mercoledì 14 ottobre 2015

Moving TFF, gli eventi dal 16 al 22 ottobre


Prosegue fino al 31 ottobre Moving TFF, un mese di iniziative "in movimento" attraverso la città legate al multiforme universo del cinema e intente a valorizzare la storia del Torino Film Festival. La manifestazione è ideata e coordinata da Altera e Centro di Cooperazione Culturale, realizzata in collaborazione con UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci), Arci Torino, Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival.

Venerdì 16 Ottobre
ATÉ AMANHÃ, CAMARADAS @Circolo No.à - Corso Regina Margherita 154, ore 21.00 (Ingresso con Tessera Arci)
Joaquim Leitão (2005), durata 180’. Regista ospite al 17° TFF. Lingua originale sottotitolato in inglese.
Portogallo, 1944. In un paese travolto da una dittatura, controllato da un’implacabile polizia politica, vi è ancora chi resiste e organizza per mobilitare il popolo alla lotta per il pane e la libertà. Questo film, tratto dall’omonimo lavoro di Manuel Tiago, mostra giorno per giorno la lotta clandestina di persone come Vaz, Ramos, e altri funzionari del Partito Comunista, che iniziano a sviluppare la loro resistenza sotterranea.

Sabato 17 Ottobre
LIBRI, CINEMA E FANTASIA - Laboratorio per bambini dai 6 ai 10 anni @Libreria Trebisonda - Via Sant’Anselmo 22, ore 10.30
Utilizzando il gioco come lente di ingrandimento dei processi creativi, indagheremo con i bambini il mondo del fantastico, descritto con parole e con immagini: a partire da descrizioni di esseri provenienti dal futuro e situazioni fantastiche, i partecipanti al laboratorio dovranno disegnare quanto descritto, scoprendone poi le differenze e le somiglianze con le trasposizioni cinematografiche. Il laboratorio vuole essere un’occasione per riflettere sul rapporto fra parola e immagine, fra autore e lettore e su quanto quest’ultimo può intervenire con la propria immaginazione per “fare sua” la storia che legge. Gradita l’iscrizione a: 331 2497663 o redazione@arcitorino.it

FUTURI DI IERI E DI DOMANI - Mostra @Museo della Fantascienza - Via Reiss Romoli 49 bis, ore 16.00
Una selezione delle collezioni di Piero Gondolo della Riva.
La mostra, curata da Silvia Casolari, Davide Monopoli e Paolo Bertetti, racconta un fondamentale tema del Fantastico Moderno, la città e la società del futuro. L’utopia e la distopia, due generi che la fantascienza ha ereditato dalla tradizione letteraria, hanno narrato di mondi dell’altrove, in altri spazi o in altri tempi, e, con tale pretesto, hanno costituito da sempre un interessantissimo strumento di riflessione sul presente, le sue speranze, i suoi orrori.
Ingresso: 7,00 € - ridotto con tessera Arci 5,50 €

Lunedì 19 Ottobre
IMAGES @Bibliomediateca “Mario Gromo” - Via Matilde Serao 8/A, ore 15.30
Robert Altman (1972), 101’. Proiettato al 29° TFF.
Tornata nella villa isolata dove trascorse parte della sua infanzia, una giovane nevrotica si confronta con i fantasmi del passato, confondendolo con il presente. Ispirato al racconto di S. York “In Search of Unicorns”, Images è uno dei film più labirintici e sperimentali a livello formale di Robert Altman. L’ininterrotto monologo interiore ci mostra tutta la fragilità delle nostre difese nei confronti del desiderio.

LUOGHI COMUNI @Casa Arcobaleno - Via Bernardino Lanino 3/A, ore 21.00
Mário Gomez e Marco Ugolini (2014), 98’. Proiettato al 32° TFF.
Un intenso ritratto del filosofo operaista Paolo Virno, il cui pensiero emerge con lucida chiarezza sullo sfondo della società dei consumi, della precarietà post-fordista e della contaminazione culturale. A partire dalla propria esperienza teorica ed umana Virno, che ha trascorso buona parte degli anni ‘70 in carcere per i suoi trascorsi nel gruppo Potere Operaio, tratta i temi chiave del suo pensiero e racconta la storia degli anni di piombo.

Martedì 20 Ottobre
UN ALTRO MONDO POSSIBILE - Conferenza e dibattito a partire dal libro “Piove all’insù” (Luca Rastello)
@Libreria Linea 451 - Via Santa Giulia 40, ore 18.00
Gli anni ‘70, decennio in cui la fantascienza ha trovato terreno fertile, sono stati anche anni di lotte sociali, di scontri e di possibilità. Anche la fantascienza ci mostra come potremmo essere, ci apre a nuove realtà. Ma queste realtà sono veramente così distanti? Non è un caso che “Piove all’insù”, romanzo di Luca Rastello, racconti quegli anni con intermezzi tratti dagli Urania: l’aspirazione al cambiamento sociale e l’esplorazione di altri mondi ipotetici si intrecciano, e ci fanno riflettere sulla Torino di quegli anni, e sulla Torino di oggi, attraverso spiragli e ferite aperte – passaggi verso altri mondi possibili.
Interverranno: Marco Bobbio (giornalista, scrittore), Monica Bardi (scrittrice, saggista e redattrice de L'Indice). Modera: Jacopo Ricca (La Repubblica).