giovedì 30 giugno 2016

Dal 4 luglio all'UCI Torino e Moncalieri la rassegna dei "contenuti alternativi"

"Hitchcock/Truffaut"
Dal 4 luglio al 23 agosto le multisale del Circuito UCI Cinemas proporranno la rassegna estiva dei contenuti alternativi, dedicata ai migliori contenuti alternativi distribuiti da Nexo Digital durante questa stagione.

Le proiezioni si terranno il lunedì e il martedì in un doppio spettacolo alle 18.00 e alle 21.00 e avranno un prezzo speciale di 6 euro, esclusi gli occhialini per i film in 3D.

Il calendario della rassegna estiva dei contenuti alternativi prevede:

Da Monet a Matisse. L’arte di Dipingere il Giardino Moderno (lunedì 4 e martedì 5 luglio);
Hitchcock/Truffaut (lunedì 11 e martedì 12 luglio);
Firenze e gli Uffizi 3D/4K – Viaggio nel Cuore del Rinascimento (lunedì 18 e martedì 19 luglio);
Amy - The Girl Behind The Name (lunedì 25 e martedì 26 luglio);
Leonardo Da Vinci. Il Genio a Milano (lunedì 1 e martedì 2 agosto);
Lui è Tornato (lunedì 8 e martedì 9 agosto);
San Pietro e le Basiliche Papali di Roma 3D (lunedì 15 e martedì 16 agosto);
Amleto – National Theatre (lunedì 22 e martedì 23 agosto);

Entrambe le multisale UCI torinesi proporranno la rassegna, sia quella di Torino Lingotto sia quella di Moncalieri.

SINOSSI DEI CONTENUTI ALTERNATIVI  IN RASSEGNA

Produrre a Torino: Indyca, tra documentari e le prime fiction

Nuovo capitolo del viaggio dell'Agenda del Cinema a Torino tra le case di produzione torinesi. Questa volta abbiamo incontrato Indyca, ospite dell'Agenda su Radio Banda Larga qualche tempo fa per parlare di "Smokings".

Tra progetti in distribuzione, riprese in corso e film in sviluppo si faranno sentire molto nei prossimi mesi... Intervista raccolta in collaborazione con CinemaItaliano.info.

Buona lettura.

Venerdì 1/7 per l'Agenda puntata numero 87 su Radio Banda Larga

Venerdì 1 luglio 2016 alle 20 puntata numero 87 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Ospiti il produttore Maurizio Perrone, Paolo Bertino e Alessandro Isetta, registi del film "Press".

L'appuntamento sarà dalle 20 alle 21 dai Laboratori di Barriera di via Baltea 3 a Torino e su www.radiobandalarga.it/play.

Dal giorno successivo la puntata sarà disponibile in podcast.

Dal 25 luglio al via la Rassegna Estiva di AIACE Torino

"Un'estate in provenza"
Ritorna dal 25 luglio al 15 agosto la Rassegna Estiva di AIACE Torino, per un’estate di grande cinema d’essai destinata a chi resta, si trova o si ritrova in città nel periodo più caldo: un appuntamento ormai fisso, accolto di edizione in edizione con crescente gradimento di pubblico, che si presenta arricchito e diversificato. Quest’anno, infatti, la rassegna sarà ospitata anche al cinema Classico, la storica sala di piazza Vittorio Veneto che si aggiunge al circuito estivo tradizionalmente composto dalle sale del Centrale, Romano e dei Fratelli Marx.

Organizzata da AIACE Torino, Arthouse, Cinema Romano e Cinema Classico, con il sostegno della Città di Torino e della Regione Piemonte, la manifestazione propone quattro palinsesti ospitati nelle diverse sale d’essai, con un cartellone di 35 titoli complessivi programmati, anche in replica, in orario pomeridiano e serale: film selezionati tra la migliore produzione d’autore dell’ultima stagione, acclamati nei grandi festival internazionali o scelti tra i piccoli capolavori ingiustamente penalizzati da una distribuzione frettolosa, a cui si aggiungono la programmazione speciale dedicata a Jacques Tati e ai suoi film senza tempo recentemente restaurati, e una serata speciali con i suoi migliori corti selezionati dal Centro Nazionale del Cortometraggio.

CINEMA CLASSICO
Lunedì 25 luglio 18:00 - DEEPHAN – UNA NUOVA VITA di Jacques Audiard 
Lunedì 25 luglio 20:00/22:15 - IL CASO SPOTLIGHT di Thomas McCarthy
Martedì 26 luglio 18:00 - Mercoledì 27 luglio 22:15 - LA ISLA MÍNIMA di Alberto Rodríguez 
Martedì 26 luglio 20:00/22:15 - THE LOBSTER di Yorgos Lanthimos
Mercoledì 27 luglio 18:00/20:15 - FORZA MAGGIORE di Ruben Östlund
Giovedì 28 luglio 18:00/20:00 - PERFECT DAY di F.Leon de Aranoa
Giovedì 28 luglio 22:00 - Venerdì 29 luglio 18:00 - FUOCHI D'ARTIFICIO IN PIENO GIORNO di Yinan Diao
Venerdì 29 luglio 20:00/22:30 - IL PONTE DELLE SPIE di Steven Spielberg

CINEMA CENTRALE
Mercoledì 3 agosto 16.30/21.30 – UN'ESTATE IN PROVENZA di Rose Bosch
Mercoledì 3 agosto 19.00 – MON ONCLE di Jacques Tati
Giovedì 4 agosto 16.30/21.30 – LES SOUVENIRS di Jean-Paul Rouve
Giovedì 4 agosto 19.00 - PLAYTIME di Jacques Tati
Venerdì 5 agosto 16.30/21.30 – FILM A SORPRESA
Venerdì 5 agosto 19.00 – LE VACANZE DI MONSIEUR HULOT di Jacques Tati
Sabato 6 agosto 16.30/21.30 – IN NOME DI MIA FIGLIA di Vincent Garenq
Sabato 6 agosto 19.00 – GIORNI DI FESTA di Jacques Tati
Domenica 7 agosto 16.30/21.30 – TUTTI PAZZI IN CASA MIA di Patrice Leconte
Domenica 7 agosto 19.00 – I CORTI DI JACQUES TATI

CINEMA ROMANO
Martedì 9 agosto 16:30/21:00 - LA BUGIA BIANCA di Giovanni Virgilio
Martedì 9 agosto 18:45 - SOLE ALTO di Dalibor Matanic
Mercoledì 10 agosto 16:30/21:00 - MUCH LOVED di Nabil Ayouch
Giovedì 11 agosto 16:30/21:00 - LA CANZONE PERDUTA di Erol Mintas
Giovedì 11 agosto 18:45 - VULCANO di Jayro Bustamante
Venerdì 12 agosto 16:30/21:00 - TAXI TEHERAN di Jafar Panahi
Venerdì 12 agosto 18:45 - TRA LA TERRA E IL CIELO di Neeraj Ghaywan

CINEMA FRATELLI MARX
Mercoledì 10 agosto 16:30/21:30 - MUSTANG di Deniz Gamze Ergüven
Mercoledì 10 agosto 19:00 - LA SPOSA BAMBINA di Khadija Al-Salami
Giovedì 11 agosto 16:30/21:30 – CAROL di Todd Haynes
Giovedì 11 agosto 19:00 - PEGGY GUGGENHEIM: ART ADDICT di Lisa Immordino Vreeland
Venerdì 12 agosto 16:30/21:30 - MARGUERITE di Xavier Giannoli
Venerdì 12 agosto 19:00 - MISS JULIE di Liv Ullmann
Sabato 13 agosto 16:30/21:30 - SUFFRAGETTE di Sarah Gavron
Sabato 13 agosto 19:00 - LA CASA DELLE ESTATI LONTANE di Shyrel Amitay
Domenica 14 agosto 16:30/21:30 - BROOKLYN di John Crowley
Domenica 14 agosto 19:00 - UN ULTIMO TANGO di German Kral

"Archiviato", l'obbligatorietà dell'azione penale in Valsusa‎

Martedì 5 luglio 2016 alle ore 20.30 a Torino presso la GAM Galleria d’Arte Moderna si terrà la presentazione del documentario "Archiviato - L'obbligatorietà dell'azione penale in Valsusa‎". Dopo la proiezione ci sarà un dibattito con gli interventi di Marco Revelli, docente universitario e saggista, ed Enrico Zucca, magistrato, Procura Generale Genova. Coordina Maurizio Pagliassotti, giornalista e scrittore.

Dalla presentazione ufficiale: Il video, che ha fruito della collaborazione, tra gli altri, di Elio Germano come voce narrante, nasce dall’esigenza di raccontare uno dei molteplici risvolti giudiziari legati alla lotta popolare valsusina. Come in tutte le aree di acuito conflitto sociale la contrapposizione, ed a volte lo scontro fisico, tra coloro che protestano e le forze dell’ordine determina l’intervento dell’Autorità Giudiziaria chiamata a perseguire gli autori di condotte violente o comunque illecite da chiunque agite, manifestanti o agenti di polizia.
L’art. 112 della Costituzione sancisce che “il Pubblico Ministero ha l’obbligo di esercitare l’azione penale”: ciò significa che la Procura è tenuta ad indagare su ogni notizia di reato venga denunciata o giunga alla sua attenzione e che ha poi il dovere di chiedere al giudice di verificarne, in un pubblico processo, la fondatezza.
Tale principio è posto a garanzia dell’uguaglianza dei cittadini ed ha lo scopo dichiarato di eliminare ogni possibile valutazione discrezionale del Pubblico Ministero sulle notizie di reato che pervengono alla Procura della Repubblica. Naturalmente tale imprescindibile obbligo trova un ovvio e giustificato temperamento nella possibilità del Pubblico Ministero di richiedere l’archiviazione di un procedimento penale tutte le volte in cui le indagini che ha svolto abbiano accertato l’infondatezza della notizia di reato o l’impossibilità oggettiva di attribuirla ad un autore.

A Rivoli la rassegna "Sguardi di donne. Prospettive di cinema al femminile"

"Blue Jasmine"
Sarà un’estate di cinema, nel teatrino del Castello di Rivoli, in piazza Mafalda di Savoia. Per il primo anno, dalla collaborazione tra Distretto Cinema e Museo d’arte contemporanea, nasce una rassegna di cinema d’estate. È in programma da sabato 2 luglio, tutti i sabati e le domeniche alle 21, e proseguirà ininterrottamente fino al 28 agosto.

Distretto Cinema, che organizza già altre rassegne in residenze sabaude, tra le quali, da cinque anni, “Cinema a Palazzo Reale”, dedica l’iniziativa a “Sguardi di donne. Prospettive di cinema al femminile”. Il cartellone indaga infatti la donna sotto molteplici aspetti. Da un lato propone una serie di film che sono biografie di grandi donne, come Edith Piaf e Frida Kahlo, o il film-documentario “Astrosamantha”, un racconto dell’esperienza di Samantha Cristoforetti.

Dall’altro racconta, attraverso una serie di film, donne in epoche e stati diversi. “We want sex”, ad esempio, narra, nell’Inghilterra del 1968, la protesta per la parità dei diritti sul lavoro. “Mustang” di Deniz Gamze Ergüven mostra, invece, le donne musulmane mentre “Kamasutra” è uno spaccato della vita delle donne nell’epoca medioevale indiana. In cartellone anche l’ultimo film della Laura Morante, “Assolo”, una fotografia della storia italiana contemporanea. Non mancano titoli storici come “Mamma Roma” di Pier Paolo Pasolini o “La vie en rose” di Olivier Dahan.

Una chicca è l’anteprima assoluta - il film non fu mai proiettato in Italia né all’uscita né successivamente - di “Ocean Wife”, del 1916,  un film muto per ricordare Alice Guy-Blanchè, pionieristica regista francese che ha segnato gli inizi della storia del cinema. Sarà questo film, fortemente voluto dalla nuova direttrice del Museo Carolyn Christov-Bakargiev, ad aprire la rassegna il 2 luglio, in abbinamento al film di Laura Morante.
In concomitanza con la rassegna, nell’ottica di animare piazza Mafalda di Savoia, il sabato e la domenica di luglio e agosto, dalle 20 alle 24,  è prevista la gelateria itinerante nel piazzale del Castello.

I biglietti costeranno 5 euro, 4 i ridotti per over 65, under 18, possessori della Tessera Aiace e per i possessori del biglietto del Castello di Rivoli della giornata in corso. Gratuito per i possessori della Card Amici del Castello di Rivoli.
La biglietteria apre sempre alle 20,15.

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 30 giugno 2016

"Il piano di Maggie"
Tutti i film in sala a Torino da oggi giovedì 30 giugno nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono "Tokyo Love Hotel", "American Ultra", "Il piano di Maggie", "Cattivi vicini 2", "A girl walks home alone at night", "Dragon Blade - La battaglia degli imperi", "My bakery in Brooklyn" e "Ratchet & Clank".

Proiezioni extra per "Sexx - Il Film" di Davide Ferrario e per "Vinicio Capossela - Nel paese dei Coppoloni".

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 30 giugno 2016

"Mistress America"
Quattro repliche in versione originale sottotitolata in italiano per l'interessante "Mistress America" di Noah Baumbach, passato in sala un po' in sordina questa primavera e ora riproposto al Cinema Massimo.

Un'Estate al Cinema propone alla Casa nel Parco di Mirafiori "La famiglia Belier".

Due film ancora una volta anche all'Askatasuna: prima "Squadra volante" di Stelvio Massi con Tomas Milian, poi "Non si sevizia un paperino" di Lucio Fulci.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 29 giugno 2016

Quattro serate di cinema nel programma del Rights Village

"Wilde Salomé"
C'è anche molto cinema interessante nel programma del Rights Village di Torino, una delle novità dell'estate cittadina in programma dal 2 luglio negli spazi di Torino Esposizioni (ingresso libero): una grande manifestazione che nel mese di luglio animerà la città con incontri, musica, proiezioni e spettacoli. Le serate di cinema sono state organizzate in collaborazione con il Torino Gay & Lesbian Film Festival e Seeyousound.

DOMENICA 3 LUGLIO
PROIEZIONE A CURA DEL TGLFF
h. 21: PARADE – LA SFILATA, di Srdjan Dragojevic, Serbia - Germania - Ungheria - Slovenia – Croatia, 2012, 115’
Facendo della trasgressione un principio comico, questa farsa turbolenta sui sex toys e su cliché e stereotipi si è rivelata un successo inaspettato in Serbia e in altri paesi della ex Jugoslavia. In "Parada" un'operazione salva-vita eseguita sul terrier pitbull di un gangster unisce due mondi molto diversi: il machismo vecchio stampo incontra l'ossessione tipicamente gay per l'interior design, l'omofobia incontra un arcobaleno di generi sessuali ed alcuni ex nemici, come serbi, musulmani bosniaci, kosovari-albanesi e veterani della guerra croata, che si trovano costretti a formare un tenue legame con un gruppo di attivisti gay. Questo gruppo eterogeneo viene inviato in una missione impossibile e suicida, probabilmente per proteggere da un eventuale assalto un nuovo tentativo di organizzare un Gay Pride, a causa della paura generata dai nazionalisti e dalle organizzazioni neonaziste: l'obiettivo è rendere l'evento un successo. Questo film di Srdjan Dragojevic getta uno sguardo sulle strategie di sopravvivenza messe in atto dai gay in Serbia e in una società che ancora oggi, anni dopo la guerra dei Balcani, è ancora frammentata e spaccata in due. Come ci si aspetterebbe da ogni commedia degna di questo nome, non importa quanto tumultuosa sia la trama, nella vita reale la tragedia è sempre in bilico sullo sfondo, a pochi passi. Premio del pubblico al TGLFF 2012

“Un passo più in là - un viaggio con Luca Rastello

Martedì 5 luglio 2016, ore 20,30, al Cinema Massimo (via Verdi 18, Torino) anteprima nazionale del documentario "Un passo più in là. Un viaggio con Luca Rastello", a cura dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema.

La serata celebra e ricorda la figura dello scrittore e giornalista Luca Rastello, attraverso un evento speciale della IV edizione di un’Estate al Cinema.

"Un passo più in là. Un viaggio con Luca Rastello" è una produzione Rai Teche in collaborazione con il Centro di Produzione Rai di Torino. Per poter partecipare alla serata occorre scrivere una mail a: comunicazioni.raitorino@rai.it .

Dal 9 luglio al 3 settembre torna Cinema a Palazzo Reale

"Cenere"
Più di 40 serate, con proiezioni dal martedì al sabato. Da sabato 9 luglio torna, nel cortile di Palazzo Reale, “Cinema a Palazzo Reale”, rassegna che quest’anno spegne la sua quinta candelina. È un appuntamento atteso dal pubblico torinese, che ogni estate gremisce i 500 posti disponibili, ma anche dai turisti che trovano nell’evento un’occasione per vivere in maniera diversa un monumento simbolo di Torino, respirando dentro il grande cinema, altra passione della città. È un’iniziativa che entra di diritto tra le più importanti, a livello nazionale,  tra le rassegne che propongono film di qualità, e la conferma arriva dai distributori che ambiscono a inserire loro titoli nel cartellone. Viene organizzata da Distretto Cinema in collaborazione con Musei Reali - Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Piemonte, Comune di Torino e Museo Nazionale del Cinema.

I percorsi tematici di “Cinema a Palazzo Reale” 2016 sono quattro. Il primo è “Il cinema ritrovato” e nasce dalla nuovissima collaborazione di Distretto Cinema con la Cineteca di Bologna. Propone alcuni capolavori del cinema appena restaurati, da “Rocco e i suoi fratelli” ad “Ascensore per il patibolo”, da “Tempi moderni” ad “Amarcord”. In esclusiva – per “Cinema a Palazzo Reale” 2016 – verranno presentati due lavori di Buster Keaton appena riportati al loro antico splendore: “One week” e Sherlock jr” (26 luglio).
Oscar Miglior Film” propone, invece, titoli che hanno conquistato l’ambita statuetta (per il primo anno non solo titoli “storici”, ma anche chicche recenti come “Inside out”). “I grandi divi” celebra invece Cary Grant e Marilyn Monroe, in occasione della mostra in corso a Palazzo Madama “Marilyn Monroe – La donna oltre il mito". Il biglietto intero di ingresso alla mostra darà diritto all'ingresso ridotto alle serate della rassegna e viceversa.
Scelti dal pubblico”, infine, racchiude i film che gli spettatori dell’edizione 2015 hanno richiesto.

Tra gli eventi che celebrano il legame della rassegna con Torino, quest’anno una serata speciale per i cento anni del film “Cenere”, una produzione tutta torinese dell’Ambrosio Film, girata tra Torino e le Valli di Lanzo, con la più grande attrice di quei tempi: Eleonora Duse. Questo è l’unico film dove ha recitato la diva. La serata-evento (in programma il 20 luglio) prevede la proiezione del film accompagnato dalla pianista Francesca Badalini che ha composto appositamente per la serata una partitura che accompagni la proiezione. Introduce la proiezione il critico Giampiero Frasca.

Cinema a Palazzo Reale, da sempre, fa incontrare il film e la grande musica. In passato ha già realizzato progetti importanti con autori di rilievo (si ricordi la produzione realizzata con i Perturbazione in omaggio a Buster Keaton). Quest’anno un evento speciale, eccezionalmente di domenica (il 17 luglio). Stefano Pilia, chitarrista degli Afterhours, Julia Kent, violoncellista canadese di Antony and the Johnsons (vanta molte collaborazioni importanti, tra le quali con il maestro Wim Wenders), e Paolo Spaccamonti, chitarrista torinese, sonorizzano dal vivo “C’era una volta”. Una produzione del Museo Nazionale del Cinema (inizio alle 23), preceduta da “Un chien andalou” di Luis Bunuel per dare la possibilità a chi assisterà ai concerti di classica in piazza San Carlo di potervi partecipare.

I 25 anni di “Mediterraneo”: il 13 luglio una serata speciale per parlare di cinema italiano, dal 1991 a oggi. Ospite Steve Della Casa che introdurrà la pellicola di Gabriele Salvatores. La serata viene organizzata in collaborazione con l’Aiace Torino: durante l’appuntamento sarà già possibile fare il pre-tesseramento 2017 all’Aiace.

Cinema a Palazzo Reale 2016 sigla anche la partnership con Ripley’s Film e Viggo srl, che hanno restaurato le opere di Jacques Tati: grazie a questa collaborazione, sarà possibile mostrare al pubblico torinese “Playtime”, uno dei titoli più conosciuti dell’istrionico autore francese, riportato al suo splendore originale. La serata sarà in programma il 22 luglio.

In collaborazione con Atts, sabato 9 e mercoledì 20 luglio girerà per Torino il Tram in servizio a Cinecittà negli anni Trenta. Si chiama “Il tram del cinema” e percorrerà le vie di Torino in omaggio alla rassegna. Funzionerà, in entrambe le giornate, dal tardo pomeriggio fino a sera: sarà possibile salirvi nel capolinea fronte Teatro Regio.

UTILITA’
ORARI. Le proiezioni iniziano alle 22, la biglietteria apre alle ore 21.
Per alcune serate-evento, per il primo anno, in caso di pioggia è previsto lo spostamento al cinema Massimo, via Verdi 18.
I BIGLIETTI. Le tariffe restano invariate e non subiscono aumenti. Il costo dell’intero è di 5,50 euro. Ridotto per universitari e i proprietari della Tessera Torino Musei a 5 euro. Gli over 65 pagano 4 euro. Conveniente la formula dell’abbonamento: la tessera per dieci film costa 40 euro.
Per il primo anno viene siglata una collaborazione con l’Aiace Torino: presentando la tessera, si avrà diritto al ridotto.
CONVENZIONE CON PALAZZO REALE. Chi acquista il biglietto di ingresso per Palazzo Reale ha diritto al ridotto. Viceversa, il biglietto del film dà diritto all’accesso ridotto a Palazzo Reale.
INFORMAZIONI. Aggiornamenti costanti e informazioni su www.distrettocinema.com e sulla pagina Facebook dell’iniziativa, Cinema a Palazzo Reale.

Portofranco Summer Night in versione Silent Movie

"Dio esiste e vive a Bruxelles"
Portofranco SummerNight 2016 è la sesta edizione della rassegna cinematografica che riproduce il format di PortoFranco – la rassegna permanente di cinema invisibile dell’Associazione Baretti. Prevede quattro appuntamenti serali, nel mese di luglio 2016, alla Casa del Quartiere di San Salvario.
Di particolare importanza è la collocazione della sede della rassegna: la Casa del Quartiere di San Salvario. Luogo di aggregazione e crocevia di iniziative e proposte culturali, la Casa, e in modo specifico il suo cortile e la sua caffetteria, i Bagni Municipali, sono un’ubicazione ideale per proporre proiezioni all’aperto.

La rassegna intende offrire ai cittadini e al quartiere una proposta culturale di valore ed animare, attraverso il cinema, le sere d’estate di San Salvario.
Ma come fare a non recare disturbo al vicinato? Sembrava impossibile rispondere a questa domanda, invece quest’anno proponiamo una grande novità: la rassegna sarà in versione SILENT MOVIE, ovvero con l’ausilio di cuffie wireless con cui sarà possibile fruire al meglio la visione e del film senza alcun disturbo esterno.

Tutto questo sistema ha un costo e, non avendo alcun tipo di sovvenzione, l'organizzazione è costretta a richiedere al pubblico un piccolo contributo di soli 3 € che andrà a copertura dei costi di noleggio delle cuffie. Per il noleggio sarà indispensabile lasciare in cauzione un documento d’identità in corso di validità che sarà restituito al termine della proiezione, nel momento della restituzione delle cuffie.

Dalle ore 19.30 sarà possibile consumare l'aperitivo a tema presso i Bagni Municipali.

Successo per l'esordio di Video [on] Stage – Filmare la musica

Successo superiore a ogni aspettativa per Video [on] Stage – Filmare la musica, il workshop formativo per studenti universitari dedicato alla realizzazione di video musicali che ha segnato l’esordio della collaborazione tra Sottodiciotto Film Festival & Campus e la sezione educational di Flowers Festival 2016, sostenuta dalla Compagnia di San Paolo. Le domande di partecipazione ‒ perlopiù inviate da iscritti del Corso di laurea di Ingegneria del Cinema del Politecnico e del DAMS di Torino ‒ pervenute entro la scadenza del termine (lunedì 27 giugno) sono state oltre 100 a fronte di 20 posti disponibili.

“Un simile risultato è la misura da una parte della validità della proposta formativa e dall’altra della credibilità di due iniziative culturali del territorio come Flowers e Sottodiciotto. Sono molto soddisfatto – dice Fabrizio Gargarone, direttore artistico di Flowers Festival. Analoga soddisfazione esprime Steve Della Casa, direttore di Sottodiciotto: “L’alta partecipazione conferma non solo la validità in sé dell’iniziativa, ma anche che è premiante la ricerca di sinergie tra le diverse realtà culturali cittadine: una linea che Sottodiciotto intende perseguire in modo sempre più ampio e sistematico”.

Come annunciato, le direzioni di Sottodiciotto Film Festival & Campus e di Flowers educational procederanno ora a una selezione dei partecipanti su base curricolare, il cui esito verrà comunicato agli interessati entro venerdì 1° luglio.

Successivamente i selezionati parteciperanno ai 5 incontri teorico-pratici, condotti da esperti di settore (Alessandro Righetti, Luca Pastore, Tommaso Cerasuolo, Federica Ceppa, Guido Chiesa) e dedicati ciascuno a un diverso aspetto della realizzazione e della produzione di video musicali, che si svolgeranno tra il 7 e il 13 luglio presso la sede AIACE di Torino. A seguire, si impegneranno in due giorni di esercitazioni “sul campo”, a Collegno, filmando le serate dei concerti di Salmo e di Gramatik, nuovi protagonisti del fenomeno di diffusione della musica attraverso la rete, che si esibiranno sul palco del Flowers Festival il 14 e il 23 luglio.

I prodotti audiovisivi realizzati durante il workshop, coordinato dal regista e docente del Politecnico Enrico Verra, saranno presentati in anteprima alla prossima edizione di Sottodiciotto Film Festival, in svolgimento dal 2 al 7 dicembre 2016.

I cinema di Torino in cui vedere "SEXXX" di Davide Ferrario

Arriva nelle sale italiane e anche a Torino "SEXXX", il film libero e sensuale ispirato allo spettacolo di Matteo Levaggi, il coreografo che ha dato una scossa al mondo della danza contemporanea. Con musiche di David Bowie, Ultravox, Giorgio Canali, The Longcut, Ooioo e Massimo Zamboni.

È una sera di novembre quando il regista Davide Ferrario si reca alla Lavanderia a Vapore di Collegno, edificio ottocentesco poco lontano da Rivoli adibito un tempo al lavaggio dei panni del Regio Manicomio e ora centro d’eccellenza della danza. Sta per assistere a SEXXX, lo spettacolo di Matteo Levaggi messo in scena dal Balletto Teatro di Torino, e ne rimarrà talmente colpito da decidere di farne un film.
Come sempre accade per le opere di Ferrario, però, SEXXX non è solo la documentazione di quanto il regista osserva quella sera. La messa in scena della coreografia per il cinema – realizzata con montaggio e punti di vista insoliti per la videodanza tradizionale e con una colonna sonora che contempla David Bowie, Ultravox, Giorgio Canali, The Longcut, Ooioo e Massimo Zamboni mentre la musica originale per il balletto è di Bruno Raco – si arricchisce infatti di ricognizioni visive sul corpo nudo raccontato attraverso varie forme espressive, dalla pittura classica ai set dei film porno, con anche l’aggiunta di una sorta di fiction in forma di cortometraggio.

Dopo la presentazione all’ultimo Torino Film Festival, dove SEXXX ha conquistato pubblico e critica, la stessa Madonna ha chiesto di vedere il film, inviando quindi i suoi apprezzamenti al regista. Adesso l’appuntamento con SEXXX, che inizia tra poco la sua carriera internazionale con l’invito al Festival di Mosca, sarà nelle sale italiane il 4 e 5 luglio per approfondire il tema del corpo, della sua potenza fisica, ma anche della sua grazia e del ruolo spesso esasperato che ricopre nel mondo contemporaneo.
Martedì 5 luglio al Nazionale prima dello spettacolo delle 21.30 incontro con il coreografo Matteo Levaggi e con la ballerina Viola Scaglione. A seguire incontro con Franco Prono.

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 29 giugno 2016

"Il libro della vita"
Tante interessanti proposte in giornata a Torino: Un'Estate al Cinema ha due eventi in programma, "Io sto con la sposa" e "Il libro della vita", per ogni tipologia di pubblico.

Prosegue al cinema Massimo la rassegna dedicata al TorinoFilmLab con "Los Hongos"; mentre proseguono le repliche di "Addio mia concubina", "Mundo Grua" e "Luce Mia".

Proiezione a sorpresa al Polski Kot (ma quasi sicuramente sarà l'ottimo "Sole Alto"...), mentre al Manituana si propone "Milk" e ai Magazzini sul Po "L'inquilino del terzo piano" di Polanski.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 28 giugno 2016

Agenda del Cinema di Oggi, martedì 28 giugno 2016

"Il mondo di Apu"
"Il mondo di Apu" è l'appuntamento con la storia della settima arte a Il Piccolo Cinema, ingresso libero.

Nuova serata per Un'Estate al Cinema, alla Casa del Quartiere di San Salvario tocca a "Tutta colpa di Giuda" di Davide Ferrario.

Tre proiezioni di qualità al Massimo: si parte con l'inedito "Quelques heures de printemps" con Vincent Lindon, poi "Luce mia" di Lucio Viglierchio e infine "Addio mia concubina" di Chen Kaige.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

lunedì 27 giugno 2016

Estate tempo di film horror: "The Conjuring" è il più visto a Torino nel weekend

"The Conjuring - Il Caso Enfield"
Bel tempo e ponte di San Giovanni determinano un netto calo delle presenze nei cinema di Torino (13.731 i biglietti venduti): l'horror torna re del botteghino in estate, grazie all'ottimo risultato del secondo capitolo della saga di "The Conjuring", nettamente davanti al secondo in classifica, "Now you see me 2".

Terzo posto per "Angry Birds", davanti a "Mother's Day".

Discreto risultato per la novità spagnola "Kiki e i segreti del sesso", settimo.

"Segreti di famiglia" ha venduto 283 biglietti (proiettato solo al Romano), "Cinque Tequila" 282 (tra Due Giardini e F.lli Marx), l'iraniano "Un mercoledì di maggio" 219 (è al Romano), "La canzone del mare" al Massaua 114, "Passo falso" 95, "Porno & Libertà" 41 e "Jem e le Holograms" solo 24.

"Le vacanze di Monsieur Hulot" di Jacques Tati ha venduto 124 biglietti.

CLASSIFICA WEEK END 24-25-26 GIUGNO 2016

1 THE CONJURING - IL CASO ENFIELD 2.535 € 17.455
2 NOW YOU SEE ME 2 - I MAGHI DEL CRIMINE 1.320 € 8.474
3 ANGRY BIRDS - IL FILM 1.305 (1.285 in 2d + 20 in 3d) € 8.516
4 MOTHER'S DAY 1.119 € 6.780
5 L'UOMO CHE VIDE L'INFINITO 1.064 € 6.097
6 LA PAZZA GIOIA 757 € 4.422
7 KIKI & I SEGRETI DEL SESSO 706 € 4.424
8 WARCRAFT - L'INIZIO 490 € 3.359
9 CONSPIRACY - LA COSPIRAZIONE   419 € 2.394
10 IN NOME DI MIA FIGLIA   393 € 2.146

(Dati Cinetel)

Il Cinema corre sul Fiume ai Magazzini sul Po

Appuntamento da mercoledì 29 giugno presso Magazzino sul Po a Torino, fino al prossimo 27 luglio, con Il Cinema corre sul Fiume.

Cinque film, cinque lampi per illuminare un istante gli spazi oscuri dell’animo umano, per tentare di esplorarli e illuderci almeno di poterli conoscere. Da Polanski, il piccolo borghese europeo, per cui il terrore è un rumore che infrange le sottili pareti dell’appartamento urbano – sottili come le regole di convivenza fra estranei che regolano la città, infrante inevitabilmente dall’affiorare dagli spettri della follia e paranoia; fino allo sconvolgente Pietà, di Kim Ki-duk, la triste parabola religiosa che non lascia scampo a chi è costretto a mondare nel sangue i propri peccati, senza speranza di redenzione alcuna. Cinque momenti di osservazione e confronto dal sottosuolo torinese del Magazzino sul Po.

I film sono stati selezionati e introdotti da Luca M. Richiardi.

Tutti i film verranno proiettati in lingua originale con sottotitoli italiani.

LE PROIEZIONI:

LE LOCATAIRE 1976, Roman Polanski
BENNY’S VIDEO 1992, Michael Haneke
JAGTEN (Il Sospetto) 2012, Thomas Vinterberg
OLD BOY 2003, Park Chan-wook
PIETA 2012, Kim Ki Duk

Magazzino sul Po
Circolo ARCI Torino*
Murazzi del Po lato sinistro
orario aperitivo dalle ore 18, inizio proiezioni ore 21.00

Ingresso gratuito senza tessera ARCI in quanto l’evento rientra nel progetto “E…State ai Murazzi”, patrocinato dalla Circoscrizione 1 di Torino.

Agenda del Cinema di Oggi, lunedì 27 giugno 2016

"Piccole bugie pietose"
Anteprima cittadina per "Piccole bugie pietose" di Niccolò Bruna al cinema Massimo per Un'Estate al Cinema.

Prosegue la rassegna dedicata al TorinoFilmLab, con "Mercuriales" di Virgil Vernier.

Nel pomeriggio nuovo appuntamento con "Luce mia" di Lucio Viglierchio.

Al Blah Blah ciclo Antonioni con "Zabriskie point".

All'Esedra da non mancare la replica di "Tangerines - Mandarini".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

domenica 26 giugno 2016

Casting per il film "Barmalfè"

Mercoledì 29 giugno 2016 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 19.00 presso la Sala Casting della Film Commission Torino Piemonte (ingresso via Cagliari 40/E) è in programma un casting della casa di produzione Malfè Film per il lungometraggio dal titolo “Barmalfè”.

Si cerca un uomo tra i 70 e 80 anni con esperienza di recitazione.

La produzione avverrà nelle prime 3 settimane di agosto. Il lavoro sarà retribuito.
Il casting è rivolto esclusivamente ad attori con già diverse esperienze di recitazione.
Produzione: Malfè Film

Per info scrivere a Alessandro Abba Legnazzi alla mail: barmalfecast@malfe.it

Agenda del Cinema di Oggi, domenica 26 giugno 2016

"Another Earth"
Lunga e interessante domenica di cinema a Torino. Al Castello di Roddi per Buone Visioni c'è "Another Earth" di Mike Cahill, mentre la Piccola Rassegna di Cinema di Buon Gusto propone "Big Night" di Stanley Tucci.

Belle proposte al cinema Massimo, a partire dalle 16.30: prima "Luce mia" di Lucio Viglierchio, poi l'inedito "Quelques heures de printemps" con Vincent Lindon, a seguire per Gli Schermi e l'Islam "Les terrasses" di Merzak Allouache.

All'Esedra oggi in programma "Tangerines" e "Perfetti sconosciuti".

"Berlino sinfonia di una grande città" è musicato dal vivo al Blah Blah, mentre nel pomeriggio il Piccolo Cinema propone una Domenica di Mutuo Soccorso.

Da ADPLOG nel pomeriggio c'è "Ratatouille".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

sabato 25 giugno 2016

L'Agenda in Radio: il podcast della 86^ puntata 24/06/2016

Ottantaseiesima puntata radiofonica dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa venerdì 24 giugno dalle 20 alle 21.

Ospiti gli animatori di Ibrido Studio e gli organizzatori di Kadmonia Cinema.

Ecco il podcast della puntata:

Agenda del Cinema di Oggi, sabato 25 giugno 2016

"Inch'Allah"
Prosegue al cinema Massimo la bella e interessante rassegna Gli Schermi e l'Islam: oggi due titoli, "The Attack" (tratto dal libro "L'attentatrice") e "Inch'Allah".

In serata, sempre in via Verdi, l'inedito con Lindon "Quelques heures de printemps" e il doc torinese "Luce Mia".

All'Esedra ancora una proiezione per "Perfetti sconosciuti".

Da ADPLOG proiezione per "La Vespa e il cinema", alle 15.30 c'è "Nuovo Cinema Paradiso".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

venerdì 24 giugno 2016

Box Office Torino: "Angry Birds" primo, tra i nuovi bene "The Conjuring 2"

"Angry Birds"
Rimane al primo posto come previsto il film di animazione per famiglie "Angry Birds", davanti all'altro film di puro intrattenimento in sala in questo periodo, "Now you see me 2".

Terzo posto per il sorprendente "L'uomo che vide l'infinito", davanti al longseller "La Pazza Gioia".

Uscito solo giovedì 23, ma già undicesimo l'horror "The Conjuring - Il caso Enfield".

Le altre novità: non esaltante l'esordio di "Mother's Day" (192 biglietti venduti) e di "Kiki e i segreti sesso" (127). Sono 58 quelli venduti da "Segreti di famiglia" e 56 quelli dell'iraniano "Un mercoledì di maggio" (entrambi solo al Romano), 27 al Massaua per "La canzone del mare", 19 da "Cinque Tequila", 9 da "Porno & Libertà", 7 da "Passo Falso", 2 da "Jem e le Holograms". 

CLASSIFICA SETTIMANALE DA VENERDÌ 17 A GIOVEDÌ 23 GIUGNO 2016

1 ANGRY BIRDS - IL FILM   4.496 (4.276 in 2d+ 220 in 3d) € 28.602
2 NOW YOU SEE ME 2 4.230 € 25.490
3 L'UOMO CHE VIDE L'INFINITO 3.013 € 16.047
4 LA PAZZA GIOIA 2.635 € 15.193
5 WARCRAFT - L'INIZIO 1.751 € 11.169
6 ALICE ATTRAVERSO LO SPECCHIO 1.502 € 9.467
7 CONSPIRACY - LA COSPIRAZIONE 1.672 € 9.457
8 JULIETA 1.654 € 8.976
9 THE NICE GUYS 1.228 € 7.095
10 TUTTI VOGLIONO QUALCOSA 1.074 € 6.415
11 THE CONJURING - IL CASO ENFIELD 850 € 5.438
12 FRIEND REQUEST 749 € 5.107
13 IN NOME DI MIA FIGLIA  909 € 4.711
14 MA MA - TUTTO ANDRA' BENE 874 € 4.431
15 GLI INVISIBILI 835 € 4.279
16 LAURENCE ANYWAYS 598 € 3.277
17 LA CASA DELLE ESTATI LONTANE 582 € 2.958
18 TRA LA TERRA E IL CIELO 451 € 2.407
19 THE BOSS   380 € 2.258
20 X-MEN: APOCALISSE  406 € 1.782

(Dati Cinetel)

"Piccole bugie pietose" in anteprima torinese al Massimo

"Piccole bugie pietose"
Nell’ambito della IV edizione di un’Estate al Cinema, l’Associazione Museo Nazionale del Cinema
ospita l’anteprima torinese di Pequeñas Mentiras Piadosas di Niccolò Bruna, film co-prodotto dal Piemonte Doc Film Fund. Il contesto è Cuba durante il 54° anno di embargo.

Dall’ufficio dove lavora, Lourdes osserva la folla sulla piazza de L’Avana a due passi dall’ambasciata degli Stati Uniti. Centinaia di cubani vi si accalcano per ottenere un visto, quotidianamente. Lourdes è una donna carismatica che offre un servizio di orientamento a chi vuole viaggiare: i clienti le raccontano la loro vita e da lei apprendono alcune tecniche per avere successo all’intervista.

Niccolò Bruna
Pequeñas Mentiras Piadosas / Piccole bugie pietose
(Italia/Spagna 2015, 87’, DCP, col.)
Il racconto intimo della vita di Lourdes, una donna comune e straordinaria. Ma è allo stesso tempo una storia universale: quella fatta di isolamento e di separazione che è comune a molti cubani e a chiunque nel mondo si trovi costretto dagli eventi a separarsi dai propri cari. Il film è un omaggio alla dignità del popolo cubano, sempre pronto ad affrontare la tempesta con il sorriso. (Niccolò Bruna)

Lun 27, h. 20.45  - ingresso euro 3. Al termine incontro con Niccolò Bruna

Ozu, i suoi film restaurati a luglio al cinema Massimo

"Viaggio a Tokyo"
A luglio il cinema Massimo propone una retrospettiva dei capolavori restaurati di Ozu Yasujiro. Se Viaggio a Tokyo viene considerato dall’autorevole «Sight & Sound» come il più bel film di sempre dell’intera storia del cinema, non sono certo da meno gli altri cinque film di Ozu Yasujiro, restaurati dalla giapponese Shochiku e distribuiti in Italia da Tucker Film. In questi sei capolavori possiamo riscoprire l’avanguardia, la poesia, la semplicità profonda del realismo di Ozu, dove l’incontro tra modernità e tradizione viene reso con uno stile unico nella storia del cinema.

Viaggio a Tokyo (Tōkyō monogatari)
(Giappone 1953, 136’, DCP, b/n, v.o. sott.it.)
È ancora oggi il più famoso dei film di Ozu, e lo celebra con estese citazioni Wim Wenders in Tokyo-ga. La storia racconta, con sottile amarezza, il viaggio di un’anziana coppia per far visita ai figli sposati nella metropoli.
Ven 1, h. 16.00 - Sab 2, h. 21.00

Fiori di Equinozio (Higanbana)
(Giappone 1958, 120’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Un film che ironizza pacatamente sulla perdita dell’autorità paterna: un padre che si oppone al matrimonio della figlia viene battuto dalle forze coalizzate e diplomatiche del mondo femminile.
Dom 3, h. 16.00 - Mar 5, h. 16.00

Tardo autunno (Akibiyori)
(Giappone 1960, 129’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Film ironico, pieno di nostalgia agrodolce, su tre vecchi amici, ex corteggiatori di una donna ora vedova. Cercano di combinare il matrimonio della figlia di lei, col pensiero che pure la madre si possa risposare.
Dom 10, h. 16.00 - Mar 12, h. 21.00. Prima della proiezione presentazione del volume Ozu Yasujiro. Scritti sul cinema (Donzelli Ed.) alla presenza di Franco Picollo (co-curatore del volume con Hiromi Yagi) e Dario Tomasi

Il gusto del sake (Sanma no aji)
(Giappone 1962, 133’, DCP, col., v.o. sott.it.)
L’ultimo film di Ozu è un’elegia del tempo che scorre e della nostalgia del passato, imperniato ancora sul tema del matrimonio, ma con un accenno sul filo del ricordo agli ambienti studenteschi dei vecchi tempi.
Mar 12, h. 16.00 - Ven 15, h. 21.00

Buon giorno (Ohayo)
(Giappone 1959, 94’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Remake alla lontana del capolavoro muto Sono nato, ma… Deliziosa commedia sullo sciopero del silenzio di due fratellini che vogliono che la famiglia compri un televisore, che al tempo stesso è una divertita riflessione sul linguaggio: di cosa parliamo quando parliamo?
Sab 16, h. 18.15 - Lun 18, h. 20.30

Tarda primavera (Banshun)
(Giappone 1949, 110’, DCP, b/n, v.o. sott. it.)
Il film più personale di Ozu. Storia di un vecchio professore e di sua figlia che non vuole sposarsi per non lasciar solo il padre, rimasto vedovo (lui si sacrificherà per spingerla al matrimonio). Una descrizione potente e insieme lieve dell’inevitabile mutevolezza delle cose umane.
Sab 16, h. 21.00 - Mar 19, h. 16.15

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 24 giugno 2016

"Sta per piovere"
Prosegue al cinema Massimo la serie di proiezioni di "Luce mia", intenso doc firmato Lucio Viglierchio, e nel pomeriggio le due rassegne più interessanti del mese: per il TorinoFilmLab c'è "Adama", per Gli Schermi e l'Islam c'è "Sta per piovere".

All'Esedra torna il successo di stagione "Perfetti sconosciuti".

Pomeriggio dedicato a Shakespeare, al Massimo c'è "Romeo e Giulietta" nella versione di Zeffirelli.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

giovedì 23 giugno 2016

Venerdì 24/6 per l'Agenda puntata numero 86 su Radio Banda Larga

Venerdì 24 giugno 2016 alle 20 puntata numero 86 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Ospiti gli animatori di Ibrido Studio e gli organizzatori di Kadmonia Cinema.

L'appuntamento sarà dalle 20 alle 21 dai Laboratori di Barriera di via Baltea 3 a Torino e su www.radiobandalarga.it/play.

Dal giorno successivo la puntata sarà disponibile in podcast.

I cinema di Torino in cui vedere la versione estesa de "La Grande Bellezza"

A tre anni dall’uscita, arriva al cinema solo per tre giorni, il 27, 28 e 29 giugno, LA GRANDE BELLEZZA in VERSIONE INTEGRALE con trenta minuti di scene inedite.

Tra le nuove scene quella in cui Jep Gambardella, disilluso scrittore e giornalista interpretato da Toni Servillo, incontra Giulio Brogi nel ruolo di un anziano regista che immagina di poter girare un ultimo film. Il “Maestro del cinema” racconta a Jep quello che definisce il suo primo “incanto”, l’accensione del primo semaforo installato a Milano tra piazza Duomo e via Torino: “Mi pare che fosse il 12 aprile 1925. Mio padre mi mise sulle spalle perché c’era una gran folla, ma capisce? Una folla, radunata per vedere un semaforo. Che bellezza! Che grande bellezza!”. E quella con Fiammetta Baralla nel ruolo della madre di Ramona (Sabrina Ferilli). Presentato al Festival di Cannes 2013, La grande bellezza ha ottenuto il Premio Oscar® come Miglior Film Straniero, il Golden Globe® e il BAFTA, quattro European Film Awards, nove David di Donatello, cinque Nastri d’Argento e numerosi altri premi internazionali.

Accanto a Toni Servillo un cast straordinario: Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Carlo Buccirosso, Iaia Forte, Pamela Villoresi, Galatea Ranzi, Anna Della Rosa, Giovanna Vignola, Roberto Herlitzka, Massimo De Francovich, Giusi Merli, Giorgio Pasotti, Massimo Popolizio, Isabella Ferrari, Franco Graziosi, Sonia Gessner, Luca Marinelli, Dario Cantarelli, Ivan Franek, Anita Kravos, Luciano Virgilio, Vernon Dobtcheff, Serena Grandi, Lillo Petrolo.

Dame dell’alta società, parvenu, politici, criminali d’alto bordo, giornalisti, attori, nobili decaduti, alti prelati, artisti e intellettuali veri o presunti tessono trame di rapporti inconsistenti, fagocitati in una babilonia disperata che si agita nei palazzi antichi, le ville sterminate, le terrazze più belle della città. Ci sono dentro tutti. E non ci fanno una bella figura. Jep Gambardella, sessantacinque anni, scrittore e giornalista, dolente e disincantato, gli occhi perennemente annacquati di gin tonic, assiste a questa sfilata di un’umanità vacua e disfatta, potente e deprimente. Tutta la fatica della vita, travestita da capzioso, distratto divertimento. Un’atonia morale da far venire le vertigini. E lì dietro, Roma, in estate. Bellissima e indifferente. Come una diva morta.

I cinema di Torino in cui vedere la versione estesa de "La Grande Bellezza":

Centrale
Fratelli Marx
The Space Torino e Beinasco
Uci Lingotto e Moncalieri


Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 23 giugno 2016

"La Canzone del Mare"
Tutti i film in sala a Torino da oggi giovedì 23 giugno nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono "Kiki e i segreti del sesso", "Porno & Libertà", "Segreti di famiglia", "Un mercoledì di maggio", "Mother's day", "The Conjuring - Il caso Enfield", "Jem e le Holograms", "La Canzone del Mare", "Cinque Tequila" e "Passo falso".

Proiezioni extra per la versione estesa de "La Grande Bellezza". Lunedì 27 anche "Werther".

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 23 giugno 2016

"Allegro non troppo"
"Allegro non troppo", capolavoro di Bruno Bozzetto, è la proposta di oggi di Un'Estate al Cinema alla Casa nel Parco a Mirafiori (ingresso libero).

Quattro proiezioni in lingua originale sottotitolata in italiano al Massimo per "Brooklyn", con Saorsie Ronan, scritto da Nick Hornby.

Ultimo appuntamento di stagione per il PFF Psicologia Film Festival, in programma "Quel fantastico peggior anno della mia vita" e poi festa.

Al Polski Kot nuova puntata del ciclo dedicato a Charlie Kaufman con "Human Nature", film di esordio di Michel Gondry.

Due film in serata all'Askatasuna (ingresso libero con offerta): prima "Rapina a mano armata" di Umberto Lenzi, poi "Sette note in nero" di Lucio Fulci.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 22 giugno 2016

Riapre Telecittà a San Giusto Canavese per Sacrificio d'amore

Tenna, Damilano, Carnacina, Lupano, Valtorta, Parigi, Manera
Grazie all’impegno congiunto di Mediaset, Endemol, Shine Italy e della Film Commission Torino Piemonte, che può contare nel 2016 su un maggiore contributo da parte della Regione Piemonte, proprio per sostenere la realtà sempre più importante della serialità televisiva, con la lunga serie “Sacrificio d’amore” hanno riaperto gli Studi di Telecittà, il polo produttivo di San Giusto Canavese, dove lavorano per la nuova serie Mediaset più di 100 persone tra staff tecnico e artistico, la maggior parte appartenenti al territorio, e il numero aumenta se si considerano anche i professionisti e tutto l’indotto.

Per ogni puntata il casting di “Sacrificio d’Amore” coinvolgerà oltre cento tra figuranti e comparse, per un totale di circa 2.500 persone, una ricerca appassionante di volti nuovi che non tradiscano le caratteristiche proprie dell’epoca nella quale si svolge la serie, mentre lo scenografo Maurizio Kovacs ha minuziosamente ricostruito nei 1.700 metri quadrati degli studios tutte le ambientazioni interne, una splendida villa, un ospedale, le case dei protagonisti, un laboratorio. I set sono stati tutti realizzati nella falegnameria all’interno del polo produttivo.

Tantissime poi le location in esterni che accoglieranno le riprese di questa nuova serie, in primis la città di Torino, il chiostro dell’Università degli Studi, le vie e la Piazza del Comune di Agliè e il suo favoloso castello, il Comune di Mazzè, sul lago di Candia, il Castello di Mercenasco e il Castello dei Conti di Biandrate, fino agli alpeggi di Carema.

"Porno & Libertà" a Torino al Greenwich, al Nazionale e ai Fratelli Marx (con biglietti omaggio!)

Arriva in sala anche a Torino l'atteso documentario di Carmine Amoroso "Porno & Libertà", presentato con successo all'ultimo Biografilm Festival di Bologna. In città sarà ospitato da domani, giovedì 23 giugno, al cinema Nazionale (spettacolo unico ore 22), al cinema Greenwich Village (ore 18, sabato e domenica invece alle 16 e alle 20.30) e ai Fratelli Marx (ore 18 e 22.20). Il film è vietato ai minori di 14 anni.

Il primo documentario che racconta la rivoluzione sessuale e la liberazione del porno avvenuta in Italia tra gli anni sessanta e ottanta. Il film è stato prodotto in modo del tutto indipendente senza finanziamenti pubblici o privati. Attraverso un viaggio divertente ma anche profondo e analitico, "Porno & Libertà" rivela come la pornografia è diventata un’arma di cambiamento e di lotta sociale e politica, raccontando le storie di ribelli e innovatori come Lasse Braun, Riccardo Schicchi, Cicciolina, Giuliana Gamba, ecc. e la loro battaglia contro censure, sequestri e ripercussioni politiche e di costume.

Sulla sua pagina Facebook, inoltre, il festival Fish&Chips ha dato il via a un contest legato al film: 20 biglietti omaggio in tutto per assistere al film, e vincere è davvero molto semplice.

Giovedì 23 ultimo appuntamento di stagione con il PFF Psicologia Film Festival

"Me and Earl and the Dying Girl"
L’Associazione Sinestesia e il Collettivo di Psicologia, con il patrocinio del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino, organizzano la diciassettesima proiezione del 7° Psicologia Film Festival: giovedì 23 giugno alle ore 21,00 presso Palazzo Badini (via Verdi 10) è in programma la proiezione all'aperto del film ME AND EARL AND THE DYING GIRL (Quel fantastico peggior anno della mia vita) di Alfonso Gomez-Rejon (2015). Ingresso libero. Presenta il film Simona Maggi.

In occasione dell'ultima proiezione dello Psicologia Film Festival, è prevista una festa conclusiva:
ore 19.00 - Apericena
ore 21.00 - Proiezione
ore 23.30 - Dj-Set

Greg è un ragazzo di talento ma incapace di relazionarsi con il prossimo. Preferisce sfuggire la profondità nei rapporti e crogiolarsi nella sua eterna adolescenza insieme a Earl, il suo migliore amico, da lui definito solo “collega”. Quando la madre di Greg lo costringe a far compagnia a Rachel, una ragazza del suo liceo malata di leucemia, le barriere emozionali di Greg cominciano lentamente a crollare, lasciando spazio a un'inaspettata maturità.
I movimenti di macchina inconsueti e arditi, i dialoghi velocissimi e ricchi di citazioni e la cinefilia strabordante, che sfocia nella gag delle parodie dei classici d'autore girate da Greg e Earl, gli hanno fatto guadagnare una standing-ovation al Sundance 2015, oltre che il Gran Premio della Giuria e del Pubblico.

Il regista
Inizia la sua carriera lavorando come assistente di Alejandro González Iñárritu, Martin Scorsese, Nora Ephron e Robert De Niro, per poi diventare regista televisivo e pubblicitario. Dal 2010 dirige vari episodi della serie televisiva Glee, per debuttare nel 2014 con il suo primo lungometraggio per il cinema, l'horror The Town That Dreaded Sundown, a cui seguirà Me and Earl and the Dying Girl.

Simona Maggi
Psicologa, psicoterapeuta sistemica relazionale. Lavora all'interno dell'Associazione l'Orsa Minore, dove si occupa principalmente di psicoterapia per la famiglia, la coppia e l'individuo in ambito sistemico. Insieme a Lucia Canale, è la referente del Piemonte per l'Associazione CiaoLapo Onlus, dove si occupa di sostegno alle famiglie colpite da lutto perinatale, promuovendo la cultura dell'accoglienza e del supporto alle famiglie, e aumentando la consapevolezza di queste tematiche nella popolazione generale.

"Another Earth" terzo appuntamento con Buone Visioni

"Another Earth"
Domenica 26 giugno 2016 al Castello di Roddi (CN) terzo appuntamento con BUONE VISIONI, Il Castello Errante, in programma il film ANOTHER EARTH di Mike Cahill, con Brit Marling, William Mapother e Robin Taylor (2011, USA, 92 minuti).

Nello stesso giorno in cui una seconda Terra appare nel cielo sopra il nostro pianeta, Rhoda Williams causa l’incidente che cambierà la vita a lei e al compositore John Burroughs. Quattro anni dopo, mentre l’umanità si prepara a visitare i suoi vicini spaziali, le vite di Rhoda e John tornano a incontrarsi, in un ultimo tentativo di trovare perdono e redenzione.

Alle 21.30, proiezione a ingresso libero.

Dalle 19.30, cena a tutto tondo a cura di Tɛrra Academy:
Bufaline, pomodori canditi e croccante alle erbe 6€
Polpette di Fassona in carpione leggero 9€
Mousse allo yogurt e gelée di frutti rossi 5€

Presentato a Il Movie il bando 2016 dello Short Film Fund

Giornata speciale alla Film Commission Torino Piemonte dedicata al bando Short Film Fund, giunto alla terza edizione. In programma la presentazione dei corti vincitori dei bandi 2014 e 2015, e il rilancio del bando 2016, in scadenza il 15 luglio: presente il direttore della FCTP, Paolo Manera, i responsabili del fondo, Enrico De Lotto e Alfonso Papa, e Jacopo Chessa, direttore del Centro Nazionale del Cortometraggio.

I corti vincitori del bando sono stati 4 nel 2014 e 3 nel 2015. "Si tratta di 30.000 euro di budget l'anno, una cifra indubitabilmente bassa che speriamo di poter aumentare presto. Anche perché l'importanza di tale investimento è evidente: abbiamo calcolato che la ricaduta economica complessiva dei quattro corti vincitori nel 2014 è stata di 175.000 euro, di cui 143.000 spesi in Piemonte. E una cifra simile, in proporzione, è prevista per gli altri".

Il bando 2016 in scadenza il 15 luglio. Jacopo Chessa, presente in sala, ha ribadito l'attenzione che il Centro Nazionale del Cortometraggio riserva ai corti che passano attraverso il fondo, e che saranno poi veicolati verso i buyer e i festival italiani e internazionali.

È poi seguita la presentazione dei 7 corti fin qui vincitori. Nel 2014 sono stati "Neve Rosso Sangue" di Daniel Daquino ("Circa 1000 dvd venduti, proiezioni in tutto il cuneese e non solo, una forte valenza didattica", hanno spiegato da FCTP. Del corto ne abbiamo parlato qui), "Mechanismo" di Louis Nero (fermo per un po' a causa di un lungometraggio in lavorazione, entro la fine del 2016 inizierà il suo percorso nel suo festival), "Quello che non si vede" ed "An Afterthought".
Il primo è stato presentato dal produttore Stefano Perlo: "Il nostro è il primo ad essere stato realizzato cronologicamente, anche se poi tra riprese e montaggio è servito circa un anno. Cercavamo di tirare fuori una buona storia da realizzare con pochi mezzi: abbiamo cambiato molte volte idea e anche titolo, ma ora siamo soddisfatti. Senza questo fondo non si sarebbe fatto! Siamo felici di essere stati inseriti nella cinquina finale dei Globi d'oro".
Di An Afterthought ha parlato il regista e produttore Matteo Bernardini: "L'idea nasce dal progetto di un lungometraggio ambizioso a cui sto lavorando, la prima versione del Peter Pan di Barrie fedele al testo, e non trasformata in una fiaba per bambini. Lo sto scrivendo con una straordinaria scrittrice italo-iraniana, Sahar Delijani, e con lei a un certo punto è nata l'idea di estrapolare questo corto, che ha vita propria ma sarà anche l'appendice finale del lungo. Il tutto è frutto di una lunga ricerca, anche su materiali mai pubblicati: Barrie ha scritto di Peter Pan dal 1902 al 1928, ma ha pubblicato solo 3 volumi. È molto impegnativo, girato in inglese, ed è tutto fuorché la favola a cui siamo abituati. La troupe è italiana, al 90% torinese, con nomi importanti come quello di Italo Petriccione alla fotografia e tante realtà produttive locali coinvolte. A fine luglio le prime anteprime, al Giffoni e a Busheon".

Infine, la presentazione dei progetti vincitori nel 2015. Il primo è stato "L'uomo nella macchina da presa" di Michele De Angelis e Mattia Puleo, una co-produzione tra Italia e Macedonia, finito di girare due mesi fa e ora in post-produzione. "Lo Short Film Fund è stato la miccia per la realizzazione del corto, altrimenti non si sarebbe fatto", ha detto uno dei produttori in sala, Pier Milanese.
"Birthday" è stato presentato dal suo autore, Alberto Viavattene: "Abbiamo finito di girare due settimane fa, abbiamo pochissimi secondi da potervi mostrare". Qualche minuto in più è invece stato mostrato dell'ultimo corto vincitore del bando, "Chernobyl" di Franco Dipietro, ormai pronto a girare per festival. "Il budget totale è stato di 60.000 euro. Il corto è il trampolino verso il lungo in fase di preparazione...".

Nove film da recuperare per l'estate al Massimo

"Corpi"
Nel corso del mese di luglio il cinema Massimo propone una manciata di film che i cinema torinesi hanno mostrato poco o per nulla durante i mesi passati: si tratta di film provenienti da paesi europei o del Mediterraneo, che vantano una grande tradizione cinematografica d’autore, messi in circolazione grazie all’intervento di piccoli distributori quali Cineclub Internazionale, Milano Film Network, Lab80, Mariposa, Marechiaro.

Andrej Koncalovskij
Le notti bianche del postino (The Postman’s White Nights)
(Russia 2014, 101’, DCP, col., v.o. sott.it.)
In un villaggio russo isolato dal resto del mondo, al di là di un lago, l’unico contatto che gli abitanti hanno con il mondo esterno è rappresentato da un postino che fa la spola. Nel villaggio la vita segue regole antiche, niente governo, servizi sociali o lavori. La sceneggiatura è basata su storie vere e le persone del villaggio recitano la loro parte nel film.
Sab 2, h. 18.15 - Sab 9, h. 21.00

Liv Ullmann
Miss Julie (Julie)
(Norvegia, Gran Bretagna, Francia 2014, 120’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Una residenza di campagna in Irlanda intorno al 1880. Nel corso di una notte di mezza estate, in un clima di baldoria selvaggia e vincoli sociali allentati, la giovane Julie e John, cameriere di suo padre, ballano e bevono, si corteggiano e manipolano. Lei, altéra e superiore in cerca di avvilimento; lui, garbato ma grezzo, uniti nel disgusto e nell’attrazione reciproci. Con Jessica Chastain, Colin Farrell, Samantha Morton.
Dom 3, h. 18.15 - Lun 11, h. 16.00

Zaza Urushadze
Tangerines
(Estonia 2013, 89’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Nel 1990, in Abcasia, Ivo e Margus provano a resistere sulla loro terra, ambita dai georgiani e difesa dagli abcasi. Ivo, esiliato estone, costruisce cassette per i mandarini di Margus, vicino di casa compatriota che sogna un ultimo raccolto prima di abbandonare il villaggio. Ivo invece non ha mai pensato di andarsene perché in quei luoghi ‘riposa’ il suo bene più prezioso. Ma poi la guerra incombe su di loro.
Dom 3, h. 20.30 - Ven 8, h. 18.00

Leyla Bouzid
Appena apro gli occhi (À peine j’ouvre les yeux)
(Francia, Belgio, Tunisia 2015, 102’, DCP, col., v.o. sott.it.)
A Tunisi, nell’estate 2010, pochi mesi prima della Rivoluzione, la diciottenne Farah si è appena diplomata e la sua famiglia vorrebbe iscriverla alla facoltà di Medicina. Lei non la pensa allo stesso modo. Canta in un gruppo politico rock. Vuole essere una cittadina attiva e impegnata in difesa delle libertà civili, ma vuole anche divertirsi, scoprire l’amore e vivere la città di notte.
Lun 4, h. 16.00 - Sab 9, h. 18.00

Erol Mintas
La canzone perduta (Song of My Mother)
(Turchia, Francia, Germania 2014, 103’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Ali, giovane maestro, vive con l’anziana madre Nigar nell’estrema periferia di Istanbul, “casa” di numerosi rifugiati curdi costretti a lasciare i propri villaggi negli anni ‘90. Nigar è convinta che tutti gli altri siano tornati al paese d’origine: tormentata, prepara ripetutamente i bagagli per farvi ritorno e poi vaga per la città, smarrita.
Mar 5, h. 18.30 - Dom 10, h. 20.30

Malgorzata Szumowska
Corpi (Body)
(Polonia 2015, 90’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Varsavia, oggi. Un sostituto procuratore ha una figlia anoressica, Olga, che è in aperto contrasto con lui dopo la morte della madre avvenuta anni prima. La ragazza ha come terapeuta una donna che ha perso un figlio in tenerissima età e ritiene di poter essere in contatto con i defunti. Il procuratore però è, di giorno in giorno, sempre meno convinto dei suoi metodi.
Mer 6, h. 16.00 - Mar 12, h. 18.30

Virag Zomboracz
Mozes, il pesce e la colomba (Utóélet)
(Ungheria 2014, 95’, col., v.o. sott.it.)
Mózes è un giovane insicuro che ha da poco terminato gli studi in teologia. Dopo un breve periodo passato in una struttura psichiatrica, torna a vivere con la famiglia in un villaggio nella pianura ungherese. Un giorno, il padre autoritario muore improvvisamente e l’amletico fantasma paterno inizia ad apparire e a pedinare Mózes.
Mer 13, h. 21.00 - Ven 15, h. 18.00

Muayad Alayan
Amore, furti e altri guai (Al-hob wa al-sariqa wa mashakel ukhra)
(Palestina 2015, 93’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Mousa, ladro di auto palestinese, si trova in difficoltà quando ruba la macchina sbagliata. Quella che pensava fosse un’auto israeliana nasconde nel bagagliaio un soldato israeliano rapito da militanti palestinesi. Ma lui sogna di emigrare in Italia per giocare nella Fiorentina.
Dom 17, h. 18.00 - Mar 19, h. 21.00

Sherry Horman
Fiore del deserto (Desert Flower)
(Germania, Austria, Gran Bretagna 2009, 120, DCP, col., v.o. sott.it.)
Waris è una bellissima ragazza somala che si ritrova catapultata nel cuore di Londra, a piedi nudi e con un passaporto fasullo in mano. A Londra incontrerà un celebre fotografo di moda, che saprà riconoscere in lei il potenziale di apparire sulle copertine di tutto il mondo. Ma Waris ha un passato oscuro, di cui fanno parte alcuni eventi traumatici nella nativa Somalia.
Dom 17, h. 20.30 - Mer 20, h. 18.15

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 22 giugno 2016

"Eva no duerme"
Appuntamenti da non perdere al cinema Massimo: due proiezioni sono legate alla rassegna del TorinoFilmLab, "Eva no duerme" e "The men who save the world", una a Gli Schermi e l'Islam, "Ladder to Damascus".

Nel pomeriggio in replica anche l'intenso "Luce mia" di Lucio Viglierchio.

In serata al Blah Blah presentazione del cortometraggio "Blocco E, IV Piano" di Sergio Bertani.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 21 giugno 2016

'Güeros', opera prima del messicano Alonso Ruizpalacios, a Torino dal 30 giugno

Esce in sala a Torino al cinema Centrale dal 30 giugno distribuito da Bunker Hill, "Güeros", opera prima del messicano Alonso Ruizpalacios, road-movie già premiato come Miglior Opera Prima al Festival di Berlino 2014.

Il film ha anche vinto al Tribeca Film Festival il Gran Premio della Giuria con Menzione Speciale per la Miglior Regia e il Premio per la Miglior Fotografia e 7 Ariel Awards Mexico 2015, tra cui Miglior Film, Regia e Miglior Attore e Attrice Protagonisti.

Città del Messico, 1999. Dopo aver scoperto che il suo cantante preferito è in fin di vita, l’irrequieto adolescente Tomàs convince il malinconico fratello Federico a raggiungere l’ospedale per rendere un ultimo omaggio all’artista. Accompagnati dall’amico Santos, i due fratelli arrivano a destinazione e scoprono che il loro idolo d’infanzia è scomparso. Decisi a proseguire le ricerche i ragazzi si lanciano in un’avventura on the road che coinvolge anche la ribelle Ana, passato amore di Federico mai davvero dimenticato. Attraversando Città del Messico in lungo e in largo, inizia così un viaggio che diventa inno della più appassionata e indomabile giovinezza.