sabato 11 luglio 2015

Aperto il contest Can you Elpe us?


Dopo il successo della prima edizione, ritorna ancora più ricco il contest “Can you Elpe us?”, iniziativa promossa da Elpe Global Logistic Services in partnership con l’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Studi Umanistici, Corso di Laurea in Dams. Elpe e Dams infatti hanno deciso di raddoppiare gli sforzi e quest’anno, al concorso dedicato ai cortometraggi, si affianca un contest fotografico.

L’obiettivo di Elpe è sempre il medesimo: raccontarsi attraverso il talento e la voglia di emergere dei giovani universitari del Dams, e dare un sostanzioso incentivo ai loro studi (il prize money è di 7.900 €, di cui 5.350,00 € per i corti e 2.550,00 € per le foto) in un’epoca in cui le famiglie fanno sempre più fatica ad affrontare le spese per l’istruzione. Visibilità agli studenti, ma nondimeno alla qualità di ciò che viene insegnato al Dams, vera fucina di talenti, attività, corsi e opportunità per i suoi iscritti e capace di modificarsi in corsa per tenere il passo dei continui cambiamenti che hanno coinvolto il mondo dei video e dei new media.

Dopo aver descritto l’anima del Gruppo attraverso lo sviluppo di cinque valori che hanno contraddistinto i primi vent’anni di attività, in questa seconda edizione gli studenti sono chiamati a raccontare il mondo Elpe e le sue attività attraverso la rivisitazione di scene di film, telefilm e spot pubblicitari di successo (per il contest dei corti) e locandine, poster, fotobuste e messaggi pubblicitari (per il concorso fotografico). Per questo il Contest “Can you Elpe us?” 2015 ha come sottotitolo “Remake Awards”. Attenzione però: niente photoshoppate o scene autentiche dei filmati delle opere a cui il video/la foto si ispirano: tutto dovrà essere rigorosamente originale, musiche comprese, pena l’esclusione dal concorso.

“Can you Elpe us?” - Remake Awards - Cortometraggi
Gli studenti partecipanti dovranno sviluppare almeno una delle attività consigliate, scegliendo almeno uno degli ambiti segnalati, in un cortometraggio (max di 120 secondi) che riesca a coinvolgere lo spettatore. Un video virale, che la gente abbia voglia di vedere e soprattutto condividere. Perché fa ridere, emozionare, stupire, riflettere, o tutte e tre le cose assieme. Insomma, banditi i classici video aziendali con le riprese pedestri delle varie attività. Al centro del progetto dello studente ci deve essere l’idea creativa. L’obiettivo di un video virale è aumentare la visibilità dell’azienda, quindi nessun limite alla creatività. Il corto non dovrà essere spudoratamente commerciale. Il logo Elpe dovrà apparire obbligatoriamente solo nella sequenza finale.
Nel creare il video l’importante non è “vendere” qualcosa. Il consiglio è quello di focalizzarsi sull’idea, sulla qualità (della sceneggiatura, delle riprese, ecc.) e sull’emozione.
Il tema di quest’anno è il remake. I partecipanti dovranno infatti ispirarsi a scene di film, telefilm o spot pubblicitari di successo. Ma non saranno accettati cortometraggi in cui compaiano scene dell’opera originale. Come per la precedente edizione, anche le musiche dovranno essere originali.
L’evento sarà presentato nel corso di una conferenza stampa. Elpe e Dams organizzeranno poi nel mese di ottobre 2015 un incontro per fornire agli studenti ulteriore supporto per la realizzazione del loro cortometraggio. A determinare i vincitori sarà una giuria di esperti qualificati selezionati dal Dams (giornalisti, registi, attori, docenti, personaggi di rilievo del mondo dell’arte). La premiazione avverrà in una serata di gala dove verranno proiettati i dieci video finalisti e dove saranno consegnati i riconoscimenti del valore totale di 5.350,00 €.

“Can you Elpe us?” - Remake Awards - Fotografie
Gli studenti partecipanti dovranno sviluppare almeno una delle attività consigliate, scegliendo almeno uno degli ambiti segnalati, e creare una fotografia che riesca ad esprimere il mondo Elpe e che possa attrarre e stupire l’osservatore. Un’immagine adatta anche per una campagna pubblicitaria cartacea. Il tema di quest’anno è il remake. I partecipanti dovranno infatti ispirarsi a locandine, poster, fotobuste e messaggi pubblicitari di successo di film, telefilm e campagne “storiche”. Non saranno accettate fotografie in cui compaiano elementi dell’opera originale copiati e/o modificati con programmi di editing, così come non verranno ammessi contenuti ritoccati in alcun modo: tutto dovrà essere originale.
Si ricorda che per questo contest non sono ammesse immagini e fotografie acquisite con licenza da siti di stock. Ogni immagine caricata (massimo 5 per studente) dovrà essere opera originale del partecipante al contest.