giovedì 5 maggio 2016

Alessandro Borghi: "Felicissimo di essere giurato al TGLFF31"

La giuria al completo all'inaugurazione del TGLFF31
Tre sono i giurati chiamati a scegliere il miglior lungometraggio internazionale all'edizione numero 31 del TGLFF Torino Gay & Lesbian Film Festival: Paola Turci, che ha suonato quattro brani chitarra e voce all'inaugurazione, il direttore della sezione Panorama della Berlinale e creatore del Teddy Award, Wieland Speck, e l'attore Alessandro Borghi, co-protagonista di "Suburra" e "Non essere cattivo".

"Ho deciso in pochissimi secondi di partecipare a questo festival", ha spiegato Borghi all'inaugurazione. "In primis perché me lo ha chiesto Angelo Acerbi, collaboratore del TGLFF, che avevo conosciuto in un festival recentemente a Seattle. E poi perché ho capito, da quando ho iniziato ad avere un minimo di potere mediatico, quale sia la responsabilità di essere un personaggio pubblico".

"Ho deciso di fare questo piccolo gesto, così come avvenuto ai David con i messaggi per Giulio Regeni. Trovo assurdo che nel 2016 ancora si debba lottare per i diritti degli omosessuali, ma è così purtroppo e allora sono qui, felicissimo di esserci".

Come ricordato dal direttore del festival Giovanni Minerba, non è la "prima volta" di Borghi al TGLFF. "Nel 2011 ho partecipato con il corto di Max Nardari, "Lui & l'altro", in cui interpretavo un omofobo... ne è passato di tempo!".