mercoledì 25 maggio 2016

Un ciclo su Antonietta De Lillo al cinema Massimo

"Il resto di niente"
Il Museo Nazionale del Cinema rende omaggio all’opera di Antonietta De Lillo con una breve rassegna di quattro film dell’autrice, dal titolo LA DONNA DEI RITRATTI.

Quattro film per riassumere l’opera di Antonietta De Lillo, autrice anticonvenzionale e attenta ai dettagli dei personaggio che descrive e racconta. Documentari e film di finzione che hanno in comune uno sguardo che non si ferma alle apparenze, ma cerca nella profondità di ogni gesto il senso di una vita intera, immersa nel presente, e al tempo stesso di raffinata letterarietà.

Inaugura la rassegna, venerdì 27 maggio alle ore 20.30, nella sala Tre del Cinema Massimo, la proiezione di Oggi insieme domani anche. Film partecipato presentato dall’autrice al pubblico in sala. Al termine della proiezione incontro/dibattito. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Calendario delle proiezioni

Ven 27, h. 18.30/ Dom 29, h. h. 18.30
Il resto di niente (Italia 2004, 98', col.)
La nobildonna portoghese Eleonora Pimentel Fonseca, la voce della rivoluzione partenopea del 1799, insieme ad altri giovani aristocratici napoletani, si batte per gli ideali di uguaglianza, libertà e fraternità. Ben presto però la lama della restaurazione si abbatte sui fondatori dell'effimera Repubblica: il loro sogno divenuto realtà si frantuma in mille pezzi, e non resta nulla.

Ven 27, h. 20.30 /Lun 30, h. 18.45
Oggi insieme domani anche. Film partecipato (Italia 2015, 85’, col.)
Attraverso frammenti di materiali diversi si compone il ritratto dell'amore ai nostri tempi. Sono la casualità e la normalità delle storie incontrate a permettere di raccontare il più inafferrabile dei sentimenti. Il risultato è un'immagine multiforme, capace di rappresentare la complessità dei rapporti d'amore in questo momento di passaggio che ci troviamo a vivere.

Sab 28, h. 18.30/Lun 30, h. 16.30
La pazza della porta accanto (Italia 2013, 52', col.)
A distanza di quasi vent'anni da Ogni sedia ha il suo rumore, Antonietta De Lillo recupera il materiale non utilizzato della conversazione avuta con Alda Merini nella sua casa milanese nel giugno del 1995 e realizza questo ritratto in cui la poetessa racconta la propria vita in una narrazione intima e familiare, oscillando continuamente tra pubblico e privato.

Sab 28, h. 19.30/Lun 30, h. 17.30
Let’s Go (Italia 2014, 54’, col.)
La storia di Luca Musella, fotografo, operatore, scrittore, oggi esodato professionalmente ed emotivamente. Il protagonista ripercorre la propria vita in un testo-lettera da lui scritto e in un viaggio reale e ideale attraverso l'Italia, da Napoli, sua città natale, a Milano, il luogo della sua nuova esistenza. Luca Musella, insieme alle persone che popolano il suo mondo, diventa portavoce di una condizione universale, specchio del nostro Paese nell'era della crisi.