mercoledì 29 aprile 2015

"L'estate di Kikujiro" inaugura la rassegna ACCORDI & DISACCORDI

"L'estate di Kikujiro"
"L'estate di Kikujiro" di Takeshi Kitano inaugura la rassegna ACCORDI & DISACCORDI - Storia di battibecchi quotidiani presso la Bibliomediateca Mario Gromo (via Matilde Serao 8a) lunedì 4 maggio 2015, ore 15.30 - Sala Eventi.

Prende il via ACCORDI & DISACCORDI - Storia di battibecchi quotidiani, rassegna cinematografica frutto del laboratorio Comunicare il cinema. Progetto e realizzazione di una rassegna cinematografica, tenutosi nei mesi di marzo e aprile presso la Bibliomediateca “Mario Gromo”. Scopo del progetto – realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino – è quello fornire, ad un gruppo di studenti selezionati, le competenze di base necessarie all’ideazione e alla realizzazione di una rassegna cinematografica destinata al pubblico di un centro culturale specializzato attivo sul territorio. La proposta cinematografica spazierà dalla commedia americana al cinema giapponese, fil rouge il tema dell’amicizia - variamente declinato - in tutti i film in programma. Inaugura la rassegna L’estate di Kikujiro di Takeshi Kitano. Introducono Mara Mastaglia e Alessandra Siamai.

Takeshi Kitano
L'estate di Kikujiro
(Giappone 1999, 116', col.)
Per Masao, il piccolo scolaro di Tokyo, sono iniziate le vacanze, che si prospettano all'insegna della noia. Masao non ha più i genitori, il padre è morto in un incidente e la madre si è trasferita, quindi, accudito dalla nonna che lavora, rimane da solo per la maggior parte del tempo.
Decide per tanto di partire per incontrare la mamma, con lui ci sarà anche un amico di famiglia che lo trascinerà nei luoghi e nelle azioni più diverse. La strana coppia, nel suo viaggio, incontrerà bizzarri personaggi che si susseguiranno tra lunghe fasi di sospensione e di attesa e momenti di ira e di gioco.
Interpreti: T. Kitano, K. Kishimoto, Y. Sekiguchi.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino esaurimento posti, previo tesseramento gratuito alla Bibliomediateca e presentazione di un documento d’identità.