mercoledì 29 novembre 2017

Femme fatale, in Bibliomediateca un omaggio a Jeanne Moreau

Jeanne Moreau
Dopo il successo delle rassegne proposte dalla Bibliomediateca Mario Gromo negli scorsi mesi - l’omaggio ad Alain Delon, a Romy Schneider e al polar francese - rimaniamo nell’ambito della cinematografia francese proponendo per dicembre una mini-rassegna di due film dedicati all’attrice, cantante e regista francese, recentemente scomparsa, Jeanne Moreau dal titolo Femme fatale. Inaugura la rassegna la proiezione di Eva di Joseph Losey.

Jeanne Moreau (1928-2017) è stata una delle interpreti più emblematicamente versatili del cinema francese, a proprio agio con ruoli complessi quanto diversi l’uno dall’altro. A tutti l’attrice è stata in grado di imprimere una propria decisiva sfumatura, un marchio capace di circonfondere il personaggio interpretato da un’aura caratterizzata dal mistero, dal fascino e da una sorta di sfuggente indeterminatezza, indice del suo essere rappresentante di una femminilità nuova, moderna, inquieta e non facilmente rinchiudibile in uno stereotipo.

A qualche mese dalla scomparsa della grande attrice, la Bibliomediateca Mario Gromo propone due appuntamenti dedicati in cui la Moreau veste i panni di una femme fatale sui generis: Eva di Joseph Losey (film nel quale incarna un ideale femminile capace di portare gli uomini all’autodistruzione) e La sposa in nero di François Truffaut (nel quale veste i panni di un’affascinante vendicatrice del marito ucciso nel giorno delle nozze).

Tutte le proiezioni sono a ingresso libero fino esaurimento posti, previo tesseramento gratuito alla Bibliomediateca e presentazione di un documento d’identità.

Lunedì 4 dicembre, ore 15.30
Joseph Losey
Eva
(Francia-Italia 1962, 116, b/n)
Tyvian Jones è uno scrittore che ha raggiunto il successo con un romanzo ampliamente plagiato. A Venezia, dove si trova per promuovere il suo libro ed annunciare che ne verrà tratto un film, incontra la seducente ed enigmatica Eva. Affascinato dalla donna, inizia con lei una relazione che lo vedrà vittima di numerose e feroci umiliazioni. Pensando di liberasi di questa insana passione, Jones sposa la giovane Francesca, la quale ben presto scopre che il marito è ancora succube di Eva e si suicida. L’uomo va incontro a una pericolosa deriva ossessiva, illudendosi che Eva torni da lui.
Con Jeanne Moreau, Stanley Baker, Virna Lisi, Giorgio Albertazzi

Lunedì 18 dicembre, ore 15.30
François Truffaut
La sposa in nero
(Francia-Italia 1968, 107’, col.)
Una scommessa tra cinque amici intenti a provare un fucile di precisione provoca involontariamente la morte di David, mentre quest’ultimo esce dalla chiesa nel giorno del proprio matrimonio con Julie. La donna, legata al ricordo del marito, ha come fermo proposito l’intenzione di vendicarne la morte. Mette quindi in atto un piano che la porta ad avvicinare gli uomini che considera i diretti responsabili del suo amato, per poi ucciderli con modalità sempre diverse. Ha già eliminato quattro uomini, quando si rende conto che l’ultima persona sul suo elenco si trova in carcere: decide quindi di costituirsi e farsi imprigionare per portare a termine la sua vendetta.
Con Jeanne Moreau, Jean-Claude Brialy, Michel Bouquet, Charles Denner