lunedì 23 maggio 2016

Cinque premi a Cannes per il Torino Film Lab

"The happiest day in the life of Olli Maki"
Buone notizie dal Festival di Cannes numero 69: il Torino Film Lab (Tfl), che sulla Croisette ha presentato il cinquantesimo film supportato nel corso della sua realizzazione (tra i più noti "La bicicletta verde" e "Salvo", "Il sud è niente" e "Lunchbox", "Sette opere di misericordia" e "Le quattro volte"), torna a casa con ben cinque premi nelle diverse sezioni.

Nella sezione Un Certain Regard “The happiest day in the life of Olli Maki” del finlandese Juho Kuosmanen ha vinto il premio principale, mentre "Dogs" del rumeno Bogdan Mirica il premio Fipresci della critica internazionale.

Mimosas”, dello spagnolo Olivier Laxe, ha ottenuto il Nespresso Grand Prize alla Semaine de la critique. Nella stessa sezione il premio Fipresci è andato alla francese Julia Ducournau per "Raw", e il SACD Award a “Diamond Island” del franco-cambogiano Davy Chou.
Inoltre, il lungometraggio dell’afghana Shahrbanoo Sadat, “Wolf and Sheep”, ha ricevuto l’Art Cinema Award, riconoscimento principale della sezione non competitiva Quinzaine des Realizateurs.