venerdì 29 aprile 2016

Andrea Tomaselli: "La vera prima di Zooschool è in programma a Torino"

Lunedì 3 maggio alle 21 al cinema Classico di Torino è in programma la proiezione di "Zooschool" di Andrea Tomaselli.

Il regista ed autore, tuttora insegnante in un istituto tecnico superiore, narra di una nuova realtà scolastica la cui violenza non è più rappresentata dalla bacchetta del maestro, ma dall'arroganza di alunni e professori.

Per conoscere meglio il film e presentarlo al pubblico torinese abbiamo intervistato il regista, Andrea Tomaselli.

Quando e come è nato il progetto?

Cinque anni fa, nel 2010, avevo scritto un romanzo mai pubblicato, una storia corale ambientata nella scuola.
L'ho fatto leggere ad alcuni amici, ma un po' tutti mi dicevano che era più adatta a diventare un film, anche se mancava una cornice. L'ho trovata nella strage (avevo letto da poco di un professore in Germania che aveva ucciso alcuni colleghi e alunni): a quel punto ho trasformato il testo in una sceneggiatura e siamo partiti con il film.

A livello produttivo come vi siete mossi?

Il film è stato realizzato in co-produzione tra tutti i membri di troupe e cast, che non hanno ricevuto un pagamento per il loro lavoro ma sono diventati proprietari di una quota degli incassi.
È stata una fase molto lunga di preparazione, anche se aiutata dal fatto che la mia 'squadra' era con me da alcuni lavori precedenti, ci conoscevamo e fidavamo già.
Importante poi è stato mettere insieme tutte le produzioni esecutive, che alla fine sono ben cinque realtà giovani e coraggiose che hanno messo a disposizione le attrezzature e i mezzi di produzione.

Quando è finito il lavoro?

Abbiamo finito nel 2014, dopo lunga fase di riprese (con una interruzione, abbiamo girato durante l'anno scolastico e poi in estate) e di post-produzione (l'abbiamo fatta nei tempi liberi tra un lavoro e l'altro!). Dalla primavera del 2015 il film è stato messo su Vimeo a pagamento.
È ambientato e girato nella stessa scuola in cui lavoro ora, l'istituto Galileo Ferraris di Settimo Torinese, che aveva caratteristiche particolari (edificio moderno, pareti colorate, porte rosse...) ricche di ispirazione: ho iniziato a scrivere la storia poco dopo essermi trasferito là.

Il 3 maggio proiezione speciale a Torino.

Finalmente, sarà la vera "prima" del film dopo una proiezione privata a Catania, la mia città natale e quella in cui abbiamo raccolto i maggiori finanziamenti con il crowdfunding.
Alcuni alunni di allora che hanno fatto la comparsa verranno in sala, e saremo presenti anche quasi tutti noi della troupe.
Speriamo sia la prima proiezione di una serie, stiamo lavorando per portare il film in altre città: al momento stiamo trattando con il portale Movieday, che offre la possibilità di organizzare proiezioni "dal basso" tramite il web in vere sale cinematografiche: sperimentiamo anche in fase di distribuzione, dopo averlo fatto in produzione e in mezzi (siamo stati tra i primi a usare le camere digitali!).

Altri progetti in lavorazione?

Ovviamente altri progetti ci sono, anche se sono presissimo dalla fase di lancio di "Zooschool".
In queste settimane sto scrivendo un blog sull'esperienza di professore legata alla storia del film, che viene condiviso sui social ufficiali.
Non è un film biografico ma ci sono dentro molte cose che ho visto nei miei anni nella scuola!

(Intervista realizzata in collaborazione con CinemaItaliano.info)