martedì 22 novembre 2016

Elio e le Storie Tese per un giorno al cinema con "Ritmo Sbilenco"

Evento speciale al cinema nelle sale dell'Uci Cinemas il 23 novembre alle ore 20.30 prossimo per RITMO SBILENCO, un filmino su Elio e le Storie Tese distribuito da Feltrinelli Real Cinema e Wanted, prodotto da OffiCine (IED e Anteo) e Hukapan e consigliato da Sky Arte HD.

Il documentario offre un punto di vista non convenzionale su una della band italiane di maggiore successo – gli Elio e le Storie Tese - ed è nato dal Laboratorio di Alta Formazione di OffiCine, che prevede la formazione sul campo per la realizzazione di un documentario da parte di una troupe di studenti affiancata per circa 6 mesi da una troupe di filmmaker professionisti.

Ritmo Sbilenco è un racconto al presente della band e vuole svelarne il lato nascosto, quello non illuminato dalle telecamere, il back stage delle loro vite prima ancora di quello delle loro performance artistiche. Non un reportage musicale, né un lavoro costruito su materiali di archivio. Dalla partecipazione al Festival di Sanremo nel 2016 al tour nei palazzetti, la macchina da presa di Mattia Colombo – giovane filmmaker – ha ripreso questi inediti momenti.

“A un certo punto qualcuno di noi si è accorto che ci stavano riprendendo. Fino a quel momento la troupe era stata così professionale che non ci eravamo accorti di nulla. Siamo andati a denunciare il fatto alla polizia e alla fine dopo una gigantesca rissa che ha coinvolto anche Soldini, l’equivoco è stato chiarito con grande sollievo di tutti. Solo che da lì in avanti abbiamo dovuto fingere di non accorgerci della troupe e il risultato non era lo stesso. Dopo un veloce consulto, perché a quel punto il tempo stringeva, abbiamo deciso di fingere di fingere di non accorgerci della troupe”; dichiarano gli Elio e le Storie Tese.

La troupe senior composta dal regista Mattia Colombo, dal DOP Jacopo Loiodice, dal fonico Polo Benvenuti e dalla montatrice Valentina Cicogna è stata affiancata da quella degli studenti composta da Giulia Palladini, Monica Chiari e Alessandra Savoldi per la produzione, Alessandro Alliaudi per il montaggio, Jacopo Mutti, Nicolò Broggion e Francesco Cafagna che si sono occupati di regia e fotografia. L’intero progetto ha la supervisione artistica di Silvio Soldini e di Paolo Cottignola per il montaggio.

Partner del progetto le aziende che hanno messo a disposizione borse di studio per la partecipazione gratuita degli studenti: smart, Levi’s, Vespa, Aeffe, Lombardia Filmcommission, Jaeger-leCoultre, Zwilling Group, Ballarini, MH Way e Fermo.