martedì 31 maggio 2016

Home Music e Bike me App, Cinemambiente secondo Triciclo

Triciclo Società Cooperativa Sociale ha organizzato per l'edizione numero 19 di Cinemambiente due progetti speciali.

Il primo si chiama HOME MUSIC, è un progetto di "Riuso in Musica": Triciclo ha sviluppato uno specifico progetto di educazione al riuso ed al recupero dei beni usati da proporre a bambini e ragazzi dell'età scolare oppure a gruppi spontanei anche di età diverse.

Il progetto unisce le capacità di aggregazione e di coinvolgimento della musica al tema del recupero e riuso di materiale ed oggetti.

Si vivrà l’esplorazione del mondo degli oggetti di casa e dei suoni dei diversi materiali, attraverso l’esercitazione
dell’ “orecchio specializzato” (o “orientato”) che permette di sviluppare le innate attitudini musicali
dei bambini e la concretezza dell'agire inventando gli strumenti.

Bike me APP è invece un progetto ideato e coordinato da MAGMAPROGETTI, realizzato e gestito dalla cooperativa sociale Triciclo, che consente e incentiva l'uso della bicicletta per recarsi ad eventi e manifestazioni temporanee. Non solo un parcheggio ma un sistema flessibile per accogliere funzioni complementi a serivizio della ciclo mobilità: per tutta la durata del festival un parcheggio sarà allestito di fronte al cinema Massimo.

"Crollo Nervoso" al Blah Blah con Seeyousound

"Crollo Nervoso"
Seeyousound torna al Blah Blah: giovedì 9 giugno alle 21 è in programma l’anteprima torinese di “Crollo Nervoso – La New Wave italiana degli anni Ottanta”, documentario di Pierpaolo De Iulis realizzato da Notte Italiana, nuova testata on line delle edizioni Zero dedicata alla storia italiana dell’intrattenimento notturno.

Alla serata, presentata in sala da Francesco Rapone, sarà presente anche Emanuele Zagor Treppiedi (night editor di Zero e curatore di Notte Italiana).

Presentata all’ultima Biennale di Architettura di Venezia, www.notteitaliana.eu è la prima ricognizione architettonica legata ai club e alle discoteche intesi come luoghi e spazi dell’evasione, che oltre ad essere una testata on line è anche un format di contenuti, eventi e sinergie in grado di interagire con attori come l’I.C.A (Istitute of Contemporary Art di Londra), che ci ha ospitato sul suo blog, o realtà come Tank Boys (studio di design e grafica tra Londra e Venezia) per cui all’interno del progetto Club House – presentato durante la Milan Design Week 2016 – ha curato diversi talk.
“Crollo Nervoso” racconta gli anni ’80 italiani, contraddistinti dalla fuoriuscita dagli anni cupi del terrorismo e dall’ascesa di nuove suggestioni edonistiche, che hanno determinato un clima effervescente, spensierato, di grande ed inedita energia.

Dal 19 giugno torna la Piccola Rassegna di Cinema di Buon Gusto

Tutto pronto per la seconda edizione della Piccola Rassegna di Cinema di Buon Gusto, prevista dal 19 giugno al 24 luglio e itinerante tra le bocciofile della città. Una rassegna che unisce in sei appuntamenti il cinema e l'enogastronomia, la convivialità del cibo locale e il buon bere.

Organizzata dall'Associazione Culturale Les Petites Madeleines, la Piccola Rassegna si arricchisce quest'anno di piatti stagionali a Km0 e gustose visioni, con cene ispirate al film proiettato, vini e birre artigianali.

"L'idea alla base della rassegna esprime al meglio il nostro modo d'essere: amanti del cinema e ottime forchette, alla ricerca di momenti di convivialità intelligente. Abbiamo fatto appello al motto «ciò che nutre la mente nutre anche il corpo». Piacere per il palato e anche per gli occhi, grazie ai film selezionati, ai piatti e vini in abbinamento. Abbiamo pensato alle bocciofile per il loro legame con la storia e con la comunità del territorio. Uno spazio accogliente e familiare che offra la possibilità di unire generazioni differenti: dagli habitué, vera anima di questi luoghi, ad un pubblico più giovane, per una commistione di culture e linguaggi diversi".

Gli appuntamenti prevedono alle ore 20 una conferenza aperta al pubblico con esperti di cinema ed enogastronomia. A seguire proiezione di un film con menù abbinato al tema narrato.

Agenda del Cinema di Oggi, martedì 31 maggio 2016

"Dust - La seconda vita"
Inizia questa sera l'edizione numero 19 di Cinemambiente: in sala al cinema Massimo Cyril Dion, co-regista insieme a Melanie Laurent del film "Demain", scelto per aprire il festival. Nel pomeriggio i primi cortometraggi.

In mattinata al Polo del 900 è in programma l'interessante convegno "Tra il fare e il dire: il lavoro si racconta", mentre nel pomeriggio all'Unione Culturale secondo evento del ciclo Cinema e Politica, dedicato questa ai femminismi con la proiezione di "Lina Mangiacapre, artista del femminismo" di Nadia Pizzuti.

Il Piccolo Cinema questa sera propone "Senzachiederepermesso" di Piero Perotti e Pier Milanese, alla presenza degli autori.

La Bibliomediateca Mario Gromo oggi alle 18 propone "Dust - La seconda vita" di Stefano Tallia e Stefano Rogliatti.

All'Esedra nuova replica de "I Ricordi del Fiume" di Gianluca e Massimiliano De Serio, al Classico c'è ancora "Tom a la ferme" di Xavier Dolan, all'Agnelli "Race" su Jesse Owens.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Solo oggi c'è anche "Kiss rocks Vegas".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

lunedì 30 maggio 2016

I cinema di Torino in cui vedere "Istanbul e il Museo dell’Innocenza di Pamuk"

Sbarca sul grande schermo solo il 7 e l’8 giugno "Istanbul e il Museo dell’Innocenza di Pamuk", la storia del museo di Istanbul nato dall’immaginazione del Premio Nobel per la Letteratura Orhan Pamuk: l’unico luogo al mondo che ha preso vita… da un romanzo.

In genere i musei più belli del mondo sono quelli cui si ispirano i registi e i romanzieri per le loro opere: basti citare Belfagor – Il fantasma del Louvre o la Mary Beton descritta da Virginia Woolf, che aggirandosi tra gli scaffali del British Museum dà il via a Una stanza tutta per sé. A volte, però, accade anche il contrario. Prendete uno degli scrittori contemporanei più amati al mondo, premio Nobel per la letteratura nel 2006, tradotto in più di 60 lingue e con oltre dodici milioni di copie vendute in tutto il pianeta. Sia che siate suoi lettori da sempre, sia che vi avviciniate per la prima volta alle sue opere, permettete a Pamuk, il romanziere più famoso di Istanbul, e al film di Grant Gee di guidarvi per le vie della città e lasciatevi ammaliare da una storia di collezionismo misteriosa e intensa che racconta come un luogo reale possa nascere, in occasioni particolari come questa, dalla forza dell’immaginazione e della scrittura.

Il Museo dell’innocenza di Pamuk ci conduce infatti attraverso i sentieri di un’ossessione amorosa, quella di Kemal per la giovane Füsun. Per placare il suo desiderio verso la ragazza che non può avere, Kemal inizia a raccogliere ogni oggetto che gliela ricordi, a cominciare ovviamente dall’orecchino che lei perse la prima volta che fecero l’amore insieme, “il momento più felice della mia vita”. Così, proprio per riconquistare quell’attimo perduto nel tempo, Kemal assembla, oggetto dopo oggetto, una collezione che, agli occhi del mondo, non può che apparire follia. Giunto al termine della vita, Kemal chiede all’amico scrittore Orhan Pamuk di costruire un museo che raccolga queste memorie: il Museo dell’innocenza. E lo scrittore lo accontenta, scrivendo un libro che conquista i lettori di tutto il mondo. Da quel libro, pubblicato in Italia da Einaudi, è nato però qualcosa di più: il progetto di un museo reale a Istanbul – nel vecchio palazzo dove “abitava” Füsun- un museo nato dalla forza dell’immaginazione e ormai visitatissimo dai viaggiatori che arrivano nell’unica città del mondo che si divide tra due continenti e che ha avuto tre nomi illustri nel corso dei secoli: Costantinopoli, Bisanzio, Istanbul.

I cinema di Torino in cui vedere "Istanbul e il Museo dell’Innocenza di Pamuk":

Tre proiezioni in anteprima all'Esedra per "Tangerines - Mandarini"

"Tangerines - Mandarini"
Nominato all'Oscar e al Golden Globe 2015 come migliore film straniero, arriva anche a Torino da giovedì 2 giugno il film "Tangerines - Mandarini" di Zaza Urushadze, programmato in esclusiva e in prima visione al cinema teatro Esedra di via Bagetti 30.

Al culmine del conflitto del 1991 tra la Georgia e la repubblica separatista di Abcasia, una piccola enclave di estoni stanziali è quasi deserta, tranne che per Ivo e Margus, che hanno scelto di rimanere, malgrado gli scontri vicini. Un giorno, la guerra giunge sul loro uscio di casa, lasciandovi due miliziani feriti, appartenenti a opposte fazioni. Ivo decide di portarli dentro e mentre si prende cura di loro, scopre quanto siano profonde le cicatrici della guerra. Sarà possibile una pace?

IL PROGRAMMA

Giovedì 2 giugno 2016
21.15 ​Tangerines - Mandarini di Zaza Urushadze

Sabato ​4 giugno 2016​
21.15 ​Tangerines - Mandarini di Zaza Urushadze​

Domenica ​5 giugno 2016
18.30 ​Tangerines - Mandarini di Zaza Urushadze

#CA2016 - Il Concorso Internazionale One Hour

"Demi-vie a Fukushima"
Il Concorso Internazionale One Hour raccoglie le produzioni che si aggirano   intorno ai 60 minuti di durata, format privilegiato da chi decide di realizzare un   film di inchiesta.

Chasse: main basse sur la savane (Francia 2015, 52’) è   un’inchiesta di Olivia Mokiejewski che si reca in Kenya per capire come   funzionano i safari a scopo di caccia. Una vera e propria branca del turismo dove   i prezzi del tour sono calcolati in base alla stazza dell’animale che si intende   uccidere. Per chi vive in Occidente sembra che ormai alcuni generi di lavori siano   scomparsi per essere sostituiti dalle macchine: Coal India (Germania 2015, 47')   di Felix Röben e Ajay Koli mostra una realtà ben diversa, fatta di persone che   lavorano solo con la forza delle proprie braccia, senza alcun supporto meccanico.

Si torna a Fukushima con Demi-vie à Fukushima (Svizzera, Francia 2016, 61')   di Mark Olexa e Francesca Scalisi, un documentario che racconta la storia   dell’unico uomo che ha deciso di non abbandonare la zona dell’incidente   nucleare dopo lo tsunami. Gringo Trails (USA 2014, 52’) di Pegi Vail analizza gli   aspetti devastanti del turismo di massa, mentre La Jeunne Fille et le Typhons (Francia 2015, 52’) di Christoph Schwaiger vede di nuovo il coinvolgimento di   una protagonista del cinema francese, Marion Cotillard, in veste di intervistatrice   di una giovane filippina che sta cercando di trovare un sistema per salvaguardare   la vita dei suoi concittadini, colpiti dai cambiamenti climatici che minacciano la   stabilità dell’arcipelago.

My Hottest Year On Earth (Danimarca 2015, 58') di   Halfdan Muurholm è un viaggio intorno al mondo alla scoperta dei danni   materiali causati dalle temperature che ormai hanno superato ogni record. A tutti   piace potersi cambiare spesso di abito e ormai siamo abituati a permetterci di   comprarne spesso di nuovi, buttando quelli vecchi: Out of Fashion (Estonia   2015, 60’) di Jaak Kilmi e Lennart Laberenz è un’inchiesta sull’industria   dell’abbigliamento a basso costo e sul suo altissimo impatto ambientale. La   povertà può essere un business, anzi lo è già diventata. Poverty, Inc. (USA   2014, 55’) di Michael Matheson Miller si concentra sull’“industria” legata alle   cause umanitarie, ONG che muovono miliardi di dollari con risultati spesso   discutibili se non catastrofici.

#CA2016 - Il Concorso Italiano Documentari

"Devil comes to Koko"
Sono otto i documentari inseriti nel Concorso Documentari Italiani, storica sezione del Festival Cinemambiente dedicata alle produzioni nazionali.

Attraverso le Alpi (Italia 2016, 80’) di Giancarlo Bertalero e Filippo Ciardi vuole raccontare lo scenario globale e locale del trasporto merci attraverso le Alpi, con le parole e le esperienze delle persone che vivono quei luoghi o si occupano del trasporto. Il lavoro con la terra può diventare un’importante esperienza di convivenza e di incontro anche in zone fortemente colpite dalle guerre, come il confine tra Serbia e Bosnia Erzegovina, dove è stato girato DERT (Italia 2016, 62') di Mario e Stefano Martone.

Devil Comes to Koko (Italia 2015, 49') di Alfie Nze è un viaggio attraverso la memoria storica del regista nigeriano, che si è trasferito in Italia nel 1990. È anche la storia di due episodi brutali che si sono verificati in Nigeria, filtrati attraverso gli occhi del regista che riesce così a visualizzare il filo che li unisce: la sanguinosa invasione britannica di Benin City nel 1897 e lo scarico di rifiuti tossici in Koko, un villaggio nel Delta del Niger nel 1987. Matteo Gagliardi, regista di Fukushima: A Nuclear Story (Italia 2015, 84'), ha compiuto un viaggio di quattro anni nelle zone colpite dallo tsunami, seguendo Pio d’Emilia, il primo giornalista arrivato sul posto dopo la tragedia. Uno straordinario documento che aiuta a capire cosa sia davvero successo in Giappone dopo l’11 marzo 2011.

Sempre "La Pazza Gioia" il film più visto al cinema a Torino

"La Pazza Gioia"
Ancora un fine settimana al primo posto della classifica dei film più visti a Torino per "La Pazza Gioia" di Paolo Virzì con Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi: 6.104 biglietti venduti, circa 35.000 di incasso.

In un weekend da 31.121 biglietti staccati, al secondo posto si è piazzato "Alice attraverso lo specchio", deludente seguito del film di Tim Burton: 5.503 persone lo hanno visto a Torino.

Terzo posto per il nuovo Pedro Almodovar con "Julieta", quarto "X-Men Apocalisse", davanti a "Pelé".

"Fiore", solo al cinema Nazionale, raggiunge un buon decimo posto.

CLASSIFICA WEEK END 27-28-29 MAGGIO 2016

1 LA PAZZA GIOIA 6.104 € 34.715
2 ALICE ATTRAVERSO LO SPECCHIO 5.503 (4.964 in 2d + 539 in 3d) € 38.975
3 JULIETA 4.536 € 24.983
4 X-MEN: APOCALISSE 4.436 (4.296 in 2d+ 140 in 3d) € 28.390
5 PELE' 1.617 € 11.442
6 CAPTAIN AMERICA: CIVIL WAR 1.550 € 10.649
7 MONEY MONSTER - L'ALTRA FACCIA DEL DENARO 1.333 € 7.611
8 SOMNIA (BEFORE I WAKE) 1.024 € 7.445
9 THE BOY 674 € 4.627
10 FIORE 496 € 2.586

(Dati Cinetel)

"Senzachiederepermesso" martedì 31 al Piccolo Cinema

"Senzachiederepermesso"
Per I martedì del Piccolo Cinema appuntamento domani 31 maggio alle ore 21.15 presso la sede del Piccolo Cinema, via Cavagnolo 7, Torino, per un nuovo appuntamento del triciclo INCONTRI D'AUTORE con la proiezione di SENZACHIEDEREPERMESSO di Pietro Perotti e Pier Milanese,

SENZACHIEDEREPERMESSO di Pietro Perotti e Pier Milanese (Italia 2015, 80')
Un cine-operaio nella fabbrica più grande d’Europa, le lotte operaie alla Fiat Mirafiori negli anni ’70 raccontate da un punto di vista inedito.

Gli autori incontreranno il pubblico.

Ingresso gratuito.

Agenda del Cinema di Oggi, lunedì 30 maggio 2016

"I ricordi del fiume"
Al Centro Studi Sereno Regis inizia un ciclo di incontri legati a Cinemambiente: questa sera il documentario "Attenti al treno" è in programma alle 20.30.

All'Esedra nuova proiezione de "I Ricordi del Fiume" di Gianluca e Massimiliano De Serio.

Quattro opere di Antonietta De Lillo oggi al Massimo: "Let's Go", "Il resto di niente", "Oggi Insieme Domani Anche" e "La pazza della porta accanto".

All'Agnelli c'è "Race", al Blah Blah "La voce della luna", al Classico un film a sorpresa.

Nel pomeriggio: in Bibliomediateca c'è Antonio Pietrangeli con "Il magnifico cornuto", al Baretti nuovo appuntamento con l'opera lirica in video per B.O.H., al Centro Interculturale l'ultima proiezione di Sconfinamenti.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Oggi al cinema anche "S is for Stanley".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

domenica 29 maggio 2016

"Sclarandis", campagna crowdfunding per sostenere il cinema piemontese

Da pochi giorni sul portale di Indiegogo è partita quella per "Sclarandis", nuovo progetto di Maximilien Dejoie, Virginija Vareikyté e Riccardo Bianco.

Racconteranno la storia di Matteo Sclarandis, figlio di Piergiorgio Sclarandis, un grande fotografo, con immagini pubblicate su grandi giornali come National Geographic e NY Times. Purtroppo Piergiorgio ci ha lasciati pochi mesi fa dopo una lunga lotta con il morbo di Alzheimer. Nel 1963, Piergiorgio fece un viaggio in Lambretta, da Torino a Katmandu con lo scopo di realizzare un reportage fotografico.
Oggi il figlio Matteo vuole rifare una parte dello stesso viaggio, un percorso di 2000km a bordo di una motocicletta nel nord dell’India ai piedi dell’Himalaya. Il viaggio di Matteo continuerà alla riscoperta della storia di Piergiorgio e al legame perduto con il padre che con la malattia si è sbiadito come una vecchia fotografia, andando anche ad esplorare il suo enorme archivio fotografico in Texas.

Per informazioni: Sclarandis


Agenda del Cinema di Oggi, domenica 29 maggio 2016

"Princess Mononoke"
Oggi si chiudono un paio di belle rassegna che hanno accompagnato il pubblico torinese in questa settimana: "Princess Mononoke" al Movie chiude quella di Piemonte Movie sullo Studio Ghibli, "Por Aqui tubo Biem" al Massimo è l'ultimo film proposto da Pianeta Africa.

Andrea Segre è ospite di Binaria e presenta i documentari "Come un uomo sulla terra" e "Mare Chiuso".

Al cinema Massimo il cinema di Antonietta De Lillo ("Oggi Insieme Domani Anche") e di Andrzej Zulawski ("Cosmos").

Seconde visioni interessanti: all'Esedra "I ricordi del fiume" e "Il condominio dei cuori infranti", al Baretti "Land of Mine". Al Classico anche oggi Xavier Dolan con "Tom a la ferme".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

sabato 28 maggio 2016

L'Agenda in Radio: il podcast della 78^ puntata 27/05/2016

Settantottesima puntata radiofonica dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa venerdì 27 maggio dalle 20 alle 21.

Ospiti Gaetano Capizzi, direttore, e Francesco Giai Via, responsabile della programmazione, per parlare dell'edizione numero 19 di CinemAmbiente.

Ecco il podcast della puntata:

Agenda del Cinema di Oggi, sabato 28 maggio 2016

"Alyam Alyam"
Torna Seeyousound: alle 21 anteprima del documentario "Lemmy" sul mitico leader dei Motorhead da poco scomparso. Al cinema Massimo.

Nuovo appuntamento al Massimo nel pomeriggio con la rassegna Pianeta Africa, oggi si vola in Marocco con "Alyam Alyam".

Il Movie ospita anche questa sera la rassegna dedicata allo Studio Ghibli da Piemonte Movie, alle 21 c'è "Pom Poko".

Il Classico ripropone Xavier Dolan con "Tom a la ferme", il Baretti "Fruitvale Station" e "Land of Mine".

La rassegna De Lillo al Massimo oggi propone "La Pazza della Porta Accanto" su Alda Merini e "Let's Go", mentre l'Esedra ha scelto "Il condominio dei cuori infranti" in seconda visione.

Notte horror all'UCI con "Holidays".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

venerdì 27 maggio 2016

Box Office Torino: primo "La Pazza Gioia", bene l'esordio di "Alice"

"La Pazza Gioia"
Solo 21 gli spettatori di differenza, ma sufficienti per decretare il primo posto settimanale al box office torinese de "La Pazza Gioia" di Paolo Virzì, davanti a "X-Men Apocalisse": 10.652 contro 10.631 biglietti venduti tra il 20 e il 26 maggio.

"Captain America: Civil War" terzo con 3.710, davanti a "Money Monster" e "The Boy". Già sesto in soli due giorni "Alice attraverso lo specchio", che ha convinto ben 1.289 spettatori.

Sorprende l'exploit di "Julieta", l'ultimo Almodovar uscito giovedì 26, in un solo giorno visto da 490 persone e quattordicesimo.

Buono il risultato di due "eventi", usciti in poche sale e per un paio di giorni: "Da Monet a Matisse" è settimo, "Era d'Estate" ventesimo.

CLASSIFICA SETTIMANALE DA VENERDÌ 20 A GIOVEDÌ 26 MAGGIO 2016 

1 LA PAZZA GIOIA 10.652 € 56.300
2 X-MEN: APOCALISSE  10.631 (10.116 in 2d + 515 in 3d) € 65.714
3 CAPTAIN AMERICA: CIVIL WAR 3.710 € 23.479
4 MONEY MONSTER - L'ALTRA FACCIA DEL DENARO 3.006 € 16.305
5 THE BOY 1.995 € 12.978
6 ALICE ATTRAVERSO LO SPECCHIO 1.289 (1.217 in 2d + 72 in 3d) € 8.028
7 DA MONET TO MATISSE  1.035 € 8.823
8 TINI - LA NUOVA VITA DI VIOLETTA   964 € 5.970
9 THE DRESSMAKER - IL DIAVOLO E' TORNATO 623 € 3.330
10 IL LIBRO DELLA GIUNGLA 574 € 3.371
11 AL DI LA' DELLE MONTAGNE 558 € 2.918
12 SOLE ALTO   547 € 2.791
13 LA SPOSA BAMBINA 501 € 2.670
14 JULIETA 490 € 2.566
15 FLORIDA 478 € 2.378
16 PERFETTI SCONOSCIUTI 455 € 2.488
17 MICROBO & GASOLINA  454 € 2.384
18 ROBINSON CRUSOE 436 € 2.727
19 LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT   389 € 2.235
20 ERA D'ESTATE  381 € 2.479

(Dati Cinetel)

Cinema & Ambiente 2016, una rassegna al Sereno Regis

Il Centro Studi Sereno Regis, in collaborazione con Cinemambiente, in occasione dell’edizione 2016, presenta quattro documentari, quattro momenti per riflettere insieme sui temi della difesa dell’ambiente e della salute, in proiezione presso la sala Poli, in via Garibaldi, 13 a Torino, a partire da lunedì 30 maggio e fino a lunedì 6 giugno 2016.

La rassegna si apre lunedi 30 maggio alle ore 20.45 con il documentario “Attenti al treno”, di Maura Crudeli e Federico Alotto, testimonianze filmate delle forti contraddizioni della produzione industriale incontrollata e delle tragedie che questa comporta e lascia dietro sé, degli effetti nocivi dell’amianto – utilizzato in Italia fino al 1986 per i materiali di costruzione e ignifughi – che si trascinano fino ai giorni nostri, e si conclude lunedì 6 giugno alle ore 20.45, con “I Vajont”, di Lucia Vastano, Maura Crudeli e Federico Alotto, documentario che testimonia le stragi – Viareggio, Paderno Dugnano, L’Aquila, Genova – che accadono in Italia non solo sui luoghi di lavoro.

La rassegna prosegue venerdì 3 giugno alle ore 18.00 con “Devil comes to Koko”, di Alfie Nze sul tema dei residui tossici dell’industria chimica e sabato 4 giugno alle ore 18.00 con “La tragedia electronica” di Miguel G. Corral che racconta dei residui della produzione elettronica, entrambi smerciati e abbandonati, dopo l’utilizzo nei paesi ricchi, negli slum dei paesi poveri.

In un’epoca in cui – come ha affermato Svetlana Aleksievic, Nobel 2015 per la letteratura e autrice di “Preghiera per Chernobyl” (E/O, Roma 2002) – l’informazione controlla il mondo ma non dà senso a nulla, questi documentari rappresentano una forma di comunicazione e informazione “in fieri”, su argomenti e problemi troppo poco consolidati e condivisi nel sapere storico e scientifico.

Un’occasione anche per offrire a chi per questi problemi e contraddizioni soffre, la possibilità di superare la condizione di vittima per ergersi a quella di testimone, e – come nel caso dei processi contro l’amianto in Italia, – perfino a simbolo di una lotta condivisa su scala globale per la difesa dell’ambiente e della salute di tutti e di ciascuno.

La rassegna quest’anno è dedicata a Luigi Mara (1940-2016), fondatore di Medicina Democratica Movimento di Lotta per la Salute e attivista dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente, sempre in prima fila nella lotta in difesa della salute in fabbrica e nel territorio.

Programma

Andrea Segre presenta il suo cinema a Binaria

Guerre, morti, naufragi, omicidi, sbarchi, muri, terrorismo sono le narrazioni che frequentemente invadono la nostra vita_ la terza edizione de Le Terre attraverso il Mare vuole proporre nuove narrazioni, vuole mettere  al centro i volti, le storie, le speranze, le sofferenze, ma anche, le capacità e le ricchezze di cui sono portatrici le persone che arrivano nel nostro Paese.

In programma sabato 28 e domenica 29 maggio nei nuovi spazi del Gruppo Abele di Binaria, in via Sestriere 34, prevede la partecipazione di associazioni, artisti, esperti e volontari italiani e stranieri.

Nel ricco programma anche un interessante e imperdibile momento di cinema: domenica 29 alle ore 21 il regista Andrea Segre presenterà il suo cinema al pubblico, a cui verranno proposti i documentari "Come un uomo sulla terra" e "Mare Chiuso".

IL PROGRAMMA

I cinema di Torino in cui vedere il 31 maggio "Kiss Rocks Vegas"

Dopo i Queen e i Led Zeppelin anche i Kiss arrivano al cinema. È il novembre del 2014 quando i Kiss atterrano in elicottero direttamente sul tetto del famigerato Hard Rock Hotel & Casino di Las Vegas, impazienti di esibirsi nella Città del Peccato per nove date. Due anni dopo quell’incredibile show, entrato di diritto nella storia del rock, sbarca nelle sale cinematografiche italiane martedì 31 maggio con interviste e filmati esclusivi. È KISS Rocks Vegas, l’evento che raccoglierà i fan di tutto il mondo per celebrare la band che con più di 100 milioni di dischi venduti, 30 album d’oro e 14 di platino, ha conquistato più premi di ogni altro gruppo americano, diventando uno dei più influenti di tutta la storia del rock.

Famosi anche per il look iconico, i Kiss si formano a New York nel 1973 da Paul Stanley (voce, ritmo chitarra) e Gene Simmons (voce, basso chitarra). I loro live sono la quintessenza del rock teatrale, arricchiti da performance spettacolari con numeri da mangiafuoco, sputi di sangue sintetico, chitarre che sparano fumo, razzi e fuochi d’artificio. Tommy Thayer (chitarra, voce nonché produttore di KISS Rocks Vegas.) ed Eric Singer (batteria, percussioni, voce) completano la potente lineup della band.

Nella Rock and Roll Hall of Fame dal 2014, i Kiss hanno pubblicato 44 album e nel 2015 hanno ricevuto anche l’illustre ASCAP Award. Oltre 40 anni di tour mondiali e l’ultimo nel 2015 con cinque spettacoli in Giappone e un singolo che ha raggiunto la prima posizione, “Samurai Son“, composto insieme al gruppo pop Momoiro Clover Z. L’energia del loro tour per il 40° anniversario ha scosso anche il Nord e Sud dell’America e l’Australia. Supportati dalla metà degli anni ’70 dallo storico fan club Kiss Army e pronti a salpare, il prossimo novembre per la sesta volta, a bordo del Kiss Kruise per la Kiss Navy, la loro fantastica crociera rock.

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 27 maggio 2016

"Porco Rosso"
Prosegue la rassegna Pianeta Africa al Massimo: alle 16 c'è "Teza" di Haile Gerima.

Doppio appuntamento in via Verdi con Antonietta De Lillo, prima con "Il resto di niente", poi con il film partecipato "Oggi Insieme Domani Anche".

"Porco Rosso" è il film di Miyazaki in doppia proiezione questa sera a Il Movie per la rassegna sullo Studio Ghibli.

"I ricordi del fiume" di Gianluca e Massimiliano De Serio è in programma all'Esedra, al Polski Kot c'è il doc "Nella terra dei merli - Kosovo tra passato e futuro".

Serata tra cinema e teatro al Baretti con "Cenere, Duse e l'arte muta".

Per Ambienti Digitali incontro con l'artista Herman Kolgen.

La rassegna L'Altro Quartiere propone "Liberi a meta(')" di Gughi Fassino alla Casa del Quartiere di San Salvario.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

giovedì 26 maggio 2016

Venerdì 27/5 per l'Agenda puntata numero 78 su Radio Banda Larga

Venerdì 270 maggio 2016 alle 20 puntata numero 78 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Ospiti Getano Capizzi, direttore, e Francesco Giai Via, responsabile della programmazione, per parlare dell'edizione numero 19 di CinemAmbiente.

L'appuntamento sarà dalle 20 alle 21 dai Laboratori di Barriera di via Baltea 3 a Torino e su www.radiobandalarga.it/play.

Dal giorno successivo la puntata sarà disponibile in podcast.

Da venerdì 27 al cinema i cortometraggi elettorali di de Filippo e May

Da venerdì 27 maggio a lunedì 6 giugno, l’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa, Cinecittà Luce, Slow Cinema, l’Istituto Gramsci e il Polo del 900 presentano due cortometraggi “elettorali”:  Come si vota? del 1946 di Renato May e Sogno e realtà realizzato nel 1952 da Eduardo de Filippo.
I titoli verranno presentati come “fuori programma” negli intervalli di proiezione nei cinema di Torino Centrale, Fratelli Marx e Due Giardini , nella settimana che va da venerdì 27 maggio a domenica 5 giugno.

1946. L’Italia è chiamata a scegliere tra monarchia e repubblica. Per la prima volta votano non soltanto gli uomini ma anche le donne. Il suffragio diventa davvero “universale”. Ma, come si fa a votare? La prima domanda che si pone la gente infatti, non è “per chi si vota”: le passioni politiche erano forti e le scelte nette e precise; né “se andare a votare”: la democrazia era una conquista della Resistenza. Ma per molti c’è il problema di “come si fa”, perché dall’ultima volta che il popolo era stato chiamato alle urne, per il Plebiscito voluto da Mussolini nel 1929, erano passati quasi vent’anni, e un’intera generazione non aveva mai espresso con il voto la propria volontà politica.
Nel 1946, in occasione del Referendum per scegliere tra la monarchia e la repubblica, viene dunque prodotto un documentario di 10 minuti da passare in tutte le sale cinematografiche, che erano all’epoca, con la radio, l’unica finestra sul mondo: Come si vota? prodotto dal governo e diretto dal famoso montatore Renato May, si svolge attraverso una serie di scenette comiche di cui sono protagonisti moglie e marito che dovranno recarsi a votare. Si conclude con Tino Scotti comico milanese all’epoca celeberrimo soprattutto nel varietà e nell’avanspettacolo, che guarda direttamente in camera e dice: "votate per chi volete ma votate".

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 26 maggio 2016

"Alice attraverso lo specchio"
Tutti i film in sala a Torino da oggi giovedì 26 maggio nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono "Alice Attraverso lo specchio", "Fiore" (usciti mercoledì 25), "Julieta", "Colonia", "Somnia", "Pelé" e "Fraulein".

Proiezioni extra per "S is for Stanley" di Alex Infascelli il 30 maggio e il live "Kiss Rocks Vegas" il 31 maggio.

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 26 maggio 2016

"Il castello nel cielo"
Seconda giornata di proiezioni per la rassegna dedicata allo Studio Ghibli da Piemonte Movie: oggi alle 21 e alle 23 è in programma "Laputa - Il Castello nel Cielo".

Il PFF Psicologia Film Festival torna alle Officine Corsare con il film ungherese "Land of Storms".

Quattro proiezioni in lingua originale al cinema Massimo per "Ave, Cesare!" dei fratelli Coen.

Doppio programma all'Askatasuna, prima con "La resa dei conti" di Sergio Sollima e poi con "No, il caso è felicemente risolto" di Vittorio Salerno.

Serata speciale Music Meets Movies in Bibliomediateca.

Nel pomeriggio la finale di Filmare la Storia, "The light bulb conspiracy" al Campus Einaudi e "Il paese nella città" per Prospettive dai Margini della Città.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 25 maggio 2016

#CA2016 - Il Concorso Internazionale Documentari

"Bugs"
Il Concorso Internazionale Documentari di Cinemambiente è composto da otto titoli tutti in anteprima, otto documentari che toccano i temi più scottanti del discorso ambientale mondiale contemporaneo. Il 2016 è il trentennale del disastro di Chernobyl e CinemAmbiente lo vuole ricordare con The Babushkas of Chernobyl (USA 2015, 70’) di Anne Bogart e Holly Morris. Con uno sguardo estremamente umano, il documentario ci porta nella così detta Dead Zone che circonda la centrale nucleare. Racconta l’incredibile storia di un gruppo di anziane che hanno deciso di tornare ad abitare nella loro terra nonostante tutti i rischi dovuti alla radioattività. Bugs (Danimarca 2016, 76') di Andreas Johnsen esplora l’ultima tendenza nel campo dell’alimentazione sostenibile: gli insetti. Il film riprende la ricerca durata tre anni svolta dal Nordic Food Lab, una non-profit danese emanazione dello stellato ristorante Noma di Copenaghen, e illustra le virtù di questo possibile “cibo del futuro”, elogiato per il suo basso impatto ambientale dagli ecologisti e per il suo contenuto nutrizionale da scienziati di tutto il mondo.

La vivacità del cinema ambientale è testimoniata dalla quantità sempre crescente di documentari che vengono prodotti e della loro presenza sempre più assidua ai festival di tutto il mondo. Inoltre sono sempre di più i protagonisti del mondo dello spettacolo che si fanno testimonial di importanti battaglie ambientaliste. È il caso dell’attore Mark Ruffalo, che, in qualità di attivista, ha prestato la voce e ha partecipato alla produzione di Dear President Obama (USA 2016, 98’) di Jon Bowermaster, un importante documentario che approda in Italia in contemporanea con il tour negli Stati Uniti. Il film analizza la questione dell’estrazione di gas e petrolio negli States, mettendo in evidenza le conseguenti contaminazioni, le storie delle sue vittime, la falsa promessa di un boom economico, con particolare attenzione alle soluzioni energetiche pulite che permetterebbero di procedere verso un futuro meno dipendente dai combustibili fossili. Interviste con scienziati, economisti, operatori sanitari e geologi forniscono le informazioni di base con cui i produttori del film vorrebbero convincere il presidente attuale e quelli che seguiranno ad unirsi al coro di chi chiede negli Stati Uniti di lasciare i combustibili fossili nel sottosuolo.
Ghostland (Germania 2016, 88') di Simon Stadler offre la straordinaria possibilità di guardare la nostra società e il nostro modo di vivere da un altro punto di vista. I Ju/'Hoansi Bushmen sono una popolazione della Namibia costretta ad abbandonare il proprio stile di vita nomade, dichiarato illegale dal governo. Il regista decide di portare alcuni di loro in viaggio per l’Europa, un viaggio che cambierà completamente i termini della situazione: quelli che erano stati scoperti diventano esploratori a loro volta, da attrazione turistica diventano turisti, da bisognosi si trasformano in maestri.

Presentata l'edizione numero 19 di Cinemambiente

La 19° edizione di CinemAmbiente, il Festival che per primo in Italia ha presentato e promosso il cinema ambientale, si svolgerà a Torino dal 31 maggio al 5 giugno 2016.

I film saranno presentati nelle diverse sezioni del festival: le tre competitive, Concorso Internazionale Documentari, Concorso Documentari Italiani, Concorso Internazionale One Hour, a cui si aggiungono le sezioni fuori concorso Eventi Speciali, Panorama e Panorama Cortometraggi, ed Ecokids, dedicata ai più piccoli.

Il festival CinemAmbiente torna a ricollocarsi nelle sue date storiche, che lo affiancano a due importanti eventi. Il primo è il programma Green Weeks 2016, che coinvolge Torino in iniziative di educazione e sensibilizzazione ambientale fino al 5 giugno. Il secondo è, proprio il 5 giugno, la Giornata Mondiale dell’Ambiente indetta dall’ONU, il cui tema quest’anno è “Illegal Trade in Wildlife”. In omaggio allo specifico tema della tutela degli animali selvatici, il Festival presenta tra gli eventi speciali in anteprima mondiale la copia restaurata in 4k del film del 1966 Nata Libera di James Hill. La famosa pellicola britannica, che quest’anno compie 50 anni, vinse due Oscar per la colonna sonora e la musica originale e ispirò una serie televisiva americana di successo segnando l’immaginario di tutta una generazione. La storia del rapporto tra la leonessa Elsa e la coppia che la alleva è estremamente toccante e rappresenta un capostipite del cinema che vede protagonisti gli animali, il loro habitat e il rapporto con gli uomini.

A inaugurare il festival sarà, in anteprima italiana, Demain (Francia 2015, 118’) di Cyril Dion e Mélanie Laurent, il documentario che in Francia ha registrato più di 800.000 spettatori. Il film è una carrellata sui più importanti temi ambientali contemporanei che cerca di evitare il catastrofismo, proponendo soluzioni positive e realizzabili. È diretto da Cyril Dion e Mélanie Laurent, quest’ultima una delle attrici più amate in Francia e nota al pubblico italiano per la sua interpretazione da protagonista nel film Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino. Il film sarà distribuito in Italia in ottobre da Lucky Red. Sarà presente il regista Cyril Dion. La proiezione sarà preceduta da Il punto di Luca Mercalli con cui il noto meteorologo sintetizzerà gli ultimi sviluppi della situazione ambientale globale.

E ancora, come film di chiusura, sarà presentata l’ultima opera di Jacques Perrin e Jacques Cluzaud, Les Saisons (Francia, Germania 2016, 95’). Dopo aver viaggiato per il mondo con gli uccelli migratori e navigato in tutti gli oceani con balene e mante, Jacques Perrin e Jacques Cluzaud approdano su un terreno più familiare. Accompagnano lo spettatore in un meraviglioso viaggio nel tempo, per scoprire quei territori selvaggi in Europa che l’uomo condivide con gli animali a partire dall'ultima glaciazione. Les Saisons, le cui riprese sono durate quattro anni, è un epico quanto sensibile racconto della storia lunga e tumultuosa che lega l'uomo agli animali. Il film sarà presentato a CinemAmbiente in anteprima nazionale dopo essere stato distribuito in Francia con successo. A Jacques Perrin sarà assegnato il premio alla carriera “MOVIES SAVE THE PLANET”. 

L'Agenda del Cinema a Torino è media partner del festival: nei prossimi giorni vi racconteremo nel dettaglio ogni aspetto del programma!

"Land of Storms" di Adam Csaszi alle Officine Corsare per PFF

L’Associazione Sinestesia e il Collettivo di Psicologia, in collaborazione con le Officine Corsare e con il patrocinio del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino, organizzano la quindicesima proiezione del 7° PFF Psicologia Film Festival: giovedì 26 maggio ore 21,00 a Il Cubo, Officine Corsare - via Pallavicino 35, è in programma la proiezione del film LAND OF STORMS di Ádám Császi (2014). Ingresso libero con tessera Arci. Presenta Luca Rollè.

Le disavventure di Szabolcs, calciatore ungherese, innamorato di Bernard, suo compagno di squadra in Germania. Quando vengono espulsi entrambi dalla loro squadra, Szabolcs decide di abbandonare il calcio e di rientrare nel suo paese natale, l'Ungheria. Si stabilisce in una grande prateria della Puszta, lavora in una fattoria isolata che ha ereditato e incontra Áron, un ragazzo di 16 anni in cerca d'identità in una regione ultra tradizionalista. Ma Bernard arriva dalla Germania e chiede a Szabolcs di ripartire con lui, dove una nuova squadra di calcio li attende..

Il regista spiega di aver voluto girare il film lavorando su gesti sinceri e minimali, emozioni intense. Ha limitato l'uso dei dialoghi per sottolineare la difficoltà dei personaggi a verbalizzare ciò che sta accadendo loro, concentrandosi sui vissuti nascosti e non detti.
Anche se decine di film LGBT affrontano l’idea della scoperta sessuale, Csaszi trova un modo per farlo in maniera nuova e originale.

Un ciclo su Antonietta De Lillo al cinema Massimo

"Il resto di niente"
Il Museo Nazionale del Cinema rende omaggio all’opera di Antonietta De Lillo con una breve rassegna di quattro film dell’autrice, dal titolo LA DONNA DEI RITRATTI.

Quattro film per riassumere l’opera di Antonietta De Lillo, autrice anticonvenzionale e attenta ai dettagli dei personaggio che descrive e racconta. Documentari e film di finzione che hanno in comune uno sguardo che non si ferma alle apparenze, ma cerca nella profondità di ogni gesto il senso di una vita intera, immersa nel presente, e al tempo stesso di raffinata letterarietà.

Inaugura la rassegna, venerdì 27 maggio alle ore 20.30, nella sala Tre del Cinema Massimo, la proiezione di Oggi insieme domani anche. Film partecipato presentato dall’autrice al pubblico in sala. Al termine della proiezione incontro/dibattito. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Calendario delle proiezioni

Ven 27, h. 18.30/ Dom 29, h. h. 18.30
Il resto di niente (Italia 2004, 98', col.)
La nobildonna portoghese Eleonora Pimentel Fonseca, la voce della rivoluzione partenopea del 1799, insieme ad altri giovani aristocratici napoletani, si batte per gli ideali di uguaglianza, libertà e fraternità. Ben presto però la lama della restaurazione si abbatte sui fondatori dell'effimera Repubblica: il loro sogno divenuto realtà si frantuma in mille pezzi, e non resta nulla.

Ven 27, h. 20.30 /Lun 30, h. 18.45
Oggi insieme domani anche. Film partecipato (Italia 2015, 85’, col.)
Attraverso frammenti di materiali diversi si compone il ritratto dell'amore ai nostri tempi. Sono la casualità e la normalità delle storie incontrate a permettere di raccontare il più inafferrabile dei sentimenti. Il risultato è un'immagine multiforme, capace di rappresentare la complessità dei rapporti d'amore in questo momento di passaggio che ci troviamo a vivere.

Sab 28, h. 18.30/Lun 30, h. 16.30
La pazza della porta accanto (Italia 2013, 52', col.)
A distanza di quasi vent'anni da Ogni sedia ha il suo rumore, Antonietta De Lillo recupera il materiale non utilizzato della conversazione avuta con Alda Merini nella sua casa milanese nel giugno del 1995 e realizza questo ritratto in cui la poetessa racconta la propria vita in una narrazione intima e familiare, oscillando continuamente tra pubblico e privato.

Sab 28, h. 19.30/Lun 30, h. 17.30
Let’s Go (Italia 2014, 54’, col.)
La storia di Luca Musella, fotografo, operatore, scrittore, oggi esodato professionalmente ed emotivamente. Il protagonista ripercorre la propria vita in un testo-lettera da lui scritto e in un viaggio reale e ideale attraverso l'Italia, da Napoli, sua città natale, a Milano, il luogo della sua nuova esistenza. Luca Musella, insieme alle persone che popolano il suo mondo, diventa portavoce di una condizione universale, specchio del nostro Paese nell'era della crisi.

"Dal libro al film: un viaggio nei luoghi di Beppe Fenoglio": sabato 4 giugno ultimo appuntamento

Film Commission Torino Piemonte ripropone il percorso tematico sulle orme di Beppe Fenoglio che avvicina la sua letteratura al cinema e in particolare alla riduzione cinematografica di Guido Chiesa de "Il partigiano Johnny" (Italia, 2000).

Il cineturista (20 posti disponibili) sarà infatti introdotto dal regista alla visione su un tablet di alcune scene del film (4/5 scelte dal regista), e poi accompagnato in un viaggio nei veri luoghi delle riprese (ad Alba e dintorni) per aiutarlo a scoprire le emozioni del film e i segreti della sua realizzazione. Stesso percorso verrà fatto durante la giornata sul testo fenogliano: dal libro alla costruzione della sceneggiatura anche attraverso un tour presso il Centro Studi Fenoglio.

"Iniziative come questa esprimono tutta la creatività che la Film Commission Torino Piemonte – dichiara il presidente di FCTP Paolo Damilano - mette nell’individuare forme inconsuete e originali di valorizzazione del territorio, compito primario di ogni  Film Commission".

"Operazioni come questa - aggiunge Antonella Parigi, Assessore alla cultura e al turismo della Regione Piemonte - danno il senso di cosa significhi concretamente fare sistema sul territorio: ad esempio, mettere insieme l'esperienza cinematografica di Film Commission e uno dei punti di riferimento della letteratura piemontese qual è Fenoglio, con l’attrattività di quei paesaggi di Langa consacrati dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità. Ciò che ne scaturisce è una proposta culturale e turistica unica, un’esperienza che si può vivere solo qui e in nessun altro luogo del mondo".

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 25 maggio 2016

"Nausicaa della Valle del Vento"
Doppia proiezione (in lingua originale e in versione doppiata in italiano) per "Nausicaa della Valle del Vento", primo titolo della cinque giorni dedicata a Miyazaki e allo Studio Ghibli al Movie.

Ultima proiezione - al Baretti questa sera - per CinEtica in stagione con "Luce mia" di Lucio Viglierchio.

Inizia alle 20.30 al Massimo la rassegna "La diaspora dei nostri giorni" organizzata da Pianeta Africa: alle 20.30 c'è "Tey/Aujord'Hui" di Alain Gomis.

Alle 17 all'Unione Culturale Antonicelli inizia il ciclo Cinema e Politica: si parla di cinema e fabbrica. Ingresso libero.

Doppio Douglas Sirk al Massimo nel pomeriggio, prima con "Lo specchio della vita" e poi con "Quella che avrei dovuto sposare".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 24 maggio 2016

Seeyousound torna al cinema Massimo con "Lemmy"

"Lemmy"
Prosegue a maggio il ciclo di proiezioni organizzato da SeeYouSound – International Music Film Festival, la cui seconda edizione si è svolta con grande successo al Massimo nel mese di febbraio. Questo nuovo appuntamento è dedicato a Ian “Lemmy” Kilmister, il mitico fondatore dei Motörhead, scomparso alla fine del 2015: la proiezione è prevista sabato 28 maggio alle ore 21. Ingresso 5 euro.

Greg Olliver/Wes Orshoski
Lemmy (Usa 2010, 116’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Le giornate di Lemmy a Los Angeles, tra le quattro mura del suo piccolo appartamento e le frequenti visite al Rainbow Bar and Grill, sono l’occasione per ripercorrere una carriera musicale straordinaria, fatta di eccessi e di estenuanti tournée in giro per il mondo. Oltre al figlio Paul, vengono intervistati grandi nomi del metal internazionale e insospettabili ammiratori come Peter Hook dei New Order. Uno dei documentari musicali più riusciti degli ultimi quindici anni

"Fiore" di Claudio Giovannesi anche a Torino dal 25 maggio

Buone notizie per gli amanti del cinema torinesi: FIORE di Claudio Giovannesi, uscirà domani 25 maggio anche nella nostra città, al cinema Nazionale. Inizialmente era prevista una prima uscita solo a Roma e Milano, e dall'1 giugno nel resto d'Italia.
Quattro proiezioni al giorno: 15:45 – 17:50 – 20:00 – 22:10.

Dopo il successo riscosso al Festival di Cannes nell’ambito della 48^ edizione della Quinzaine des Réalisateurs, dove è stato accolto con 10 minuti di applausi, il film arriva anche in sala.

Sinossi. Carcere minorile. Daphne, detenuta per rapina, si innamora di Josh, anche lui giovane rapinatore. In carcere i maschi e le femmine non si possono incontrare e l’amore è vietato: la relazione di Daphne e Josh vive solo di sguardi da una cella all’altra, brevi conversazioni attraverso le sbarre e lettere clandestine. Il carcere non è più solo privazione della libertà ma diventa anche mancanza d’amore. FIORE è il racconto del desiderio d’amore di una ragazza adolescente e della forza di un sentimento che infrange ogni legge.

Il film è una produzione Pupkin Production e IBC Movie con Rai Cinema.

Al Polski Kot il doc "Nella terra dei merli - Kosovo tra passato e futuro"

Venerdì 27 maggio alle ore 21, presso il circolo Polski Kot (via Massena, 19 - Torino), si terrà la proiezione del docufilm Nella terra dei merli - Kosovo tra passato e futuro. Il film verrà introdotto da Christian Costamagna, redattore della rivista East Journal.

A quindici anni dalla guerra in Kosovo, la popolazione di etnia serba e quella albanese vivono in un regime di tregua. Ed è proprio tra le pieghe di questa fragile sospensione che prende spunto il docufilm "Nella terra dei merli - Kosovo tra passato e futuro", un ritratto toccante di questo lembo d'Europa (Kosovo deve il suo nome alla Kosovo Polje, la Piana del Merli, luogo di molti dei fatti storici che hanno segnato queste terre) che parte dal passato per arrivare fino ai nostri giorni: la storia di uno Stato che, tra molte avversità, prova a guardare a un domani ricco di incognite e problematiche complesse.

Il docufilm racconta l’impegno in Kosovo della missione italiana della KFOR, la forza militare Nato - di cui fa parte anche l’Esercito Italiano - responsabile del mantenimento della sicurezza e del ristabilimento della pace dopo la cessazione delle ostilità nel 1999.

Il film è un viaggio attraverso il Kosovo di oggi, in compagnia di tre unità LMT (liaison monitoring team) dell’Esercito Italiano, che si occupano di monitorare le necessità, le richieste ma anche le proteste della popolazione. Partendo dal Villaggio Italia, sede del Multi National Battle Group-West della KFOR, attraversa da nord a sud il paese per raccontare la situazione complessa di questo piccolo paese.

Aperitivo tipico dalle 19.30, proiezione a seguire.
Info e prenotazioni: polskikot@libero.it, tel.: 333-5205763.

Il 6 giugno torna al Blah Blah il Lunedì Nero del TOHorror

"Fantasticherie di un passeggiatore solitario"
Il 6 giugno alle ore 21 torna al Blah Blah via Po 21 l'appuntamento con il "Lunedì Nero" del TOHorror Film Fest, col terzo appuntamento mensile con il cinema del Fantastico di Torino: ogni primo lunedì del mese una serata di proiezioni cinematografiche con il meglio del cinema fantastico indipendente.

Il terzo appuntamento prevede la programmazione del film "Fantasticherie di un passeggiatore solitario" (83' - Italia, 2015) di Paolo Gaudio.

Tre personaggi di tre epoche diverse vengono uniti da un sogno di libertà e da un piccolo capolavoro di letteratura. Un viaggio misterioso e senza tempo attraverso le aspirazioni, le sofferenze e le "fantasticherie" di un poeta, di un giovane studente e di un bambino sperduto nel bosco. Un piccolo gioiello dell'animazione italiana.

Ingresso: 3 euro.

Flowers Movies, tutto il cinema del Flowers Festival

Dal 9 al 23 luglio a Collegno si svolgerà la seconda edizione del Flowers Festival, che vedrà esibirsi al Parco urbano della Certosa artisti internazionali e nazionali di primo livello, come Pixies, Anohny, Afterhours e molti altri. Una nuova sezione sarà in programma al cinema Massimo: Flowers Movies, che proporrà una breve rassegna cinematografica legata ad alcuni dei cantanti in calendario.

L'1 luglio (con replica il 13) è in programma alle ore 21 il documentario di Stefano Obino "Vinicio Capossela - Nel paese dei Coppoloni", mentre l'11 (replicato il 16) sempre alle 21 sarà proiettato "Journey to Jah - Viaggio nel reggae" sull'esperienza giamaicana dell'italianissimo Alborosie.
Ultimo appuntamento il 5 luglio (con replica il 20): alle 21 il documentario "loudQUIETloud: a Film about the Pixies" porterà il pubblico a scoprire meglio la band di Frank Black.

Non si esaurisce con questa rassegna l'aspetto cinematografico del Flowers, che avvia dall'edizione 2016 una partnership con il Sottodiciotto Film Festival & Campus, che si declina in un'attività continuativa per l'intera durata della manifestazione e che offrirà a un gruppo selezionato di studenti universitari e giovani aspiranti videomaker la possibilità di un'articolata esperienza didattico-pratica, un workshop presso la Lavanderia a Vapore di Collegno.

Per informazioni: Flowers Festival

Agenda del Cinema di Oggi, martedì 24 maggio 2016

"Aparajito"
Ultimo film di stagione per Portofranco al Baretti è l'intenso "Prossima fermata: Fruitvale Station" di Ryan Coogler, trionfatore al Sundance qualche anno fa.

Seconda proiezione (oggi è al Cecchi Point) per "Lucemia" di Lucio Viglierchio nel ciclo CinEtica: domani sera ultima replica al Baretti.

Ancora "grande cinema al Piccolo Cinema" con "Aparajito" di Satyajit Ray a ingresso gratuito.

Al Centro Interculturale alle 18 primo appuntamento di "SconfinaMenti: le Culture si incontrano al cinema".

L'Agnelli propone ancora una replica della storia di Jesse Owens in "Race".

Al Massimo nel pomeriggio "Cosmos" di Andrzej Zulawski e "Il trapezio della vita" di Douglas Sirk, in serata doppio Robert Bresson ("Au Hasard Balthazar" e "Mouchette") e "Wunder der Schopfung" musicato dal vivo.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Ancora in sala "Da Monet a Matisse" e il film "Era d'Estate".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

lunedì 23 maggio 2016

"La Pazza Gioia" è il film più visto nel fine settimana a Torino

"La Pazza Gioia"
Primo posto al box office torinese del fine settimana per Paolo Virzì e il suo ottimo "La Pazza Gioia", lanciato in grande stile dal regista e da Micaela Ramazzotti al Massimo martedì scorso e presente in moltissime sale cittadine.

Staccato non di poco il secondo in classifica, "X-Men Apocalisse", e il terzo, "Captain America: Civil War".

In un fine settimana di temperature calde (solo 23.815 i biglietti venduti in tutto, per un incasso di 144.068 euro), le altre novità non sono andate benissimo (100 spettatori in tutto per "Whiskey Tango Foxtrot", 33 per "Mortadello e Polpetta", 13 per "My Father Jack") mentre si è difeso molto bene il cinese "Al di là delle montagne", decimo in classifica con 325 spettatori. Undicesimo "Sole Alto", dodicesimo "La Sposa Bambina".

CLASSIFICA WEEK END 20-21-22 MAGGIO 2016 

1 LA PAZZA GIOIA 6.645 € 36.837
2 X-MEN: APOCALISSE 5.202 (4.752 in 2d + 450 in 3d) € 35.835
3 CAPTAIN AMERICA: CIVIL WAR 2.570 € 17.023
4 MONEY MONSTER - L'ALTRA FACCIA DEL DENARO 1.960 € 10.906
5 THE BOY 1.523 € 10.300
6 TINI - LA NUOVA VITA DI VIOLETTA 709 € 4.583
7 THE DRESSMAKER - IL DIAVOLO E' TORNATO 463 € 2.552
8 ROBINSON CRUSOE 382 € 2.460
9 AL DI LA' DELLE MONTAGNE 367 € 1.954
10 PERFETTI SCONOSCIUTI 325 € 1.801

(Dati Cinetel)

A Torino il convegno "Tra il fare e il dire: il lavoro si racconta"

Che cos’è un archivio? La definizione più semplice che ne danno gli specialisti è che: “L’archivio è quel che resta di un’attività”. Sarà forse per questo motivo che il lavoro e l’impresa che ne rappresenta il corollario diretto, stanno oggi al centro di una rete di storie dove si intrecciano, cronaca, economia, sociologia, ma anche cinema, romanzo, fumetti, rappresentazioni teatrali.

Lavoro difeso, lavoro conteso, lavoro ambito, lavoro svilito: è evidente che le economie emergenti, i balzi tecnologici, e soprattutto l’estrema volatilità della finanza e del capitale umano che sembra caratterizzare il nuovo millennio, hanno squilibrato rapporti economico-sociali a fatica costruiti nei due secoli precedenti, di quella che un tempo si chiamava la “dialettica tra capitale e lavoro”. Questa grande trasformazione, che nel Novecento avrebbe prodotto in primo luogo aspri conflitti sociali, ora sembra incanalarsi spesso in vie di sfogo più liquide, meno determinate da compatte rappresentanze sociali: le vie personali del racconto di vicende di capitale e di lavoro sia individuali che collettive. 

Su questi temi, l’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa, con il patrocinio dell’Assessorato alla cultura della Regione Piemonte e la collaborazione di Ismel (Istituto per la memoria e la cultura del lavoro), promuove il convegno Tra il fare e il dire: il lavoro si racconta, che si tiene martedì 31 maggio al Polo del 900, la nuova “casa degli archivi”, di recente apertura nel complesso restaurato dei Quartieri militari juvarriani a Torino.

Tra il fare e il dire: il lavoro si racconta vuole mettere a confronto esperienze, progetti narrativi, percorsi di studi, cronache e riflessioni sulle storie quotidiane e sulle tendenze di più lungo periodo. In particolar modo: lo scrittore Alessandro Perissinotto ci parlerà del sottile equilibrio dello storytelling tra fatti e finzione; l'attrice Laura Curino di come ha messo in scena le vite dei “capitani coraggiosi” dell’industria italiana del Novecento: da Olivetti a Mattei; Stefano Musso dell'Università di Torino di come si studia oggi la storia del lavoro, e Giuseppe Lupo dell'Università Cattolica di Milano e Giorgio Bigatti della Bocconi ripercorrono le cronache di vita e di lavoro nelle pagine della letteratura. E ancora: il regista Davide Ferrario (che proprio con l'Archivio di Ivrea ha realizzato il film di montaggio La zuppa del demonio, presentato alla Biennale e premiato con un Nastro d'argento) e lo sceneggiatore Stefano Rulli si misureranno con la complessità di tradurre le esperienze in racconto cinematografico, mentre Lorenza Bravetta, direttrice di Camera – Centro italiano per la fotografia, ci parlerà del lavoro riflesso negli scatti dei fotografi. Le storie di lavoro guardate da un punto di vista particolare come Torino, non potevano non affrontare il tema della Fiat. E di “come si racconta oggi la Fiat” parleranno il sociologo Giuseppe Berta e i giornalisti Paolo Griseri di “Repubblica” e Francesco Manacorda di “La Stampa”. I punti di vista si completano incrociando le esperienze vissute di Cesare Annibaldi, sul fronte dell’impresa, e da Bruno Manghi e Pietro Marcenaro su quello del sindacato, mentre due ricercatori dell’Ismel, Enrico Miletto e Donatella Sasso, racconteranno le loro strategie per far rivivere ai giovani studenti le tante storie del lavoro nel nostro paese.

Tre sale a Torino per vedere giovedì 26 maggio "Iggy Pop - Live in Basel 2015"

Tre cinema torinesi (il Classico di piazza Vittorio, e poi i multisala Uci Lingotto e The Space) hanno scelto di proiettare giovedì sera 26 maggio alle ore 21 il concerto "Iggy Pop - Live in Basel 2015".

Artista eccezionale, noto per le sue performance oltraggiose e imprevedibili sul palco, Iggy Pop si è esibito in occasione del festival musicale Baloise Session a Basilea, in Svizzera, dove ha ricevuto il Premio alla carriera 2015.

In questo fantastico concerto, Iggy Pop presenta i suoi grandi successi, da I Wanna Be Your Dog a The Passenger, e molti altri.  C'è un motivo per cui molti considerano Iggy Pop il padrino del punk: ogni gruppo punk del passato e del presente ha consapevolmente o inconsapevolmente preso qualcosa da Iggy e gli Stooges, la sua band a cavallo tra i 60 e i 70.

Eterna rockstar, è stato ammesso nella Rock and Roll Hall of Fame nel 2010. Diciotto canzoni in scaletta: a fianco del leader suonano Kevin Armstrong alla chitarra e Seamus Beaghen alle tastiere, Ben Ellis al basso e Mat Hector alla batteria. Il biglietto d’ingresso è al prezzo speciale di 12 euro.

Cinque premi a Cannes per il Torino Film Lab

"The happiest day in the life of Olli Maki"
Buone notizie dal Festival di Cannes numero 69: il Torino Film Lab (Tfl), che sulla Croisette ha presentato il cinquantesimo film supportato nel corso della sua realizzazione (tra i più noti "La bicicletta verde" e "Salvo", "Il sud è niente" e "Lunchbox", "Sette opere di misericordia" e "Le quattro volte"), torna a casa con ben cinque premi nelle diverse sezioni.

Nella sezione Un Certain Regard “The happiest day in the life of Olli Maki” del finlandese Juho Kuosmanen ha vinto il premio principale, mentre "Dogs" del rumeno Bogdan Mirica il premio Fipresci della critica internazionale.

Mimosas”, dello spagnolo Olivier Laxe, ha ottenuto il Nespresso Grand Prize alla Semaine de la critique. Nella stessa sezione il premio Fipresci è andato alla francese Julia Ducournau per "Raw", e il SACD Award a “Diamond Island” del franco-cambogiano Davy Chou.
Inoltre, il lungometraggio dell’afghana Shahrbanoo Sadat, “Wolf and Sheep”, ha ricevuto l’Art Cinema Award, riconoscimento principale della sezione non competitiva Quinzaine des Realizateurs.

Agenda del Cinema di Oggi, lunedì 23 maggio 2016

"Solo gli amanti sopravvivono"
Nuova settimana di CinEtica a Torino con "Lucemia" di Lucio Viglierchio: oggi al Centro Studi Sereno Regis, domani al Cecchi Point e mercoledì al Baretti.

Chiude questa sera il ciclo del MYLFestival dedicato alle maschere con "Essere John Malkovich" di Spike Jonze, mentre "Solo gli amanti sopravvivono" è la proposta di Kadmonia al Classico.

L'Unione Culturale Antonicelli propone "Sarajevolution" di Rocco Riccio per il cammino a piedi Trieste-Sarajevo della Repubblica Nomade.

Ultimo appuntamento con la storia del nostro paese raccontata dalla commedia all'italiana: all'Esedra oggi c'è "Bianco rosso e Verdone".

Nel pomeriggio in Bibliomediateca "La Parmigiana" di Antonio Pietrangeli, per il CineCLEforum "Life according to Ohad" e al Massimo il Bresson di "Mouchette" e "Au Hasard Balthazar".

Seconde visioni: "Race" all'Agnelli, "Heidi" al Monterosa, mentre al Blah Blah c'è il Fellini di "Amarcord".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Da oggi per un paio di giorni in sala il film "Era d'estate".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.