati Agis).

Sul podio buon risultato per "Latin Lover", si conferma inferiore alle attese l'incasso della commedia 'torinese' di Biggio e Mandelli, "La Solita Commedia - Inferno" (che infatti è pressoché sparita dalle sale).

Scende un po' - dopo un ritmo straordinario - il risultato di "Timbuktu", tiene l'ultimo dei Taviani ormai ridotto a una sala (ma il pubblico del Romano è sicuramente quello giusto per continuare gli incassi).

BOX OFFICE TORINO 20-26 MARZO 2015

1. CENERENTOLA 14.765
2. THE DIVERGENT SERIES: INSURGENT 7.879
3. LATIN LOVER 6.516
4. MA CHE BELLA SORPRESA 6.254
5. SUITE FRANCESE 5.601
6. FOCUS - NIENTE E' COME SEMBRA 4.060
7. LA SOLITA COMMEDIA - INFERNO 1.964
8. UNA NUOVA AMICA 1.621
9. BIRDMAN 1.615
10. NESSUNO SI SALVA DA SOLO 1.350
11. SPONGEBOB - FUORI DALL'ACQUA 1.198
12. TIMBUKTU 938
13. VERGINE GIURATA 910
14. MARAVIGLIOSO BOCCACCIO 820
15. VIZIO DI FORMA 817

Sabato 28 marzo a Giaveno serata con corti e discorsi su Dylan Dog


Nell'ambito di GULP! FUMETTI A GIAVENO, la prima Fiera del fumetto della città piemontese, è in programma una SERATA DYLAN DOG: appuntamento sabato 28 marzo alle ore 21.00 presso Villa Favorita (via Maria Ausiliatrice 1), si comincia con la proiezione del cortometraggio HOUSE OF SHELLS. LA CASA DELLE CONCHIGLIE.
La trama: un uomo e una donna persi nella tetra campagna inglese all'imbrunire. La macchina non ne vuole sapere di ripartire, e una tempesta è in arrivo. La coppia trova riparo in un castello solo all'apparenza abbandonato. Ciò che li aspetta è una notte da incubo...

A seguire incontro con lo sceneggiatore del film ANDREA CAVALETTO e con PASQUALE RUJU, autore di Sergio Bonelli Editore

ANDREA CAVALETTO: i film da lui sceneggiati hanno avuto ottimi riscontri di critica e hanno vinto numerosi premi nei festival di genere italiani e internazionali. Il film horror indipendente Hidden in the Woods, da lui sceneggiato, è stato acquistato dagli americani e per un remake.
Per Sergio Bonelli Editore ha scritto numerosi albi di Dylan Dog e Martin Mystére, diventando uno dei nuovi autori di punta della storica casa editrice

PASQUALE RUJU: si avvicina al mondo del teatro e del cinema, dedicandosi poi principalmente al doppiaggio di personaggi di soap-opera, film (Star Trek) e di cartoni animati (I Cavalieri dello zodiaco, Lamù, I Cinque samurai). Nel 1995 entra a far parte dello staff degli autori di Dylan Dog (di cui scrive più di 70 storie!), divenendo lo sceneggiatore Bonelli più pubblicato. Ha scritto decine albi di Tex, Nathan Never, Dampyr e Martin Mystére e ha creato le miniserie Demian e Cassidy.
Pasquale Ruju è uno dei più prolifici e autorevoli autori di fumetti italiani.

Dal 27 al 29 marzo torna l'Alba Film Festival


Tre giorni da oggi 27 marzo a domenica 29 con l'Alba Film Festival, giunto alla sua decima edizione con Il cinema rivisitato, una proposta che vuole omaggiaew il grande cinema che è entrato nella storia e che anniversari e ricorrenze riportano con immutata vitalità e copie restaurate.
Ricordare tutti è ormai impossibile, autori e titoli non sono più, (ormai, e fortunatamente) conglobabili in liste di ragionevole lunghezza, essendo ora la creatività, su scala mondiale, smisurata e incontenibile anche grazie alle recenti tecnologie che offrono, specialmente ai giovani, occasioni nuove e portentose, impensabili prima, anche con il mitico Super8, che pur si presentava come documentazione elementare ma immediata di consuetudini e prassi etniche prima della loro scomparsa.

Gli omaggi iniziano con la geniale figura di Orson Welles, nel doppio anniversario di nascita e morte. Personalità incontenibile né inquadrabile in uno schema antropologico degli artisti, è l’autore strabordante e indiscusso di opere fondamentali e innovative nella storia del cinema: Quarto potere è stato per decenni ritenuto il miglior film della storia, superato lo scorso anno solo da La donna che visse due volte di Hitchcock (in programma al Festival). Welles è autore cult e maestro del brivido, narratore irraggiungibile.

Una proiezione è dedicata ad una delle maggiori figure del cinema italiano, Francesco Rosi, recentemente scomparso, autore forte di un cinema di appassionato e implacabile impegno civile che ha fatto grande il cinema italiano: Le mani sulla città resta un esempio di tensione politica, etica e narrativa difficilmente eguagliabile.

Per ricordare l’albese Gianfranco Alessandria, detto “Alec”, si sono scelti due autori che egli amava: François Truffaut con il cult I quattrocento colpi che lo trasformò di colpo da critico dei Cahiers du Cinéma ad autore acclamato e centrale nel cinema francese; Alfred Hitchcock (vedi sopra), a sua volta “oggetto” di culto da parte dello stesso Truffaut. A completare un articolato percorso culturale ci sarà anche la mostra di vinili di colonne sonore curata dall’Associazione Alec.

Se c’è un modo di rinnovare il “classico” mantenendolo tale, questo viene proprio dal connubio musica-visione: con questa convinzione abbiamo voluto proporre come conclusione dei tre giorni il celebre Nosferatu di Murnau con un nuova partitura musicale eseguita dal vivo, in collaborazione con Alba Music Festival. Singolare liaison tra letteratura gotica inglese (il testo di Bram Stoker è del 1897) e cinema espressionista degli anni ’20, elusi i diritti di autore con il nome grecofilo di “non-morto”, il film di Murnau, autore centrale nel cinema tedesco di quegli anni, è la pietra miliare nella tradizione del cinema vampiristico e horror in generale, su cui si sono formate generazioni di cinefili e scritti fiumi di inchiostro.

TUTTO IL PROGRAMMA

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 27 marzo 2015

"Il suono instabile della libertà"
Secondo imperdibile appuntamento con la rassegna di documentari del Centro Studi Sereno Regis: questa sera "Il suono instabile della libertà" in doppia proiezione, associato al corto del 1957 "Catherine Robbe-Grillet - Giovane sposa, diario".
Ancora cinema tedesco di qualità, ma spazio anche a Pianeta Africa e "La teoria del tutto" e al recupero prezioso di "Pride".


giovedì 26 marzo 2015

Anteprima al cinema Classico per "Cold in July"

"Cold in July"
Martedì 31 marzo alle ore 20.30 anteprima al cinema Classico di piazza Vittorio Veneto 5 per "COLD IN JULY" di Jim Mickle.

Per assicurarsi il proprio posto scrivete a eventi@cinemaclassico.it

Come può una decisione di una frazione di secondo cambiare la vostra vita? Mentre cerca di capire la natura dei rumori notturni nella propria casa in una tranquilla notte in Texas, nel 1989, Richard Dane ficca una pallottola nella testa del povero ladruncolo, Freddy Russell. Anche se viene salutato come un eroe di provincia, Dane si ritrova presto a temere per l’incolumità della sua famiglia, quando il padre di Freddy, un ex detenuto, si fa vivo in città, deciso a vendicarsi. Tuttavia, non tutto è come sembra. Poco dopo che Dane ha ucciso l'intruso, la sua vita comincia a srotolarsi in un mondo sotterraneo fatto di corruzione e di violenza. Colpi di scena continuano ad accumularsi man mano che il film raggiunge la sua destinazione inevitabile: un vicolo cieco di spargimento di sangue

Dal 10 al 26 aprile l'edizione numero 19 del Valsusa Filmfest

Dal 10 al 26 aprile 2015 si svolgerà in 9 comuni della Valle di Susa, a Giaveno ed il 25 aprile a Torino, la XIX edizione del Valsusa Filmfest, festival poliartistico sui temi del recupero della memoria storica e della difesa dell'ambiente che da 19 anni anima un territorio aperto all'incontro e al confronto culturale attraverso concorsi cinematografici e numerosi eventi tra letteratura, cinema, musica, arte e impegno civile. In questa edizione viene riservato ampio spazio anche a temi dei diritti civili e dell’emigrazione politica. Per l’organizzazione di questa edizione è stata avviata tre mesi prima la campagna “Io sto con il Valsusa FilmFest” con l’obiettivo di rafforzarne la sostenibilità mobilitando, oltre alle competenze presenti sul territorio, anche risorse economiche attraverso il crowdfunding, attivo ancora sino all’11 aprile e reperibile a questo indirizzo: www.produzionidalbasso.com/project/io-sto-con-il-valsusa-filmfest 

I PRINCIPALI OSPITI CINEMATOGRAFICI di quest’anno sono Valerio Mastrandrea, Daniele Gaglianone, Andrea Segre e Giuseppe Battiston. Valerio Mastrandrea e Daniele Gaglianone saranno i protagonisti della serata del 20 aprile ad Avigliana con proiezione del film “La mia Classe” mentre Andrea Segre e Giuseppe Battiston saranno ospiti il 22 aprile ad Almese con la proiezione del film “Come il peso dell’acqua”.

Il CONCORSO si articola in 4 sezioni - Cortometraggi, Le Alpi, Memoria Storica e Videoclip - e le proiezioni delle opere finaliste si svolgeranno in vari comuni tra il 10 ed il 19 aprile. La sezione Cortometraggi è nuovamente a tema libero dopo alcuni anni in cui veniva riservata a specifici temi, la sezione Le Alpi è riservata a filmati sulla montagna e sulla sua cultura, la sezione Memoria Storica è come sempre dedicata a opere che consegnino a futura memoria la documentazione di un avvenimento della nostra storia passata o recente e la sezione Videoclip presenta videoclip musicali a tema libero.

Con il progetto “CORTI DENTRO” Il 17 aprile i cortometraggi verranno proiettati anche all’interno della Casa Circondariale Rodolfo Moranti di Saluzzo (CN) e della Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli (NA). Il progetto è stato avviato nel 2013 in collaborazione con le associazioni “Sapori Reclusi”, “Rete del Caffè Sospeso” e “Cinema e Diritti”, viene sostenuto dall’8 per mille della Tavola Valdese e prevede anche la costituzione di una giuria mista per la sezione di concorso ‘Cortometraggi’, composta dalla giuria del festival e da una selezione di detenuti. Infine, il giorno 25 aprile, il filmato vincitore della sezione Memoria Storica verrà presentato al Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà di Torino grazie a una collaborazione attiva da quattro anni.

I temi dei DIRITTI CIVILI e dell’EMIGRAZIONE vengono affrontati in diversi appuntamenti. Il 10 aprile il festival aprirà i battenti a Condove con un dialogo su “Nuove famiglie e diritti civili”, incentrato sul tema del riconoscimento dei matrimoni omosessuali, al quale parteciperanno alcuni esponenti delle associazioni “Quore”, “Famiglie Arcobaleno”, Marta Levi già assessore del comune di Torino e Piero Spina che presenterà il progetto “Cammino dei diritti” da Torino a Roma Il dramma dell’emigrazione di massa e dei diritti civili dei richiedenti asilo viene sottoposto a numerosi studenti delle scuole medie e superiori del territorio con due eventi che si svolgeranno il 15 aprile: al Teatro Fassino di Avigliana un incontro con Moamed Ba - mediatore culturale, attore, scrittore e musicista senegalese – e all’ISIS Des Ambrois di Oulx con la proiezione del film “Va Pensiero” di Dagmawi Yimer dibattuto con alcuni mediatori culturali.

Inoltre, il 14 aprile al cinema San Lorenzo di Giaveno e in collaborazione con la Rassegna d’Essai, viene proiettato il film “Io sto con la Sposa” di Gabriele del Grande, Antonio Augugliaro, Khaled Soliman e Al Nassiry, film–documentario del 2014 che racconta la storia di un poeta siriano e di un giornalista italiano che aiutano cinque profughi siriani e palestinesi, arrivati a Milano dopo essere sbarcati a Lampedusa, a raggiungere la Svezia senza essere arrestati dalle autorità. Il film è diventato un cult anche perché prodotto grazie al crowdfunding ed ha avuto un grande successo con distribuzione in numerose sale italiane e straniere.
Il PREMIO BRUNO CARLI di queste edizione verrà consegnato l’11 aprile a Celeste Logiacco, giovane sindacalista impegnata nella Piana di Gioia Tauro, con la presenza di Renato Accorinti, sindaco del comune di Messina, e altri ospiti che si occupano di progetti di accoglienza per richiedenti asilo. In ogni edizione il Filmfest ricorda in modo concreto la figura di Bruno Carli, partigiano e presidente dell’associazione Valsusa Filmfest fino al 2002, destinando l’omonimo premio ad esponenti di realtà impegnate in difesa dei diritti e dell'ambiente in quella che a buon titolo può essere definita Nuova Resistenza.

Il 13 aprile a Condove ci sarà un incontro su “SPORT E IMPEGNO CIVILE”, dedicato a persone del mondo dello sport, e del calcio in particolare, che si sono contraddistinte anche in campo sociale e politico per i diritti dei lavoratori e dei più deboli. Verrà presentata la “Osvaldo Soriano Football Club-Nazionale scrittori” e sarà proiettato il film “Socrates uno di noi" di Mimmo Calopresti e Marco Mathieu al quale seguirà un incontro con Paolo Sollier, l’ex-calciatore che salutava il pubblico con il pugno, e con altri sportivi e giornalisti.

Sul tema dell’AMBIENTE viene organizzato un approfondimento su “allevamento e solidarietà” con Gianni Rigoni Stern, figlio del più conosciuto Mario, che sarà ospite il 12 aprile a Venaus di un incontro in cui verrà presentato il documentario “La transumanza della Pace” di Roberta Biagrarelli, del quale è protagonista, e in cui verranno riportate esperienze dirette di alcuni allevatori della Valle di Susa.

Il ciclo 35mm prosegue con "E la vita continua" di Kiarostami

"E la vita continua"
Dopo aver proiettato a febbraio Dov’è la casa del mio amico? di Kiarostami, l’appuntamento 35mm di aprile – ciclo pensato per la valorizzazione del patrimonio in pellicola del Museo Nazionale del Cinema – prosegue con la proiezione di E la vita continua di Abbas Kiarostami. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Tre anni dopo Dov’è la casa del mio amico? Abbas Kiarostami torna nella regione di Gilan, nel nord dell’Iran, per recuperare i luoghi e i volti di quella storia, ma ritrovandoli completamente travolti dal terremoto che ha colpito la regione. Un  sequel, quindi, anomalo e straordinario, nel raccontare storie nel segno della divagazione, come i sentieri che si inerpicano tra le rovine e scoprono realtà.

Abbas Kiarostami
E la vita continua (Zendeg edamé dârad)
(Iran 1991, 91’, 35mm, col., v.o sott. it.)
Dopo il terribile terremoto che ha sconvolto il nord dell'Iran nel 1990, un padre e suo figlio partono in macchina verso questa regione devastata per sapere cosa sia accaduto ai due bambini del film Dov'è la casa del mio amico?. Durante il viaggio che li conduce verso il villaggio dei ragazzi, scoprono che, malgrado le numerose vittime e la vastità della distruzione, per i sopravvissuti al disastro la vita continua.

Calendario delle proiezioni:
-       Mercoledì 1 aprile, h. 18.15
-       Sabato 11 aprile, h. 20.30
-       Venerdì 17 aprile, h. 18.15
-       Lunedì 20 aprile, h. 16.30
-       Domenica 26 aprile, h. 20.30

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 26 marzo 2015

"La famiglia Belier"
Tutti i film in sala a Torino da oggi giovedì 26 marzo nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono "Ho ucciso Napoleone", "La famiglia Belier", "Lettere di uno sconosciuto", "L'ultimo lupo", "La terra dei santi", "Home - A casa" e "French Connection".

Mercoledì 1 aprile in molte sale anteprima di "Fast & Furious 7".

Tra le proposte 'extra' l'opera "Ascesa e caduta della città di Mahagonny" e "L'altra Heimat".

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 26 marzo 2015

"Turner"
Film visivamente straordinario, "Turner" di Mike Leigh è oggi in versione originale sottotitolata al Massimo: recupero imperdibile.
Il cyberbullismo nel pomeriggio, "Caterina Boratto" all'aperitivo e grande scelta in serata, con "La' Suta", "Tutta colpa di Giuda", "Acqua e terra", "Pride"...


mercoledì 25 marzo 2015

"Seconde" visioni: da domani 26/3 ai cinema Agnelli, Baretti, Erba, Esedra, Monterosa e Solferino

"The imitation game"
Torna la rubrica settimanale per l'Agenda del Cinema a Torino, dedicata alle sale di seconda visione e ai loro recuperi dei film usciti nelle settimane precedenti.

Sono sei a Torino le sale di seconda visione attive (in rigoroso ordine alfabetico):

A.I.A.C.E. Torino, i corsi di cinema per la primavera 2015


Tutto pronto per i nuovi corsi di cinema dell'AIACE Torino per la primavera 2015: le iscrizioni sono aperte.

La scrittura cinematografica. Introduzione alla sceneggiatura
Data di inizio: sabato 11 aprile 2015

Introduzione alla visione cinematografica. Parte seconda: storie di cinema
Data di inizio: lunedì 13 aprile 2015

American Landscape: mappe geografiche del road movie. Un’esperienza per ogni tipo di viaggiatore
Data di inizio: lunedì 13 aprile 2015

Introduzione alla visione cinematografica
Data di inizio: martedì 14 aprile 2015

Iñarritu, dal Messico agli Oscar di Birdman
Data di inizio: martedì 14 aprile 2015

Lo specchio del tempo. Il cinema di Andrej Tarkovskij
Data di inizio: giovedì 23 aprile 2015

Nightmares, Screams and a lot of Blood. L’Horror: origini, codici, linguaggio, personaggi e un brivido lungo la schiena
Data di inizio: giovedì 23 aprile 2015

I corsi sono riservati ai Soci Aiace in possesso della Tessera 2015 e si svolgono presso la sede Aiace (salvo dove diversamente indicato).

Per le persone interessate, è necessario effettuare una preiscrizione via mail all'indirizzo segreteria@aiacetorino.it.

"Imbabazi", al cinema Massimo il genocidio del Rwanda

"Imbabazi - The pardon"
Introdotto in sala da Cecilia Pennacini, il cinema Massimo di Torino propone venerdì 27 marzo alle 20.30 per il ciclo Pianeta Africa il film "Imbabazi - The Pardon" di Joel Karekezi.

A ventun’anni di distanza dal genocidio dei Tutsi che ha devastato il Rwanda, un film racconta la storia di una guerra difficile da accettare. “La storia è raccontata attraverso gli occhi di ruandesi e africani – spiega il regista – e si concentra sulla ricerca di una soluzione e del perdono. Sono io stesso un sopravvissuto al genocidio, ed è per questa ragione che ho voluto esplorare non solo il passato, ma anche il futuro del Rwanda”.

Joel Karekezi
Imbabazi – The Pardon
(Rwanda 2013, 73’, Hd, col., v.o. sott.it.)
In Rwanda nel 1994, Manzi e Karemera sono amici inseparabili fino all’inizio delle violenze che dividono Hutu e Tutsi e portano il paese alla guerra civile. Manzi deve scegliere tra la famiglia e l’amicizia e Karemera paga un prezzo molto alto. 15 anni dopo, la notizia del rilascio di Manzi dal carcere rigetta nel caos la vita di Karemera.

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 25 marzo 2015


Da Audrey Hepburn alla sperimentazione dello Share Festival, dal "Lovecraft Party" al divertente Woody Allen de "La dea dell'amore": tutti i gusti oggi sono accontentati, se aggiungiamo Tarantino e i Coen, le webserie e "smoKings"...


martedì 24 marzo 2015

"Planeta Asperger" al Massimo per CinemAutismo

"Planeta Asperger"
In occasione della rassegna CinemAutismo – ciclo di film dedicato al mondo dell'autismo giunto quest'anno alla sua VII edizione – proiezione in anteprima nazionale il documentario Planeta Asperger di María Barroso e Ricardo de Gracia. Promossa dall'Associazione Museo Nazionale del Cinema con il sostegno della Fondazione Paideia Onlus, Angsa Piemonte - Sezione di Torino Onlus e Gruppo Asperger Onlus, l'edizione 2015 si tiene dal 29 marzo al 2 aprile (Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo). Info: www.cinemautismo.it. Ingresso libero.

María Barroso, Ricardo de Gracia
Planeta Asperger
(Spagna 2014, 85’, col.)
Sei persone all'interno dello spettro autistico raccontano il loro modo di vivere cercando di spiegare le loro difficoltà e i loro sforzi per venire capiti. Come abitanti di un altro pianeta, i protagonisti esplorano il nostro mondo e ce lo restituiscono attraverso gli occhi e le parole, donandoci un differente ed emozionante punto di vista.