venerdì 3 aprile 2015

Rendez-vous con il cinema francese al Massimo dal 13 aprile: il programma completo

"Au fil d'Ariane"
Rendez-vous con il cinema francese torna a Torino a metà aprile: dal 13 al 17 aprile al cinema Massimo il meglio del cinema francese contemporaneo, organizzato dall’Ambasciata di Francia e dall’Institut Français con la collaborazione dell’Alliance Française de Turin.
Cinque film, inediti in Italia, tra cui il nuovo lavoro di Robert Guédiguian, che sarà ospite del Cinema Massimo.

Il programma completo

Robert Guédiguian
Au fil d’Ariane
(Francia 2014, 100′, DCP, col., v. o. sott. it.)
Tra il nonsense e la poesia, Guédiguian firma una fiaba onirica e ludica, un sogno lungo un giorno tra il mare di Ponteau, i calanchi dell’isola del Frioul e Palais Longchamp. Ariane, una donna di mezza età, attende sola nella sua bella casa. È il giorno del suo compleanno e le candeline sulla torta sono accese.
Lun 13, h. 20.30
Al termine incontro con Robert Guédiguian

Thomas Cailley
Les combattants
(Francia 2014 , 98′, DCP, col., v.o.sott.it.)
L’esordio di Thomas Cailley è una commedia militare romantica e irresistibilmente divertente, dove l’amore disarma e la sopravvivenza è solidarietà. L’estate del giovane Arnaud si preannuncia tranquilla fino al momento in cui incontra Madeleine, bella, fragile e appassionata di allenamenti estremi.
Ven 17, h. 20.30/Sab 18, h. 18.15

Julie Bertuccelli
Scuola di Babele (La cour de Babel)
(Francia 2014, 94′, DCP, col., v.o.sott.it.)
Sono senegalesi, tunisini, brasiliani, marocchini, cinesi… Hanno tra gli 11 e i 15 anni, sono appena arrivati in Francia. Insieme per un anno, Julie Bertucelli li segue nella classe d’accoglienza di una scuola parigina. 24 studenti, 24 nazionalità.
Ven 17, h. 22.30/Sab 18, h. 16.30

Romain Goupil
Les jours venus
(Francia 2014, 85′, DCP, col., v.o.sott.it.)
Arriva il giorno in cui il tempo che passa diventa un conto alla rovescia. Autoritratto intimo, implacabile, fortemente autoironico, di un cineasta che compone un album familiare, sociale e politico di un’epoca indagata con grazia e leggerezza.
Sab 18, h. 20.30

Stefan Liberski
Tokyo fiancée
(Francia/Canada/Belgio 2014, 100′, DCP, col., v.o.sott.it.)
Dal bestseller di Amélie Nothomb Né di Eva né di Adamo, un’ironica storia d’amore che è al tempo stesso un omaggio appassionato al Giappone e alla sua cultura. Con la testa piena di sogni, Amélie torna a Tokyo, dove ha passato la sua infanzia, e per mantenersi decide di dare lezioni di francese.
Sab 18, h. 22.15/Dom 19, h. 16.30