mercoledì 20 maggio 2015

Cinema in Jazz, gli appuntamenti torinesi di Fringe

Il Torino Jazz Festival FRINGE, curato da Furio Di Castri, dal 29 maggio all’1 giugno proporrà una quarta edizione dal programma sempre più eterogeneo in cui il jazz si mescolerà con il cinema e con altri generi musicali e forme d’arte, per 4 giornate di pura energia, contaminazione e integrazione, come vuole l’essenza stessa del Jazz.

Ogni giorno alle 16.00 al Blah Blah (Via Po 21) appuntamento fisso con CINEMA IN JAZZ, il ciclo di proiezioni targate TJF FRINGE per far conoscere il jazz attraverso le immagini in movimento, raccontando personaggi che hanno fatto la storia della musica mondiale, epoche d’oro e prospettive future del jazz a Torino.

La sperimentazione e la fusione racchiuse nel TJF FRINGE, che animerà il centro di Torino con 90 performance di oltre 200 musicisti e artisti, porterà in 16 location, tra Piazza Vittorio Veneto e dintorni, ensemble originali e band affermate, one man show sul fiume del tradizionale Music on the River e note dall’alto delle Night Towers, occasioni per ballare al Fringe Dance, momenti di degustazione e divulgazione enogastronomica, rigorosamente a suon di musica, nell’area Cooking & Relaxing e i 4 appuntamenti CINEMA IN JAZZ.
Il primo evento, venerdì 29/5, sarà dedicato ad Alessandro Tannoia, regista torinese recentemente scomparso, che ha firmato con il videomaker Yukio Unia il cortometraggio Fringe in the Box girato nello studio di registrazione temporaneo dove il FRINGE, per le edizioni 2013 e 2014, ha ospitato l’omonimo progetto tra jazz ed elettronica ideato da Francesco Pistoi, Ugo Basile e Furio Di Castri.
La proiezione di Fringe in the Box, sarà inoltre un momento per sostenere la campagna di crowdfunding per la realizzazione di Big Fun, il documentario a firma di Yukio Unia e Valeria Ferrari che nasce proprio dall’esperienza del Fringe in the Box e che ha in animo di indagare il rapporto tra la musica jazz contemporanea e l’elettronica a Torino, città che ha fatto la storia della musica italiana e che ha ancora molto da raccontare.
TJF Fringe sostiene Big Fun e dal 18 maggio è possibile aderire alla campagna anche sulla piattaforma Musicraiser http://www.musicraiser.com/projects/4094.

Sabato 30/5 verrà presentato il trailer del documentario Compro Oro - Vivere Jazz, vivere Swing di Marino Bronzino e Toni Lama che, attraverso le testimonianze dei protagonisti dell’epoca, racconta gli anni ruggenti dello “Swing Club” di Torino e ricostruisce i fermenti della città dagli anni ’60 sino a oggi.

Domenica 31/5 proiezione del documentario Il suono instabile della libertà di Marco Bergamaschi e Gianpaolo Gelati, un road movie sui vent’anni di attività della Italian Instabile Orchestra, collettivo di musicisti jazz votati alla libertà e per questo senza leader che, come la musica, non conosce limiti nè frontiere.

Chiude il ciclo cinematografico TJF Fringe, un doveroso omaggio che, lunedì 1/6, celebrerà il centenario dalla nascita di una delle più grandi cantanti jazz con Billie Holiday: la leggenda di Lady Day, documentario di Giorgio Lombardi, realizzato con la collaborazione di Gianni Sorgia. Attraverso filmati rari o inediti e vecchi video-tapes, il film ripercorre vita e carriera di Lady Day: dagli anni giovanili fino agli episodi di intolleranza razziale, l’arresto per droga, il carcere e poi la morte, a soli quarantaquattro anni.

Tutti gli appuntamenti del TJF Fringe sono aperti al pubblico e ad ingresso gratuito.