martedì 25 luglio 2017

Cinema a Palazzo Reale tra Franco Fontana e "L'uomo dei cinque palloni"

"L'uomo dei cinque palloni"
Quest’anno "Cinema a Palazzo Reale" ha chiesto a una serie di personaggi autorevoli di scegliere un film per la rassegna. In occasione della mostra “Franco Fontana. Paesaggi”, a Palazzo Madama dal 13 luglio al 23 ottobre, mercoledì 26 luglio alle 22, nel cortile d’onore di Palazzo Reale, è in programma “Suggerito da… Franco Fontana”. E’ stato il fotografo italiano a scegliere “Youth - La giovinezza” di Paolo Sorrentino, con Michael Caine, Harvey Keitel, Rachel Weisz, Paul Dano e Jane Fonda. Il film, dedicato a Francesco Rosi, è ambientato e girato prevalentemente in Svizzera e si è aggiudicato 3 European Film Awards (miglior film, miglior regia e miglior attore a Michael Caine) e 3 Nastri d'Argento.

Sarà Guido Curto, direttore di Palazzo Madama, a tracciare i fili rossi che legano il lungometraggio a Fontana e a raccontare la mostra in corso. La serata segna la nascita della sinergia con la Fondazione Torino Musei: quest’anno, per “Il cinema ti porta al museo!”, conservando il biglietto (intero) degli spettacoli si entra con il biglietto ridotto - oltre che ai Musei Reali, come già avveniva in passato - anche a Palazzo Madama, Gam, Mao e Borgo Medievale. Con il biglietto di ingresso intero degli stessi musei e delle mostre, si ha la riduzione a 4 euro sull’ingresso ai film.

Giovedì 27 luglio, stessa ora, c’è invece la presentazione del restauro de “L’uomo dei cinque palloni”,  curato da Museo del Cinema in collaborazione con la Warner Bros, la Cineteca di Bologna e il sostegno economico di Massimo Sordella e di Nuovo Imaie. Viene presentato in tutta la sua lunghezza: girato nel 1965, il lungometraggio fu, infatti, ridotto per una discutibile operazione commerciale del produttore Carlo Ponti a un episodio di mezz'ora del film “Oggi, domani, dopodomani”, insieme ad altri due sketch diretti da Luciano Salce ed Eduardo De Filippo. Uscì in versione completa in Francia, nel 1969.

Sarà Claudia Gianetto del Museo Nazionale del Cinema di Torino, insieme a Massimo Sordella, che ha contributo al restauro, a presentare la  pellicola e spiegare il lavoro compiuto sul lungometraggio.
Il film racconta di Mario (Marcello Mastroianni)m un ricco proprietario di una fabbrica di caramelle cge sta per sposarsi con Giovanna (Catherine Spaak). Il piattume della sua vita lavorativa e amorosa sarà scosso all'improvviso da un episodio: dopo aver raccolto uno dei palloncini gonfiabili utilizzato dalla sua ditta come gadget pubblicitario, inizia a chiedersi fino a che punto, esattamente, un palloncino possa essere gonfiato prima di esplodere. Decide di rivolgersi a diversi esperti scientifici per trovare una soluzione al proprio dilemma ma non troverà una risposta, finendo per morirne suicida.

Ingresso a entrambe le serate: 6 euro.