domenica 9 luglio 2017

Dal 15 luglio il Romano riapre con il Festival dell'Estate

Il cinema Romano - Dalla pagina Facebook ufficiale
Finite le vacanze estive il cinema Romano riapre con un evento speciale, il Festival dell'Estate.

In programma i migliori film della stagione passata (FRANTZ di Ozon, CAPTAIN FANTASTIC di Ross, LADY MACBETH di Oldroyd, ecc.) ma non solo: anteprime, inediti, esclusive (LA PRINCIPESSA E L'AQUILA di Otto Bell, CIAO AMORE, VADO A COMBATTERE di Manetti, SE NON VIENI A VEDERE QUESTO FILM..., solo per citarne alcuni).

E poi DOUCE FRANCE, il meglio del cinema francese di ieri, di oggi e di sempre: L. Malle, F. Truffaut, ma anche i contemporanei P. Garrel, S. Brizé (ancora nelle sale con il poetico e lettarario UNE VIE, tratto da G. De Maupassant).

IL MONDO ANIMATO nei week-end propone i film per i più piccoli: LE STAGIONI DI LOUISE, LA TARTARUGA ROSSA, LA MIA VITA DA ZUCCHINA (campione di incassi in Francia).
Molti i titoli (quasi inediti o di brevissima programmazione) di sensibilizzazione verso le fasce più deboli: assolutamente da non perdere, LIFE ANIMATED sulla vita di Owen Suskind, capace di superare l'autismo grazie al sostegno della sua famiglia e dei grandi classici dell'animazione di Walt Disney e ROCKS IN MY POCKETS di Baumane, regista e artista che ci racconta, con le tecniche dell'animazione, la sua vita e quella delle donne della sua famiglia e la loro battaglia con la malattia mentale.

I film musicali: eccezionali documenti e documentari, ma non solo (JANIS, SUGAR MAN, SING STREET, YO YO MA...), i mai proiettati al Romano documentari sulla storia dell'arte: La grande arte al cinema (Monet, Raffaello, Michelangelo...).

Distribuiti da I WONDER, due magnifici docu-film legati tra loro e da non perdere, NOSTALGIA DELLA LUCE di P. Guzman (regista e voce narrante) sul tema della dittatura di Pinochet e della tragedia dei desaparecidos da un inedito punto di osservazione: il deserto di Atacama; dello stesso regista e sullo stesso argomento, LA MEMORIA DELL'ACQUA: Guzman parte dall'acqua, elemento essenziale nella vita dell'uomo, per rileggere la storia del suo paese, il Cile. Prima Atacama, poi l'Oceano, hanno involontariamente dato sepoltura a innumerevoli cittadini inermi; così un bottone sui fondali diventa il punto di partenza di una testimonianza preziosa : l'occasione per non dimenticare.

Il programma è stato curato da Maria Grazia Crisopulli e Lorenzo Ventavoli Jr.

Tutti gli appuntamenti sono in Agenda.