domenica 31 gennaio 2016

I cinema di Torino in cui vedere "GOYA Visioni di carne e sangue"


In occasione della mostra della National Gallery di Londra esce al cinema solo martedì 2 e mercoledì 3 febbraio "GOYA - VISIONI DI CARNE E SANGUE".

Francisco José de Goya y Lucientes (1746–1828), meglio conosciuto come Francisco Goya, è considerato uno dei più importanti artisti spagnoli di tutti i tempi e uno dei precursori dell’arte moderna, in grado di affermare la sua arte suprema sia come ritrattista dei più alti ranghi della società spagnola, sia come commentatore della vita del popolo.

Oggi il film di David Bickerstaff porta la vita drammatica e l’arte straordinaria di Francisco Goya sul grande schermo, fornendo un accesso esclusivo all’acclamata mostra Goya: the Portraits della National Gallery di Londra e costruendo un ritratto avvincente del pittore attraverso opinioni di esperti internazionali, capolavori tratti da collezioni di fama mondiale e visite ai luoghi in cui l'artista spagnolo visse e lavorò.

Goya - Visioni di carne e sangue arriverà nei cinema italiani distribuito da Nexo Digital solo per due giorni, il 2 e 3 febbraio, nell’ambito della Stagione della Grande Arte al Cinema. Nel corso del film gli spettatori potranno esplorare la mostra della National Gallery di Londra, guidati dal primo curatore dell’esposizione, Xavier Bray e potranno acquisire una migliore comprensione della psicologia del pittore attraverso le interviste con artisti moderni e stimati come Dryden Goodwin e Nicola Philipps.

Le opere in mostra presso il museo londinese sono filmate in Goya - Visioni di carne e sangue con immagini in altissima risoluzione, che rivelano le strabilianti capacità del pittore spagnolo come ritrattista e commentatore sociale. Ulteriori filmati dietro le quinte svelano inoltre i processi di conservazione e curatela, fondamentali per la preparazione di questo spettacolo unico. Il film rappresenta infatti un ulteriore approfondimento rispetto a una classica visita in galleria, offrendo allo spettatore la possibilità di osservare da vicino le opere d’arte, analizzando anche dipinti non presenti in mostra. Goya - Visioni di carne e sangue esplora in profondità la vita movimentata di Goya nell’arco di ottant’anni, ripercorrendo la sua produzione artistica e le ultime scoperte sulla sua biografia. Vaste riprese, che vanno dalla bellissima campagna di Siviglia alle grandi cappelle sino ai palazzi reali di Madrid, delineano l'ispirazione e gli scenari che fanno da sfondo alle opere più amate di Goya. Il film inoltre consente al pubblico di entrare al Museo Nazionale del Prado a Madrid, presentando una serie di importanti opere dell’artista, tra cui La famiglia di Carlo IV, che illumina ulteriormente il suo rapporto con l’alta società spagnola. Un raro accesso al 'Notebook italiano' di Goya, uno sketchbook realizzato in Italia tra il 1769-1771, mette poi in contatto gli spettatori con le riflessioni più intime dell’artista spagnolo.

I cinema di Torino in cui vedere "GOYA Visioni di carne e sangue":


Agenda del Cinema di Oggi, domenica 31 gennaio 2016

"Boxtrolls - Le scatole magiche"
Il programma di cinema a Torino oggi, domenica 31 gennaio 2016.

Tanta bella animazione oggi a Torino: nel pomeriggio il sottovalutato "Boxtrolls - Le scatole magiche", "Principessa Mononoke" e "Snoopy & Friends", in mattinata il poco riuscito "Planes".

Ancora il cinema di Dreyer per un giorno in città, ma sono numerose soprattutto le seconde visioni: "La felicità è un sistema complesso" con Valerio Mastandrea, "Irrational Man" e "Perfect day".

Al cinema Massimo proiezione in 35mm per il film di Olivier Assayas "L'eau froide".

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

sabato 30 gennaio 2016

Anteprima con i Marlene Kuntz per "Complimenti per la festa"

"Complimenti per la festa"
Lunedì 1 febbraio, sarà proiettato in anteprima al Cinema Massimo di Torino (Via Giuseppe Verdi, 18 – ore 20.30) “MARLENE KUNTZ. COMPLIMENTI PER LA FESTA”, il film di Sebastiano Luca Insinga che celebra la band rock a vent’anni dal loro album di debutto “Catartica”. Per l’occasione, i Marlene Kuntz saranno presenti in sala (costo del biglietto € 7.50 - prezzo ridotto esibendo la Feltrinelli Carta Più MultiPiù – prevendite disponibili al link: http://www4.anyticket.it/stonlineweb/uipublic/CalEventiCinema.aspx?idpartner=mncc).

«La prima volta che abbiamo visto il film ci ha regalato momenti di emozione e di orgoglio» dichiara Cristiano Godano, front man del gruppo. “Marlene Kuntz. Complimenti per la festa”, nato grazie a una campagna di crowdfunding su Musicraiser, racconta i 25 anni di carriera della band mostrando i Marlene Kuntz sotto una veste inedita e molto intima, attraverso l'utilizzo di filmati di archivio di ieri, alternati a musica e interviste di oggi. Le pause tra una data e l’altra sono i momenti domestici e quotidiani che alimentano il film, il ritorno in quella Cuneo dove tutto ebbe inizio e dove oggi ancora tutto scorre.

Come racconta il regista Sebastiano Luca Insinga, il film è interamente girato con camera a mano «per dare maggiore prossimità con i protagonisti, per respirare del loro respiro, per vivere le azioni così come le stanno vivendo loro. Il live è parte fondante del film. I take che compongono il montaggio del concerto sono presi da tutti i concerti del tour. Si crea quindi all’interno del film un concerto che non è mai esistito, un concerto assolutamente nuovo, un concerto che è la somma di tutti i concerti del tour.»

MARLENE KUNTZ. COMPLIMENTI PER LA FESTA” sarà proiettato in tutte le sale cinematografiche italiane del circuito “The Space Cinema”. Il film è prodotto da Jump Cut, in associazione con Duel e distribuito da Feltrinelli Real Cinema in collaborazione con WANTED. Regia e fotografia di Sebastiano Luca Insinga. Sceneggiatura: Sebastiano Luca Insinga e Vita Selin. Montaggio: Sabino Parise, Andrea Andreotti. Produttori: Luigi Pepe, Simone Cargnoni, Gianpaolo Smiraglia, Franco Dipietro, Emanuela Barbano. Fotografie di scena: Simone Cargnoni. Film realizzato in collaborazione con Trentino Film Commission e con il sostegno di Piemonte Doc Film Fund – Fondo regionale per il documentario.

L'Agenda in Radio: il podcast della 59^ puntata 29/01/2016


Cinquantanovesima puntata radiofonica dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa venerdì 29 gennaio dalle 20 alle 21.

Ospiti gli organizzatori del Nuovo Cinema Lungodora, e Simone Rivoire (regista) e Vincenzo Caruso (produttore) del corto in lavorazione "Il mare si ritira". In collegamento telefonico Fredo Valla, regista di "Più in alto delle nuvole", a poche ore dall'anteprima torinese.

Ecco il podcast della puntata:


In scadenza le iscrizioni per il progetto Officine della Memoria Locale


Nell’ambito del progetto Officine della Memoria Locale di Piemonte Movie è aperta una selezione di giovani appassionati di cinema e di storia locale.

L’obiettivo di individuare le potenzialità cinematografiche delle Borgate di Moncalieri - in particolare Borgo San Pietro e Borgata Santa Maria. I partecipanti formeranno una  squadra di lavoro che si occuperà delle fasi di scrittura, regia, pianificazione del lavoro, riprese, archiviazione e messa online.

Dal mese di Febbraio sono previsti 5 workshop gratuiti tenuti da Daniele Gaglianone, noto documentarista di fama nazionale.

Per partecipare è necessario scrivere una mail a informagiovani@comune.moncalieri.to.it
Oggetto: Storie di Borgata
Scadenza iscrizioni 31 Gennaio 2016

Agenda del Cinema di Oggi, sabato 30 gennaio 2016

"Le dernier coup de marteau"
Il programma di cinema a Torino oggi, sabato 30 gennaio 2016.

Nuova proiezione oggi alle 16.30 al cinema Massimo per l'inedito del mese, il francese "Le dernier coup de marteau" di Alix Delaporte.

In seconda visione due recuperi di qualità: "Irrational man" di Woody Allen ha deluso un po', "Perfect day" di Fernando Leon de Aranoa è invece un piccolo gioiellino, consigliatissimo.

Giunge alla conclusione l'omaggio a Dreyer organizzato dal Museo del Cinema al Massimo: oggi in programma alcuni corti, "Ordet" e "Gertrud".

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

venerdì 29 gennaio 2016

Box Office Torino: sempre primo DiCaprio con "Revenant"

"Revenant"
Prosegue anche questa settimana l'ottimo andamento al box office torinese di "Revenant" con Leonardo DiCaprio, con oltre 18.600 biglietti venduti. Quasi il doppio del secondo in classifica, Checco Zalone con "Quo Vado?".

Terzo Tornatore, davanti a "La grande scommessa" e "Creed".

Bene i due film d'autore in sala, "Il figlio di Saul" e "Ti guardo", distribuiti in pochissime copie.

CLASSIFICA SETTIMANALE DA VENERDÌ 22 A GIOVEDÌ 28 GENNAIO 2016

1 REVENANT 18.681
2 QUO VADO? 10.928
3 LA CORRISPONDENZA 5.736
4 LA GRANDE SCOMMESSA 5.079
5 CREED - NATO PER COMBATTERE 4.698
6 STEVE JOBS 4.045
7 IL LABIRINTO DEL SILENZIO 3.780
8 IL PICCOLO PRINCIPE 2.831
9 IL PONTE DELLE SPIE 2.565
10 CAROL 2.554
11 SE MI LASCI NON VALE 2.195
12 IL FIGLIO DI SAUL 1.994
13 ASSOLO 1.875
14 TI GUARDO 1.174
15 THE PILLS 1.158

(Dati Agis Piemonte e Valle d'Aosta)

Magnifiche Visioni, "Otello" al cinema Massimo

"Otello"
MAGNIFICHE VISIONI - Festival Permanente del Film Restaurato presenta, martedì 2 febbraio alle ore 20.30 al cinema Massimo, la proiezione dell’Otello di Orson Welles in versione restaurata. In replica mercoledì 3 febbraio alle ore 16.00.
Prima del film, presentazione del volume L’Otello senz’acca. Orson Welles nel fondo Oberdan Troiani di Alberto Anile, pubblicato dal CSA – Cineteca Nazionale. Interviene Emiliano Morreale. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Il programma di MAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato propone, a seguito del grande successo di pubblico e di critica delle scorse edizioni, quattro appuntamenti mensili con i capolavori del cinema, dall'età d'oro del cinema classico, spaziando dal muto fino alle nouvelles vagues degli anni '60 e oltre, in copie restaurate provenienti dalle più importanti cineteche del mondo.

Orson Welles
Otello / The Tragedy of Othello: The Moor of Venice
(Italia 1952, 96’, DCP, b/n)
Il capitano moro Otello, al soldo di Venezia, sposa Desdemona ma l'invidioso Jago convince a poco a poco l'onesto soldato di essere stato tradito e lo spinge all'uxoricidio. Prodotta dalla Scalera Film, avrebbe dovuto essere presentato alla Mostra di Venezia nel ’51 ma all'ultimo momento fu ritirato dal concorso perché non era pronto. Si tratta della versione italiana del film, restaurata dal CSC - Cineteca Nazionale di Roma, con i dialoghi a cura di Gian Gaspare Napolitano supervisionati dallo stesso Welles.

Cinema Plurale, al Massimo si presentano i lavori della seconda edizione

Cinema Plurale
L'Associazione Museo Nazionale del Cinema e Motore di Ricerca organizzano per mercoledì 3 Febbraio alle 18,00 presso la sala 2 del Cinema Massimo di Torino un appuntamento cinematografico a ingresso libero dedicato all'inclusione sociale con la proiezione in anteprima dei nove video realizzati durante l'ultima edizione del laboratorio Cinema Plurale.

Nel corso del 2015 si è svolta la seconda edizione del laboratorio di Cinema Plurale, un progetto formativo e creativo condotto da Diana Giromini e Maria Clara Restivo, che ha l'obiettivo di lavorare con diverse abilità e disabilità. I partecipanti grazie alle conoscenze acquisite hanno costruito in modo collettivo un vero e proprio format e curandone tutti gli aspetti produttivi per raccontare le molteplici attività del progetto della Città di Torino, Motore di Ricerca: comunità attiva (MdR). La parte teorica si è svolta presso la sede dell'AISM mentre la fase produttiva si è concentrata sulle iniziative d'inclusione più originali e più caratteristiche per esprimere l'unione nella diversità attraverso la documentazione coniugata a brevi, ma intense interviste ai veri protagonisti del progetto: coloro che partecipano quotidianamente alle attività di MdR e vivono da vicino l'incontro con l'altro. I protagonisti dei nove video sono le seguenti realtà: i ballerini di Baldanza, lo snorkeling di Tutto Tondo, il teatro di Tedacà,  l'arte dei tamburi con Steam Project e Outsider Onlus, i fumetti di Punto Diapason Onlus, il wheelchair hockey dell'A.S.D. Magic Torino - Uildm, il jujitsu de Il Dojo dei Ciliegi, le attività circensi della Fondazione Uniti per crescere insieme e il progetto Oasi di ANFFAS. 

All'incontro interverranno le curatrici del progetto, lo Staff di Motore di Ricerca: comunità attiva della Città di Torino e i rappresentanti delle Associazioni coinvolte. E' stata invitata Elide Tisi, Vice Sindaco e Assessore alle Politiche Sociali della Città di Torino. L'appuntamento del 3 Febbraio sarà anche l'occasione per lanciare il bando della terza edizione di Cinema Plurale che scadrà lunedì 29 Febbraio; nel 2016 il bando intende individuare quindici partecipanti per un laboratorio video finalizzato alla formazione tecnico-espressiva e all'integrazione tra persone con diverse abilità e disabilità, attraverso la realizzazione di videoritratti del progetto Homeless not dogless.

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 29 gennaio 2016

"Billy Elliott"
Il programma di cinema a Torino oggi, venerdì 29 gennaio 2016.

Stasera al cinema Massimo interessante spettacolo tra cinema e performance con Remix The Cinema in Jeanne d'Arc.

Alle 18 all'Alliance Francaise primo appuntamento della rassegna "A proposito di tutte queste signore", con "Les Gazelles" di Mona Achache.

In Cascina Roccafranca alle 17 "Billy Elliott", all'Esedra alle 21.15 "Irrational man" di Woody Allen.

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

giovedì 28 gennaio 2016

Venerdì 29/1 per l'Agenda puntata numero 59 su Radio Banda Larga


Venerdì 29 gennaio 2016 alle 20 puntata numero 59 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Ospiti gli organizzatori del Nuovo Cinema Lungodora, e Simone Rivoire (regista) e Vincenzo Caruso (produttore) del corto in lavorazione "Il mare si ritira". 

L'appuntamento sarà dalle 20 alle 21 ai Laboratori di Barriera di via Baltea 3 a Torino e su www.radiobandalarga.it/play.

Dal giorno successivo la puntata sarà disponibile in podcast.


Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 28 gennaio 2016

"Joy"
Tutti i film in sala a Torino da oggi giovedì 28 gennaio nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono "Joy", "L'abbiamo fatta grossa" e "Doraemon Il Film-Nobita e gli eroi dello spazio".

Da ieri, mercoledì 27, in sala il remake di "Point Break" e "Una volta nella vita".

Proiezioni extra "Goya - Visioni di carne e sangue".

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 28 gennaio 2016

"45 anni"
Il programma di cinema a Torino oggi, giovedì 28 gennaio 2016.

L'appuntamento di giornata più importante è sicuramente la possibilità di vedere (finalmente!) in lingua originale sottotitolato in italiano il film "45 anni" di Andrew Haigh, e di apprezzare la recitazione di Charlotte Rampling, candidata all'Oscar.
"La morte e la fanciulla"

Ma tutta la giornata è ricca di proposte interessanti, con quattro film bellissimi (e diversissimi), tutti alle 21 in diverse zone della città: "La morte e la fanciulla", "Anime nere", "Brazil" e "Control". A ciascuno il suo!

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Da oggi al cinema "L'abbiamo fatta grossa", "Joy" e "Doraemon".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 27 gennaio 2016

Omaggio a Wislawa Szymborska al Polski Kot

In occasione della ricorrenza della scomparsa della poetessa Wislawa Szymborska lunedì 1 febbraio si terrà una doppia proiezione al Polski Kot di via Massena: alle 21 il documentario “La fine e l’inizio” (John Albert Jansen, 2011, 55′, v.o. con sottotitoli IT); alle 22 il documentario “La vita a volte è sopportabile” (di Katarzyna Koleda-Zaleska, 2013, 54′, v.o. con sottotitoli IT).

In “La fine e l’inizio”, che è anche una delle ultime interviste rilasciate dalla poetessa, sempre avara di dichiarazioni e apparizioni pubbliche, la scopriamo allegra e ciarliera, in una simpatica riunione con le amiche più care. Tra una sigaretta e una tazza di tè, momenti e aneddoti della sua vita si alternano alla lettura delle poesie che meglio la rappresentano. Accanto a lei, testimoni eccezionali della sua vita, la poetessa Ewa Lipska, il regista Andrzej Wajda e la cantante pop Kora, che negli Anni 90 ha trasformato i versi della Szymborska in un inno rock dal successo straordinario, che ha accompagnato la poetessa fino al massimo riconoscimento del Premio Nobel per la Letteratura nel 1996. Tutto intorno, la storia e le vie e le atmosfere di Cracovia.

In “La vita a volte è sopportabile” la regista Katarzyna Kolenda-Zaleska ha saputo conquistare la fiducia della Poetessa e l’ha seguita in un viaggio in Europa che combina situazioni quotidiane, interviste e incontri con personalità come Woody Alien, Umberto Eco, Vàclav Havel e l’etologa Jane Goodall. Lo spettatore scopre così la predilezione di Szymborska per gli scherzi e le battute, la passione per il bricolage e le filastrocche, il debole per Vermeer e per il caffè italiano…

Info e prenotazioni: polskikot@libero.it, tel.: 333-5205763

"Remix the Cinema" al Massimo il 29 gennaio


Appuntamento venerdì 29 gennaio alle ore 21 al cinema Massimo con Remix the Cinema.

«Se il cinema è l’arte del movimento e quindi del tempo, allora il remix è quella sostanza decisamente musicale che prende, combina, manipola e così facendo lo rilegge.L’operazione che Luca Acito e Alberto Casati attuano è infatti un vero e proprio affronto alla “istituzionalità” del cinema. Da una parte si tradisce il film come opera unica, chiusa e d’autore e la si apre, se ne rileggono le regole di scrittura attraverso un montaggio diverso. La lingua stessa del film viene scardinata in una logica nuova che combina diversamente le parti e le immagini, che prova a rianimare lo stupore dell’immagine cinematografica attraverso punti di vista e riscritture divergenti. Dall’altra questa operazione viene fatta dal vivo e quindi in una dimensione anch’essa estranea al cinema: Remix the Cinema si pone infatti nell’alveo delle live experience. Si serve, sì, del cinema, dello schermo e della proiezione, ma lo filtra, attraverso i computer, in una dimensione performativa. Il cinema diviene oggetto di una rilettura e di un omaggio anche un po’ nostalgico: Le sang d’un poète (1939) di Cocteau, Häxan – La stregoneria attraverso i secoli (1922) di Christensen, Il gabinetto del dottor Caligari (1920) di Wiene e La passione di Giovanna d’Arco (1928) di Dreyer sono opere “antiche”, figlie di un cinema meraviglioso e lontano. Allo stesso tempo la ieratica e “dreyeriana” composizione de Il vangelo secondo Matteo (1964) di Pasolini evidenzia tutta la sua ricchezza estetica in questa operazione che è, in fin dei conti, una reinterpretazione all’interno di un’esperienza audio e visiva diversa». (Simone Arcagni)

Live video> Luca Acito
Live music>Alberto Casati

durata: 60’
prod. Action30

Ven 29, h. 21.00 – ingresso euro 4

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 27 gennaio 2016

"L'eau froide"
Il programma di cinema a Torino oggi, mercoledì 27 gennaio 2016.

Giorno della Memoria 2016 con proiezioni e incontri speciali: al Museo Diffuso della Resistenza è in programma "Ritorno a Mauthausen" di Remo Schellino.

Al cinema Massimo prosegue la rassegna dedicata a C.T. Dreyer, e alle 20.30 nuovo spettacolo per "L'eau froide" di Olivier Assayas.

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Ultimo giorno in sala per "The Eichmann Show". Da oggi al cinema "Una volta nella vita" e "Point Break".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 26 gennaio 2016

Al cinema Fratelli Marx serata speciale con "Un Posto Sicuro"


Lunedì 1° febbraio 2016, ore 20:30, appuntamento speciale al cinema Fratelli Marx organizzato da AIACE e da Slow Cinema: la proiezione del film "Un posto sicuro", girato a Casale Monferrato e dedicato al caso amianto, alla presenza in sala del regista Francesco Ghiaccio e dell'attore protagonista Marco D'Amore.

Biglietti: intero € 7,50; ridotto Soci AIACE 2016: € 5,00

I biglietti saranno già acquistabili presso le casse del Cinema Fratelli Marx (c.so Belgio 53, Torino) a partire da giovedì 28 gennaio.

Si gira a Torino e in Piemonte un reality show della tv cinese

Il Piemonte è protagonista, con Torino, Langhe e Roero, di in un programma del network cinese Beijing Satellite TV che realizzerà i due episodi capofila delle 12 puntate del reality show “Il Mio Matrimonio in Giro per il Mondo”.
In questi giorni la troupe composta da 80 persone è tra le colline Unesco delle Langhe e Roero e la città di Torino (ieri pomeriggio erano in un caffé di via Po...) per la registrazione del reality, in onda nei prossimi mesi sull’importante emittente nazionale cinese.

L’operazione, nata grazie al tramite dell’Enit, vede come organizzatori la Regione Piemonte, ATL Turismo Torino e Provincia e l’ATL Langhe Roero, oltre che il supporto della Film Commission Torino Piemonte.
L’iniziativa rappresenta un’importante occasione di promozione del Piemonte sul mercato cinese, il quale ogni anno registra numeri rilevanti. Secondo un report pubblicato da Enit e Ministero degli Affari Esteri italiano, nel 2014 sono infatti stati 107 milioni i cinesi che si sono recati all’estero per motivi di turismo, quota record che testimonia l’importanza di questo mercato nel panorama del turismo mondiale.

Data la consistenza di questi numeri, il prestigio dell’emittente Beijing Satellite TV, la quale assicura una copertura di circa 1,1 miliardi di persone in 700 città a livello nazionale oltre che un bacino di utenza di circa 300 milioni di fruitori tra gli altri paesi asiatici e gli Stati Uniti, e il vasto successo di pubblico che i reality show registrano nella Repubblica Popolare Cinese, gli enti coinvolti hanno accolto con grande entusiasmo la proposta e si sono impegnati sin dai sopralluoghi effettuati a dicembre 2015 per fornire supporto logistico e organizzativo sul territorio.
L’importante network cinese inoltre, in base ai più recenti dati dei due istituti di ricerca mediatica cinesi CMMR e CTR, è al terzo posto nella classifica nazionale delle televisioni e al secondo in quanto a copertura sui mezzi di trasporto cittadini dotati di schermi.

Il reality show “Il mio matrimonio in giro per il mondo” sarà composto da 12 puntate – girate a Torino e nelle Langhe, Seoul-Corea, Sarawak-Malesia, Hainana-Cina, Auckland-Nuova Zelanda, Guam-USA - nelle quali 4 sposi collaboreranno con alcune tra le più famose personalità dello Star System cinese alla realizzazione di un matrimonio da favola in posti da sogno, con l’obiettivo di armonizzare cultura locale e splendidi paesaggi naturali, mostrando in una prospettiva globale bellezze del luogo e matrimoni felici.
Le riprese dei due episodi della durata di 70 minuti ciascuno, sono iniziate ieri, lunedì 25 gennaio, in alcuni dei luoghi simbolo di Torino.

Tante iniziative per i 15 anni del "nuovo" cinema Massimo

Il Cinema Massimo festeggia 15 anni dalla riapertura, dopo i lavori di ristrutturazione iniziati nel 1991. La nuova struttura, inaugurata il 24 gennaio 2001, in questi anni ha visto transitare nelle sue tre sale oltre 2 milioni di spettatori, ai quali si somma l’ampio pubblico dei Festival. Sono stati oltre 300 gli omaggi e le retrospettive complete organizzate nel frattempo, che hanno offerto al pubblico torinese un’occasione unica di conoscenza del cinema del passato e del presente, dai classici del muto alle sperimentazioni degli autori contemporanei. Un’offerta culturale ampia e articolata, che costituisce un’esperienza di essenziale importanza e con caratteristiche pressoché uniche nel panorama italiano.

Molti sono gli autori del cinema internazionale ospitati tra le sue mura. Solo per citarne alcuni, Abbas Kiarostami, Werner Herzog, Sydney Pollack, Amos Gitai, Miike Takashi, Michael Cimino, Tsukamoto Shinjia, Kim Ki-duk, Peter Weir, Jane Campion e Ken Loach. A questi, si aggiungono i grandi autori del nostro cinema come Nanni Moretti, Gianni Amelio, Mario Monicelli, Carlo Lizzani, Marco Bellocchio, Gabriele Salvatores, Paolo Sorrentino, Paolo Virzì e Matteo Garrone.

LE RETROSPETTIVE E GLI OMAGGI
Molti i progetti per il 2016, che si prospetta come un anno altrettanto ricco di eventi. Primo fra tutti, la nuova veste grafica della pubblicazione mensile, che diventa così uno strumento più leggibile, attraente ed esaustivo per comunicare il programma del cinema.

E molti saranno gli appuntamenti ospitati in Sala Tre nel corso dell’anno a venire: Il Decalogo di Krzysztof Kieslowski, che torna sul grande schermo in occasione del ventennale della morte del regista polacco; la retrospettiva Todd Haynes, in occasione della recente uscita del suo nuovo film Carol, con Cate Blanchett e Rooney Mara, entrambe candidate all’Oscar; Cinema e Islam, il mondo arabo raccontato da registi contemporanei, mettendo a confronto lo sguardo di autori mediorientali e occidentali; una rassegna di film sul jazz che, come tutti gli anni, accompagnerà il Torino Jazz Festival e nella quale sarà inserito un evento speciale; Rendez vous, l’appuntamento con il cinema francese contemporaneo organizzato dall’Ambasciata di Francia e dall’Institut Français con la collaborazione dell’Alliance Française de Turin; la retrospettiva Eric Rohmer, un ampio omaggio ad uno dei registi francesi più amati dal pubblico; una personale di Gus Van Sant, organizzata in occasione della grande mostra dedicata al regista di Portland in programma alla Mole Antonelliana (in collaborazione con la Cinemathéque française) e una retrospettiva  dedicata a Bertrand Tavernier, uno dei più prolifici e importanti registi francesi viventi. A questi si aggiungono le importanti collaborazioni con il festival musicale Todays e con il Festival di Locarno, con una selezione dei film della retrospettiva di quest’anno, dedicata al cinema tedesco del secondo dopoguerra.

PROGETTO GIOVANI
Da alcuni anni il Museo Nazionale del Cinema propone una serie di attività dedicate al pubblico giovane, in collaborazione con enti e istituzioni del territorio. Molte trovano nella Sala 3 del Cinema Massimo il loro naturale luogo di realizzazione: il 2016 vedrà non solo il consolidamento ma l’ampliamento di questa offerta formativa.

Ha preso il via nel mese di gennaio 2015 il Cineclub Vado al Massimo, un progetto triennale realizzato in collaborazione con IC Tommaseo, IC Marconi Antonelli, Scuola secondaria I livello Via Revel, che vede coinvolti gli studenti delle scuole secondarie di I livello in un percorso destinato condurli, al termine della terza annualità, all’organizzazione di una rassegna cinematografica indirizzata ai loro coetanei. Per i ragazzi delle secondarie di II livello, oltre alle proiezioni in sala, prosegue l’attività legata al bando di media education The City I like, che prevede la realizzazione da parte dei ragazzi stessi di brevi filmati della durata di 1 minuto sul tema della città.

È invece appena partito MYLFestival/Face On, due proiezioni al mese concepite da un collettivo interuniversitario di studenti che li presentano e commentano in sala. Uno sguardo giovane su film contemporanei, in parte inediti in Italia, ai quali viene abbinato un cortometraggio scelto dal pubblico presente in sala in occasione dell’appuntamento precedente.

Anche Distopie del presente è un nuovo progetto realizzato in collaborazione con l’associazione interuniversitaria CinePhilo, che prevede un appuntamento mensile (da gennaio a giugno) con proiezioni di film incentrate sul rapporto tra scienza, etica e politica, seguita da un dibattito al termine di ogni proiezione.

Molti altri gli appuntamenti in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino. Histoire du Cinéma, una rassegna – nei mesi di ottobre e novembre – dedicata ai classici più significativi della storia del cinema dal muto agli anni Ottanta, introdotti e commentati dai docenti del DAMS; e una Storia del documentario, che indaga il rapporto tra cinema e antropologia in occasione di una rassegna organizzato con i corsi di Antopologia Visiva (Dipartimento di Culture, Politica e Società) e di Storia del cinema documentario (Dipartimento Studi Umanistici); DamsDay, una giornata aperta e gratuita nel corso della quale vengono presentati al Cinema Massimo i progetti realizzati degli studenti durante il loro corso di studi.

Il 2016 vedrà inoltre un’inedita collaborazione con il DAMS e il Conservatorio musicale di Torino nell’ambito dell’appuntamento mensile CROSSROADS, che prevede una rassegna di film muti (due a maggio e due in autunno) musicati dal vivo a cura degli allievi del Conservatorio, preceduti e accompagnati da attività seminariali in ateneo.

Proseguiranno anche nel 2016 le iniziative rivolte ai più piccoli. Cinema con Bebé è un appuntamento consolidato da 4 anni, realizzato in collaborazione con la rivista Giovani Genitori, che prevede proiezioni mattutine di domenica con film d’animazione rivolte ad un pubblico di famiglie con bambini da 0 a 6 anni. Seguendo l’esempio di analoghe esperienze diffuse nei paesi nordeuropei, le proiezioni si svolgono con luci soffuse e a volume ridotto, mentre a disposizione ci sono fasciatoi, scalda biberon e passeggini-parking.

Inedita è invece per il Cinema Massimo l’iniziativa intitolata Cinema in famiglia, in collaborazione con la Fondazione Paideia, che prevede proiezioni al sabato pomeriggio destinate a famiglie con bambini fra i 6 e i 12 anni. Infine, Joueux cinéphiles, realizzata in collaborazione con la Scuola Francese Jean Giono di Torino, propone la proiezione di 5 film in lingua originale (Italiano, Francese, Inglese) di genere comico, tra cui un film muto con accompagnamento musicale dal vivo, e la partecipazione dei genitori.

Il PROGETTO GIOVANI da quest’anno potrà contare sul prezioso sostegno della Reale Mutua – Agenzia Antonelliana, che sponsorizzerà questa specifica attività.

La Resa dei Corti, tre serate speciali all'Amantes

"Voyage dans la lune"
Il corto protagonista a Torino in tre serate speciali (9 febbraio - 8 marzo - 5 aprile 2016) al Circolo Culturale Amantes (via Principe Amedeo, 38/a) organizzate dall'associazione culturale Switch on Future e denominate “La resa dei corti”.

Una rassegna che già dal titolo è un calembour, proprio perché qui il cinema d’autore si mette in gioco, mostrando il suo saper essere sempre attuale e versatile.
“La resa dei corti” nasce dall’idea di ricalcare una delle combinazioni artistiche più fortunate di sempre: quella tra cinema e musica. Si parte dagli albori del cinema, proponendo una serie di cortometraggi d’autore muti dei primi anni del Novecento, e ogni film sarà sonorizzato dal vivo con brani composti appositamente per l’occasione.

La rassegna proporrà la proiezione di cortometraggi muti d’epoca con colonne sonore eseguite dal vivo, rilette in chiave moderna. Ogni serata avrà un tema diverso. Si inizia con il surrealismo di Georges Méliès accompagnato dalla musica elettronica dei milanesi Same Side, si continua con una serata tutta al femminile, in cui alcuni dei lavori di Alice Guy-Blaché - una delle pioniere del cinema francese e tra le prime donne della Storia ad affermarsi come regista e produttrice - saranno accompagnati dalle sonorità di Éstel Luz e si conclude col jazz dei Blue Moustache, che farà da sottofondo a una selezione di corti di Buster Keaton. Tre appuntamenti, dunque, martedì 9 febbraio, 8 marzo e 5 aprile presso il Circolo Culturale Amantes, in via Principe Amedeo 38/a (ingresso libero con tessera ARCI 2016).

Tutte le ultime notizie sull’evento sul sito www.switchonfuture.it

Agenda del Cinema di Oggi, martedì 26 gennaio 2016

"Quando eravamo re"
Il programma di cinema a Torino oggi, martedì 26 gennaio 2016.

Grande giornata di cinema documentario oggi a Torino: dal pomeriggio, prima "Citizenfour" sul caso Snowden, poi "Quando eravamo re" sullo storico match di pugilato Alì-Frazier e poi ancora "Memorie - In viaggio verso Auschwitz" di Danilo Monte.
"Memorie"

Proiezione speciale per il Giorno della Memoria con "La barca è piena", mentre al Massimo c'è "Il grande dittatore". In serata un inedito, "Le dernier coup de marteau", e "Perfect day".

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Ancora in sala fino a domani "The Eichmann Show".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

lunedì 25 gennaio 2016

"Revenant" nettamente primo al box office torinese del fine settimana

"Revenant - Redivivo"
Continua il buon andamento dei cinema torinesi in questo inizio d'anno, con "Revenant - Redivivo" di Alejandro G. Inarritu che prosegue al comando dopo l'ottimo primo fine settimana. Oltre 13.000 gli spettatori in città, mentre sono 8.000 circa quelli ancora in sala per "Quo Vado?".

Terzo posto per Tornatore e "La corrispondenza", mentre "Creed" batte di un solo spettatore "La grande scommessa". Unica novità in classifica è "Steve Jobs", sesto davanti a "Carol".

CLASSIFICA WEEK END  22-23-24 GENNAIO 2016

1 REVENANT - REDIVIVO 13.367
2 QUO VADO? 8.292
3 LA CORRISPONDENZA 4.203
4 CREED - NATO PER COMBATTERE 3.743
5 LA GRANDE SCOMMESSA 3.742
6 STEVE JOBS 2.924
7 CAROL 1.912

TOTALE PRESENZE SABATO 21.742
TOTALE PRESENZE DOMENICA 19.775

TOTALE 41.517

(Dati Agis Piemonte e Valle d'Aosta)

Due film al Piccolo Cinema per il Giorno della Memoria

"Dal ritorno"
In occasione dell'imminente Giorno della Memoria Il Piccolo Cinema di via Cavagnolo 7 propone due appuntamento con la memoria.

Martedì 26 gennaio è prevista la proiezione di MEMORIE. IN VIAGGIO VERSO AUSCHWITZ di Danilo Monte (Italia, 2014, 76'), alla presenza dell'autore (vincitore del Premio Avanti al Torino Film Festival 2014).
Roberto è appassionato di storia, in particolare del periodo della Seconda guerra mondiale. La sua vita è stata segnata dalla droga, dalla comunità e dal carcere, ma anche dai film e dalla lettura. Per il suo trentesimo compleanno, suo fratello gli regala un viaggio lento, in treno, verso una meta diversa dai soliti percorsi turistici. Un viaggio verso Auschwitz, un cammino a ritroso per ritrovare le radici del loro legame.

Il secondo appuntamento è fissato per martedì 2 febbraio, con DAL RITORNO di Giovanni Cioni (Italia, 2015, 92'), sempre alla presenza dell'autore.
Nel 1943 Silvano Lippi è un militare italiano in Grecia. Ma con la caduta di Mussolini e la fondazione della Repubblica di Salò, alla quale rifiuta di aderire, la sua vita cambia. Prigioniero dei tedeschi a Mauthausen, viene assegnato alla più terribile delle corvée, diventando addetto ai forni crematori. Trentanove mesi d’inferno, poi 60 anni di silenzio, infine il tentativo di sublimare la sofferenza e la vergogna in un’instancabile attività di testimonianza, continuata fino alla sua morte nel 2014.

Ingresso libero.

Agenda del Cinema di Oggi, lunedì 25 gennaio 2016

"Laurence Anyways"
Il programma di cinema a Torino oggi, lunedì 25 gennaio 2016.

Secondo appuntamento per la rassegna Face On al cinema Massimo, oggi c'è "Laurence Anyways" di Xavier Dolan. Al Rat in lingua originale sottotitolata c'è "Straight Outta Compton", mentre all'Agnelli l'ottimo "Perfect Day" di Fernando Leon de Aranoa.
"Perfect day"

Altre proiezioni di giornata: "Il grande dittatore" e Dreyer al cinema Massimo, B.O.H.! (opera lirica al Baretti), "Fuga da Alcatraz", "Mr. Holmes", l'ultimo Allen...

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Da oggi per tre giorni in sala "The Eichmann Show".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

domenica 24 gennaio 2016

Casting per il film "Dove non ho mai abitato"


Per il film "Dove non ho mai abitato" di Paolo Franchi si cercano:

- Signora 50/65 anni madrelingua inglese;
- Ragazza di 17/18 anni madrelingua francese;
- Ragazzo 18enne madrelingua inglese;
- Ragazzi di 18 anni;
- Bambini di 6 e 8 anni (meglio se fratelli).

Gli interessati possono mandare almeno due foto (primo piano, figura intera) e cv con recapiti a dovenonhomaiabitatocasting@gmail.com La ricerca è rivolta esclusivamente ai residenti di Torino e provincia.

Casting a cura di Luana Velliscig

Agenda del Cinema di Oggi, domenica 24 gennaio 2016

"L'assassinio di Sister George"
Il programma di cinema a Torino oggi, domenica 24 gennaio 2016.

"L'assassinio di Sister George" di Aldrich è la proposta odierna di CineFrocium in Cavallerizza, mentre in Cascina Roccafranca il Giorno della Memoria è celebrato con il film-tv "Fuga da Sobibor". Nuova proiezione al cinema Massimo per "L'eau froide" di Olivier Assayas.

Replica (gratuita, c'erano stati problemi tecnici in sala) per "Prison system 4614" del Fish & Chips Film Festival.

Ultima giornata per due eventi importanti, la rassegna video dedicata all'Odin Teatret e il tpa festival. Al cinema Massimo ancora la rassegna dedicata a Dreyer.

Si moltiplicano le seconde visioni: "Perfect Day", "Belle & Sebastian 2", "Mr. Holmes", "Irrational man", "Snoopy & Friends"...

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

sabato 23 gennaio 2016

Casting per serie web "Casinò"

Sabato 30 gennaio 2016 dalle 10.00 alle 19 presso la Sala Casting della Film Commission Torino Piemonte - ingresso via Cagliari 40/E - casting per una serie web/Tv della PAGI Production, diretta da Nicolò Fumero, che si girerà a partire da Marzo 2016 in Torino e provincia.

Si cercano i seguenti ruoli:

- attore età 30-35 con forte accento milanese o con capacità dialettale milanese/brianzolo;
- attore età 25-30 timido ed introverso;
- attore età 20-25 con accento romano;
- attrice età 20-25 estroversa caratterialmente e piacente;
- attrice età 25-28 carattere svampito e aspetto dark/punk;
- attrice età 60-70 senza particolari accenti, capelli bianchi.

Il casting è rivolto unicamente a residenti in Torino e provincia (possibilità anche alle altre provincie della Regione Piemonte). La web/TV avrà tra i suoi protagonisti Daniele Gaeta. 

Per info: companyciak@gmail.com

L'Agenda in Radio: il podcast della 58^ puntata 22/01/2016


Cinquantottesima puntata radiofonica dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa venerdì 22 gennaio dalle 20 alle 21.

Ospiti la regista de "Il colore dell'erba" Juliane Biasi Hendel, Bruno Surace e Elisa Gasti, co-organizzatori del MYLF Movies You'll Like Festival, e i curatori della rassegna di video dagli Archivi dell'Odin Teatret, La Conquista della Differenza.

Ecco il podcast della puntata:


Agenda del Cinema di Oggi, sabato 23 gennaio 2016

"Senzachiederepermesso"
Il programma di cinema a Torino oggi, sabato 23 gennaio 2016.

Il cinema incontra le arti oggi a Torino. Nella notte proiezioni musicali al Baretti per la maratona mozartiana, e in serata videoarte di qualità per il "tpa festival", che si vanno ad aggiungere alla seconda giornata di proiezioni video dedicate all'Odin Teatret.

Ancora molto Dreyer al cinema Massimo, e nuova proiezione in serata - al circolo Fuoriluogo - per il doc operaio "Senzachiederepermesso".

Seconde visioni: "Mr. Holmes" e "Belle & Sebastian - L'avventura continua".

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

venerdì 22 gennaio 2016

Box Office Torino: Leonardo DiCaprio batte Checco Zalone

"Revenant - Redivivo"
Davvero un grande approccio in sala in Italia e a Torino per "Revenant - Redivivo" con Leonardo DiCaprio, uscito sabato 16 gennaio (quindi con un giorno in meno rispetto a tutti gli altri nella classifica): di poco, ma è riuscito a battere "Quo Vado?" con Checco Zalone, secondo.

Altra lotta serrata per la terza piazza, con "Creed" che prevale di poco su Tornatore e "La corrispondenza", quinto "La grande scommessa".

In una sola sala, è buono il risultato de "Il labirinto del silenzio", probabilmente in crescita nella settimana entrante per l'avvicinarsi del Giorno della Memoria.

CLASSIFICA SETTIMANALE DA VENERDÌ 15 A GIOVEDÌ 21 GENNAIO 2016

1 REVENANT - REDIVIVO 23.809
2 QUO VADO?  22.083
3 CREED - NATO PER COMBATTERE 8.927
4 LA CORRISPONDENZA 8.242
5 LA GRANDE SCOMMESSA 8.105
6 CAROL 4.311
7 IL PICCOLO PRINCIPE 4.042
8 IL PONTE DELLE SPIE 3.928
9 ASSOLO 3.116
10 STAR WARS 2.576
11 MACBETH 2.170
12 IL LABIRINTO DEL SILENZIO 1.563
13 ALVIN SUPERSTAR 1.470
14 DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES 986
15 PERFECT DAY 682

(Dati Agis Piemonte e Valle d'Aosta)

Giorno della Memoria, il 27 gennaio "Il labirinto del silenzio" per le scuole

"Il labirinto del silenzio"
Il 27 gennaio 2016 alle ore 10:30 in occasione del “Giorno della Memoria” verrà proiettato in contemporanea in nove sale piemontesi il film "Il labirinto del silenzio" del regista Giulio Ricciarelli.
L'iniziativa rivolta agli studenti delle scuole secondarie piemontesi è realizzata dal Consiglio Regionale del Piemonte attraverso il Comitato Resistenza e Costituzione in collaborazione con la Consulta Agiscuola Piemonte e Valle d'Aosta.

Il labirinto del silenzio, candidato all'Oscar dalla Germania per il miglior film in lingua straniera, s'ispira a fatti realmente accaduti e rievoca la graduale scoperta da parte della Germania, deggli orrori dei lager nazisti e la necessità  d’iniziare a fare i conti con la propria storia recente. Tutto ha inizio quando il giovane protagonista, il procuratore Johann Radmann, scopre che alcune istituzioni di primo piano e alcuni rami del Governo sono immischiati in un complotto per coprire i crimini dei nazisti durante la Seconda guerra mondiale.

“La vicenda - sottolinea il presidente dell’Assemblea regionale Mauro Laus - offre ai ragazzi la possibilità d’identificarsi con il protagonista e con la sua storia di coraggio personale e di lotta per ciò che ritiene giusto, oltre ogni ostacolo, in nome della verità senza compromessi. E offre, in tal senso, una profonda lezione morale, attuale oggi più che mai: è necessario non solo non dimenticare, ma anche capire, scoprire e schierarsi perché orrori come quelli di Auschwitz non accadano più”.

La proiezione, gratuita, intende coinvolgere circa 1.700 studenti di tutte le province piemontesi ed è introdotta da un breve video istituzionale.

“La pellicola - sottolinea il vicepresidente del Consiglio regionale Nino Boeti, delegato al Comitato - racconta Auschwitz attraverso il dolore e l’indignazione di chi scopre le atrocità che vi sono state commesse senza mai mostrarle, ma evocandole grazie a scelte registiche e narrative molto emozionanti e coinvolgenti. Il protagonista e gli altri personaggi che si schierano al suo fianco scoprono la quotidianità del campo, le terribili storie dei sopravvissuti e
dei loro aguzzini attraverso un incredibile lavoro di reperimento ed esame di documenti, foto e ascolto di testimonianze”.

Le sale che aderiscono all’iniziativa sono il Multisala Kristalli di Alessandria, il Lumiere di Asti, il Don Bosco e il Vittoria di Cuneo, l'Araldo di Novara, l'Ambrosio e il Multisala Reposi di Torino, il Sociale di Verbania e l'Italia di Vercelli.

L'UCI Lingotto propone domenica la diretta de "La Bisbetica Domata"


Il Balletto del Bolshoi di Mosca Stagione 2015-2016 propone all'UCI del Lingotto domenica 24 gennaio alle 16 "La bisbetica domata", balletto su musica di Dmitri Shostakovich e con coreografia di Jean-Christophe Maillot, in diretta via satellite live da Mosca (durata approssimativa: 2h e 5 minuti circa con intervallo).

Ispirato alla commedia di William Shakespeare e diviso in due atti, il balletto La bisbetica domata andò in scena per la prima volta a Stoccarda nel 1969; arrivò a completare quella che molti considerano la trilogia dei balletti narrativi a serata intera di John Cranko, affiancando proprio Romeo e Giulietta e Onegin.

Commedia ambientata in Italia, che vanta innumerevoli e fortunate letture teatrali, coreografiche e cinematografiche, The Taming of the Shrew - questo il titolo originale - ha affascinato e continua ad affascinare gli autori, per l'abile intreccio e la fervida fantasia teatrale shakespeariane, l'ironia e il gioco dei rapporti tra uomo e donna, l'allegria di questa storia frizzante e coinvolgente.

Nella Padova del XVI secolo il ricco Baptista non vuole concedere la mano della figlia minore Bianca finché non si sarà maritata la maggiore Katherina; tanto la prima è docile e amabile, tanto la seconda è bisbetica e intrattabile. I corteggiatori di Bianca convincono il veronese Petruccio a corteggiare Katherina, sperando che il matrimonio di questa permetta finalmente anche a Bianca di prendere marito. In Petruccio Caterina troverà un marito capace di tenere testa alla sua indole irascibile, in grado di domarla grazie al polso, ma anche all’amore. Sarà invece lo studente Lucenzio, travestitosi da istitutore, a far breccia nel cuore di Bianca.

Con il personale adattamento della commedia di Shakespeare, pensato su misura per i ballerini del Bolshoi, il coreografo Jean-Christophe Maillot inscena due ore magnetiche di danza continua, evidenziando l’audacia e l’energia del Bolshoi in un modo completamente nuovo.

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 22 gennaio 2016

Eugenio Barba all'Odin Teatret
Il programma di cinema a Torino oggi, venerdì 22 gennaio 2016.

Inizia questa sera dalle 21 allo spazio ArteMuda la rassegna di video dedicati all'Odin Teatret: proiezioni, incontri, approfondimenti da non mancare (al Massimo nel pomeriggio replica per "Il paese dove gli alberi volano").

Proiezioni sparse: al mattino "Love steaks" gratis al Goethe.
In serata "Irrational man" di Woody Allen, "Mr. Holmes" di Bill Condon, "Dust - La seconda vita" al Polski Kot, "Luce Mia" alle Molinette.

All'Unione Culturale incontro con proiezione dedicato al tema delle fabbriche occupate. Al Basaglia la "psicologia va al cinema".

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

giovedì 21 gennaio 2016

"A proposito di tutte queste signore", una rassegna di cinema francese


"A proposito di tutte queste signore" è una nuova rassegna di film francesi, in programma il venerdì (ore 18.00) all’Alliance française di Torino e la domenica (ore 21.00) alla Casa del Quartiere di San Salvario. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Il progetto nasce da una collaborazione fra Associazione Museo Nazionale del Cinema, Alliance française di Torino e Bagni Municipali.

La selezione di questa stagione è caratterizzata da un taglio tutto al femminile. Volti di donne del passato e del presente raccontano come il cinema francese abbia saputo osservare e narrare la femminilità e la diversità di genere, proponendo storie che sono esempi di forza e determinazione. A proposito di tutte queste signore, parafrasando il titolo del film di Ingmar Bergman, vuole mostrare uno spaccato della femminilità e delle sue diverse declinazioni per indagare il significato dell’essere donna in Francia ieri come oggi.

I primi due film in programma sono Les Gazelles di Mona Achache (2014, 99') commedia che affronta l’amicizia al femminile come valido antidoto a un matrimonio poco sentito (venerdì 29 Gennaio alle ore 18,00 presso la sede dell'Alliance française di Torino, via Saluzzo 60) e Artémis coeur d’artichaut di Hubert Viel (2013, 64'), film che fa rivivere in chiave moderna il mito della divinità greca (domenica 31 Gennaio alle ore 18,00 presso Casa del Quartiere di San Salvario, via Morgari 14, Torino). L’Alliance française ospita proiezioni pomeridiane, il venerdì alle ore 18,00, per offrire una piacevole conclusione alla settimana lavorativa in un ambiente raccolto e familiare, i Bagni Municipali, presso La Casa del Quartiere di San Salvario, permettono di combinare la visione serale, domenica alle 21,00, con un aperitivo a tema dalle 19,30.

VENERDI ALL'ALLIANCE / Via Saluzzo 60 / ore 18.00
- 29 gennaio: “Les Gazelles” di Mona Achache, 2013
- 26 febbraio: “Bambi” di Sébastien Lifshitz, 2012
- 25 marzo: “Bye Bye Blondie” di Virginie Despentes, 2010

DOMENICA ALLA CASA / Via Morgari 14 / ore 21.00
- 7 febbraio: “Artémis coeur d’artichaut” di Hubert Viel, 2013
- 6 marzo: “Fidelio, l’Odyssée d’Alice” di Lucie Borleteau, 2013