mercoledì 24 gennaio 2018

Alla GAM "Sportification. The Big Piano Smash" fino al 18 febbraio

Il programma di esposizioni della VideotecaGAM dedicato alla storia del video d’artista negli anni Sessanta e Settanta prosegue indagando il particolare rapporto che lega l’inizio dell’utilizzo del mezzo video da parte degli artisti con la coeva cultura televisiva.

Sportification. The Big Piano Smash di Franco Ariaudo, Emanuele De Donno, Luca Pucci è una mostra dedicata ad alcuni aspetti della storia del programma televisivo Giochi Senza Frontiere, trasmesso in eurovisione dal 1965 al 1999. Forma utopica di sportificazione, cioè di formazione attraverso ludi comunitari, di una identità europea tutta da plasmare, il programma, preceduto da alcuni esempi nazionali come Campanile sera, si sviluppò in senso europeo a sette anni dalla fondazione della Comunità Economica Europea, del 1958, e accompagnò i primi anni di storia dell’Unione Europea, nata il 1 novembre del 1993. Giochi Senza Frontiere perseguiva l’ideale di una confederazione di cittadini, capaci di misurarsi, conoscersi e riconoscersi, in una rete transnazionale di città e paesi, in un’Europa fatta di piccole comunità sorelle, di un tessuto sociale più vasto e autentico della socialità tipica delle capitali e delle grandi città.

Da un vasto materiale raccolto in diversi archivi privati, si mettono in evidenza correlazioni inaspettate quanto insistite tra i diversi linguaggi utilizzati nella trasmissione e le coeve ricerche avanguardistiche. La trasmissione, nata in un periodo di ancora intensa sperimentazione televisiva, produsse una cospicua serie di scenografie, alcune rimaste come arredo urbano pubblico nelle cittadine che ospitarono i giochi, come nel caso dell’italiana Riccione. L’analisi mette in luce un intreccio di influenze che sono eredità, da un lato dell’architettura modernista, e dall’altro dei linguaggi e giochi di ascendenze Dada, del Situazionismo e di Fluxus.

Se è certo che la prima decade della storia del video d’artista sia legata a doppio filo con la neonata cultura televisiva e si sviluppi, in prima battuta, come reazione critica all’industria dell’intrattenimento proposta dalle diverse emittenti nazionali, è sorprendente registrare coincidenze e affinità come quella tra la prova The Big Piano Smash, dove le squadre di concorrenti di Giochi Senza Frontiere dovevano distruggere con delle mazze nel più breve tempo possibile un pianoforte, e la diffusa antiretorica del piano che il movimento Fluxus espresse attraverso artisti come Philip Corner, Nam June Paik, Ben Vautier, Wolf Vostell, George Maciunas successivamente ripresa da Beuys, Uecker, Montañez Ortiz e altri ancora.

L’esposizione si articola in quattro micro-sezioni: Giochi senza Frontiere, Eurovisioni, Fluxus e Situazionismo, Playground in dialogo con la proiezione del video The Big Piano Smash, famosa puntata inglese dei Jeux Sans Frontieres svolta a Blackpool nel 1967.

La mostra è stata resa possibile dalla collaborazione con Philip Corner, tra i primi distruttori del piano negli happening fluxus, Gunnar Schmidt, critico e storico dell’arte, esperto di Piano activities e Gianni Magrin, collezionista e curatore di un vasto archivio di immagini “assonanti”, memoriabilia ed ephemera dei popolari Giochi televisivi senza frontiere.

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 24 gennaio 2018

"Un'altra donna"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO
"Un’altra donna (Another Woman)" di Woody Allen è la proposta di questa sera del cinema Massimo. In un momento storico in cui troppo facilmente si addita al "colpevole" senza alcuna prova e senza razionalità, un motivo in più per rivedere un capolavoro.
Marion Post (Gena Rowlands), scrittrice di mezza età, cerca un appartamento in affitto per ritirarsi a scriveresenza essere disturbata. Si ritrova però ad ascoltare senza volerlo, attraverso la parete, le conversazioni deiclienti dell'adiacente studio psicoterapico. Questi avvenimenti inducono Marion a un ripensamento generalesulla propria vita.
Il film è introdotto da Giuseppe D’Agostino.

LE ALTRE PROIEZIONI
Sempre al Massimo, nel pomeriggio proiezione di "Scene da un matrimonio" di Ingmar Bergman in versione restaurata.
Nel pomeriggio al Campus Einaudi "La rivolta" di Avnet, in serata al Blah Blah omaggio a Bjork e proiezione di "Dancer in the dark" di Lars Von Trier.
Ancora due repliche al Museo del Risorgimento per "San Michele aveva un gallo" dei fratelli Taviani.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 23 gennaio 2018

L'anteprima di "Festins Imaginaires" al Polo del 900 per il Giorno della Memoria

"Festins Imaginaires
Giovedì 25 gennaio 2018 alle ore 21 proiezione del film "Festins imaginaires (Banchetti immaginari)" di Anne Georget (Francia, 2014, 70’) al Polo del 900. Ingresso libero.

Festins Imaginaires racconta il fenomeno dei ricettari di prigionia attraverso interviste, letture e alcuni documenti straordinari: cinque diversi carnet scritti in tre diversi lager nazisti, in un gulag sovietico e in un campo di concentramento giapponese per miitari americani. Testimoni ed esperti provenienti dai più diversi campi del sapere riflettono sull'importanza di questi “banchetti immaginari” nel conservare l'umanità di chi li scrisse nutrendo di parole il corpo e l’anima.

Premi: Menzione Speciale della Giuria - Festival de Luchon, Francia
Festival: Berlinale - Berlin Film Festival / Jewish Film and Cultural Festival of Lisbon, Portogallo / Festival du Film de Chercheur, Francia / Toronto Jewish Film Festival, Canada.

Agenda del Cinema di Oggi, martedì 23 gennaio 2018

"Possession"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO
"Possession" di Andrzej Zulawski è la proposta odierna (a ingresso libero) del Rough Dive Bar di San Salvario.
Realizzato nel 1981 e presentato in concorso al 34º Festival di Cannes, il film ha vinto il premio per la migliore attrice per l'interpretazione della sua protagonista, Isabelle Adjani.
Un tradimento supposto, un marito geloso, due investigatori all'opera, un mistero che si infittisce.

LE ALTRE PROIEZIONI
Al circolo Maurice GLBTQ serata "Femminielli tra attualità e tradizione", con la proiezione di "Russulella" e "La candelora a Montevergine".
Il Baretti propone "Nebbia in Agosto" di Wessel, Il Piccolo Cinema sceglie "Terra em Transe" di Glauber Rocha, l'Agnelli "Suburbicon" di George Clooney.
Prosegue al cinema Massimo la retrospettiva di film di Ingmar Bergman restaurati: oggi in programma "Persona" e "Un'estate d'amore", in serata spazio invece a tre lavori di Jean Vigo.
"San Michele aveva un gallo" dei fratelli Taviani è in doppia proiezione al Museo del Risorgimento.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

lunedì 22 gennaio 2018

L'Agenda in Radio: il podcast della 155^ puntata 21/1/2018

Puntata radiofonica numero 155 dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa domenica 21 gennaio dalle 17 alle 18.

Seconda puntata in diretta dal cinema Massimo per la terza edizione del Fish&Chips International Erotic Film Festival: ospiti le giurate Maddalena Merlino ed Elisa Talentino e il selezionatore del festival Marco Petrilli.

Ecco il podcast della puntata:

Presentata la quarta edizione di SEEYOUSOUND

SEEYOUSOUND International Music Film Festival, primo festival in Italia dedicato al cinema internazionale a tematica musicale, torna con la IV edizione, che si terrà a Torino dal 26 gennaio al 4 febbraio 2018, al Cinema Massimo del Museo Nazionale del Cinema.
Sono 62 i film in programma nei 10 giorni di festival, suddivisi in 4 sezioni competitive, 2 rassegne fuori concorso e 1 retrospettiva, accompagnati da panel, incontri ed eventi.
Con 1 anteprima internazionale e 1 anteprima europea e 27 anteprime italiane il festival punta sempre più ad affermarsi a livello internazionale, alla luce di un percorso che dura da quattro anni e che, con passione e costanza, ha portato alla costruzione di una fitta rete di relazioni sul territorio.

«Il festival che vi apprestate a vivere – racconta il direttore, Maurizio Pisani –, complesso e ambizioso, è stato concepito quando la terza edizione non era ancora andata in soffitta. La programmazione è essenziale quando non si hanno budget stellari. Abbiamo rinnovato l’organizzazione, affidando a Carlo Griseri il delicato ruolo di coordinatore cinematografico, dando organicità al progetto. Abbiamo cercato le migliori produzioni di genere, frequentando i festival più importanti, come Cannes, Amsterdam, Barcellona o Nyon. Il risultato è sotto i vostri occhi: basta sfogliare il programma per notare che il livello qualitativo è altissimo. In soli tre anni ci siamo accreditati con i distributori internazionali e riusciamo a portare in Italia film di livello assoluto in prima nazionale e, talvolta, internazionale. Il nostro segreto? Ci divertiamo come pazzi a fare questo festival. Il 2018, grazie alla mostra #Soundframes, rappresenta per noi una sfida entusiasmante: musica e cinema saranno protagonisti per un anno intero a Torino. Sarà anche l'anno di una grande novità: porteremo Seeyousound in tour, proponendo questo progetto ad altri pubblici, in altri contesti."

.INAUGURAZIONE
Il festival prende il via venerdì 26 gennaio con Ingeborg Holm, film muto di Victor Sjöström, musicato dal vivo da Corrado Nuccini, Iosonouncane ed Enrico Gabrielli, e proiettato in versione restaurata in 2K da dello Svenska Filminstitutet-Cinemateket, alle 21.00 al Cinema Massimo.
Curata dal Museo Nazionale del Cinema, la serata d’apertura di Seeyousound IV si accompagna all’inaugurazione di #SoundFrames, la mostra dedicata proprio a cinema e musica che fino al 7 gennaio 2019 si terrà al Museo Nazionale del Cinema.

I vincitori di FISH&CHIPS Film Festival

"Un grande progetto"
Si è appena conclusa la threesome edition di FISH&CHIPS Film Festival, con l'annuncio d i film vincitori dei premi Miglior Lungometraggio, Miglior Cortometraggio e Miglior Cortometraggio XXX.
Il festival è stato inaugurato giovedì 18 gennaio alla Sala 1 del Cinema Massimo con il documentario Pornocratie. Les nouvelles multinationales du sexe di Ovidie e il programma di 4 giorni ha proposto 43 film in concorso, 3 film-omaggio a figure simbolo della cultura erotica e 3 proiezioni speciali fuori concorso.

Con una grande partecipazione dentro e fuori la sala, FISH&CHIPS ha visto oltre 4.000 presenze, confermandosi un appuntamento di richiamo nel panorama festivaliero cittadino, ma non solo, grazie al richiamo di pubblico anche da altre città e dall'estero. Le proiezioni hanno portato al Cinema Massimo e al Blah Blah circa 2.300 spettatori con 3 sold out e i 3 laboratori in programma hanno registrato il tutto esaurito prima ancora dell'inizio del festival, così come la visita guidata sugli scatti erotici di Carlo Mollino, a CAMERA Centro Italiano per la Fotografia.
Le mostre all'Amantes e al Circolo del Design hanno attirato circa 600 visitatori in occasione delle inaugurazioni e nei giorni seguenti di esposizione durante il festival. Anche il THREESOME PARTY - la festa ufficiale di FISH&CHIPS alla Cavallerizza Irreale - ha avuto un notevole successo portando, tra ospiti e staff, oltre 1.000 affezionati del festival e curiosi.

"La threesome edition si chiude con un bilancio molto positivo, sia per i numeri sia per la qualità dell'offerta proposta", dichiara la direttrice Chiara Pellegrini. "Workshop, feste ed eventi collaterali sono stati vissuti in maniera molto partecipata, così come le nostre proiezioni al Cinema Massimo e al Blah Blah, nuova location del festival. Registi e registe hanno potuto respirare un'aria scanzonata, ma allo stesso tempo impegnata, e hanno risposto alle numerose domande di un pubblico coinvolto e attento. Sono contenta che il lungometraggio vincitore sia italiano: l'auspicio è che sempre più registe e registi in Italia coglino la portata liberatoria della messa in scena della sessualità, fatta in maniera creativa e sganciata da facili stereotipi e sovrastrutture".

I VINCITORI

Anteprima regionale di "Trenta - Romanzo d'espiazione"

"Trenta - Romanzo d'espiazione"
La rassegna cinematografica Visioni Condivise prosegue giovedì 25 gennaio alle 21.00 con l’anteprima regionale del film documentario Trenta - Romanzo d'espiazione diretto da Vittorio Bedogna che incontrerà il pubblico insieme al critico Edoardo Peretti presso la residenza temporanea Luoghi Comuni Porta Palazzo in Via Priocca 3 a Torino.

La proiezione, organizzata in collaborazione con l'Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC), è a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili in sala.

Il film è un racconto di un viaggio dentro le ansie, le paure e i preconcetti che talvolta ci impediscono di "partire". È un romanzo di formazione a capitoli scandito da piccoli riti di redenzione. Ma è anche un itinerario a tappe tra Europa e Stati Uniti, segnato da incontri e interviste: Milano, Londra, Bruxelles, Berlino, Halle (Sassonia), Poznan (Polonia), Barcellona, New York e ancora Milano. Storie di decolli e di treni persi. Di scelte e di strade possibili.

“Trenta – Romanzo d'espiazione, il mio ultimo lavoro, narra la mia storia. Fin da piccolo ho sempre subito il fascino esotico di atlanti, cartine geografiche, libri di viaggio e mezzi di trasporto; così come ho sempre ammirato chi, per i motivi più diversi, aveva la fortuna di potersi spostare continuamente. Dopo gli studi universitari mi sono subito ritrovato, controvoglia, alle prese con un lavoro fisso, e ne sono rimasto ingarbugliato, non riuscendo mai ad assecondare in maniera definitiva il mio desiderio di partire. Nonostante ciò l'interesse per il tema del viaggio non smetteva di crescere, così come l'invidia per tutti gli amici che vedevo lasciare l'Italia. Vecchie conoscenze, colleghi o ex compagni di scuola si muovevano senza timore verso nuove strade e nuove possibilità, mentre io ero bloccato nella mia vita d'ordinanza, incapace di lasciare il sentiero tracciato. Cosa che, a lungo andare, cominciava a pesarmi. Che cosa fare per liberarmi del senso di colpa per non essere mai riuscito a partire? Come espiare il fatto di essere sempre rimasto immobile? Al giro di boa dei trent'anni, spinto da queste domande, mi sono messo in viaggio. Ho deciso di andare a trovare tutti i miei amici espatriati, facendomi raccontare i motivi che li hanno spinti ad andarsene.” Vittorio Bedogna 

La Residenza Temporanea Luoghi Comuni Porta Palazzo è un progetto di housing sociale realizzato dal Programma Housing della Compagnia di San Paolo in collaborazione con l’Ufficio Pio. La struttura mette a disposizione 27 alloggi (13 monolocali e 14 bilocali) ed è gestita da Cooperativa Sociale Esserci e Cooperativa sociale Giuliano Accomazzi.  Residenza

"L'ora più buia" appaia Verdone tra i film più visti a Torino nel weekend

"L'ora più buia"
Fine settimana da oltre 50.000 biglietti venduti nei cinema di Torino, con un avvincente testa a testa in vetta alla classifica: vince ancora Verdone con "Benedetta follia", ma pochissimi biglietti lo separano dal sorprendente "L'Ora più Buia" con Gary Oldman.

Terzo Virzì con "Ella & John", sempre bene i "Tre manifesti a Ebbing, Missouri".

Fuori dalla top ten, tra le novità in sala "Un sacchetto di biglie" con 1.580 spettatori e "Poesia senza fine" con 256.

CLASSIFICA WEEK END 19-20-21 GENNAIO 2018

1. BENEDETTA FOLLIA 6.750 € 41.318
2. L'ORA PIU' BUIA  6.702 € 40.265
3. ELLA & JOHN   5.924 € 33.891
4. TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI   4.162 € 24.696
5. COCO  3.733 € 25.258
6. IL VEGETALE 3.601 € 23.100
7. JUMANJI: BENVENUTI NELLA GIUNGLA  3.342 € 22.516
8. WONDER 2.875 € 18.284
9. COME UN GATTO IN TANGENZIALE 2.534 € 15.799
10. INSIDIOUS: L'ULTIMA CHIAVE   2.223 € 16.146

(Dati Cinetel)

Agenda del Cinema di Oggi, lunedì 22 gennaio 2018

"L'Atalante"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO
Non solo materia per cinefili, entrato nell'immaginario collettivo grazie alla storia sigla del programma Fuori Orario che ne utilizza una scena iconica: "L'Atalante" di Jean Vigo in versione restaurata è la proposta odierna del cinema Massimo, seguito da altri tre film del regista ("A propos de Nice", "Taris, roie de l'eau" e "Zero de conduit").
Occasione ideale - per chi può recarsi in sala nel pomeriggio - per avvicinare o riguardare un capolavoro della storia del cinema.

LE ALTRE PROIEZIONI
Concita De Gregorio e Esmeralda Calabria presentano al cinema Fratelli Marx il loro documentario "Lievito madre".
Nel pomeriggio in Bibliomediateca Mario Gromo "La leggenda di Robin Hood" con Errol Flynn (ingresso libero).
Al cinema Massimo torna la rassegna MYLF con "Tokyo!", film a sei mani firmato da Michel Gondry, Leos Carax e Bong Joon-Ho.
Altri film: "Smetto quando voglio - Ad Honorem" al Monterosa, "Due sotto il burqa" all'Esedra, "Sin City" al Blah Blah.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

domenica 21 gennaio 2018

L'Agenda in Radio: il podcast della 154^ puntata 20/1/2018

Puntata radiofonica numero 154 dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa sabato 20 gennaio dalle 17 alle 18.

Prima puntata in diretta dal cinema Massimo per la terza edizione del Fish&Chips International Erotic Film Festival: ospiti Emanuele De Donno, co-curatore della mostra Gonzo, e i registi Monica Stambrini e Giuseppe Longinotti.

Ecco il podcast della puntata:

"Terra em transe" di Glauber Rocha al Piccolo Cinema

"Terra em transe"
Torna al Piccolo Cinema di via Cavagnolo 7 il triciclo La Ira Y La Utopia - Cinema Latinoamericano anni '60-'70: martedì 23 gennaio dalle 21 (inizio film h 21.30, Ingresso gratuito) è prevista la proiezione di TERRA EM TRANSE di Glauber Rocha (Brasile, 1967, 103').

Paulo (Jardel Filho) è un poeta idealista impegnato politicamente: la sua volontà è dare un contributo decisivo alle rivendicazioni del popolo e dei sottomessi, ma l’idealismo e la buona volontà non bastano. Capisce troppo tardi, infatti, di essere diventato uno strumento della reazione.

"Uscirai sano" per il PFF Psicologia Film Festival

"Uscirai sano. Sanus Egredieris"
L’Associazione Sinestesia e il Collettivo di Psicologia, con il patrocinio del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino e Biblioteca di Psicologia F. Kiesow, organizzano la sesta proiezione del 9° Psicologia Film Festival: giovedì 25 gennaio ore 21,00 al Cecchi Point - via Antonio Cecchi 17 - con la proiezione del film USCIRAI SANO. SANUS EGREDIERIS di Barbara Rosanò e Valentina Pellegrino (2016). Ingresso libero. Presentano Barbara Rosanò e Valentina Pellegrino. 

Con l’intento di promuovere il cinema indipendente e di stimolare il confronto su temi relativi alla psicologia, l’individuo, la società, l’antropologia e la filosofia della mente, prosegue il progetto del Psicologia Film Festival, giunto alla nona edizione. La rassegna sarà articolata in 8 film di fiction, 6 documentari, performance teatrali e altri eventi ancora, dall’autunno 2017 fino all’estate.

Il Film
In un piccolo paese del Mezzogiorno, nel 1881, nasceva un ospedale psichiatrico sul cui muro veniva inciso “Sanus Egredieris – Uscirai Sano”. Nonostante questo auspicio positivo, le contraddizioni di un ospedale rimarcavano quelle di un sistema psichiatrico che spesso brancolava nel buio. In una parte dell’ospedale vivevano, rinchiusi, i pazienti più difficili, mentre in un’altra parte si assisteva ad una piccola rivoluzione: qui i pazienti ritenuti idonei usufruivano del sistema open door, potevano uscire dalla struttura, vivere il paese, fare amicizia con gli abitanti, giocare con i loro figli, fare una gita al mare, generando una contaminazione unica tra il mondo interno dell’ospedale e quello esterno della comunità. Un ambiente complesso dove convivono solidarietà, paura, amicizia e solitudine. Attraverso gli occhi del protagonista Angelo, questo film documentario racconta i cento anni dell'OP di Girifalco (chiuso con la riforma Basaglia), ripercorrendone la storia, i progressi scientifici ma soprattutto le tante vicende umane dei pazienti che lo hanno abitato con le loro speranze.
Uscirai Sano non è soltanto uno spaccato nella cura psichiatrica, ma anche una diversa visione della condizione umana più dolorosa: la solitudine.

Agenda del Cinema di Oggi, domenica 21 gennaio 2018

"The Opening of Misty Beethoven"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO
Ultima giornata di programmazione per il Fish&Chips Film Festival al cinema Massimo, in serata doppia proiezione fuori concorso con "The Opening of Misty Beethoven (A bocca piena)", un classico della Golden Age of Porn ispirato al Pigmalione di Shaw, e "Snapshot", thriller romantico e tutto al femminile.
Tre i lungometraggi in competizione: "Fallen flowers thick leaves", sulle disavventure di una sessuologa cinese, "My fucking problem", su una donna affetta da vaginismo, e "Fin de semana", torbido dramma familiare argentino.
E poi corti, incontri, mostre...

LE ALTRE PROIEZIONI
"San Michele aveva un gallo" dei fratelli Taviani oggi è in doppia proiezione al Museo del Risorgimento, la Cascina Roccafranca propone per il Giorno della Memoria "Kapò" di Gillo Pontecorvo.
Al Monterosa in programmazione "Due sotto il burqa" e "Smetto quando voglio - Ad honorem", all'Esedra "L'ordine delle cose" e "Due sotto il burqa", al Baretti "La signora dello zoo di Varsavia".
Il Piccolo Cinema ospita una nuova "Domenica di mutuo soccorso", la Fondazione Camis De Fonseca propone "I perseguitati" di Dmytryk.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

sabato 20 gennaio 2018

Domenica 21 quarta e ultima giornata di FISH&CHIPS

"My fucking problem"
Volge al termine le threesomeedition di FISH&CHIPS, il festival internazionale di cinema erotico e del sessuale che da giovedì 18 gennaio ha portato al Cinema Massimo di Torino il meglio della cinematografia di genere, insieme a mostre, incontri ed eventi per indagare il sesso con curiosità e senza preconcetti. 

Il programma di domenica 21 gennaio, comincia alle 11.30 al Cinema Massimo con le ultime tre opere del Concorso Lunghi, tutte in anteprima nazionale. Si parte con Fallen Flowers Thick Leaves di Laetitia Schoofs, documentario tutto al femminile sulle fatiche di una sessuologa cinese, divisa tra tradizioni secolari e spinte centrifughe di natura capitalista; alle 15.30, My Fucking Problems di Anne van Campenhout è un film autobiografico che mostra come vive una persona affetta da vaginismo in un mondo in cui il sesso è ovunque; chiude il concorso Lunghi alle 17 Fin de Semana di Moroco Colman, torbido dramma familiare argentino che diviene romanzo di formazione. Mentre l'ultima carrellata di cortometraggi, del Concorso Corti sarà in sala alle 14.

Alle 19, sempre al Cinema Massimo si terrà l'ultimo appuntamento del trittico di omaggi a personaggi che hanno cambiato la storia del cinema e del genere erotico. Con The Opening of Misty Beethoven – A bocca piena Fish&Chips omaggia il regista RADLEY METZGER, che nella sua carriera ha impresso su pellicola pratiche di ogni genere e dato corpo a un immaginario vastissimo, in maniera disinibita e con nonchalance. Grazie a un incredibile talento e grande capacità tecnica, Metzger – scomparso nel 2017 – è un riconosciuto maestro dell'erotismo raffinato e psichedelico. In quest'opera troviamo una rivisitazione in chiave hard del Pigmalione di George Bernard Shaw, interpretato da due autentiche leggende del genere come Jamie Gillis e Gloria Leonard.

La terza edizione si chiude con la PREMIAZIONE, alle 21 al Cinema Massimo, durante la quale verranno annunciati i vincitori del Concorso Corti, Corti XXX e Concorso Lunghi, seguita come da tradizione da una proiezione con la quale FISH&CHIPS vuole dare visibilità a un tipo di pornografia lontana dagli standard mainstream, una pornografia sex positive che rispecchia l'idea del festival. La serata conclusiva sarà dedicata quest'anno al lavoro della PINK & WHITE PRODUCTIONS di Shine Louise Houston, specializzata in cinematografia erotica e porno che rispecchia la complessità e la fluidità del concetto di gender, nel rispetto della dignità delle performer e nella naturalezza dei loro ruoli. A partire dal college CrashPad Short con il meglio della produzione 2017 dell'omonimo progetto, al film Snapshot, un thriller romantico e tutto al femminile, che guarda ai maestri Antonioni ed Hitchcock.

Invece alle 16 e alle 17 presso CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, avranno luogo le visite guidate alla mostra "L'OCCHIO MAGICO DI CARLO MOLLINO. FOTOGRAFIE 1934-1973" che, inaugurata il 18 gennaio, raccoglie la produzione fotografica dell'architetto e designer torinese Carlo Mollino, in un percorso composto da oltre 500 immagini, tra cui emergono 70 scatti erotici. Alle 19 al Blah Blah si terrà l'incontro "QUEER PORTAITS. YOU AS ME SERIES." Un'anteprima del progetto fotografico di Irene Pittatore, un laboratorio in progress e un'esperienza artistica aperti al pubblico del festival per mettersi nei panni degli altri e candidarsi ad essere i prossimi protagonisti dei queer portraits.

Cinema di Pace, 4 serate a cura dell'AMNC

Lunedì 29 gennaio ore 20,45, presso l'Infopoint Emergency (Corso Valdocco 3, ingresso libero up to you), l'Associazione Museo Nazionale del Cinema inaugura il programma di Cinema di Pace incontrando gli amici di Emergency in una serata interattiva attraverso proiezioni speciali di cortometraggi e brevi documentari con il racconto delle attività più importanti come l'Archivio Superottimisti, il Fondo Armando Ceste, ma anche i progetti culturali d'inclusione sociale come cinemAutismo, Lavori in Corto e LiberAzioni.

Interverranno alcuni soci e collaboratori dell'AMNC che ogni settimana organizzano e curano proiezioni gratuite e momenti d'incontro diffusi sul nostro territorio.

Seguiranno altri tre appuntamenti:

-Lunedì 26 febbraio proiezione di "Joy" di Daniele Gaglianone e di "Ghetto PSA" di Rossella Schillaci

-Lunedì 19 marzo proiezione di "Non aver paura! Donne che non si sono arrese" di Cristina Monti

-Lunedì 16 aprile proiezione di "Sponde - Nel sicuro sole del nord" di Irene Dionisio

L'Agenda in Radio: il podcast della 153^ puntata 19/1/2018

Puntata radiofonica numero 153 dell'Agenda del Cinema a Torino sulle non-frequenze di Radio Banda Larga, trasmessa venerdì 19 gennaio dalle 14 alle 15.

Argomenti di puntata: la quarta edizione del Seeyousound International Music Film Festival, raccontata dal direttore Maurizio Pisani, e la proiezione al cinema Classico del doc "Corridoio 5" di Manuel Coser.

Ecco il podcast della puntata:

Agenda del Cinema di Oggi, sabato 20 gennaio 2018

"ISVN Io sono Valentina Nappi"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO
Due anteprime assolute oggi nel programma di Fish&Chips Film Festival al cinema Massimo: "Un grande progetto", sulla giovane performer torinese Marika Ferrero, e l'atteso "ISVN Io sono Valentina Nappi", ritratto della più nota pornostar italiana.
In calendario anche "Bai Bai Bozu", alla scoperta del distretto di Shinjuku Ni-Chome di Tokyo, e "Strawberry Bubblegums", la scoperta scioccante del passato da pornostar della propria madre...
In mattinata "Man for a day", omaggio alla regina delle "drag king" Diane Torr.
E poi tanti corti, incontri, workshop, mostre...

LE ALTRE PROIEZIONI
Aiace Torino propone al cinema Classico il documentario "Corridoio 5" di Manuel Coser, con approfondimento (insieme a Wu Ming 1) del tema No Tav.
Doppia proiezione al Museo del Risorgimento per "San Michele aveva un gallo" dei fratelli Taviani.
Al Baretti "The Fitzroy" per Portofranco" e "La signora dello zoo di Varsavia", al Monterosa e all'Esedra "Due sotto il burqa", a CasArcobaleno proiezione del corto "Animal Kingdom", sempre all'Esedra "L'ordine delle cose" di Andrea Segre.

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

venerdì 19 gennaio 2018

Gli occhiali di Gandhi, una nuova (imperdibile) rassegna

"Talien"
Grazie al Convitto Nazionale Umberto I, per la prima volta in città alcuni dei film vincitori del Premio “Gli occhiali di Gandhi” (OdG), il riconoscimento al cinema nonviolento che il Centro Studi Sereno Regis conferisce ogni anno durante il Torino Film Festival. Film intensi, emozionanti, uniti dal comune saper vedere la società contemporanea attraverso le lenti della nonviolenza, della denuncia e della soluzione creativa dei conflitti.

IL CALENDARIO
VENERDI‘ 9 febbraio

18:30 Talien di Elia Mouatamid, Italia, 2017, 87′
Vincitore OdG 2017, ex aequo
Prima proiezione a Torino dopo il TFF

20:30 Balon di Pasquale Scimeca, Italia, 2017, 94′
Vincitore OdG 2017, ex aequo
Prima proiezione a Torino dopo il TFF
Collegamento Skype con il regista, in sala i collaboratori della ong Engim

22:30 Dustur di Marco Santarelli, Italia 2016, 75′
Vincitore OdG 2015
Collegamento Skype con il regista

SABATO 10 febbraio
15:00 Balon di Pasquale Scimeca.
Collegamento Skype con il regista, in sala i collaboratori della ong Engim

17:30 A fabrica de nada di Pedro Pinho, Portogallo, 2017, 176′
Menzione Speciale OdG 2017
Prima visione assoluta dopo il TFF

20:30 Talien di Elia Mouatamid
Il regista sarà presente in sala

22:30 Qui di Daniele Gaglianone, Italia, 2014, 120′,
Vincitore OdG 2014
Il regista sarà presente in sala

DOMENICA 11 febbraio
11:00 matinée: A fabrica de nada, di Pedro Pinho, Portogallo, 2017, 176′

15:00 Talien di Elia Mouatamid
Il regista sarà presente in sala

17:30 A fabrica de nada di Pedro Pinho

20:30 Balon di Pasquale Scimeca.
Collegamento Skype con il regista, in sala i collaboratori della ong Engim

Biglietti:
Singola proiezione 4 euro
Giornaliero 10 euro
Intera rassegna (5 film) 15 euro

Fine riprese a Torino per "Nessuno come noi"

Si concluderanno tra pochi giorni le riprese di “Nessuno come noi”, il nuovo film diretto da Volfango De Biasi, tratto dall’omonimo romanzo di Luca Bianchini con Alessandro Preziosi, Sarah Felberbaum, Vincenzo Crea, Leonardo Pazzagli e Sabrina Martina e prodotto da Fulvio e Federica Lucisano.

Il lungometraggio – una produzione Italian International Film con Vision Distribution, realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e distribuito nelle sale da Vision Distribution – è una commedia romantica dai risvolti amari sulle imperfezioni dell’amore ed è totalmente ambientato nella Torino degli anni 80.

Le riprese, iniziate alla fine di novembre 2017, si sono protratte per 5 settimane coinvolgendo diverse location centrali della Città di Torino: oltre alla Galleria Umberto I, al Parco del Valentino, i Murazzi del Po, Piazza Vittorio Veneto, il B&B Antica Villa del Nobile, è stato il Liceo Segrè ad ospitare il maggior numero di scene e a fare da sfondo alle vicende personali dei giovani protagonisti.

È stato un grande piacere poter collaborare ad un progetto dove la nostra Città svolge un ruolo così centrale e si trasforma nell’arena ideale per accogliere il percorso di crescita di giovani studenti”. Così commenta il Presidente di Film Commission Torino Piemonte Paolo Damilano, aggiungendo che: “oltre all’ambientazione il film ha visto il coinvolgimento di molte forze piemontesi: a partire da Luca Bianchini, autore del libro nonché sceneggiatore del film insieme ad un altro nome noto ai torinesi, Marco Ponti”.

La presenza dei torinesi è stata massiccia anche tra la troupe” – aggiunge Paolo Manera, Direttore di Film Commission Torino Piemonte – “Sono stati circa 41 i professionisti locali impiegati in tutti i reparti produttivi: tra questi si segnalano lo scenografo Giorgio Barullo, la location manager Cristina Vecchio, l’ispettore di produzione Stefano Masera”.

Sabato 20 terza giornata di FISH&CHIPS

"Strawberry bubblegums"
FISH&CHIPS International Erotic Film Festival prosegue sabato 20 gennaio al Cinema Massimo di Torino e nelle altre location della threesome edition.

Si presenta ricca di ospiti e anteprime la terza giornata di FISH&CHIPS International Erotic Film Festival, infatti il Concorso Lunghi si aprirà con Bai Bai Boizu di Itako, mentre alle 18.30 sarà il turno di Un grande progetto di Giuseppe Longinotti che sarà ospite in sala per l'anteprima assoluta del documentario sulla performer torinese Marika Ferrero. Per concludere alle 20.30 Benjamin Teske presenzierà alla proiezione del suo film in concorso Strawberry Bubblegums e alle 22.30 toccherà ad un'altra anteprima assoluta, ISVN di Monica Stambrini, ospite durante la serata.

La giornata di sabato è inoltre dedicata alle tematiche di genere, a partire dalla proiezione di Man for a Day di Katarina Peters, alle 11.30 al Cinema Massimo, OMAGGIO A DIANE TORR, attivista recentemente scomparsa, che con i suoi seminari di drag king dedicati alla scoperta delle infinite possibilità espressive del corpo femminile in opposizione alle costrizioni identitarie, ha contributo a creare e diffondere questo fenomeno dalla tradizione centenaria, in tutto il mondo.

Un filo rosso che prosegue alle 14.30 alla Cavallerizza Irreale, con Lucia Leonardi e Claudia Scano che terranno il workshop esperienziale di drag king "IL RE È NUDO!", per permettere alle partecipanti di esplorare gli aspetti maschili presenti in ognuna di esse e introdurle a questa pratica di attraversamento e decostruzione dei generi.

Per la sezione 'extra', dalle 17.30 al Circolo Amantes avrà luogo il workshop "GENITALIA" a cura dell'associazione ConTatto – Laboratorio Ostetrico: ogni partecipante verrà invitata a esplorare creativamente la propria intimità e rappresentare i propri genitali attraverso stoffe, tessuti e colori. Il workshop si terrà all'interno della mostra "Clorofilla: un erbario erotico", visitabile fino a sabato.

Continua anche la mostra "GONZO. INDAGINE SOGGETTIVA SULL'EDITORIA 'SPORCA' ITALIANA" dedicata ai fumetti porno-erotici dagli anni '70 ai '90, presso il Circolo del Design che ospiterà anche l'incontro con i curatori del progetto Emanuele De Donno e Luca Pucci alle ore 18.00.

Si conclude in festa la giornata di sabato, con il Threesome Party dalle ore 23 alla Cavallerizza Irreale: dj set a cura della Malormone crew e dj Gwen Stefanini + Sexual Vijing e esibizione del gruppo Kiki House of Savoia, che si lancerà nel Voguin, una danza che nasce dalla cultura underground "Ballroom" nella New York degli anni '60, attraverso l'associazione di persone appartenenti alla comunità queer e black/latino soggetti alla doppia discriminazione, nelle cosiddette House. Ingresso up-to-you. 

Doppia puntata speciale per l'Agenda su RBL per Fish&Chips

Rinnovata per la terza volta la media partnership tra il Fish&Chips International Erotic Film Festival e l'Agenda del Cinema a Torino, che tornerà con Radio Banda Larga a trasmettere live dal cinema Massimo intervistando ospiti e protagonisti dell'evento.

Doppio appuntamento, sabato 20 e domenica 21 gennaio, in diretta dalle 17 alle 18.

Radio Banda Larga trasmetterà live a partire dalle 15 e fino alle 20.

Box Office Torino: Verdone al comando, "Tre manifesti" stupisce

"Tre manifesti a Ebbing, Missouri"
Ancora Carlo Verdone con "Benedetta follia" al primo posto della classifica dei film più visti a Torino nell'ultima settimana, davanti all'ottimo "Tre manifesti a Ebbing, Missouri" e a "Jumanji", ancora sul podio.

In top ten ancora molti film delle feste, da "Coco" a "Wonder", da "Come un gatto in tangenziale" a "Napoli velata".

Fuori classifica le altre novità di ieri: "Ella & John" di Virzì con 648 spettatori, "Insidious: L'ultima chiave" con 302, "Il vegetale" con solo 265, "Poesia senza fine" con 254 e "Un sacchetto di biglie" con 72.

CLASSIFICA SETTIMANALE DA VENERDÌ 12 A GIOVEDÌ 18 GENNAIO 2018

1. BENEDETTA FOLLIA 13.713 € 81.030
2. TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI   7.536 € 41.831
3. JUMANJI: BENVENUTI NELLA GIUNGLA   6.844 € 44.568
4. COCO  6.210 € 40.484
5. WONDER 5.939 € 36.078
6. COME UN GATTO IN TANGENZIALE 5.755 € 34.796
7. NAPOLI VELATA 3.538 € 20.856
8. TUTTI I SOLDI DEL MONDO  3.384 € 20.598
9. ASSASSINIO SULL'ORIENT EXPRESS  2.201 € 13.073
10. THE MIDNIGHT MAN 2.035 € 15.434
11. STAR WARS: GLI ULTIMI JEDI  1.963 € 11.665
12. MORTO STALIN, SE NE FA UN ALTRO  1.382 € 8.074
13. IL RAGAZZO INVISIBILE - SECONDA GENERAZIONE 1.376 € 8.498
14. FERDINAND 1.331 € 8.408
15. LA RUOTA DELLE MERAVIGLIE - WONDER WHEEL  1.217 € 6.644
16. L'INSULTO 1.091 € 5.806
17. CORPO E ANIMA  1.054 € 6.002
18. LEO DA VINCI - MISSIONE MONNA LISA 854 € 5.246
19. 50 PRIMAVERE  684 € 3.858
20. L'ORA PIU' BUIA  680 € 3.735

(Dati Cinetel)

Agenda del Cinema di Oggi, venerdì 19 gennaio 2018

"Discreet"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO
Seconda giornata di proiezioni al cinema Massimo per il Fish&Chips Film Festival: quattro i film lungometraggi in programmazione, "Marion", la storia d'amore di due attori porno, "La Petite Mort", i travagli di una futura sposa, "Discreet", un thriller sulla pedofilia, e "Vem Ska knulla pappa?", favola camp libera ambientata in una foresta, a cui si aggiungono corti e incontri.

LE ALTRE PROIEZIONI
In mattinata (ingresso libero) al Goethe Institut nuova replica del film d'esordio di Maren Ade, "Der Wald vor lauter Bäumen (Vedere la foresta e non gli alberi)".
Al Monterosa c'è "Smetto quando voglio - Ad Honorem".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

giovedì 18 gennaio 2018

Venerdì 19 seconda giornata di FISH&CHIPS

"Marion"
Il secondo giorno della threesome edition di FISH&CHIPS International Erotic Film Festival sarà all'insegna dei film in competizione al Cinema Massimo: dal primo lungometraggio del Concorso Lunghi alle 16.30, Marion dell'attore e regista Hervé Pierre Gustave, pluripremiata istituzione del porno mondiale; seguito dall'ANTEPRIMA ASSOLUTA di La Petite Mort del regista spagnolo Borja Segarra Bueno che – ospite del festival - incontrerà il pubblico alle 18.30 per raccontare la storia di una giovane futura sposa incastrata dall'ideale di femminilità che domina la nostra società. Alle 20.30 e alle 22.15 si prosegue con altri due lungometraggi in anteprima nazionale: Il cupo thriller Discreet di Travis Mathews, tra i più apprezzati autori del nuovo cinema gay usa, e Vem Ska Knulla Pappa? di Lasse Langstrom.

Ogni lungometraggio sarà preceduto da un Corto Fuori Concorso, tra cui GPBANIMATION2017 dell'animatore Donato Sansone, autore anche della sigla di questa nuova edizione di FISH&CHIPS, e non mancheranno anche i cortometraggi del Concorso Corti XXX con un doppio appuntamento alle 14.30 al Cinema Massimo e alle 19 al Blah Blah.

Quest'intensa seconda giornata di proiezioni culmina con l'evento speciale COCKTAIL D'AMORE animato dal dj set di Mystic Sister & Riccardo IconOut che farà da colonna sonora alla proiezione di trailer porno-erotici provenienti dalla Cineteca del Museo Nazionale del Cinema, accompagnata dai cocktail Bitter Rouge offerti dalla Compagnia dei Caraibi. Appuntamento da non perdere alle 22.30 al Cinema Massimo in sala 2. Ingresso € 5.

Anche gli appuntamenti collaterali del festival daranno occasione al pubblico di sperimentare e conoscere nuovi modi di vivere e concepire la sessualità: alle ore 17.00 al Circolo Amantes si terrà la presentazione del libro "Guida al piacere anale per lei" a cura di Valentine aka Fluida Wolf, traduttrice di questa guida completa, competente e creativa nata dal lavoro della sex expert Tristan Taormio. La presentazione sarà affiancata dal workshop "Introduzione al piacere anale" con aperitivo, aperto ad un massimo di 20 partecipanti.

Dalle 20.30 al Blah Blah si terrà invece la presentazione del progetto INTER (SECTIONAL) VIEWS in cui Francesca Puopolo, presidentessa di Arcigay Torino Ottavio Mai, dialogherà con l'autore di questo progetto Stefano Stefanini, seguito da un dibattito sull'intersezionalità con la partecipazione delle associazioni Giosef e Altera. 

Venerdì 19/1 per l'Agenda puntata numero 153 su Radio Banda Larga

Venerdì 19 gennaio 2018 alle 14 puntata numero 153 dell'Agenda del Cinema a Torino su Radio Banda Larga.

Argomenti di puntata: la quarta edizione del Seeyousound International Music Film Festival, raccontata dal direttore Maurizio Pisani, e la proiezione al cinema Classico del doc "Corridoio 5" di Manuel Coser.

L'appuntamento sarà dalle 14 alle 15 da ascoltare su www.radiobandalarga.it.

Dal giorno successivo la puntata sarà disponibile in podcast.

Concita De Gregorio e Esmeralda Calabria al cinema Fratelli Marx

Proiezione speciale alla presenza delle registe Concita De Gregorio e Esmeralda Calabria del loro documentario "Lievito madre" al cinema Fratelli Marx, lunedì 22 gennaio alle ore 20.30.

Le domande delle ragazze del nostro tempo trovano risposta nelle parole delle ragazze del secolo scorso: Lievito madre è un racconto che intreccia tre generazioni e mescola la storia delle autrici del film a quella delle protagoniste. Dalle interviste a grandi protagoniste del nostro tempo, celebri e anonime, dai nostri filmini di famiglia – noi, le nostre madri, le nostre nonne – dalle parole delle giovanissime intervistate a far da colonna sonora emerge una storia che racconta la nostra, una sola voce fatta da molte voci: il lievito madre che ci ha generati. Adele Cambria, Giovanna Tedde, Natalia Aspesi, Nada Malanima, Esterina Respizzi, Lea Vergine, Giulia Maria Crespi, Luciana Castellina, Benedetta Barzini, Giovanna Marini, Emma Bonino, Cecilia Mangini, Inge Feltrinelli, Dacia Maraini e Piera Degli Esposti, rivelano per la prima volta qualcosa di molto privato, qualcosa di sé.

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 18 gennaio 2018

"Ella & John"
Tutti i film in sala a Torino da giovedì 18 gennaio nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono:

ELLA & JOHN (Ambrosio, Eliseo, F.lli Marx, Romano, Uci)
L'ORA PIU' BUIA (Due Giardini, F.lli Marx, Lux, Massimo, Reposi, The Space, Uci)
POESIA SENZA FINE (Centrale, F.lli Marx)
IL VEGETALE (Ideal, Lux, Massaua, Reposi, The Space, Uci)
UN SACCHETTO DI BIGLIE (Eliseo, Greenwich, The Space, Uci)
INSIDIOUS: L'ULTIMA CHIAVE (Ideal, Massaua, The Space, Uci)

Proiezioni speciali per:

MY GENERATION (Eliseo, Romano)
FABRIZIO DE ANDRE' - SPIRITO LIBERO (Ambrosio, Eliseo, Romano, The Space, Uci)

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Agenda del Cinema di Oggi, giovedì 18 gennaio 2018

"Der wald vor lauter Baumen"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO 
Al Goethe Institut (ingresso libero) è in programma "Der Wald vor lauter Baumen" (che tradotto sarebbe "Vedere la foresta e non gli alberi"), opera prima della pluripremiata regista di "Vi presento Toni Erdmann", Maren Ade.
A ventisette anni Melanie lascia fidanzato, famiglia e città natale per un posto di insegnante a Karlsruhe. L'iniziale entusiasmo cede il posto a un succedersi di difficoltà professionali e relazionali, un incalzare di fallimenti sempre più imbarazzanti e irrimediabili, raccontato con disarmante semplicità e straordinaria intensità.
Alle ore 18 e alle 20.45, e domattina alle 10.

LE ALTRE PROIEZIONI
Inaugura al cinema Massimo il Fish&Chips Film Festival: questa sera apertura con il documentario "Pornocratie" sullo stato dell'arte del porno, nel pomeriggio i primi incontri e cortometraggi. Nel pomeriggio l'omaggio a Teresa Ann Savoy con "Salon Kitty" di Tinto Brass.
Al Cinema Centrale proiezione di "Poesia senza fine" di Alejandro Jodorowsky.
Nel pomeriggio alla Bibliomediateca Mario Gromo il film "Occhi di Laura Mars" di Irvin Kershner (ingresso libero), al Museo del Risorgimento "I Mille" di Alberto Degli Abbati inaugura la rassegna "L'Italia che verrà".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 17 gennaio 2018

OGR nel 2018: tra tanta arte e musica, c'è anche il cinema

Annunciata questa mattina alle OGR la prima tranche di eventi in programma nel 2018. Grandi nomi, grandi appuntamenti legati soprattutto alla musica e all'arte contemporanea, ma c'è anche un po' di cinema. Due gli eventi al momento da segnalare, ma siamo certi che non saranno gli unici.

REVERSE ANGLE
A cura di Davide Ferrario
Binario 2, primavera 2018
Il progetto Reverse angle di Davide Ferrario porta una visione del territorio inedita, collegando la città di Torino e i suoi dintorni a più ampie dinamiche socio economiche. Il racconto del regista parte dalle riprese effettuate da un gruppo di richiedenti asilo, residenti a Pecetto Torinese, a cui sono stati forniti degli smartphone e ai quali è stato chiesto di raccontare la propria vita in Italia tramite video realizzati avvalendosi del telefono cellulare.
Tramutati in un’installazione video, i materiali realizzati rappresentano il punto di vista dei protagonisti sulla quotidianità della vita di provincia e sono montati e riletti in modo da mostrare il mondo che ci circonda a partire da una prospettiva solitamente invisibile. Il progetto rappresenta una delle tante iniziative pensate da OGR con l’intento di porre l’accento sul tema dell’inclusività.

AVANTGARDE PORTRAIT: NEW YORK CITY
Blonde Redhead > 17 febbraio
Nel 2018 continuano le grandi rassegne musicali di OGR con un programma creato ad hoc e volto a esplorare le avanguardie artistiche novecentesche e la loro relazione con lo spazio urbano in diverse città del mondo. Prima tappa di questo itinerario sarà New York.
Mescolando stili, registri e media differenti lo spettatore affronterà un viaggio che collegherà, metaforicamente e non, la factory di Andy Warhol con le Officine Grandi Riparazioni di Torino. I Blonde Redhead, tra le altre cose, musicheranno dal vivo il primo mediometraggio di Jim Jarmusch.

Emanuela Martini confermata alla direzione del Torino Film Festival

Emanuela Martini è stata confermata Direttrice del Torino Film Festival. La sua nomina è stata approvata dal Comitato di Gestione del Museo Nazionale del Cinema.

Il suo incarico durerà due anni.

“Sono felice della riconferma di Emanuela Martini alla guida del TFF - sottolinea Laura Milani, Presidente del Museo Nazionale del Cinema -, una grande professionista che ama profondamente il festival. Passato e presente troveranno il giusto equilibrio sotto la sua guida colta e intelligente. A lei e a tutta la squadra un sincero augurio di buon lavoro.”

"Sono contenta e orgogliosa  - afferma Emanuela Martini - perché questo conferma la solidità del lavoro svolto in questi anni da tutto lo staff artistico e tecnico del TFF e del Museo Nazionale del Cinema. Stiamo già lavorando all'edizione 2018 e a breve comunicheremo le principali scelte artistiche. Com’è accaduto anche nel 2017 con la mostra "Bestiale!", anche quest’anno il Torino Film Festival avrà una sezione collegata alla prossima mostra del Museo Nazionale del Cinema, "Soundframes. Cinema e Musica in mostra".

Il prossimo Torino Film Festival si terrà dal 23 novembre al 1 dicembre 2018.

"Kapò" di Pontecorvo alla Cascina Roccafranca

Domenica 21 gennaio alle ore 21:00 il Gruppo Roccafranca Film propone alla Cascina Roccafranca (via Rubino 45) il film "Kapò" di Gillo Pontecorvo per celebrare il Giorno della Memoria.

Catturata e rinchiusa in un campo di sterminio, Edith, ragazza ebrea, disumanizzata dalla crudeltà nazista, scende i gradini dell'abiezione fino in fondo.
Da vittima diventerà, prima complice dei carnefici, una "kapò", una collaboratrice, a sua volta torturatrice delle compagne ed infine martire.
Il sentimento dell'amore, di cui sembrava non aver più bisogno, ora sarà per lei luce, speranza di salvezza e motivo di cambiamento.

INGRESSO GRATUITO

I cinema di Torino in cui vedere "Fabrizio De André. Principe Libero"

Coprodotto da Rai Fiction e Bibi Film, scritto da Francesca Serafini e Giordano Meacci e diretto da Luca Facchini, interpretato da Luca Marinelli (nel ruolo di Fabrizio De André), Valentina Bellé, Elena Radonicich, Davide Iacopini, Gianluca Gobbi e con la partecipazione straordinaria di Ennio Fantastichini, FABRIZIO DE ANDRÉ. PRINCIPE LIBERO sarà nei cinema italiani per due soli giorni, il 23 e 24 gennaio, distribuito da Nexo Digital, e andrà in onda a febbraio su Rai1. Un appuntamento imperdibile per tutti coloro che hanno amato e amano ancora oggi le sue canzoni e un’opportunità straordinaria per godere di quella che Fernanda Pivano ha definito “la voce di Dio”.

“Principe” e “libero”, due parole che, accostate, raccontano molto bene De André: il magnetismo e il naturale distacco di un principe, sempre pronto a raccogliere e ad appassionarsi alle storie dei diversi, degli ultimi, dei diseredati, e a farne parabola, canzone, preghiera; la ricerca della libertà e il racconto di un viaggio fatto “in direzione ostinata e contraria”, per usare i versi di una sua canzone, che lo hanno reso il testimone e il cantore dell’uomo e della sua divina imperfezione, promuovendone valori come la tolleranza, il perdono, la comprensione, il rispetto, l’amore.

Giovedì 18 gennaio al via FISH&CHIPS 2018

"Aspik"
La threesome edition di Fish&Chips International Erotic Film Festival si apre giovedì 18 gennaio ore 21.00 al cinema Massimo di Torino, con il documentario Pornocratie. Les nouvelles multinationales du sexe, un’inchiesta sulla moderna industria del porno mainstream e dei cosiddetti redtubes, diretto dall’icona femminista ed ex-performer francese Ovidie, per scoprire e riflettere su quello che sta dietro alle piattaforme online di fruizione di materiale pornografico. Ingresso intero € 7,50 / ridotto € 5,00.

Il documentario sarà anticipato da Karate Condom di Emanuele Colombo, un divertente corto animato, realizzato in occasione della giornata mondiale contro l'AIDS e che, omaggiando gli anime giapponesi, ci ricorda come l'HIV sia ancora un pericolo per cui prendere le dovute precauzioni.

Come da tradizione, in programma al festival gli appuntamenti dedicati a personaggi che hanno fatto la storia dello scenario di genere e pornografico mondiale. Giovedì 18 gennaio alle 18.30 si parte da TERESA ANN SAVOY, attrice britannica protagonista di una lunga stagione di film erotici e sceneggiati italiani negli anni ‘70 e ‘80 e fra le muse di TINTO BRASS. Scomparsa nel 2017 a soli 61 anni, il festival le rende omaggio con il suo film più importante Salon Kitty, film spartiacque nella cinematografia di Brass, l’apertura verso il genere erotico, a inaugurare un filone nazi-porno. Proiettato in 35mm, il film è sceneggiato da Maria Pia Fusco (una delle più importanti sceneggiatrici del cinema erotico italiano), Ennio De Concini e dallo stesso Brass, e celebra il sesso come unico contraltare al potere annichilente degli estremismi dell’uomo. Tratto dal libro di Peter Norden sulla vera vicenda del “Salon Kitty”, casa d’appuntamento berlinese controllata dalle SS.

Ma la prima giornata festivaliera inizia già nel pomeriggio con una carrellata di 11 cortometraggi in competizione che mostrano un quadro complesso e variegato dalla cinematografia erotica contemporanea: alle 16.30 al Cinema Massimo, proiezione per palati decisi che non resteranno delusi dai primi 5 corti di categoria hard in programma per il Concorso Corti XXX #1, mentre alle 19.00 altri 6 film brevi di livello più soft saranno di scena al Blah Blah (via Po 21) per il Concorso Corti #2.

Tra un corto e l’altro, l’appuntamento è alle ore 18.00 al Circolo del Design (Via Giovanni Giolitti, 26/A) con l’inaugurazione della mostra "Gonzo - Mostra soggettiva sull’editoria ‘sporca’ italiana", curata da Emanuele De Donno e Luca Pucci, che apre un percorso inedito sulla storia del fumetto italiano partendo dalle produzioni dal basso di un’editoria poco studiata, con un’ampia base popolare, per questo godibile e fertile di connessioni con la società, la carta stampata ed i mezzi televisivi.

Mentre anche fuori dalla sala Fish&Chips non perde occasione per discutere di sessualità: la mattina di giovedì 18 è dedicata al Convegno "Corpi politici e politica dei corpi tra cinema e media in Italia. Intorno e oltre il '68", presso l’Auditorium Quazza (Via Sant’Ottavio 20) e a cura di DAMS Torino e CRAD – Centro ricerche attore e divismo Unito.

Proiezione e incontro sui NO TAV al Classico con Aiace Torino

Sabato 20 gennaio alle ore 22.00 al cinema Classico (Piazza Vittorio Veneto, 5) verrà presentato il film CORRIDOIO 5 di MANUEL COSER, insieme al libro UN VIAGGIO CHE NON PROMETTIAMO BREVE di Wu Ming 1.

Gli autori presenteranno il documentario e il romanzo che raccontano con sguardi e modalità inedite la realtà della Valle di Susa e della comunità NO TAV.

Ingresso 4.00 euro. A cura di AIACE Torino.

Agenda del Cinema di Oggi, mercoledì 17 gennaio 2018

"Il diritto di contare"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO 
Questa sera al cinema Massimo proiezione speciale dell'ottimo "Il diritto di contare" di Theodore Melfi, organizzata in occasione della mostra dell’Accademia delle Scienze di Torino ospita L’infinita curiosità. Un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge.
L’incredibile storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate nere che hanno rivoluzionato gli studi alla NASA, lavorando a una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell’astronauta John Glenn.
Al termine del film dialogo tra Piero Bianucci (giornalista scientifico e curatore della mostra) e Anna Ceresole (primo ricercatore dell’Istituto di Fisica Nucleare sezione di Torino). Ingresso libero.

LE ALTRE PROIEZIONI 
Sempre in via Verdi, nel pomeriggio doppio appuntamento con il cinema restaurato di Ingmar Bergman, prima con "La fontana della vergine", poi con "Alle soglie della vita".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 16 gennaio 2018

Paolo Virzì: "Ella & John, il mio film americano"

Paolo Virzì a Torino
Paolo Virzì a Torino, per l'anteprima - la prima post-Venezia - del suo ultimo film, "Ella & John (The Leisure Keeper)", interpretato da Donald Sutherland ed Helen Mirren, in uscita in tutta Italia da giovedì 18 gennaio 2018.

Un ritorno a Torino quello di Virzì, dopo l'anno da direttore del Torino Film Festival e i vari appuntamenti promozionali, ultimo quello del maggio 2016 per accompagnare "La pazza gioia". In attesa, si spera, di vederlo tornare anche per girare qui un suo film: "Potrei girare il seguito di Ovosodo, Bagna Cauda...".

"A me piaceva il titolo originale, ma effettivamente non era immediato in Italia, quello scelto dalla distribuzione comunque ha il suo fascino, mi ricorda i film d'avventura alla Bonnie e Clyde, o Harold e Maude... In The Leisure Keeper c'è però quella ricerca di svago e di godimento, che volevo associare a una coppia cui la vita e la società vorrebbe invece riservare un destino diverso, dividendoli e affidandoli ai rispettivi percorsi di cura. La loro è una scelta anche scandalosa, scelgono la ribellione e la libertà! Mi piace mescolare commedia e tragedia, parlare di gente comune osservata con empatia per scoprire la loro straordinarietà".

Museo del Cinema, la presidente Laura Milani risponde a La Repubblica

Questa mattina in edicola su La Repubblica Torino è stato pubblicato un articolo (lo trovate qui) sul futuro del Museo Nazionale del Cinema. Oggi pomeriggio è arrivata la risposta ufficiale della presidente Laura Milani.

Che i membri del Comitato di Gestione del Museo possano avere opinioni differenti rispetto a qualsiasi tema da trattare, purché le singole opinioni tengano conto dei reali interessi e bisogni del Museo, mi pare normale. Per questa ragione esistono i confronti e poi le delibere, che possono non soddisfare tutti, ma che rappresentano la modalità decisionale corretta di qualsiasi organo istituzionale.

In merito al futuro direttore del Museo – sulla cui necessità siamo ben oltre la lapalissianità, e non per un pensiero personale, ma per un’esigenza al tempo stesso organizzativa, gestionale, strategica e formale (lo ha ribadito chiaramente anche il Collegio dei Fondatori nelle due riunioni da me presiedute) – è stata convocata regolarmente una seduta, che ha visto la partecipazione di tre membri su cinque. I due membri che non hanno partecipato hanno semplicemente comunicato la loro assenza: diritti e doveri devono essere rispettati da tutti i Consiglieri, e così è stato. Il Comitato di Gestione del 27 dicembre, che aveva al primo punto all’ordine del giorno l’affidamento dell’incarico di ricerca e selezione direttore del Museo, ha recepito alcune richieste di riflessione sul bando stesso, che il Comitato ha deciso di riportare a Badenoch & Clark (agenzia affidataria dell’incarico). Il bando definitivo, la cui bozza era stata approvata il 16 dicembre, sarà portato in Comitato il 25 gennaio e lì deliberato.

Altro tema è quello della retribuzione del futuro direttore, indicata in 150.000 euro di RAL annuale (equivalente a 180.000 euro di costo azienda). Numericamente la cifra corrispondente all’interno del budget 2018, regolarmente predisposto dal Comitato di Gestione e approvato dal Collegio dei Fondatori, è pari a 120.000 euro (costo azienda): questa voce equivale ai 2/3 del costo annuo (8 mesi), poiché il nuovo direttore certamente non inizierà il mandato prima di maggio. E sottolineo che stiamo parlando di budget 2018, ovvero di uno strumento economico previsionale che può essere rivisto e modificato dalla sua approvazione sino a prima della chiusura del bilancio. Personalmente ho trovato e trovo questo passaggio semplice da comprendere, e poiché tutti i membri del Comitato sono professionisti, ritengo che quanto approvato nelle varie sedute, in questo caso specifico su un tema lungamente discusso in più sessioni, li trovi pienamente consapevoli.

Nulla di eclatante, quindi, se non la conferma che la riservatezza di conversazioni fra i membri del Comitato di Gestione è, purtroppo, spesso bypassata, e certamente non dal presidente. Ritengo invece fondamentale, nell'interesse del Museo, rispettare tale obbligo a vantaggio di una comunicazione esterna e interna coerente e costruttiva. Ovvero, di un atteggiamento sempre professionale, nel rispetto di tutti.

"L'Italia che verrà", una rassegna di cinema al Museo del Risorgimento

Undici film per raccontare il Risorgimento. Si inaugura il 18 gennaio 2018 “L’Italia che verrà” la rassegna cinematografica curata dal direttore del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano Ferruccio Martinotti e dal regista Davide Ferrario.

Un viaggio nel cinema italiano che presenta il periodo storico proponendo non solo i grandi classici, ma anche altri titoli più recenti e più insoliti: dal kolossal Il Gattopardo di Luchino Visconti all’originale La pattuglia sperduta di Pietro Nelli; da Il brigante di Tacca del Lupo di Pietro Germi che rappresenta una sorta di via italiana al western, a Viva l’Italia di Roberto Rossellini; da Le Cinque Giornate di Dario Argento, antiretorico e antiborghese, a Piazza Garibaldi dello stesso Davide Ferrario. E poi ancora I vicerè di Roberto Faenza, Uomini contro di Francesco Rosi, Vanina Vanini ancora di Roberto Rossellini.

La rassegna sarà inaugurata con un evento speciale gratuito giovedì 18 gennaio alle ore 18: in Sala Plebisciti sarà proiettato I mille di Alberto Degli Abbati, un film muto del 1912 che verrà sonorizzato dal vivo dal musicista Andrea Costa. Sulle altre pareti della Sala scorreranno immagini del Museo e di altri film montate da Davide Ferrario. Un’esperienza immersiva di grande suggestione.

Tutte le altre proiezioni avranno luogo nella Sala Cinema del Museo del Risorgimento. Ogni film sarà proposto ai visitatori per un'intera settimana, dal sabato al venerdì successivo, alle ore 11 e alle ore 14.30 di ogni giorno. Si inizierà sabato 20 gennaio con il film San Michele aveva un gallo dei fratelli Taviani.

La rassegna è realizzata in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema.

"Da dove tutto ebbe inizio", un doc sulle origini del calcio

Sabato 20 gennaio, alle ore 17, presso l’Auditorium Giovanni Arpino, Via Bussoleno 50, in anteprima per Torino, Victor Vegan presenterà il docu-film "Da dove tutto ebbe inizio", che narra gli albori del calcio italiano, passando per Inghilterra e Svizzera.

Il calcio italiano inizia a Torino con Edoardo Bosio (Torino, 1864 – Davos, 1927). D’origine svizzera ma torinese d’adozione con madre inglese, Bosio è un commerciante di articoli ottici e fotografici. Durante i suoi viaggi in Inghilterra per lavoro, a Nottingham assiste spesso ad incontri di football disputati da colleghi inglesi. Pensa subito di importare questo nuovo gioco anche in Italia.
Quando ritorna a Torino, nella primavera del 1887, fonda un club sportivo dove praticare alpinismo e canottaggio nel periodo estivo ed il football nel resto dell’anno e che in breve tempo diviene il “Football & Cricket Club Torino”, vero e proprio ente calcistico con divisa rossonera dove, oltre a Bosio, militano i primi calciatori torinesi.
La storia si dipana, mettendo in risalto l’importanza degli svizzeri nel portare a Torino il gioco del calcio, fino ad arrivare alla fondazione del Football Club Torino nel 1906.
 
Alcune riprese sono state girate al Villaggio Leumann, con un ricordo di Napoleone Leumann, illustre imprenditore svizzero. Per chi fosse interessato, alle ore 15, è prevista la visita guidata al Villaggio Leumann, raro esempio di Archeologia Industriale liberty di fine ‘800, progettato da Pietro Fenoglio.
Invitati d’onore CLAUDIO SALA, il poeta del goal, vincitore dello scudetto nel 1976 e GIANCARLO CAMOLESE, l’allenatore dell’ultima promozione.
Ingresso gratuito, ma posti limitati.
Prenotazione obbligatoria ai numeri 347 3596056 - 333 3923444

Agenda del Cinema di Oggi, martedì 16 gennaio 2018

"The Fitzroy"
IL CONSIGLIO DEL GIORNO
"The Fitzroy" torna a Torino dopo la prima assoluta all'ultimo BIFF British Irish Film Fest: sempre al Baretti, sempre proposta dallo staff del festival ma questa volta all'interno della rassegna Portofranco.
Una storia ambientata in un mondo post-apocalittico degli anni '50 in una località balneare nell’isola di Thanet: l’aria, a causa dell’inquinamento che ha stravolto gli equilibri del pianeta, è diventata irrespirabile. In questo scenario decadente il Fitzroy Hotel, un sottomarino ammarato nella spiaggia, è uno degli ultimi posti esistenti per le tradizionali vacanze estive. Al suo interno non servono bombole e maschera d’ossigeno per respirare: ma chi vive al suo interno?
Storia originale e ritmo sfrenato.

LE ALTRE PROIEZIONI
Daniele Gaglianone al Piccolo Cinema presenta "This is my land... Hebron" di Giulia Amati e Stephen Natanson, mentre al Rough viene proposto "Alien" (ingresso libero a entrambe le serate).
Al cinema Massimo giornata ricca e varia, tra "Nick's Movie" di Wenders e "L'Atalante", "Parigi Baudelaire" e "Loro di Napoli".
L'Agnelli propone "Smetto quando voglio - Ad honorem".

TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.