giovedì 24 marzo 2016

Tutto il cinema di Kitano Takeshi ad aprile al Massimo

"Ryuzo and the Seven Henchmen"
Aprile al cinema Massimo vuol dire (anche) Kitano Takeshi, il cui cinema verrà riproposto per intero (quello da regista) a partire da venerdì 1: in programma anche un inedito, l'ultimo film "Ryuzo and the Seven Henchmen", previsto sabato 16 alle ore 20.30, in collaborazione con il  Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina di Milano e con una introduzione a cura di Dario Tomasi.

Regista, sceneggiatore, montatore, attore (per non parlare della carriera da presentatore televisivo decisamente fuori dagli schemi), Kitano Takeshi ha davvero un profilo multiforme e una filmografia geniale e irriverente.  Il Leone d’Oro conferito a Hana-bi alla Mostra del cinema di Venezia del 1997 ha permesso alla sua opera di farsi apprezzare anche al di là della ristretta cerchia degli appassionati, fino a diventare uno dei pochi registi giapponesi a trovare distribuzione in tutto il mondo.

Il silenzio sul mare / Ano natsu ichiban shizukana umi
(Giappone 1991, 101’, 35mm, col., v.o. sott.it.)
Shigeru è un netturbino che, trovata nell’immondizia una tavola rotta, decide di diventare campione di surf. Il ragazzo inizia a frequentare una spiaggia di surfisti, accompagnato dalla fidanzata Takako, sordomuta come lui. I due passano lunghe giornate silenziose a contemplare il mare, poi pian piano cominciano a fare amicizia con un gruppo di surfisti del luogo e Shigeru vince anche qualche gara.
Ven 1, h. 18.00
Dom 3, h. 20.30

L’estate di Kikujiro / Kikujirô no natsu
(Giappone 1999, 121’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Per il piccolo Masao, che vive con la nonna da quando sua madre si è trasferita in una nuova città, le vacanze estive sono sinonimo di solitudine. Dopo aver trovato l’indirizzo della madre, decide di fuggire per andare a cercarla. Ci penserà lo strano Kikujiro ad accompagnarlo e vegliare su di lui.
Ven 1, h. 20.15
Sab 2, h. 18.15
Ven 8, h. 18.00

Getting Any? / Minnâ-yatteruka!
(Giappone 1994, 94’, 35mm, col., v.o. sott.it.)
Asao è un trentacinquenne che non ha mai avuto alcuna esperienza con l’altro sesso e le prova tutte per farsi bello con le donne: vende gli organi di suo nonno per far soldi, rapina banche, fa l’attore, persino il killer. Dopo aver visto un film erotico, crede di aver trovato la soluzione. Il più surreale film di Kitano, autoironico e trasgressivo.
Ven 1, h. 22.30
Lun 4, h. 18.30

Kids Return / Kizzu Ritān
(Giappone 1996, 107’, 35mm, col., v.o. sott.it.)
Masaru e Shinji sono due fannulloni che impiegano il loro tempo facendo scherzi a compagni di classe e professori. Ma, al di là della scuola, Masaru cerca di entrare nella yakuza, mentre Shinji tenta la strada della boxe. Il loro carattere trasgressivo renderà difficile l’inserimento nelle due realtà di cui vogliono far parte.
Lun 4, h. 16.30
Ven 8, h. 16.00

Brother
(Giappone/Usa/Gran Bretagna 2000, 114’, 35mm, col.)
Dopo una resa dei conti tra clan yakuza, Yamamoto è costretto a lasciare il Giappone. Destinazione Los Angeles, dove ad attenderlo c’è il fratellastro Ken, divenuto un pesce piccolo dello spaccio locale. Yamamoto prende a cuore la sua causa e trasforma la banda del fratello in una delle gang più letali di L.A.
Mar 12, h. 22.30
Mer 13, h. 18.00

Hana-bi. Fiori di fuoco
(Giappone 1997, 103, Hd, col., v.o. sott.it.)
Il detective Nishi vive un brutto periodo. La moglie ha poco da vivere a causa di un male inguaribile e si sente in colpa per l’amico Horibe, ridotto sulla sedia a rotelle. In un finale struggente deciderà di fuggire per sempre con la moglie e togliersi la vita. Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia.
Lun 11, h. 18.30
Mer 13, h. 22.30
Mar 19, h. 15.00

Dolls
(Giappone 2002, 114’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Tre storie d’amore e di morte. Il dramma di Matsumoto e Sawako che, contrastati dalle famiglie, vagabondano senza meta, fino a trovare, insieme, la morte. La storia dello yakuza Hiro, che ricorda con nostalgia il tempo passato. E infine Nakui, fanatico groupie della pop star Haruna, che muore investito da un’auto.
Mer 13, h. 15.45
Ven 15, h. 18.15

Zatōichi
(Giappone 2003, 116’, Hd, col., v.o. sott. it.)
Giappone, XIX secolo. Zatōichi è un vagabondo cieco che si guadagna da vivere con il gioco d’azzardo e facendo massaggi. Nasconde, però, un grande segreto: è un maestro della spada, veloce, preciso e implacabile. Arrivato in un remoto villaggio di montagna, scopre che i suoi abitanti sono in balia di Ginzo, in lotta con alcune famiglie potenti per ottenere il completo controllo della regione.
Ven 15, h. 16.00
Ven 22, h. 16.00

Ryuzo and the Seven Henchmen
(Giappone 2015, 125’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Ryūzō è un anziano yakuza che vive con la famiglia del figlio. Le sue giornate trascorrono pigre a bere con il vecchio compagno Masa, fin quando un giorno decidono di scrivere ai vecchi membri del clan e di fondare una nuova gang per controllare il territorio. Ma si imbattono in un gruppo di giovani. In collaborazione con il  Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina di Milano.
Sab 16, h. 20.30 – Introduzione a cura di Dario Tomasi

Outrage
(Giappone 2010, 109’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Cosa c’è di più importante che avere il controllo dell’area di Tokyo? Lo sa bene Otomo, gangster specializzato nel gestire il lavoro sporco dei suoi capi e incaricato di diventare una “scheggia impazzita” e dare origine ad una faida tra i più potenti clan della città. Ma qualcosa sfuggirà al suo controllo.
Mer 20, h. 18.00
Mer 27, h. 22.15

Sonatine
(Giappone 1993, 94’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Il boss Murakawa viene inviato dal proprio superiore per imporre una tregua agli scontri tra due clan prima affiliati e ora rivali. L’accoglienza violenta, però, induce Murakawa e i suoi più fidati compagni a ritirarsi sull’isola di Okinawa, in attesa che il capo decida come risolvere la situazione.
Ven 22, h. 18.15
Mer 27, h. 20.30

Outrage Beyond
(Giappone 2012, 112’, Hd, col., v.o. sott.it.)
In seguito alla presa di potere di Kato del clan Sanno, avvenuta eliminando il boss precedente per mano di Otomo, le voci sulla reale versione dei fatti e il ritorno in azione di Kimura, alleato di Otomo, preparano la strada a una violenta vendetta.
Ven 29, h. 22.15
Dom 1 maggio, h. 20.30