mercoledì 28 ottobre 2015

Goethe Film Forum, Alla ricerca della felicità


Nell’ambito del progetto nazionale “Cantiere Felicità”, il Goethe-Institut Turin (piazza San Carlo 205) organizza dal 29 ottobre al 12 gennaio la rassegna "Alla ricerca della felicità" (ingresso libero, lingua originale con sottotitoli italiani).

La ricerca della felicità, una delle aspirazioni umane più universali, è il filo conduttore di questo e del prossimo Goethe Film Forum, l’appuntamento mensile con il cinema tedesco in lingua originale. Otto film recenti, inediti sugli schermi italiani, nei quali diversi tentativi di concepire e perseguire la felicità nell'epoca della globalizzazione danno vita ad un intrecciarsi di storie che sembrano illuminarsi reciprocamente.Il colore dell’oceano, ambientato in un paradiso turistico al largo delle coste africane, racconta l’incontro con chi la felicità è costretto a cercarla in un viaggio da clandestino verso l'Europa. Il tempo dei cannibali ritrae un gruppo di rappresentanti di un'anonima compagnia multinazionale mentre si spostano in alberghi di lusso di paesi in via di sviluppo prendendo decisioni fatali per le popolazioni locali. Diamoci del tu, tesoro!, commedia natalizia ambientata a Berlino, è una dissacrante e al tempo stesso poetica riflessione sull’attuale senso della famiglia. Love Steaks, con il quale si chiude il primo ciclo della rassegna, è la storia di due giovani lavoratori di un centro benessere sul Mar Baltico e del loro scontro con le regole aziendali attraverso il quale impareranno il senso della solidarietà e dell'amore.

Giovedì 29 ottobre, ore 18 e 20:45
Venerdì 30 ottobre, ore 10
Die Farbe des Ozeans [Il colore dell'oceano]
Regia: Maggie Peren
2011, 91 min.
Una giovane tedesca si gode le vacanze sulle Isole Canarie. Il naufragio di un barcone di profughi sulle spiagge di questo paradiso turistico la porta a conoscere due sopravvissuti e il comandante della polizia di frontiera spagnola. Ne scaturisce un precipitare di eventi che, fuori dalle usuali retoriche sul tema, affronta alcune inquietanti domande sul fenomeno delle migrazioni che stanno attraversando l'Europa.

Giovedì 19 novembre, ore 18 e 20:45
Venerdì 20 novembre, ore 10
Zeit der Kannibalen [Il tempo dei cannibali] 
Regia: Johannes Naber
2014, 93 min.
Tre consulenti d'impresa in continua trasferta nelle metropoli di grandi paesi in via di sviluppo per conto di un’anonima società finanziaria. Come soldati in prima linea del capitalismo globale eseguono ciò che viene stabilito altrove. Un Kammerspiel interamente recitato all’interno di camere di hotel a cinque stelle, mette in scena la loro ascesa e caduta. Miglior film tedesco dell'anno per la critica cinematografica  tedesca.

Giovedì 17 dicembre, ore 18 e 20:45
Venerdì 18 dicembre, ore 10
Wir sagen Du!, Schatz [Diamoci del tu, tesoro!]
Regia: Marc Meyer
2007, 97 min.
Un Natale in famiglia a Berlino, molto particolare. Oliver ha pianificato con estrema cura ed efficienza la composizione del suo nucleo familiare: moglie, due figli, nonni e un cane. Tutti sequestrati e rinchiusi al diciassettesimo piano di un grande edificio abbandonato in un’area isolata della città. Una brillante commedia, satirica e a tratti poetica, sulla solitudine, le dinamiche familiari e la società tedesca.

Giovedì 21 gennaio, ore 18 e 20:45
Venerdì 22 gennaio, ore 10
Love Steaks
Regia: Jakob Lass
2013, 90 min.
Due giovani lavoratori in un centro benessere sul Mar Baltico: lui fisioterapista in prova, timido e riservato; lei, apprendista nel reparto cucina, sembra non aver paura di niente e di nessuno. Tra i due nasce un'attrazione che lì porterà a scontrarsi con le regole aziendali e i propri limiti personali. Premiato in diversi festival, è considerato il manifesto di una nuova estetica ("fogma film") che mescola finzione, improvvisazione e realismo.