lunedì 6 luglio 2015

Luglio al Piccolo Cinema, tra musica e home movies

"Alta fedeltà"
Torna a luglio per la quarta edizione la rassegna estiva del Piccolo Cinema, Sotto un Grande Cielo Stellato: quattro serate nel cortile di via Cavagnolo 7 (come sempre a ingresso gratuito) legate dal tema della musica e degli home movies, con un appuntamento speciale organizzato insieme all'Unione Culturale Antonicelli.

IL PICCOLO CINEMA SOTTO UN GRANDE CIELO STELLATO
Martedi 7 Luglio
Alta fedeltà
Di Stephen Frears, 2000, 109'
Rob Gordon, è il proprietario di un negozio di dischi nella periferia di Chicago. Con i suoi dipendenti, Barry e Dick, ha l'abitudine di stilare classifiche "Top Five" su qualunque argomento. I tre, eccentrici per motivi differenti, sono accomunati da una conoscenza enciclopedica della cultura musicale rock e pop.
Rob continuamente si interroga e analizza ironicamente le sue storie d'amore cercando di capire che cosa abbia sbagliato e che cosa lo abbia portato a soffrire, in una sorta di terapia.

Martedi 14 Luglio
Kiné. Vacanze al mare
Di Ermanno Cavazzoni, 2013, 55'
Perché la gente va al mare? Perché orde di persone ogni estate si riversano sui litorali italiani per sottoporsi al patimento dell’esposizione solare?
Dall’incontro tra le immagini dell’Archivio Nazionale del Film di Famiglia - Home Movies di Bologna, che raccoglie oltre tremila ore di filmati amatoriali girati dagli Anni ‘20 agli Anni ‘80, e la penna dello sceneggiatore di La voce della luna di Fellini nasce questa stravagante storia delle ferie estive degli italiani.
Serata in collaborazione con l'Unione Culturale Franco Antonicelli.
Sarà presente Paolo Simoni, Responsabile Produzioni Home Movies.

Martedi 21 Luglio
The Commitments
Di Alan Parker, 1991, 118'
Questo di Alan Parker può essere considerato il più naìf dei suoi film. Si comincia con uno squarcio dei sobborghi di Dublino dove il gruppo comincia a formarsi e poi ecco sfilare i problemi, le tensioni, le attrazioni sessuali. Il gruppo è formato da tre coriste, i musicisti e il cantante. Riescono a fare il loro primo concerto importante al quale assistono giornalisti di testate musicali importanti. Alla serata aspettano l'arrivo di Wilson Pickett. È la parabola del successo e del protagonismo di una band che muove i primi passi.

Martedi 28 Luglio
Leningrad Cowboys Go America
Di Aki Kaurismäki, 1989, 78'
La tundra russa sta stretta ai Leningrad Cowboys. Forti del loro look caratteristico, con scarpe e ciuffi a punta, tentano la fortuna negli USA. I Leningrad Cowboys tentano di aggiornare il loro repertorio assimilando gli stili della musica americana: dal rock al country, dal jazz al rhythm and blues.
Diretti in Messico per suonare ad un matrimonio, iniziano un interminabile viaggio attraverso gli Stati Uniti, su una grande e scalcagnata automobile.



IINGRESSO GRATUITO ore 21 - proiezione ore 21.30