martedì 6 dicembre 2016

Presentazione a Torino per "Enrico Rava. Note necessarie"

Verrà presentato in anteprima a Torino, città dove è nata la carriera dell’artista e lo stesso film, Enrico Rava. Note necessarie – in uscita con Wanted Cinema a gennaio 2017 - diretto dalla regista torinese Monica Affatato.

Appuntamento domenica 11 dicembre alle ore 20.30 al Cinema Massimo Uno (ingresso 5€, prevendita dal 6 dicembre sul sito www.cinemamassimotorino.it). Introduce la proiezione Paolo Manera, direttore della Film Commission Torino Piemonte.

Un’icona della musica italiana nel mondo, Enrico Rava: geniale e innovativo musicista, la sua vita corrisponde a un importante pezzo di storia del jazz e della musica in generale.
Un lavoro importante per la regista, che torna a narrare per immagini il mondo della mu­sica, dopo l’incursione nel combattivo mondo musicale di Demetrio Stratos attraverso "La voce Stratos".
Da Torino a New York, da Buenos Aires ad Atlanta, Enrico Rava ha plasmato il jazz con­temporaneo degli ultimi cinquant'anni.
Nel documentario, assieme a colleghi e amici, Rava ripercorre la sua vita salvata e mo­dellata dall'incontro con la musica.
Con il trombettista, le sue storie personali e gli incontri avvincenti dagli anni Sessanta fino ad oggi, il film ci accompagna in un viaggio (non solo biografico) che attraversa il mondo del jazz, per scoprirne la forza di musica rivoluzionaria e il potere di arte liberatoria che si trasforma insieme alla società.
Enrico Rava – Note necessarie è intessuto di musica, concerti e materiali esclusivi e con interviste a Carla Bley, Roswell Rudd, Michelangelo Pistoletto, Francesco Tullio Altan. Arric­chito da materiali rari, dal Gato Barbieri filmato da Pasolini alla presenza di Michel Petruc-ciani, e attraversato da riflessioni teoriche, il film conduce al nucleo segreto del jazz, ciò che lo rende un linguaggio di libertà, oltre che un genere musicale.
È quella imprevedibilità dell'improvvisazione, che si conserva nella sua anima non scritta, ribelle, e al tempo stesso aperta e inclusiva. Come Enrico Rava ci ricorda: "Quando tutto funziona, è una democrazia perfetta, che solo il jazz può creare “.
Dopo la presentazione a Torino, Enrico Rava partirà per un tour in Giappone, con un progetto dal titolo “Enrico Rava meets Japanese Friends”.