martedì 8 dicembre 2015

Oggi a Sottodiciotto: martedì 8 dicembre 2015

"Victoria"
Sottodiciotto inizia le proiezioni della giornata festeggiando uno dei lungometraggi più amati dai giovani di ieri: I Goonies (alle ore 15). In concomitanza con l’uscita dell’attesissima edizione speciale in Blu Ray della versione restaurata per il trentennale, la storia della moderna caccia al tesoro nell’Oregon dei sette ragazzini dei Goon Docks in guerra con i famigerati malviventi della banda Fratelli viene riproposta da Sottodiciotto nella sua dimensione originale, sul grande schermo, per far conoscere anche alle generazioni del nuovo millennio un teen-movie entrato nel novero dei massimi classici del genere.

Nella fascia pomeridiana dedicata ai più piccoli, Sottodiciotto presenta un’altra icona intergenerazionale, l’inossidabile Ape Maia (alle ore 17), la cui versione anime compie quarant’anni. Il Festival, in collaborazione con Planeta Junior, ripercorre la carriera sullo schermo della piccola ape proponendo gli episodi degli esordi, realizzati nel 1975, seguiti da quelli della nuova serie in 3D. Oltre che sullo schermo, l’Ape Maia sarà presente al Festival anche “di persona” per incontrare i suoi piccoli fan e scattare foto con loro.

A seguire, per il terzo appuntamento del Festival con l’animazione d’autore, Sottodiciotto presenta Tout en haut du monde (alle ore 18.30), lungometraggio d’esordio di Rémi Chayé. Il film sarà preceduto dalla proiezione di due episodi della miniserie “Buddy e la banda dei Bimbi”, realizzati nell’ambito del progetto Diderot della Fondazione CRT per l’anno scolastico 2014-2015 e in concomitante diffusione (dal 2 dicembre) sul canale Youtube della Fondazione stessa.

In serata, il Festival presenta Victoria (alle ore 20.30), il lungometraggio-fenomeno diretto dal tedesco Sebastian Schipper che insegue con un unico piano sequenza di 134’ la folle notte berlinese di cinque ragazzi tingendo a poco a poco di noir l’iniziale racconto di formazione. Il film è vincitore dell’Orso d’argento per il miglior contributo artistico all’ultimo Festival di Berlino e candidato agli European Awards 2015 come miglior film.