domenica 13 marzo 2016

Il programma del quinto giorno del Piemonte Movie gLocal Film Festival 2016

"Madeleine"
Domenica 13 marzo si conclude la 15a edizione del Piemonte Movie gLocal Film Festival, con l’ultimo giro di cortometraggi, documentari e i film in programma per gli Omaggi a Claudio Caligari e Guido Chiesa, in attesa della Premiazione (alle 20.30 al Cinema Classico), seguita dal film di chiusura Madeleine di Lorenzo Ceva Valla e Mario Garofalo, presentato in anteprima nazionale.

Alle 21.30 al Cinema Classico (Piazza Vittorio Veneto 5. Ingresso 4 euro), congederemo il pubblico da questa edizione con l’anteprima nazionale di Madeleine (Italia/Ungheria, 2015, 92’, col), lungometraggio diretto da Lorenzo Ceva Valla e Mario Garofalo che, dopo aver girato il mondo dal World Film Festival di Bangkok (Thailandia) ai festival di Sedona (USA) e di Dacca (Bangladesh), tornerà dove tutto è cominciato, con ospiti i registi e il cast.
Girato in Piemonte tra Torino, Moncalieri, Airasca, Bricherasio, None e Barge (CN), con il supporto di Film Commission Torino Piemonte, Madeleine è un film poetico che racconta il rapporto tra genitori e figli nell’Italia di oggi, attraverso le vicende di due sorelle, la piccola Madeleine e di Sophie. Le ragazzine, in vacanza dall’anziana nonna, passano le giornate nell’afosa campagna, aspettando l'arrivo del padre che lavora in città, distratte solo da qualche gita al fiume e dalla presenza di un misterioso pavone. Quando la nonna si sente male, le nipoti si rivolgono a un medico, che però sarà solo fonte di ulteriori preoccupazioni, fino a spingerle a scappare in cerca del padre.
“Il film è come un romanzo di formazione visto con gli occhi della piccola Madeleine” raccontano i registi “non essendo ancora contaminata dal mondo adulto, è ancora in grado di cogliere le bellezze e le brutture del mondo, scuotere i personaggi e portarli a una nuova consapevolezza, senza moralismo.”

La programmazione dell’ultimo giorno di festival inizia già nel pomeriggio, con la chiusura dell’omaggio “Il coraggio di fare cinema”, dedicato a Claudio Caligari. Alle 16.30 al Cinema Massimo, Amore tossico, primo lungometraggio del regista di Arona i cui protagonisti, presi dalla strada, sono tossicodipendenti che passano la propria vita tra stupefacenti, litigi, tentativi di rapine e marchette compiute con il solo obiettivo di procurarsi una dose, incapaci di spezzare questo circolo vizioso. All’epoca il film – Premio Speciale alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia del 1983 – fece molto scalpore per la violenza di alcune scene e per il linguaggio crudo utilizzato dai suoi protagonisti.

Sempre al Cinema Massimo, alle 18.30 anche l’excursus dedicato al regista Guido Chiesa, troverà il suo epilogo con Io sono con te, film storico sulla figura di Maria, donna e madre straordinaria nella sua fiducia e tenacia quotidiane, in un contesto difficile come era la Galilea di duemila anni fa, in cui le ribellioni sono all’ordine del giorno e il richiamo alla violenza e alla vendetta è come un’epidemia.

Infine alla Sala Il Movie (via Cagliari 40), le 2 sezioni competitive Spazio Piemonte e Panoramica Doc, riservate rispettivamente a cortometraggi e documentari, daranno spazio agli ultimi lavori in concorso, prima che le giurie assegnino il Premio Torèt Miglior Cortometraggio (1.500 €) e il Premio Torèt Miglior Documentario - Alberto Signetto (2.500 €), oltre ai premi collaterali e delle giurie speciali.
Alle 15.00 e alle 17.00, saranno  agli ultimi 11 cortometraggi di Spazio Piemonte a intrattenere il pubblico pomeridiano, mentre alle 18.15 la rosa dei 10 documentari in gara a Panoramica Doc, si chiuderà con le festose celebrazioni del diritto alla diversità in Matti a cottimo di Mauro De Fazio e Simone Sandretti, documentario girato in occasione del Torino Mad Pride, movimento di matti che cerca di interfacciarsi col mondo e con le sue istituzioni nel tentativo di restituire alla follia un ruolo attivo nella società.

Il programma di domenica 13 marzo

Ore 15.00 - Il Movie | SPAZIO PIEMONTE 4
MEDEE di Carlo Allorio, Giorgio Sabbatini
Italia, 2015, 30’, col.
Una figura femminile che si riflette in un gioco di specchi immaginari, moltiplicandosi in donne che intrecciano la loro vita in tempi e luoghi diversi e lontani, ma in un unico dramma. L’immagine abbraccia gli esterni monumentali del Castello, del palcoscenico, le quinte e gli ambienti domestici.
IO NON CI CASCO di Cataldo De Palma
Italia, 2015, 18’, col.
In un condominio di Torino, un uomo e una donna, anziani e vedovi, vengono raggirati da un professionista della truffa. La disavventura farà emergere le debolezze della solitudine e la fragilità dell’invecchiamento, ma anche la difficoltà psicologica di accettare il raggiro e denunciarlo.
PIANEZZA PULITA di Joe Inchincoli
Italia, 2015, 9’, col.
Il controllo del territorio e dell’ambiente esercitato da bambini che insegnano agli adulti colti in difetto il buon comportamento e il rispetto delle regole.
LE ANATRE di Antonio Casto
Italia, 2015, 18’, col.
Discorsi comuni di gente comune si susseguono e s’incrociano al Parco del Valentino, in una serie di sketch progressivamente più grotteschi ed esasperati.
AMORE D’INVERNO di Isabel Herguera, Alessandro Ingaria
Italia/Spagna, 2015, 8’, col.
Mentre una coppia passeggia lungo il Tanaro, alcuni cacciatori si nascondono dietro una collina e un gruppo di amici banchetta, ricordando Ester Ferrero, la ballerina di Clavesana, simbolo di amore libero e discreto. La donna che partecipa alla cena, lentamente svanisce in un paesaggio invernale.
I AM NOBODY di Ferdinando Vetere, Enzo Dino
Italia, 2015, 20’, col.
Pietro è un trentenne come tanti; ha un lavoro, una casa e vive un momento felice con la sua ragazza. Una serie di avversità in poco tempo lo portano a diventare un senzatetto. Quando incontra Daniele tra i due nasce un forte legame di amicizia che insegna a Pietro ad osservare la società da un diverso punto di vista.

Ore 16.30 - Cinema Massimo | Il coraggio di fare cinema. Omaggio a Claudio Caligari
AMORE TOSSICO di Claudio Caligari
Italia, 1983, 96’, col.
Con Cesare Ferretti, Michela Mioni, Enzo Di Benedetto, Roberto Stani, Loredana Ferrara, Fernando Arcangeli
Roma: Cesare, Enzo, Roberto detto “Ciopper”, Massimo, Capellone, Michela, Loredana, Debora e Teresa fanno parte di un gruppo di tossicodipendenti che passa la propria vita tra la spiaggia di Ostia e il quartiere Centocelle. La loro giornata tipo trascorre attraverso il consumo di stupefacenti, litigi, tentativi di rapine e marchette compiute con il solo obiettivo di procurarsi una dose. La voglia di uscire da questo circolo virtuoso è presente in alcuni di loro e, in particolar modo nella tormentata Michela, che spera così di iniziare una nuova vita con Cesare. Purtroppo però, il richiamo della droga è troppo forte.

Ore 17.00 - Il Movie | SPAZIO PIEMONTE 5
DISPLACED di Milad Tangshir
Italia, 2016, 9’, col.
Una storia di rifugiati sul confine austro-sloveno.
FRAMMENTI di Luigi Caporilli Razza
Italia, 2015, 12’, col.
Una voce al telefono guida la giovane Alice tra sentieri boscosi e corridoi di una villa antica, in un viaggio onirico paranormale che si trasformerà presto in uno spaventoso incubo di vecchi ricordi, alla ricerca di un’atroce verità.
MIRIAM di Emiliano Ernesto Ranzani
Italia, 2015, 5’, col.
Un fatale incontro notturno è quello che avviene tra un giovane delinquente, una ragazza in pericolo e un uomo con un trench nero. Uno di loro non è ciò che sembra.
RED RIBBON - A love story di Andrea Marcovicchio
Italia, 2015, 11’, col.
Una corsa nei boschi, un tuffo nel passato alla ricerca di un futuro migliore. Tra i sentieri della Val Grande un ragazzo cerca di sfuggire alla routine quotidiana, l’altro alla morte che lo incalza parlando una lingua straniera. C’è un nastro rosso che lega il destino di un giovane runner del 2014 a quello di un ragazzo partigiano del 1944.
UNBELIEVABLE. CREDERE E’ COMPLICATO di Dario Saliani
Italia, 2015, 26’, col.
Un incidente aereo sconvolge la vita di Francesco, che viene catapultato in una realtà caratterizzata dal dolore e dalla sofferenza. Sembra esserci una luce, ma è una luce destinata a spegnersi per sempre.

Ore 18.15 - Il Movie | INTERVENGONO I REGISTI
MATTI A COTTIMO. STRATEGIE DI SOPRAVVIVENZA di Mauro De Fazio, Simone Sandretti
Italia, 2015, 50’, col.
Chi sono i matti, cosa fanno, come vivono? Il quotidiano di essere umani che, nonostante le voci nella testa, la paranoia, la depressione, le visioni, le allucinazioni, sono ancora in grado di alzarsi la mattina per andare a lavorare in fabbrica, vendere i giornali, fare le pulizie, organizzare festival, scrivere canzoni. Il Torino Mad Pride è un movimento di matti che cerca di interfacciarsi col mondo e con le sue istituzioni nel tentativo di restituire alla follia un ruolo attivo nella società.

Ore 18.30 - Cinema Massimo | Eclettica. Omaggio a Guido Chiesa
IO SONO CON TE di Guido Chiesa
Italia, 2010, 102’, col.
Galilea, duemila anni fa. In una terra sottoposta al giogo coloniale dei romani e alle angherie di re Erode, in cui le ribellioni sono all’ordine del giorno e il richiamo alla violenza e alla vendetta è come un’epidemia, una giovane ragazza, Maria, viene promessa in sposa a Giuseppe, un vedovo con due figli abitante nel villaggio di Nazareth.

Ore 20.30 | Cinema Classico (Piazza Vittorio Veneto 5, Torino)
PREMIAZIONE 15° PIEMONTE MOVIE GLOCAL FILM FESTIVAL

Ore 21.30 | Cinema Classico (Piazza Vittorio Veneto 5, Torino)
> ANTEPRIMA NAZIONALE
MADELEINE di Lorenzo Ceva Valla e Mario Garofalo | ospiti registi e cast
Italia/Ungheria, 2015, HD, 92’, col.
Due sorelle italofrancesi, la piccola Madeleine e Sophie, sono in vacanza dall’anziana nonna. Le giornate nell’afosa campagna, aspettando l'arrivo del padre che lavora in città, si trascinano lente, ravvivate da qualche gita al fiume e dalla presenza di un misterioso pavone. Quando la nonna si sente male, le nipoti si rivolgono a un medico, che però sarà solo fonte di ulteriori preoccupazioni, fino a spingerle a scappare in cerca del padre.