mercoledì 11 novembre 2015

Divine Queer Film Festival, il programma della prima edizione


Dal 13 al 15 novembre al Blah Blah (via Po 21) è in programma edizione del Divine Queer Film Festival (DQFF), festival di cinema indipendente a tematica Queer che esplora i temi fluttuanti di genere, diverse abilità e migrazione (accesso libero e gratuito).
Tutte le sale sono accessibili alle persone con disabilità motorie. Le proiezioni sono interamente sottotitolate in italiano. Saranno presenti interpreti LIS (lingua dei segni italiana). 

IL PROGRAMMA
Venerdì 13 Novembre

17.45 Apertura

18.00 Melody
Zack Morrison (USA, 2013 – 10′). In collaborazione con Cinedeaf – Roma
Dave crea una metafora sulla musica utilizzando l’arte e i colori per comunicare con Melody, la sorella sorda. E’ un film sull’amore fraterno e sul potere dell’arte e della musica di valicare i confini comunicazionali.

18.10 La Tarantina
Fortunato Calvino (Italia, 2014 – 43′). In collaborazione con Fondazione GIC – Napoli
Una chiacchierata con l’ultimo esponente dei “femminièlli” dei Quartieri Spagnoli di Napoli, che racconta la sua vita tra Napoli e Roma, dal dopo guerra alla dolce vita.

19.00 Al centro
Max Hirzel, Marida Augusto e Simplice Ngongang Feunyep (Italia, 2012 – 15′). In collaborazione con Lavori in Corto – Torino
L’accoglienza vista con gli occhi di un richiedente asilo ospitato nel centro di Muzzano (Bl), gestito dal consorzio “Il Filo da Tessere”.

19.15 Blue
Abo Gabi (Siria, 2014 – 15′)
La storia di un pianista e del suo pianoforte mobile nella città di Yarmouk, che racconta storie della guerra civile in Siria.
– a seguire dibattiti –

20.00 Intervallo aperitivo


21.00 Apertura ufficiale

21.30 Una Nobile Rivoluzione
Simone Cangelosi (Italia, 2014 – 83′). In collaborazione con Divergenti – Bologna
Ritratto di Marcella Di Folco scomparsa nel 2010 – che nel 1988 fondò a Bologna la sezione emiliano romagnola del MIT, Movimento Italiano Transessuali. Un’esistenza straordinaria, che attraversa la Roma del Piper e di Fellini, per approdare a Bologna e segnare per sempre la storia e le vite della comunità Trans e LGBT.
– Sarà presente il Regista –

23.00 Festa di apertura @BlaBlah, via Po 21 Torino

Sabato 14 Novembre

Introduzione a cura di Cinedeaf – Roma

16.00 Listen, even if your heart is crying
Melissa Mostyn (Regno Unito, 2015 – 27′). In collaborazione con Cinedeaf – Roma
Un documento personale dell’artista e regista Melissa Mostyn che esplora la sofferenza intima e silenziosa delle famiglie con figli sordi e l’impatto emotivo su questi ultimi

16.45 Dansen in Stilte
Marieke Helmus (Olanda, 2014 – 25′). In collaborazione con Cinedeaf – Roma
Silent Moves è un film sulla lingua dei segni e la danza, i problemi di comunicazione e la sperimentale presenza e assenza del suono

17.30 Habana Muda
Eric Branch (Francia, 2012 – 61′). In collaborazione con Cinedeaf – Roma
La comunità sorda de l’Avana è povera ed emarginata e il bracciante agricolo Chino è alla ricerca di una vita migliore. La storia d’amore con José, un uomo messicano, potrebbe essere la sua occasione per trovare lavoro in Messico.

18.30 The Silent Chaos
Antonio Spanò (Italia, 2013 -45′). In collaborazione con Cinedeaf – Roma
Nord Kivu, Repubblica Democratica del Congo. Dopo anni di sanguinosa guerra civile, la società congolese ha perduto la propria identità. Sono le forze che armano i ribelli Mai Mai nella difesa del territorio, ma permettono anche di identificare il diverso come una minaccia: è il caso dei sordi di Butembo.

19.20 The Street
Julien Bourges (Francia, 2010 – 17′). In collaborazione con Cinedeaf – Roma
Film ispirato ad una storia vera. La mancata accettazione della propria omosessualità da parte del padre spinge un giovane ragazzo sordo alla vita di strada.

19.40 Queens Court
Shiv Paul (USA, 2014- 22′)
Il racconto di quattro tennisti LGBTQ che condividono le loro storie di transgenderismo, obesità, disturbi da stress post-traumatico, questioni interculturali e di come lo sport e la comunità abbia influenzato, impattato e rafforzato le loro vite.

20.00 Intervallo aperitivo

21.00 The Kiss
Charlie Swinbourne (Regno Unito, 2013 – 7′). In collaborazione con Cinedeaf – Roma
The Kiss trae ispirazione dall’esperienza personale del regista cresciuto in una famiglia sorda. Due persone si incontrano in un bar  per il loro primo appuntamento e iniziano a parlare della coppia  seduta al tavolo di fianco. Scopriranno che alcune cose possono essere comunicate solo con un bacio.

21.10 September 11th
Raabia Hussain (Regno Unito, 2012 – 11′). In collaborazione con Cinedeaf – Roma
Resoconto personale degli effetti dell’11 settembre 2001 su una giovane donna sorda musulmana, che affronta il razzismo sia dall’interno che dall’esterno della comunità sorda.

21.20 Nicolae
Jean-Claude Chincheré (Italia, 2014 – 8′). In collaborazione con Lavori in Corto – Torino
Il silenzio di una tranquilla cittadina valdostana viene interrotto dall’animo e dalla sensibilità di un ragazzo fuori dagli schemi. Sempre al limite tra fantasia e realtà, Nicolae ci racconta la sua difficile infanzia e i suoi sogni per il futuro.

21.30 TransXInstanbul
Maria Binder (Turchia, 2014 -110′). In collaborazione con Pink Life KuirFest – Ankara
Il film segue Ebru, una donna trans, che combatte contro le aggressioni e gli omicidi delle sue compagne. Ebru sperimenta l’esclusione da stato, società e famiglia e desidera modificare la società turca con humor, autoironia e acume politico. Il film narra di come dal linguaggio violento nascano i crimini d’odio. Le trasformazioni urbane di Istanbul, le proteste di Gezi Park del 2013 riecheggiano durante il film.

23.30 Festa @BlaBlah, via Po 21 Torino

Domenica 15 Novembre

Introduzione a cura di Lavori in Corto – Torino

16.00 Come il vento tra i salici
Giorgio Gori e Tomaso Vimercati (Italia, 2015 – 15′). In collaborazione con Lavori in Corto – Torino
Un insegnante di teatro decide di portare in scena un celebre romanzo per ragazzi. La classe con cui dovrà lavorare è costituita da una trentina di persone con diverse forme di disabilità: preparare lo spettacolo diventerà una piccola grande avventura, che metterà alla prova le capacità degli alunni e la pazienza del loro insegnante.

16.15 Nel Silenzio
Lorenzo Ferrante e Matteo Ricca (Italia, 2015 – 15′). In collaborazione con Lavori in Corto – Torino
Mauro, un ragazzo introverso, rifiuta la condizione vegetativa in cui si trova da anni suo fratello maggiore. Decide di nascosto di intraprendere un viaggio che li riporterà nei luoghi della loro memoria, un ultimo diperato tentativo di ritrovarsi.

16.40 Hala
Veysel Aksahin (Turchia, 2015, 22′). In collaborazione con Pink Life QueerFest – Ankara
La storia di una persona transessuale che ritorna al suo paese d’origine dopo aver perso i suoi genitori.

17.10 Sexy Shopping
Antonio Benedetto e Adam Selo (Italia, 2014 – 15′). In collaborazione con Lavori in Corto – Torino
Miah, immigrato bengalese, decide di raccontare alla propria moglie la dura vita che conduce in Italia. Attraverso una camera nascosta inizia a filmare il suo piccolo negozio… il suo “Sexy Shopping”.

17.30 Kumu Hina
Dean Hamer (USA, 2014 – 77′). In collaborazione con Divergenti – Bologna
Potente documentario sulla lotta per la tutela della cultura e i valori delle Isole del Pacifico nell’occidentalizzata società delle Hawai’i attraverso lo sguardo di una straordinatia nativa hawaiiana: Hina. Orgogliosa Mahu (donna transgender) nonché onorata e rispettata Kumu, ovvero insegnante.

19.00 Gesù è morto per i peccati degli altri
Maria Arena (Italia, 2014 – 90′)
Franchina, Meri, Marcella, Santo, Totino e Wonder sono trans-donne che si prostituiscono da decenni nel quartiere San Berillo di Catania, tra loro c’è anche una cis-donna, Alessia.
Il quartiere è un pugno di strette vie in rovina lasciate al degrado per 50 anni e oggi più che mai contese da interessi economici sempre più pressanti. Invitati dal politico di turno a immaginare un futuro diverso, le trans rimettono in gioco desideri e paure frequentando un corso per badanti.
Questa novità s’innesta ma non muta i ritmi della particolare comunità di San Berillo in cui il tempo è scandito dalle feste dedicate a Santi e Madonne più che delle stagioni. Tra fede religiosa, amore e sogni per un futuro migliore, come novelle Samaritane, le buttane di San Berillo si raccontano attraverso aperti dialoghi tra le vie del loro quartiere, rivendicano i loro diritti, presentano l’intimità delle loro famiglie e della loro solitudine davanti alla porta in attesa dei clienti.
Chi sarebbero loro dopo la ‘riqualificazione’ del quartiere?
– Saranno presenti Franchina e la Regista –

20.15 Chiusura e Premiazioni con la presenza di Valerie Taccarelli, M.I.T. – Bologna