lunedì 27 aprile 2015

A maggio il cinema Massimo omaggia il cinema di Inarritu

"Babel"
Dopo aver trionfato agli Oscar con il suo primo film interamente hollywoodiano, il cinema Massimo ripercorre a maggio la filmografia del regista messicano Alejandro González Iñárritu per riscoprire i suoi film precedenti e ragionare sul percorso che lo ha portato a  cambiare registro e storie.

Amores perros
(Messico 2000, 154’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Tre storie si incrociano a Città del Messico. Octavio, innamorato della moglie adolescente del fratello criminale, desidera fuggire con lei e introduce il suo cane nei combattimenti clandestini. Il direttore di una rivista lascia moglie e figlie per una bellissima modella. El Chivo vive con un branco di randagi e fa il killer.
Sab 9, h. 15.45/Ven 15, h. 15.30/Sab 16, h. 21.00

21 grammi – Il peso dell’anima (21 Grams)
(Usa 2003, 120’, Hd, col., v.o. sott. it.)
Christina, una donna che ha perso marito e figlie in un incidente, Paul, un matematico seriamente ammalato, e Jack, un ex criminale ora redento attraverso la fede, si ritrovano per caso uniti dal destino. 21 grammi è il peso che si perde quando si muore, il peso portato da chi sopravvive. 21 grammi è, in sostanza, il peso dell’anima.
Sab 9, h. 18.30/Lun 11, h. 18.15/Dom 17, h. 18.15

Babel
(Usa/Messico/Giappone 2006, 144’, Hd, col., v.o. sott. it.)
Un colpo di fucile partito da due ragazzini in Marocco innesca una serie di reazioni a catena che coinvolge una coppia di americani, la domestica messicana e i loro figli, un’adolescente giapponese, sordomuta ed emotivamente emarginata, alla disperata ricerca d’amore in una Tokyo caotica e alienante.
Dom 10, h. 18.00/Mer 13, h. 17.45/Sab 16, h. 18.30

Biutiful
(Messico/Spagna 2010, 148’, Hd, col., v.o. sott. it.)
Uxbal, impegnato in traffici poco legali, vivacchia sfruttando come può la manodopera clandestina cinese e i venditori ambulanti senegalesi: ha due figli e una moglie dalla personalità bipolare, con cui porta avanti un rapporto conflittuale. Continuo il suo dialogo coi morti, da quando ha saputo di avere un brutto male e che gli restano solo due mesi di vita.
Dom 10, h. 20.30/Lun 11, h. 15.30/Sab 16, h. 15.45

Birdman
(Usa 2014, 119’, DCP, col., v.o. sott. it.)
Riggan Thompson è una star che ha raggiunto il successo planetario nel ruolo del supereroe alato Birdman. La celebrità, però, non gli basta, Riggan vuole dimostrare di essere anche un bravo attore. Decide così di lanciarsi in un’impresa: adattare per Broadway il racconto di Carver Di cosa parliamo quando parliamo d’amore.
Mar 12, h. 18.15/Mer 13, h. 22.30/Dom 17, h. 16.00