venerdì 30 settembre 2016

Box Office Torino: "Alla ricerca di Dory" primo, bene Woody e De Matteo

"La vita possibile"
Scendono gli spettatori complessivi della settimana (da 62.000 a 50.000) ma non il primatista del box office torinese, che rimane "Alla ricerca di Dory", fermo a poco meno di 13.000 (netto calo anche qui, erano circa 10.000 biglietti in più una settimana fa).

Secondo "Bridget Jones's Baby", terzo "I magnifici 7". Buon risultato per un film girato a Torino, l'intenso "La vita possibile" di Ivano De Matteo, che supera "Frantz", quinto (il film con Buy e Golino è fuori dai primi 10 nella classifica nazionale).

Ottimo esordio per Woody Allen, decimo dopo un solo giorno con il suo "Cafe Society", mentre Nick Cave è tredicesimo.

Altri dati: 454 spettatori per la versione 3d di "Top Gun", 351 per il primo giorno in sala della commedia italiana "Al posto tuo", 311 per "Prima di lunedì".

Non benissimo i due migliori film usciti ieri: "Le ultime cose" vende 283 biglietti (ma compresa l'anteprima di mercoledì sera), "Indivisibili" solo 85. Speriamo migliorino le cose...

CLASSIFICA SETTIMANALE DA VENERDÌ 23 A GIOVEDÌ 29 SETTEMBRE 2016

1. ALLA RICERCA DI DORY 12.902 (12.409 in 2d+ 493 in 3d) € 79.658
2. BRIDGET JONES'S BABY 9.160 € 52.138
3. I MAGNIFICI SETTE   3.909 € 21.548
4. LA VITA POSSIBILE 2.923 € 14.374
5. FRANTZ 2.137 € 10.845
6. TRAFFICANTI  2.061 € 12.967
7. BLAIR WITCH 1.466 € 9.722
8. THE BEATLES: EIGHT DAYS A WEEK - THE TOURING YEARS 1.426 € 7.863
9. IO PRIMA DI TE   1.411 € 7.926
10 CAFE' SOCIETY 1.224 € 5.842
11. L'ESTATE ADDOSSO 1.207 € 6.905
12. INDEPENDENCE DAY: RIGENERAZIONE   998 € 5.935
13. ONE MORE TIME WITH FEELING 786 € 7.040
14. ESCOBAR 714 € 3.885
15. ELVIS & NIXON 679 € 3.495
16. UN BACIO 589 € 2.292
17. UN PADRE, UNA FIGLIA 589 € 3.031
18. JASON BOURNE 494 € 2.830
19. THE ROLLING STONES - HAVANA MOON 485 € 4.608
20. L'ERA GLACIALE: IN ROTTA DI COLLISIONE   475 € 2.691

(Dati Cinetel)

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 30 settembre 2016

"Sonita"
Serata speciale al cinema Massimo con Seeyousound e il documentario "Sonita", dedicato all'omonima rapper afghana dalla regista iraniana Rokhsareh Ghaem Maghami, presentato in anteprima all'ultimo Sundance.

Inizia oggi anche la stagione del PFF Psicologia Film Festival: appuntamento a Palazzo Badini con il bel film brasiliano "È arrivata mia figlia".

L'ottimo film argentino "Il Clan" arriva all'Esedra, "La Pazza Gioia" al Monterosa.

Al Massimo nel pomeriggio "Jauja" di Lisandro Alonso e a seguire "Il viaggiatore" di Abbas Kiarostami.

In Cascina Roccafranca nel pomeriggio proiezione gratuita di "Epic".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

giovedì 29 settembre 2016

Venerdì 30/9 per l'Agenda puntata numero 91 su Radio Banda Larga

Venerdì 30 settembre 2016 alle 20 puntata numero 91 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Ospiti Luca M. Richiardi, organizzatore del ciclo di proiezioni "Il cinema corre sul fiume", Francesco Giai Via e Pietro Cingolani, curatori della rassegna Crocevia di Sguardi, giunta alla dodicesima edizione.

L'appuntamento sarà dalle 20 alle 21 dai Laboratori di Barriera di via Baltea 3 a Torino, in replica sabato alle 14, da ascoltare su www.radiobandalarga.it/play.

Dal giorno successivo la puntata sarà disponibile in podcast.

Retrospettiva Gus Van Sant al cinema Massimo

In parallelo alla mostra Gus Van Sant (Mole Antonelliana, 6 ottobre 2016 – 9 gennaio 2017), il cinema Massimo propone una retrospettiva integrale dei suoi film, per comprendere fino in fondo la sua poetica. Tra i più interessanti registi statunitensi della scena indipendente, Gus Van Sant, infatti, è un artista poliedrico e attivo nelle diverse discipline: il suo cinema è esistenziale e anticonformista, sovversivo e portatore di una sofisticata ricerca formale, le sue fotografie testimoniano di uno sguardo denso di invenzione, i dipinti raccontano le persone attraverso i loro volti.

Belli e dannati (My Own Private Idaho)
(Usa 1991, 104’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Mike e Scott sono due ragazzi di strada. Mike, di estrazione sociale più umile, soffre di narcolessia. Scott, di famiglia borghese perbene, prima accompagna Mike in un’infruttuosa ricerca della madre; poi, però, lo abbandona per partire con una ragazza di cui si è innamorato. A Mike non resta che continuare da solo.
Mer 5, h. 21.00 – Sala Uno – Ingresso euro 4,00/Dom 9, h. 20.30
La proiezione del 5 ottobre sarà presentata da Gus Van Sant

Mala Noche
(Usa 1985, 80’, video, b/n, v.o. sott.it.)
Il primo lungometraggio di Gus Van Sant è un romanzo omosessuale intenso e vibrante. Un giovane gay si innamora follemente di Johnny, immigrato messicano clandestino che non parla una parola di inglese e non è neppure maggiorenne. Ispirato a un racconto di Walt Curtis, filmato in 16 mm e in bianco e nero.
Ven 7, h. 16.30/Dom 9, h. 16.30

Drugstore Cowboy
(Usa 1989, 99’, 35mm, col., v.o. sott. it.)
Bob è a capo di una piccola banda di consumatori di droga che visitano e rapinano spesso i drugstore che incontrano sulla loro strada. Quando una di loro muore per overdose, Bob decide di smettere di drogarsi. Nel film compare in un cameo lo scrittore della beat generation William Burroughs,
Ven 7, h. 18.15/Dom 9, h. 18.30

Cowgirl – Il nuovo sesso (Even Cowgirls Get the Blues)
(Usa 1993, 93’, 35mm, col., v.o. sott it.)
Van Sant porta sullo schermo l’intraducibile romanzo di Tom Robbins, vero e proprio cult degli anni Settanta. Storia di Sissy, una ragazza dagli enormi pollici, che alterna i suoi vagabondaggi in autostop alla professione di modella. Arriva in una fattoria nel West dove vivono le cowgirls, ribelli nate, un po’ lesbiche, un po’ femministe, un po’ folli.
Ven 7, h. 20.30/Sab 8, h. 18.30

Da morire (To Die For)
(Usa 1995, 102’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Suzanne Stone è una bionda e bella ragazza di Little Hope con il sogno di sfondare in televisione. Moglie adorata di Larry Maretto, figlio di un ristoratore italo-americano in odore di mafia, decide di ucciderlo nel momento in cui l’uomo avanza la richiesta di un figlio e di una vita borghese e provinciale. La Barbie killer mette a segno il suo colpo usando la sua seduzione.
Ven 7, h. 22.15/Sab 8, h. 16.30

Psycho
(Usa 1998, 103’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Marion Crane ruba i soldi dall’ufficio, raggiunge il motel Bates e viene uccisa nella doccia. Remake al dettaglio di certosina precisione del capolavoro di Alfred Hitchcock. Ri-messa in scena raffinatissima di un classico intramontabile, con poche, più o meno marcate, variazioni e differenze.
Sab 8, h. 22.30/Dom 16, h. 16.00

Will Hunting – Genio ribelle (Good Will Hunting)
(Usa 1997, 123’, 35mm, col., v.o. sott.it.)
All’Institute of Technology del Massachussets un luminare matematico propone su una lavagna un problema molto complesso. La mattina dopo il problema è risolto. Il genio è  Will Hunting, addetto alle pulizie, che vive solo e ha un carattere anarchico e violento. Dedicato alla memoria di Allen Ginsberg e William S. Burroughs, entrambi morti nel ‘97.
Lun 10, h. 16.00/Dom 16, h. 18.00

Scoprendo Forrester (Finding Forrester)
(Usa/Gran Bretagna 2000, 136’, 35mm, col., v.o. sott. it.)
Jamal, sedicenne di colore del Bronx, viene ammesso in una scuola privata di Manhattan grazie alla sua abilità negli sport. Un giorno irrompe nella vita di William Forrester, un anziano scrittore che, dopo aver vinto un Premio Pulitzer, si è ritirato a vivere come un recluso. Jamal lascia un quaderno con i suoi scritti in casa di Forrester dando il via a una vicenda che cambierà la vita di entrambi.
Lun 10, h. 18.15/Dom 16, h. 20.30

Gerry
(Usa 2002, 103’, 35mm, col., v.o. sott. it.)
Due ragazzi di nome Gerry (Matt Damon e Casey Affleck, anche autori della sceneggiatura), spinti verso una meta ignota, si perdono nel deserto. Primo capitolo di una trilogia dedicata alla giovinezza (Elephant e  Last Days sono i due successivi), nella quale Van Sant si fa portavoce di una concezione lenta e meditativa del tempo cinematografico. Il film non è mai uscito in Italia.
Mar 11, h. 16.30/Lun 17, h. 18.30

Elephant
(Usa 2003, 81’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Van Sant riflette sulla strage compiuta da due studenti nei confronti di compagni e professori nel liceo di Columbine negli Usa. Lo fa con un film di breve durata in cui si affida a una macchina da presa che pedina alcuni dei protagonisti che diverranno vittime o assassini. Palma d’oro e il premio per la migliore regia a Cannes.
Mar 11, h. 18.30/Lun 17, h. 20.30

Last Days
(Usa 2005, 85’, 35mm, col., v.o. sott.it.)
Blake è un musicista di successo ma ciò non basta a placare i suoi turbamenti interiori. Vaga disordinatamente nel bosco, tra le stanze della sua casa piena di gente anche sconosciuta. Infine, mentre amici e discografici lo stanno cercando, pone termine alla sua esistenza. Ispirato agli ultimi giorni di vita di Kurt Cobain.
Ven 14, h. 16.30/Mer 19, h. 20.30

Paranoid Park
(Usa/Francia 2007, 85’, Hd, col., v.o. sott. it.)
Paranoid Park è il nome di un parco per appassionati di skateboard di Portland, in cui si ritrovano gli skater più folli, anime dannate della città, giovani senza tetto, senza futuro, che bruciano le proprie vite sulla pista. Alex, 16 anni, attratto da quello che per molti è un paradiso artificiale, si avventura nel parco, dove accade però l’irreparabile. Una sera, accidentalmente, causa la morte di un agente di sicurezza. Decide di non dire nulla.
Ven 14, h. 18.15/Mer 19, h. 22.15

Milk (Harvey Milk)
(Usa 2008, 128’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Gli ultimi 8 anni della vita di Harvey Milk, da quando decide di trasferirsi con il compagno Scott a San Francisco, fino a quando, sostenuto dalla sua comunità, sorprende tutti e diventa un militante e promotore dei diritti degli omosessuali. Nel 1977 viene eletto consigliere comunale, primo omosessuale ad avere accesso a una importante carica pubblica in America.
Mar 18, h. 16.00/Lun 24, h. 20.45

Promised Land
(Usa 2012, 106’, Hd, col., v.o. sott. it.)
Steve Butler è un agente in carriera di una grossa compagnia, con il compito di convincere gli abitanti di una cittadina rurale a cedere i loro terreni per dare spazio alle trivellazioni per l’estrazione di gas naturale. Si prevede che, stretti dalla morsa della crisi, molti non avranno difficoltà a cedere le loro proprietà.
Mar 18, h. 18.30/Lun 24, h. 16.15

L’amore che resta (Restless)
(Usa 2011, 95’, Hd, col., v.o. sott. it.)
Annabel Cotton è una bella e dolce malata terminale di cancro che ama intensamente la vita e il mondo della natura. Enoch Brae è un ragazzo che si è isolato dal mondo da quando ha perso i genitori in un incidente. Quando i due si incontrano a una cerimonia funebre, scoprono di condividere molto nella loro personale esperienza del mondo. Con Mia Wasikowska e Henry Hopper.
Mar 25, h. 16.30/Dom 30, h. 20.30

La foresta dei sogni (The Sea of Trees)
(Usa 2015, 110’, DCP, col., v.o. sott. it.)
Dopo la morte della moglie, Arthur Brennan (Matthew McConaughey) va in Giappone, nella foresta di Aokigahara, nota come “la foresta dei sogni”, dove uomini e donne si recano a contemplare la vita e la morte. Sconvolto dal dolore, Arthur penetra nella foresta e vi si perde, per poi ritrovarsi grazie a un incontro importante.
Mar 25, h. 18.30/Lun 31, h. 16.00

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 29 settembre 2016

"Le ultime cose"
Tutti i film in sala a Torino da oggi giovedì 29 settembre nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono:

INDIVISIBILI (Eliseo, Massimo)
LE ULTIME COSE (F.lli Marx)
THE ASSASSIN (Classico)
CAFE SOCIETY (Ambrosio, Centrale v.o., Due Giardini, Eliseo, F.lli Marx, Reposi. Romano, The Space, Uci)
BEN HUR (Ideal, Massaua, Reposi, The Space, Uci)
AL POSTO TUO (Greenwich, Massaua, Reposi, The Space, Uci)
ABEL: IL FIGLIO DEL VENTO (Lux, Massaua, Reposi, The Space, Uci)
SE PERMETTI NON PARLARMI DI BAMBINI (Ambrosio, Uci)

Proiezioni speciali:

MARINA ABRAMOVIC - THE SPACE IN BETWEEN (Ambrosio, Centrale, Due Giardini, Eliseo, Monterosa, The Space, Uci)
GOZZANO-PAVESE (Romano)
BOLSHOI - LE CLAIR ROUSSEAU (Due Giardini, Eliseo, F.lli Marx, Romano)
THE DUEL OF WINE (F.lli Marx)
NERUDA (Anteprima a inviti - Nazionale)

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 29 settembre 2016

"Il Piano di Maggie"
Oggi una sola proposta extra in sala, quattro proiezioni in versione originale sottotitolata in italiano de "Il Piano di Maggie" al cinema Massimo.
Maggie ha un piano: diventare madre facendosi donare lo sperma da un ex compagno di scuola. Ma si innamora di un nuovo collega e lo sposa e da lui ha una figlia. Quando però Maggie si accorge che il suo matrimonio sta andando alla deriva, si mette d'accordo con l'ex moglie per farli tornare insieme.

Per il resto, spazio alle nuove uscite in sala, tra cui segnaliamo almeno "Le ultime cose" della torinese Irene Dionisio da oggi ai Fratelli Marx.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 28 settembre 2016

In Cordata, ricomincia la stagione di incontri e proiezioni

La notizia è bella e ufficiale: torna a Torino la rassegna “In Cordata”, film, narrazioni e suoni di montagna che, da ottobre a dicembre 2016, proporrà proiezioni di lungometraggi, incontri con protagonisti dell’alpinismo contemporaneo e momenti musicali.

Ad inaugurare la rassegna, Nives Meroi, l’alpinista bergamasca con  al suo attivo 13 delle 14 cime più alte del mondo, tutte compiute in coppia con il marito, Romano Benet. L’ultima di queste imprese è stata realizzata a maggio 2016: la salita del Makalu, la quinta montagna più alta della Terra (8.462 metri). L’incontro, è in programma lunedì 3 ottobre al Circolo dei lettori, in  via Bogino 9,con inizio aalle ore 2.

Gli appuntamenti sono frutto della collaborazione tra la Compagnia di San Paolo – programma “Torino e le Alpi”, associazione Dislivelli, CinemAmbiente-Museo Nazionale del Cinema, Circolo dei lettori e CAI UGET Torino.

IL PROGRAMMA

OTTOBRE
lunedì 3 ottobre ore 21 | il Circolo dei lettori
Passo dopo passo. Incontro con Nives Meroi
Modera Linda Cottino, giornalista.
Il 12 maggio 2016, 10 ora locale, Romano Benet e Nives Meroi hanno raggiunto la vetta del Makalu, quinta montagna più alta della Terra, il loro 13esimo Ottomila. Oggi l’alpinista friulana, a partire da Non ti farò aspettare (Rizzoli), racconta di sè, delle esperienze sulle vette e quelle fra ospedali, trapianti di midollo e lunghe convalescenze del marito, compagno di avventure.

lunedì 10 ottobre, ore 20.30 | Cinema Massimo, sala 1
Solidarietà ad alta quota
Café Waldluft di Matthias Koßmehl (D, 2015, 79′)
Berchtesgaden è una storica località turistica ai piedi delle Alpi settentrionali salisburghesi rinomata per lo splendido paesaggio.In questo scenario idilliaco, da oltre due anni la proprietaria del Café Waldluft, la gioviale “Mama Flora”, ospita diversi rifugiati mediorientali e africani che qui iniziano a costruire il loro futuro.
Al termine, incontro con Maurizio Dematteis, Dislivelli e concerto del Coro Moro.

La bestia che è in noi, cortometraggi a Torino

La bestia che è in noi è il titolo dell'appuntamento di sabato 1 ottobre alle 20.30 al cinema Massimo con Corti d'Autore.

In occasione della XII edizione di Torino Spiritualità, il Centro Nazionale del Cortometraggio apre la sua stagione di programmazione con una selezione di film dedicati agli istinti animali insiti nell’uomo.

Cinque corti italiani contemporanei che già hanno riscosso successo a festival internazionali e che ci mostrano il lato più oscuro e impulsivo dei rapporti umani.
Programma: La partita di Francesco Carnesecchi (19′), Non senza di me di Brando De Sica (14′), Paisaje con perro roto di Orazio Leogrande (14′), Pietre di Vincenzo Caricari (20′) e Christian di Roberto Saku Cinardi (12’).

Sab 1, h. 20.30 – Ingresso euro 3,00

Omaggio a Kihachiro Kawamoto per Incanti

"Kenju Giga"
Al cinema Massimo si rinnova come ogni anno la collaborazione con Incanti – Festival Internazionale di Teatro di Figura, giunto alla XXIII edizione.

Il programma prevede domenica 2 ottobre alle ore 18.30 la proiezione di veri e propri gioielli dell’animazione giapponese quali sono i film di Kihachiro Kawamoto, designer e costruttore di pupazzi, regista indipendente, sceneggiatore, animatore e presidente della Japan Animation Association dal 1989 fino alla sua morte. Ricordato in Giappone come progettista di pupazzi per la lunga serie televisiva della NHK Romanzo dei Tre Regni, dei primi anni ’80, e Heike Monogatari, degli anni ’90. Noto a livello internazionale per i suoi cortometraggi di animazione, la maggior parte dei quali realizzati in tecnica stop motion.

Durante la serata saranno proiettati: Hana ori, Kenju giga, Oni, Tabi, Shijin no shogai, Doujo-ji Kataku, Self Portrait.
L’omaggio è realizzato con la collaborazione del Museo Kihachiro Kawamoto di Iida.

Dom 2, h. 18.30 – Introduzione a cura di Dario Tomasi

"Sonita" per Seeyousound venerdì 30 al Massimo

"Sonita"
Ripartono, dopo la pausa estiva, gli appuntamenti mensili cine-musicali di Seeyousound al cinema Massimo. Venerdì 30 settembre alle ore 21 verrà presentato il documentario che ha vinto il premio come miglior opera prima al Biografilm Festival di Bologna, Sonita.

Rokhsareh Ghaem Maghami
Sonita
(Iran/Germania/Svizzera 2015, 90’, Hd, col., v.o, sott.it.)
La giovane Sonita è approdata dall’Afghanistan alle periferie di Teheran e sogna di diventare una rapper di successo. Ma Sonita vale 9.000 dollari per la sua famiglia, se riusciranno a darla in sposa all’uomo giusto. Senza contare che in Iran le è proibito esibirsi come cantante nel modo che ha scelto. Sonita ha il diritto di realizzare il suo sogno? La regista del film sulla sua vita, Rokhsareh Ghaem Maghami, crede di sì, e ci crede tanto da attraversare la linea tra osservazione e partecipazione, impegnandosi perché la giovane donna possa trovare la sua strada… Un racconto ricco di colpi di scena, vincitore di numerosi premi internazionali.
Ven 30, h. 21.00 – euro 5,00

"Dead Man" di Jarmusch apre il nuovo ciclo de "Il Cinema corre sul Fiume"

"Dead Man" di Jim Jarmusch (Stati Uniti, 1995) è il primo titolo della nuova stagione de Il Cinema corre sul Fiume, organizzato da mercoledì 5 ottobre tutte le settimane alle 21.30 ai Magazzini sul Po (Murazzi del Po lato sinistro).

L'innocuo contabile William Blake (Johnny Depp) si trova in una situazione difficile. Entra in città per trovare un comodo lavoro di scrivania e deve fuggirne da ricercato, con i tre più feroci cacciatori di taglie del vecchio west alle costole. Dopo l'incontro con uno strano nativo americano la sua assurda fuga diverrà un viaggio allucinato che lo trasformerà radicalmente. Un "western psichedelico" accompagnato dalle musiche originali composte dal leggendario Neil Young.

I film sono selezionati e introdotti da Luca M. Richiardi. Tutti i film verranno proiettati in lingua originale con sottotitoli italiani. Ingresso gratuito.

Rassegna OLTRE L'UMANO (5 ottobre - 2 novembre)

Mercoledì 5 ottobre: DEAD MAN, Jim Jarmusch, 1995
Mercoledì 12 ottobre: ALTERED STATES, Ken Russell, 1980
Mercoledì 19 ottobre: ANTICHRIST, Lars Von Trier, 2009
Mercoledì 26 ottobre: TETSUO, Tsukamoto Shinya, 1989 + LUCIFER RISING, Kenneth Anger, 1974
Mercoledì 2 novembre: THE HOLY MOUNTAIN, Alejandro Jodorowsky, 1973

Magazzino sul Po
Circolo ARCI Torino
Murazzi del Po lato sinistro
orario aperitivo dalle ore 18, inizio proiezioni ore 21.30

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 28 settembre 2016

"What we do in the shadows"
Stasera torna al Baretti il consueto appuntamento di inizio autunno con Piemonte Movie e il Manhattan Short Film Festival, evento mondiale di cortometraggi da tutto il mondo.

Inizia la stagione al cinema Massimo del MYLF con l'ottima horror-comedy "What we do in the shadows".

Nel pomeriggio in via Verdi due super-classici, "Quel freddo giorno nel parco" di Altman e "Il porto delle nebbie" di Carné.

Alla Piazza dei Mestieri mattinata con Antonia Arslan e con la proiezione del film tratto dal suo libro "La Masseria delle Allodole" (ingresso libero).

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Ancora per oggi al cinema "Nick Cave - One more with feeling".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 27 settembre 2016

Omaggio al cinema marocchino contemporaneo con CreativAfrica

CreativAfrica presenterà, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e il Cinema Massimo di Torino, una rassegna dedicata al cinema marocchino contemporaneo nelle giornate del 3, 4 e 5 ottobre. Le pellicole sono state selezionate tra le vincitrici di premi e riconoscimenti dei festival internazionali e africani di cinema. La rassegna promuove la comunicazione culturale e artistica tra il Marocco e l’Italia e farà conoscere alcune produzioni cinematografiche marocchine.

Un omaggio al cinema marocchino contemporaneo con cinque film che dimostrano la ricchezza di una produzione in continuo fermento, nonostante sia la cinematografia più giovane dei paesi del Maghreb. In programma le opere di autori giovani come Laïla Marrakchi e Ismaël Ferroukhi, o già affermati come Faouzi Bensaïdi e Nabyl Ayouch.

Faouzi Bensaïdi
Mille mesi (Mille mois)
(Marocco/Francia/Belgio 2003, 124’, video, v.o. sott.it.)
Opera prima del regista, attore e sceneggiatore marocchino Faouzi Bensaïdi. La storia è ambientata nel 1981 in un piccolo villaggio a ridosso dell’Atlante. Il padre di Medhi, un attivista comunista, è in carcere, ma al ragazzo, che vive con la madre e il nonno, viene fatto credere che è emigrato in Francia. Medhi è un ragazzo dolce e intelligente e il maestro gli ha conferito l’onore di custodire e portare ogni mattina la sua sedia e per questo i compagni non lo amano.
Lun 3, h. 16.15 - Mar 4, h. 18.00

Ismaël Ferroukhi
Les hommes libres
(Francia/Marocco 2011, 99’, Hd, col.,v.o. sott.it.)
Parigi sotto l’occupazione nazista. Si Kaddour Ben Ghabrit, rettore della Moschea di Parigi, è impegnato a salvare centinaia di ebrei dalla deportazione nei campi di sterminio, Salim/Simon Hillali, chansonnier di origine ebraica, contribuisce in modo importante a far conoscere la canzone araba e mediterranea in Francia. Tra i due c’è un terzo personaggio chiave, il giovane Younès (Tahar Rahim).
Lun 3, h. 18.30 - Mer 5, h. 22.30

Leïla Kilani
Sur la planche
(Marocco/Germania/Francia 2011, 110’, video, col., v.o. sott.it.)
Tangeri oggi, vista dagli occhi di Badia e Imane, due ragazze che lavorano in una fabbrica di gamberetti. Quando smettono il camice di lavoro, però, vanno a caccia di uomini da portare a letto e derubare. Vogliono cambiare vita e sono disposte a tutto pur di riuscirvi. Una notte, nella villa di un boss della mala locale, incontrano Nawal e Asma e decidono di formare una banda, pronte per il grande affare.
Lun 3, h. 20.30 - Mar 4, h. 16.00

Nabil Ayouch
Les chevaux de Dieu
(Marocco/Francia/Belgio 2012, 115’, video, v.o. sott.it.)
Nei sobborghi di Casablanca, una famiglia povera sopravvive faticosamente con un padre depresso e una madre schiacciata dal lavoro. I due figli più grandi, Hamid e Tarek, si fanno convincere dall’Imam Abu Zubair a unirsi alla causa degli islamisti radicali, assicurando in cambio la loro preparazione fisica, mentale e spirituale. Dovranno immolarsi alla causa e compiere gli attentati suicidi previsti a Casablanca.
Mar 4, h. 20.15 - Mer 5, h. 15.45

Laïla Marrakchi
Rock the Casbah
(Marocco/Francia 2013, 100’, Hd, col., v.o. sott. it.)
Una ricca famiglia di Tangeri, composta da una madre e tre figlie, si riunisce in occasione della morte del padre (Omar Sharif). La riunione delle quattro donne solleverà i problemi mai risolti, tra cose mai dette, traumi e segreti. Nel cast anche Nadine Labaki e Hiam Abbass.
Mar 4, h. 22.30 - Mer 5, h. 20.30

I cinema di Torino in cui vedere "Marina Abramovic - The Space in between"

Dopo il successo delle scorse stagioni che hanno portato al cinema oltre 400 mila spettatori, la stagione della Grande Arte torna nelle sale italiane: a inaugurare questo nuovo ciclo ci sarà una delle più originali artiste viventi, Marina Abramović, protagonista di THE SPACE IN BETWEEN. MARINA ABRAMOVIĆ AND BRAZIL di Marco Del Fiol, che sarà nelle sale italiane solo il 3, 4 e 5 ottobre distribuito da Nexo Digital e I Wonder Pictures in collaborazione con Unipol Biografilm Collection.

In questo docu-film la Abramović parte alla ricerca di nuovi stimoli creativi e viaggia attraverso le vibranti comunità religiose del Brasile per fare esperienza dei rituali sacri e svelare il suo processo creativo. Il sincretismo del Brasile più profondo si fa per lei percorso personale e artistico e racconto per immagini, in un seducente intreccio di profondità e ironia. Tra cerimonie di purificazione e trip psichedelici, Marina riflette sulle affinità tra performance artistiche e rituali e si mette totalmente a nudo, in un tragitto anche interiore nei meandri del suo passato. Un film autenticamente “in between”, sospeso tra arte e vita, tra road movie e spiritual thriller, capace di parlare al cuore dello spettatore e al suo inestinguibile bisogno, consapevole o inconsapevole, di spiritualità.

Nata a Belgrado nel 1946, la Abramović è una delle artiste più importanti del nostro tempo. All’inizio degli anni Settanta studia presso l’Accademia di Belle Arti di Belgrado, dove comincia a sperimentare la performance come forma di arte visuale. Esplorando i limiti fisici e mentali del suo essere, la Abramović approfondisce così il tema della trasformazione emotiva e spirituale e si dedica alla creazione di opere capaci di rendere rituali semplici azioni della vita quotidiana, come stare sdraiati o seduti, sognare e pensare. Nel 1974 viene conosciuta anche in Italia, dove presenta la sua performance Rhytm 4 nella galleria Diagramma di Luciano Inga Pin a Milano. Nel 1976 Marina Abramović lascia la Jugoslavia per trasferirsi ad Amsterdam. Nello stesso anno inizia la collaborazione e la relazione con Ulay, artista tedesco, nato tra l’altro nel suo stesso giorno. I due termineranno il loro rapporto dodici anni dopo, nel 1989, con una camminata lungo la Grande Muraglia Cinese: Marina decide di partire dal lato orientale della muraglia sulle sponde del Mar Giallo, mentre Ulay dalla periferia sud occidentale del deserto del Gobi. I due cammineranno novanta giorni e si incontreranno a metà strada dopo aver percorso entrambi duemila e cinquecento chilometri per dirsi addio. Negli anni ottanta viaggia in Australia e nei deserti di Thar e del Gobi e in Cina; dal 1992 tiene workshop, conferenze, mostre personali e collettive in tutto il mondo fino a vincere nel 1997 la Biennale di Venezia con la performance Balkan Baroque, dove per tre giorni pulisce una montagna di ossa bovine in un rituale di purificazione e di denuncia delle stragi che avvenivano nei Balcani.  Nella primavera del 2010 arriva la prima grande retrospettiva negli Stati Uniti al Museum of Modern Art di New York, dove esegue anche la performance The artist is present documentata dall’omonimo documentario. Due anni dopo, nel 2012, è stato il momento della doppia mostra al PAC e alla Galleria Lia Rumma di Milano, dove l’artista ha mostrato tutti i nuovi lavori e svelato al mondo The Abramović Method.

I cinema di Torino in cui vedere "Marina Abramovic - The Space in between":

Ambrosio
Centrale
Due Giardini
Eliseo
Monterosa
The Space
Uci

VIEW 2016, conosciamo i primi keynote speaker

VIEW Conference, la principale conferenza italiana dedicata alla computer grafica e ai media digitali inizierà il prossimo 24 ottobre a Torino. L'atteso evento porta ogni anno i migliori professionisti nel campo dell'animazione, degli effetti visivi, della realtà virtuale e della progettazione digitale in Italia per cinque giorni di conferenze, workshop, tavole rotonde e sessioni interattive presentate ad un pubblico previsto di 6.000 tra studenti e professionisti.

Oggi la direttrice della Conference, Maria Elena Gutierrez, ha annunciato i primi due keynote speaker e i VIEW Awards. "Siamo più che entusiasti e onorati di presentare il regista Byron Howard e il professor Donald Greenberg alla comunità di VIEW," ha dichiarato. "Byron Howard ha diretto il film d'animazione più popolare di quest'anno, e Greenberg è uno dei ricercatori e degli insegnanti più stimati nel campo della computer grafica".

Il keynote speaker Byron Howard ha diretto il brillante blockbuster dei Walt Disney Animation Studios Zootropolis insieme a Rich Moore. Il film d'animazione, uscito quest'anno, si è guadagnato il plauso della critica e più di 1 miliardo di dollari al box office. In precedenza, Howard ha diretto Rapunzel, che ha ricevuto un Golden Globe e una nomination agli Annie come miglior film d'animazione, e Bolt, per cui ha ricevuto una nomination agli Oscar per il miglior film d'animazione. Howard ha anche ricevuto una nomination agli Annie per l'eccezionale animazione dei personaggi di Koda, fratello orso e una candidatura ai VES per l'eccezionale animazione di Bolt. Nel suo curriculum vanta 15 tra film e video dal suo esordio nel 1995 alla Disney con Pocahontas. Oltre al suo intervento, Howard terrà un workshop sulla creazione di personaggi interessanti attraverso l'animazione.

Il keynote speaker Donald Greenberg risponderà alla domanda: “Realtà virtuale, cosa è necessario per renderla reale?”. Il professor Greenberg è direttore del programma di Computer Graphics presso la Cornell University. Le sue specializzazioni includono la generazione di immagini realistiche in tempo reale, la scienza del colore e la progettazione architettonica assistita dai computer. La sua ricerca in questo settore è sostenuta da Pixar, DreamWorks, Microsoft, Intel, Oculus, Valve e Autodesk, e ha il finanziamento del governo. Greenberg ha ricevuto il prestigioso Steven A. Coons Award da ACM SIGGRAPH. È riconosciuto come membro della American Association for the Advancement of Science e della ACM, ed è membro della National Academy of Engineering. Tredici dei suoi ex allievi hanno ricevuto lo Scitech, l'Oscar della scienza e della tecnologia, o il SIGGRAPH Achievement Award. Il professor Greenberg terrà anche un workshop a VIEW dal titolo "Rappresentazione visiva nell'era elettronica".

MOVING TFF 2016, la quinta edizione dal 3 al 31 ottobre

Moving TFF propone un mese di iniziative "in movimento" attraverso la città, legate al multiforme universo del cinema, con l’intento di valorizzare la storia del Torino Film Festival. La manifestazione è ideata e coordinata da Altera e dal Centro di Cooperazione Culturale, realizzata in collaborazione con UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci), Arci Torino, Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival.

Proiezioni di film, presentazioni e dibattiti si terranno in diversi luoghi di Torino - biblioteche, spazi associativi, musei - per dare vita a un’edizione partecipata e ricca, in grado di coinvolgere diverse zone della città. La vocazione del progetto è quella di portare i film delle scorse edizioni del TFF sul territorio cittadino, facendo rete con le realtà che attivamente fanno cultura nei quartieri.

Il calendario del Moving TFF comprende nove proiezioni, che accompagneranno il pubblico fino all'appuntamento con il 34° TFF, che si svolgerà dal 18 al 26 novembre 2016.

Giovedì 20 ottobre, presso il Museo Nazionale del Cinema, sarà poi organizzato un evento speciale. La Mole Antonelliana ospiterà infatti, a partire dalle ore 18, un dialogo tra due registi: Irene Dionisio, giovane torinese che con il suo film Le ultime cose ha ottenuto un grande successo alla 73ma Mostra del Cinema di Venezia, e Davide Ferrario, ospite abituale del TFF, che ha celebrato Torino e la magia del Museo Nazionale del Cinema in Dopo mezzanotte.

“Giunto alla sua quinta edizione – hanno spiegato i curatori della rassegna, Maria Luisa Brizio e Mauro Brondi –, il Moving TFF consolida la sua vocazione di progetto ‘periferico’ portando i film delle passate edizioni del TFF in giro per la città. Anche quest’anno saremo nelle zone di Falchera (Piccolo Cinema), Madonna di Campagna (Artemuda), Campidoglio (Ecomuseo della Circoscrizione 4) e nel quartiere Borgo Dora (Casa Arcobaleno). Come sempre, il tour prevede anche le proiezioni pomeridiane, che avranno luogo nel quartiere San Paolo (Bibliomediateca Mario Gromo del Museo Nazionale del Cinema). Un percorso con orari e luoghi differenti, nel tentativo di raggiungere un nuovo pubblico e raccontare nuove storie e legami tra i film e il nostro territorio”.

L’ingresso alle proiezioni è libero fino ad esaurimento posti, previo tesseramento contestuale e gratuito presso la Bibliomediateca Mario Gromo.

INFO: www.facebook.com/movingtff

PROGRAMMA COMPLETO

Martedì 4 ottobre
LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE
Pif (Pierfrancesco Diliberto) (2013), 90’. Proiettato al 31° TFF.
@ Bibliomediateca “Mario Gromo” - Via Matilde Serao 8/A, ore 15.30

Domenica 9 ottobre
REDEMPTION
Miguel Gomes (2013), 25’. Regista che ha partecipato al 30° TFF.

ITALIANI A LISBONA
Massimiliano Rossi, Luca Onesti e Daniele Coltrinari (2015), 65’.
@ Associazione Tu-ça tu-là, Ecomuseo della Circoscrizione 4 – via Medici 28, ore 21.30

Martedì 11 ottobre
NOWHERE BOY
Sam Taylor-Wood (2009), 96’. Proiettato al 27° TFF.
@ Bibliomediateca “Mario Gromo” - Via Matilde Serao 8/A, ore 15.30

Venerdì 14 ottobre
IRRAWADDY MON AMOUR
Valeria Testagrossa, Nicola Grignani, Andrea Zambelli (2015), 58’. Proiettato al 33° TFF.
@ Altera | CasArcobaleno – via Bernardino Lanino 3/A, ore 21.30

Martedì 18 ottobre
LA BOCCA DEL LUPO
Pietro Marcello (2009), 67’. Proiettato al 27° TFF.
@ Bibliomediateca “Mario Gromo” - Via Matilde Serao 8/A, ore 15.30

TOGLIATTIGRAD
Federico Schiavi, Gian Piero Palombini (2014), 96’. Proiettato al 32° TFF.
@ Associazione Antiloco – Piccolo Cinema – via Cavagnolo 7, ore 21.30

Giovedì 20 ottobre
EVENTO SPECIALE: REGISTI IN DIALOGO
Irene Dionisio intervista Davide Ferrario
@ Museo Nazionale del Cinema – via Montebello 20, ore 18

Martedì 25 ottobre
LARS E UNA RAGAZZA TUTTA SUA
Craig Gillespie (2007), 106’. Proiettato al 25° TFF.
@ Bibliomediateca “Mario Gromo” - Via Matilde Serao 8/A, ore 15.30

Venerdì 28 ottobre
I DISCHI DEL SOLE
Luca Pastore (2004), 75’. Proiettato al 22° TFF.
Intervengono: Luca Pastore (regista), Domenico Mungo (scrittore)
@ Associazione Artemuda – via Drusacco 5, ore 21.30

Venerdì 30 riparte il PFF - Psicologia Film Festival

"È arrivata mia figlia"
Ricomincia la stagione del PFF - Psicologia Film Festival, giunto all'ottava edizione. Si inizia venerdì 30 settembre dalle 19 con un aperitivo a Palazzo Badini (via Verdi 10), e a seguire alle 21 con la proiezione del film brasiliano "È arrivata mia figlia (Que horas ela volta?)" (2015) di Anna Muylaert.

Val lavora come cameriera a tempo pieno nella villa di una famiglia bene di San Paolo. Sono più di dieci anni che non vede la figlia Jessica, che ha affidato ad una parente nel Nord del paese. Un giorno, però, la ragazza si presenta in città per l'esame di ammissione alla facoltà di architettura. Il suo ingresso nella casa di Donna Barbara, del marito e del figlio, suo coetaneo, sovverte ogni regola non scritta di comportamento e mette sua madre di fronte alle domande che non si è mai posta.

"A che ora torna?" si chiede il titolo originale e a pronunciare la fatidica domanda, che tradisce l'attesa e l'affetto, è Fabinho, il signorino di ceto superiore, che interroga la domestica sul rientro della madre, ma è anche la figlia della domestica, in una catena di ritardi e deleghe che è il vero e proprio fenomeno sociale (non solo brasiliano) contro il quale punta il dito il film della Muylaert. Donne che assumono bambinaie per crescere i propri figli al loro posto, mentre le stesse bambinaie sono costrette a far crescere i propri figli a qualcun altro e così via, in un circolo che mescola vizio e necessità e fa sì che a farne le spese siano democraticamente i figli di tutti e la loro educazione sentimentale.
Jessica non è, però, una sventurata d'altri tempi, non si presenta con il bagaglio di tacite conoscenze su cosa è concesso o meno a quelli come lei; non è figlia di sua madre, in questo senso, perché quella continuità si è interrotta troppo presto. Jessica è stata fortunata negli studi, ha trovato chi l'ha iniziata al pensiero critico, per lei la porta della cucina non è una linea di demarcazione scritta nei geni: è una porta come un'altra e, magari, nei disegni dei suoi futuri progetti, la toglierà del tutto. In termini cinematografici, Jessica è portatrice di un altro sguardo e di un altro uso del corpo nello spazio. Il suo avvento non ha la forza sovvertitrice del misterioso ospite del teorema pasoliniano, il film non ha certo le stesse ambizioni poetiche, ma destruttura comunque, gesto dopo gesto, stanza dopo stanza, un codice separatista che si basa sul patto tra chi pretende e chi lascia che ciò avvenga.
Costruito come un percorso in tempo quasi reale, È arrivata mia figlia non è la storia della rivoluzione di Jessica, ma quella di Val, della sua coraggiosa epifania: è la sua presa di coscienza sulla possibilità di interrompere la catena degli errori che commuove profondamente, perché viene dal personaggio più interno al meccanismo, quello per cui, seppur sbagliata, esisteva una "natura delle cose". Regina Case, interprete di lunga esperienza teatrale, televisiva e cinematografica, rischia d'incontrare qui il ruolo della vita e lo onora con una performance perfetta, nei tempi comici e nei toccanti momenti del retroscena (evidentemente la sua ribalta).
Pur non allargandosi oltre il testo dichiarato, il film di Anna Muylaert è un buon esempio di un cinema per tutti che non deve per forza scendere a compromessi sul tema né sul suo impianto ritmico.

Presenta Stefano Tartaglia, ricercatore nell'ambito della Psicologia Sociale dell'Università degli Studi di Torino.

Agenda del Cinema di Oggi, martedì 27 settembre 2016

Aperitoon
Serata speciale dedicata all'animazione torinese al Blah Blah: torna Aperitoon, incontri e proiezioni degli artisti locali, serata informale per tutti gli appassionati.

Tra classicità ("Il sentiero della gloria" di Walsh) e autorialità ("Jauja" di Lisandro Alonso), al cinema Massimo oggi iniziano anche le repliche di un vecchio lavoro di Robert Altman, "Quel freddo giorno nel parco".

Videoarte alla GAM, proiezione di "Comunicato speciale" e incontro con Pistoletto e Ferraro.

All'Agnelli "Il diritto di uccidere", all'Esedra "1001 Grammi".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Da oggi per due giorni al cinema "Nick Cave - One more with feeling".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

lunedì 26 settembre 2016

"Alla ricerca di Dory" è il film più visto a Torino

"Alla ricerca di Dory"
Novemila biglietti venduti su un totale di 27.000 nell'intero weekend: un terzo dei torinesi nel fine settimana ha scelto di vedere "Alla ricerca di Dory" al cinema, unico vero vincitore di una tre giorni ricca di eventi (Terra Madre) e festival (BIFF).

Secondo posto per "Bridget Jones's Baby", terzo per "I Magnifici 7" davanti al sorprendente "Trafficanti".

Al quinto posto il primo film non hollywoodiano, "La vita possibile", che ha premiato Ivano De Matteo e una storia intensa girata a Torino.

Sesto il magnifico "Frantz" di Ozon, che spiace solo non poter osservare in lingua originale.

Fuori dalla top ten segnaliamo i Rolling Stones dodicesimi con "Havana Moon" (438 spettatori in un solo giorno), e i risultati delle altre novità: "Elvis & Nixon" 395 biglietti venduti, "Prima di lunedì" 193.

CLASSIFICA WEEK END 23-24-25 SETTEMBRE 2016

1. ALLA RICERCA DI DORY 9.062 (8.600 in 2d + 462 in 3d) € 59.656
2. BRIDGET JONES'S BABY 4.753 € 29.738
3. I MAGNIFICI SETTE   2.249 € 13.505
4. TRAFFICANTI   1.420 € 9.495
5. LA VITA POSSIBILE 1.360 € 7.154
6. FRANTZ 1.235 € 6.611
7. BLAIR WITCH 1.040 € 7.404
8. L'ESTATE ADDOSSO 856 € 5.235
9. IO PRIMA DI TE   784 € 4.802
10. THE BEATLES: EIGHT DAYS A WEEK - THE TOURING YEARS 779 € 4.633

(Dati Cinetel)

Pistoletto e Ferraro presentano "Comunicato speciale"

Martedì 27 settembre alle ore 18.30 alla GAM Torino è in programma la proiezione di Comunicato Speciale e un incontro con Michelangelo Pistoletto e Renato Ferraro, autori dell’opera (Sala Conferenze GAM, Corso Galileo Ferraris, 30 Torino).

La VideotecaGAM, nell’ambito del proprio ciclo di esposizioni e incontri dedicato al video d’artista tra anni Sessanta e Settanta, è felice di ospitare l’incontro con gli autori Michelangelo Pistoletto e Renato Ferraro. In occasione dell’incontro sarà proiettato Comunicato speciale, realizzato tra il febbraio e il marzo del 1968 (16 mm, colore, suono, 8’). L’opera è parte di una raccolta di dieci film, non tutti oggi reperibili, girati da altrettanti cineasti indipendenti presso lo studio di Pistoletto. “I dieci film fatti in collaborazione – scrive l’artista nel marzo del 1968 – nascono in un luogo che sta a metà tra me e ognuno di loro. Ognuno ha girato ciò che voleva senza imposizioni né rinunce reciproche e, nella circostanza, la comunicazione creativa è stata piena. Il vero senso di ogni film è la creazione nel vuoto (tra le due persone)”.

In Comunicato speciale Pistoletto, improvvisando, parla della compenetrazione tra gli uomini e alcuni esseri venuti da un’altra dimensione che abitano il nostro stesso universo ma vi aprono nuove soglie, mentre la cinepresa di Ferraro si muove nello spazio dello studio andando a cogliere lo straniamento dimensionale che gli specchi creano tra la realtà dell’artista, il suo riflesso e l’immagine del regista, amplificando l’immaginazione di realtà multiple coesistenti nello stesso luogo.
Comunicato speciale è l’unica pellicola di quel gruppo di film rimasta nella collezione della GAM a seguito della sua proiezione nel 1970 in occasione della mostra Conceptual Art, Arte Povera, Land Art a cura di Germano Celant.

La proiezione del film, riversato in digitale, continuerà negli spazi della VideotecaGAM fino al 22 gennaio (con orario 11-19 ingresso libero) accanto a una selezione di materiali d’archivio provenienti da Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, relativi all’opera filmica e alla produzione artistica di quel periodo. Foto, manifesti e pubblicazioni daranno conto delle attività che animarono il gruppo di artisti e cineasti che frequentarono lo studio di Pistoletto tra il 1967 e il 1968 e delle proiezioni internazionali che seguirono alla realizzazione di Comunicato Speciale e degli altri nove film realizzati da Antonio De Bernardi, Renato Dogliani, Pia Epremiam, Mario Ferrero, Plinio Martelli, Paolo Menzio, Marisa Merz, Ugo Nespolo, Gabriele Oriani.

Al cinema per la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione

AGISCUOLA, per conto del Consiglio regionale del Piemonte e del Comitato regionale per i Diritti umani, promuove una serie di proiezioni gratuite rivolte al pubblico e agli studenti, incentrate sul tema dell’Immigrazione.

L’aula del Senato ha approvato in via definitiva la proposta di legge per l’istituzione, il 3 ottobre, della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, in ricordo del naufragio avvenuto al largo di Lampedusa il 3 ottobre 2013, nel quale morirono 366 migranti.
La giornata vuole ricordare chi "ha perso la vita nel tentativo di emigrare verso il nostro paese per sfuggire alle guerre, alle persecuzioni e alla miseria". Recita così l'articolo 1 della legge 21 marzo 2016, n. 45, che istituisce la ricorrenza.

In occasione della Giornata nazionale, il Comitato regionale per i Diritti Umani ha fortemente voluto proporre iniziative e proiezioni per sensibilizzare l’opinione pubblica alla solidarietà civile nei confronti dei migranti, al rispetto della dignità umana e del valore della vita di ciascun individuo, all’integrazione e all’accoglienza. La rassegna si compone proiezioni dedicate agli studenti degli Istituti secondari di I° e II° grado della Regione Piemonte e da proiezioni serali gratuite dedicate a tutto il pubblico cittadino.

PROGRAMMA SERALE
L’iniziativa è rivolta a tutti e ogni appuntamento avrà inizio alle ore 21.00 presso il Cinema Massimo di Torino ad eccezione dell'ultima proiezione che si terrà al Cinema Romano alle ore 20.30.

3 ottobre 2016 - LA NAVE DOLCE di Daniele Vicari
24 ottobre 2016 - SAMBA di E. Toledano, O. Nakache
7 novembre 2016 - FUOCOAMMARE di G. Rosi (il regista presente in sala presenterà il film)
28 novembre 2016 - LA MIA CLASSE di Daniele Gaglianone
21 novembre 2016 ore 20.30 - ESULI: TIBET di Barbara Cupisti

Prenotazione obbligatoria via mail scuola@agispiemonte-valledaosta.it, o telefonica allo 011 812 7761 (lunedì - venerdì dalle ore 9 alle ore 13)

Agenda del Cinema di Oggi, lunedì 26 settembre 2016

"Along the river"
Lunedì western al Massimo con la proiezione del cortometraggio interpretato da Franco Nero, "Along the river", ingresso gratuito.

Serata impegnata invece con il doc "Redemption Song", una nuova prospettiva nel parlare di migrazioni. In sala 3 proiezione speciale di "Tomorrow - Domani" in chiusura di Terra Madre.

"Frank" è la proposta cine-musicale del Rat, "Shutter Island" la scelta del Blah Blah.

Al Museo della Montagna anteprima del doc "La valle ritrovata" di Erica Liffredo.

All'Agnelli c'è "Il diritto di uccidere", all'Esedra "La Pazza gioia".

Il ciclo Essai dell'Uci ripropone "Il Clan", mentre in mattinata al Massimo si parla di cinema e cibo (conferenza a ingresso libero).

Raoul Walsh e il suo cinema ancora protagonisti in via Verdi (oggi con "I ruggenti anni Venti" e "Notte senza fine").

Nel pomeriggio in Bibliomediateca Cary Grant in "Un evaso ha bussato alla mia porta".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

domenica 25 settembre 2016

A Torino "Along the river", ritorno al western di Franco Nero

L’Associazione Metropolis Film di Orbassano è orgogliosa di presentare al Cinema Massimo il cortometraggio western Along The River.

Protagonista del cortometraggio è l’attore e icona del genere Franco Nero, che interpreta uno sceriffo disincantato e malinconico in una storia che, attraverso il contesto western, vuole affrontare tematiche e situazioni che riguardano l’attualità.

Girato interamente nella provincia di Torino e in lingua inglese a settembre 2015, Along The River si aggiudica nell’aprile del 2016 lo Special Marquee Award agli American Movie Awards ed è ora in diffusione in vari festival nazionali e internazionali.

Saranno presenti alla proiezione il giovane regista e sceneggiatore Daniele Nicolosi, l'attore Raffaele Musella (che interpreta il figlio dello Sceriffo Roy), i produttori Paolo Nicolosi e Alfredo Di Maio e l’autore del racconto che ha ispirato il cortometraggio Giampaolo Galli. Ingresso libero.

Daniele Nicolosi
Along the River
(Italia 2016, 27’, Hd, col.)
La drammatica vicenda dello sceriffo Frank De Ville. Incaricato da un cinico avvocato di indagare su un caso di omicidio ai danni di una ragazza indiana, la situazione prenderà una piega inaspettata quando lo sceriffo scoprirà il coinvolgimento del figlio e sarà così combattuto tra il dovere verso la legge e i suoi sentimenti.

Agenda del Cinema di Oggi, domenica 25 settembre 2016

"Ill Manors"
Ultimo giorno di BIFF al Baretti, oggi con quattro film a partire dalle 12: "London to Brighton", "Northern Soul" e poi ancora "Ill Manors" e "Killing Bono". Imperdibile.

Raoul Walsh continua a essere protagonista delle giornate del cinema Massimo, prima con "Notte senza fine" e poi con "I ruggenti anni Venti". In serata "Jauja" di Lisandro Alonso.

Ancora cinema nel programma del Salone del Gusto con l'incontro con Yann Arthus-Bertrand, e in serata al Romano la proiezione da lui presentata dello straordinario "Human". Alla Mole "Così mangiavano" di Giancarlo Rolandi.

All'Unione Culturale per la Festa Indiana il doc "L'ombra del padrino".

Appuntamento cine-gastronomico con "En quete de sens" al Si-vu-plé.

All'Agnelli "Il drago invisibile" e "Il diritto di uccidere", all'Esedra "La pazza gioia" e "1001 grammi".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

sabato 24 settembre 2016

L'Agenda in Radio: il podcast della 90^ puntata 23/09/2016

Novantesima puntata radiofonica dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa venerdì 23 settembre dalle 20 alle 21.

Ospiti Daniele Nicolosi, regista del corto western "Along the river", Emiliano Fasano e Roberto Biadi per parlare di Aperitoon, Matteo Merlano e Andrea Oliva per la seconda edizione di MYLF Movies You'll Like Festival.

Ecco il podcast della puntata:

Agenda del Cinema di Oggi, sabato 24 settembre 2016

"Sex Drugs & Rock'n'roll"
Seconda intensa giornata di BIFF al Baretti, tre i film in programma. Si comincia con il simpatico "Holy water", seguito da "The look of love" di Michael Winterbottom e infine da "Sex Drugs & Rock'n'Roll" di Mat Whitecross.

Pizza e Cinema per Amatrice in via Baltea 3: si mangia, si guarda "I Compagni" di Monicelli e si contribuisce alla ricostruzione della biblioteca di Amatrice.

Quattro film di Raoul Walsh al cinema Massimo: nell'ordine "La furia umana", "La città è salva", "Fulminati" e "Strada maestra".

All'Esedra il curioso "1001 grammi" di Bent Hamer, in Unione Culturale la proiezione del film "I Camminatori".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

venerdì 23 settembre 2016

Box Office Torino: un terzo degli spettatori è "Alla ricerca di Dory"

"Alla ricerca di Dory"
Più di 62.000 gli spettatori a Torino per il cinema nell'ultima settimana, più di un terzo dei quali hanno scelto il nuovo cartoon Pixar "Alla ricerca di Dory".

Al secondo posto il documentario di Ron Howard "The Beatles: Eight days a week" (che doveva restare in sala solo una settimana e invece prosegue la sua programmazione), al terzo ancora il sorprendente "Io prima di te".

Sorprende anche "Trafficanti", quinto, davanti a Muccino, sesto. Già nono in un solo giorno "Bridget Jones's Baby",

I dati delle altre uscite di ieri: "I magnifici 7" ha venduto 472 biglietti, "Blair witch" (uscito mercoledì) solo 328, "La vita possibile" di Ivano De Matteo 247, "Frantz" 139, "Elvis & Nixon" 67 e "Prima di lunedì" desolantemente 19.

CLASSIFICA SETTIMANALE DA VENERDÌ 16 A GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE 2016

1. ALLA RICERCA DI DORY   22.762 (21.714 in 2d+ 1.048 in 3d)  € 146.988
2. THE BEATLES: EIGHT DAYS A WEEK - THE TOURING YEARS 5.807 € 41.163
3.IO PRIMA DI TE   4.478 € 26.468
4. INDEPENDENCE DAY: RIGENERAZIONE  3.778 (3.688 in 2d + 90 in 3d) € 23.443
5. TRAFFICANTI  3.389 € 22.114
6. L'ESTATE ADDOSSO 3.261 € 19.234
7. JASON BOURNE 2.554 € 15.550
8. L'ERA GLACIALE: IN ROTTA DI COLLISIONE   1.731 € 10.948
9. BRIDGET JONES'S BABY 1.375 € 7.390
10. ESCOBAR   1.348 € 7.689
11. QUESTI GIORNI 1.240 € 6.325
12. MAN IN THE DARK  1.185 € 7.422
13. UN PADRE, UNA FIGLIA 1.140 € 5.881
14. LA FAMIGLIA FANG   1.044 € 5.356
15. DEMOLITION - AMARE E VIVERE 913 € 4.744
16. TORNO DA MIA MADRE  887 € 4.798
17. TOMMASO 877 € 4.824
18. L'EFFETTO ACQUATICO   667 € 3.540
19. MA LOUTE 643 € 3.628
20. SUICIDE SQUAD 636 € 4.213

(Dati Cinetel)

Parte la campagna abbonamenti AGIS “Una sera al Cinema 2016/2017”

È pronta a partire la campagna abbonamenti AGIS “Una sera al Cinema 2016/2017”, l'unico abbonamento interaziendale che coinvolge le sale cinematografiche sul territorio della Regione Piemonte, della Valle d'Aosta e della Liguria.

Nato come strumento di agevolazione all'intrattenimento per le famiglie negli ultimi anni ha visto una crescita costante arrivando a oltre 13.000 famiglie. L'abbonamento che viene venduto al costo di 50 euro non è nominale e prevede la possibilità per chi ne usufruisce, di avere 11 ingressi prepagati per accedere a più di 60 sale cinematografiche per oltre 170 schermi complessivi sui territori di riferimento.

Possono essere utilizzati fino a quattro ingressi dal lunedì al venerdì e non più di due nei weekend e festivi. Questo chiaramente consente il coinvolgimento di un numero ben maggiore di persone. Inoltre nelle sale che espongono l'apposito marchio, i tagliandi possono essere usati anche per la visione dei film in 3D.

L'abbonamento è già in vendita presso Cral, Enti convenzionati oltre ad alcune sale cinematografiche della Regione Piemonte. Avrà validità dal 1 ottobre 2016 al 30 settembre 2017.

Per maggiori informazioni http://www.agispiemonte-valledaosta.it/abbonamento-agis/

BIFF, la seconda edizione al Baretti da oggi a domenica 25

Ai blocchi di partenza la II edizione del BIFF - British Irish Film Fest, l'appuntamento annuale dedicato alla cultura d'oltremanica organizzato da The Italian British Society con il patrocinio di Consiglio Regionale del Piemonte, Città di Torino e Circoscrizione 8.

La II edizione del BIFF riproporrà la formula vincente dello scorso anno aggiungendo però alcune importanti novità e proponendo 8 nuovi film, di cui ben 5 sono Italian Première. Case adottive del BIFF sono sempre il CineTeatro Baretti in Via Bareƫ 4 e il quartiere di San Salvario.

Il programma è anche quest'anno molto ricco: 8 film in lingua originale sottotitolati in Italiano (biglietto intero: 5 Euro; ridotto: 4 Euro), un concerto, un dj set in diretta streaming ed uno con il popolarissimo Dj Giorgio Valletta, oltre ad un mercatino di dischi e libri a tema, uno spazio dedicato all'enogastronomia di gusto british e un resident pub allestito sempre presso il CineTeatro Baretti.

La manifestazione aprirà al pubblico oggi venerdì 23 Settembre alle ore 17:00 con l'apertura dello stand gastronomico, del resident pub e del mercatino di musica e libri negli spazi antistante il Cineteatro Baretti. Specialità culinaria del giorno, il tipico Fish & Chips. Alle 18:00 musica gratuita per tutti grazie al Dj set di Radio Banda Larga in diretta streaming e curato da Mystic Sister. La prima proiezione cinematografica è prevista alle ore 20:00 con "One night in Turin", pellicola che racconta l'epopea della nazionale inglese a Italia 90. Il film sarà introdotto da Nicola Roggero di Sky Sport e in sala sarà presente il regista James Erskine.
Il film viene presentato per la prima volta in Italia. A seguire, Dj set a cura del re dell'elettronica torinese, Giorgio Valletta (ingresso libero fino ad esaurimento posti) e per chi resiste oltre mezzanotte si continua con un after party da Giancarlo (Murazzi).

Sabato 24 settembre si riapre alle ore 14 con il mercatino e lo stand enogastronomico, mentre il primo film partirà alle ore 15:00: si tratta dell’esilarante commedia irlandese “Holy Water” di Tom Reeve dove la vita di un piccolo paesino irlandese viene “rivitalizzata” da un carico di Viagra, si prosegue alle 17:30 con il film di Michael Winterbottom “The Look of Love” biopic su Paul Raymond, grande editore arricchitosi negli anni 70 grazie alle riviste per soli uomini; anche questo film viene presentato per la prima volta in Italia. Le proiezioni termineranno alle ore 20.00 con il biopic “Sex, drugs & rock n’ roll” di Mat Whitecross incentrato sulla vita dell’iconico cantautore e attore Ian Dury, anche questo Italian Premiere. Al termine delle tre proiezioni della giornata, alle 22:00 circa, il trio pop-rock londinese Motorcycle Display Team terrà un concerto presso il CineTeatro (ingresso gratuito fino ad esaurimento posti).

Domenica 25 settembre, ultimo giorno di manifestazione, apertura degli stand alle 10:00 con la possibilità di consumare un'autentica English Breakfast presso lo spazio enogastronomico. Le proiezioni, invece, prenderanno il via dalle ore 12:00 con "London to Brighton", premiere italiana dell’Urban thriller di Paul Andrew Williams che nel 2006 venne definito come il “più interessante film britannico dell’anno” dal Guardian. Un folle inseguimento senza esclusione di colpi ambientato nelle cupe periferie britanniche. La giornata continua alle ore 14:00 con il film di debutto di Elaine Constantine “Northern Soul”, splendido ritratto di una generazione e del suo tempio, il Wigan Casino. Il Northern Soul fu un grande esempio di fusione, commistione culturale ed integrazione nel nord Inghilterra operaio degli anni 70. Alle ore 16:30 è la volta di un’altra Italian Premiere, “iLL Manors”, film d’esordio di Ben Drew conosciuto al mondo per la sua attività di rapper e cantante sotto lo pseudonimo di Plan B. Il film è un vero e proprio pugno in un occhio che ti costringe a guardare il mondo isolato e criminale della periferia inglese di Forrest Gate. Un ritraƩo
della “Broken Britain” fatta di famiglie disfunzionali, case popolari, sussidi, spacciatori di crack e eroina. Il quartiere è quello di origine del cantante / regista. Il Festival si chiuderà poi con una nuova premiere Italiana, ovvero l’irlandese “Killing Bono” film di Nick Hamm che racconta l’incredibile storia di Neil McCormick, lead singer di una band con delle potenzialità ma che incontra sulla sua strada un compagno di liceo un po’ ingombrante… Bono Vox! Tratto da una storia vera, questa frizzante commedia chiude la proposta cinematografica del Fest.

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 23 settembre 2016

"One night in Turin"
Inizia il BIFF 2016, questa sera grande festa al Baretti con la prima proiezione, "One Night in Turin" di James Erskine, alla presenza del regista.

Tornano le serate di cinema russo all'associazione E Ora, questa sera "The Hipsters" di Valeri Todorovski, film del 2008 inedito in Italia.

Al Polski Kot l'interessante film "Parada" in occasione del Gay Pride di Belgrado.

Doppio evento di cinema legato al Salone del Gusto, nel pomeriggio a Rivoli proiezione di "The scene of crime", in serata alla Mole quella di "Can you dig this?".

Al Massimo nuova proiezione del film di Lisandro Alonso "Jauja", seguita da un triplo Raoul Walsh: si inizia con "Il sentiero della gloria", si prosegue con "La furia umana" e si conclude con "La città è salva".

All'Esedra proiezione de "La Pazza Gioia".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala. Solo oggi al cinema "Rolling Stones: Havana Moon in Cuba".

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

giovedì 22 settembre 2016

Venerdì 23/9 per l'Agenda puntata numero 90 su Radio Banda Larga

Venerdì 23 settembre 2016 alle 20 puntata numero 90 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Ospiti Daniele Nicolosi, regista del corto western "Along the river", Emiliano Fasano e Roberto Biadi per parlare di Aperitoon, Matteo Merlano e Andrea Oliva per la seconda edizione di MYLF Movies You'll Like Festival.

L'appuntamento sarà dalle 20 alle 21 dai Laboratori di Barriera di via Baltea 3 a Torino, in replica sabato alle 14, da ascoltare su www.radiobandalarga.it/play.

Dal giorno successivo la puntata sarà disponibile in podcast.

"La vita possibile" presentato ieri da Ivano De Matteo e Margherita Buy

Presentato ieri a Torino alla presenza del regista e della protagonista Margherita Buy "La Vita Possibile" di Ivano De Matteo, in uscita oggi 22 settembre (in città è al Massimo, Ambrosio ed Eliseo).

LA VITA POSSIBILE è stato girato a Torino creando il primo set eco-sostenibile, grazie al protocollo Green Movie, che prevede la riduzione generale dei consumi di energia, la riduzione generale dei materiali inquinanti, l’ottimizzazione dei trasporti e il corretto smaltimento dei rifiuti, con attenzione al riutilizzo e al riciclo.

La casa dei protagonisti è in via Borgo Dora, e tutto il quartiere circostante (via e piazza Borgo Dora) sono stati utilizzati e costituiscono il cuore delle location torinesi. Altre location: Giardini Reali, Stazione di Porta Susa, Negozio “Torino Gadgets” piazza Castello, Galleria Subalpina, Trattoria “Valenza” – via Borgo Dora, Mongolfiera Turin Eye, Mole Antonelliana, Museo del Cinema, Negozio “Prochet” via Pietro Micca, Campus Einaudi, Università di Torino + campo calcetto Residenza Olimpia, Cavallerizza Reale, Uffici Regione Piemonte via Pisano, Ufficio di Collocamento via Bologna, Gelateria Popolare via Borgo Dora, Ponte Umberto I, Via Roma e piazza CLN, Commissariato di Polizia – via Verdi, ASL TO 2 – Lungo Dora Savona, Tram GTT + pensilina piazza Castello

Per Antonella Parigi – Assessore alla Cultura della Regione – “questo progetto rappresenta un esempio virtuoso di sinergie e eccellenze produttive che spero possa trasformarsi in modello per il cinema piemontese. Mai come in questo caso Film Commission e FIP, insieme alle istituzioni, hanno conciliato e fatto convergere investimenti privati, cultura, politiche ambientali e ottimo cinema. Qualcosa di cui andare fieri.”

“E’ innegabile che questo progetto - evidenzia Paolo Damilano, Presidente di Film Commission – ci abbia catturato già molto prima dell’avvio delle riprese: in esso abbiamo riconosciuto un’essenza torinese che Ivano De Matteo ha sapientemente trasportato sullo schermo, valorizzando – nelle sue 5 settimane di riprese interamente piemontesi – il quartiere Borgo Dora e allestendo il primo set eco-sostenibile cittadino.

Aggiunge con soddisfazione Paolo Tenna, AD di FIP Film Investimenti Piemonte: “Un risultato a tutto tondo quello ottenuto con La vita possibile che ha garantito una ricaduta territoriale di quasi 600.000 €, coinvolto 30 maestranze locali, e attratto ben 650.000 € di investimenti: oltre agli investimenti privati di Esseci e Mogar, per la prima volta anche le partecipate comunali IREN e GTT hanno scelto di utilizzare lo strumento del Tax Credit collaborando, contemporaneamente, al protocollo green: una Torino davvero protagonista insomma, tanto sul set quanto sullo schermo.

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 22 settembre 2016

"Frantz"
Tutti i film in sala a Torino da oggi giovedì 22 settembre nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono "La vita possibile", "Frantz", "I magnifici 7", "Prima di lunedì", "Bridget Jones's Baby", "Elvis & Nixon" e "Blair Witch" (uscito mercoledì 21).

Proiezioni speciali per "Rolling Stones: Havana Moon", "Top Gun 3d" e "Nick Cave - One more with feeling".

Mercoledì anteprima per "Le ultime cose".

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 22 settembre 2016

"Tutti vogliono qualcosa"
Torna l'appuntamento del giovedì al cinema Massimo con i film in lingua originale sottotitolati in italiano: questa settimana tocca all'ottimo "Tutti vogliono qualcosa" di Richard Linklater.

Al Blah Blah serata speciale con il documentario "Cosimo".

Appuntamento speciali legati al Salone Internazionale del Gusto, con "A dialogue living harmony" e "L'ultimo pastore".

Nexto Voices tra cinema (con il corto "An Afterthought"),e letteratura in Film Commission Torino Piemonte.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 21 settembre 2016

Presentato a Torino "Prima di Lunedì" di Massimo Cappelli

È stato presentato al cinema Ambrosio di Torino "Prima di lunedì", commedia diretta da Massimo Cappelli, alla presenza del regista e degli attori Fabio Troiano (anche co-sceneggiatore), Andrea Di Maria, Martina Stella e Sandra Milo.

Vincenzo Salemme è Carlito, una persona complessa, un esteta orgoglioso di essere italiano. Possiede molte vecchie 500 di tutti i colori e una catena di supermercati. Carlito deve far consegnare uno strano uovo di Pasqua molto appetibile… Siamo in agosto, è pomeriggio, Torino è deserta. Marco (Fabio Troiano) e Andrea (Andrea Di Maria), amici inseparabili, legati da Penelope (Martina Stella), sorella di Andrea ed ex di Marco, sono proprio sulla strada di Carlito e della sua 500 verde. Penelope sta per sposarsi. Marco – che sta guidando - non è stato invitato. Mentre si affanna a convincere l’amico che non gli importa nulla del matrimonio e di Penelope, finisce dritto contro la 500. Ora i due sono in debito con Carlito…

Una commedia girata quasi tutta in Piemonte: le principali location torinesi sono state l’hotel Golden Palace e il Carrefour Porte di Moncalieri; Carrù, Mondovì e Fossano sono tornate ad essere protagoniste di molte scene del film.
Il film è prodotto da Massimiliano Leone e Valentina Di Giuseppe per Lime Film con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e FIP, attraverso il tax credit.

La sceneggiatura è di Massimo Cappelli, Fabio Troiano e Beppe Lo Console, il direttore della fotografia è Marcello Montarsi, il montaggio è di Luciana Pandolfelli, la scenografia di Walter Caprara, le musiche sono di Fernando Alba e il brano “Prima di lunedì” cantato in duetto da Fernando Alba e Stefania Orlando.

“A poco più di un anno dalla precedente commedia realizzata ad Alba – commenta Paolo Damilano, Presidente di Film Commission Torino Piemonte – Lime Film torna a girare nella nostra Regione: in quattro settimane di riprese la ricaduta ha superato 500.000,00 € e impiegato 25 tecnici locali. Questa è un’importante conferma del buon lavoro svolto nella nostra Città così come nella Provincia che è ormai in grado di accogliere al meglio riprese e esigenze delle varie troupes.”

“Il ritorno di Lime Film in Piemonte è stato fin da subito proficuo anche per il coinvolgimento degli investimenti privati che si attestano intorno a 650.000 euro: basti pensare al rinnovato intervento di BAM Banca Alpi Marittime attraverso l’uso del Tax Credit – sottolinea Paolo Tenna AD di FIP Film Investimenti Piemonte – che ha potuto sfruttare anche la fase di riprese per organizzare valide azioni di comunicazioni interna e di team building. Da non dimenticare l’incoraggiante prima volta per Terfinance e Selezione Baladin che hanno investito in questo film e che speriamo di poter presto coinvolgere in nuove produzioni che FIP saprà individuare.”