venerdì 5 gennaio 2018

"Dopo l'amore" apre la nuova stagione di Portofranco al Baretti

"Colonia"
Nuovo anno e nuovi film in arrivo per il secondo ciclo di proiezioni di PORTOFRANCO, il cinema invisibile che continua a festeggiare i suoi primi 10 anni con pellicole che faranno divertire, commuovere ed appassionare il fedele pubblico della rassegna che, già da una decade, accende il proiettore di settimana in settimana e fa rivivere pellicole dimenticate, rare e preziose all’insegna dei quello che è un vero amore per il cinema.

Dal 9 gennaio al 17 marzo 2018 saranno in programma al cineteatro Baretti di Torino 10 film da tutta Europa, dal Belgio alla Spagna, dalla Francia alla Germania passando per l’Italia e anche per gli Stati Uniti d’America. PORTOFRANCO inizia la sua nuova stagione con Dopo l’amore di Joachim Lafosse (9 gennaio), un dramma intimo e vibrante con la bellissima e talentuosa protagonista del premio Oscar The Artist, Bérénice Bejo; dall’Inghilterra arriva la seconda pellicola che sarà presentata in versione originale con sottotitoli The Fitzroy di Andrew Harmer (16 gennaio) un film d’azione ambientato in un post-apocalittico 1950; Nebbia in agosto di Kai Wessel (23 gennaio) sarà il film attraverso cui PORTOFRANCO celebrerà il Giorno della Memoria con una storia toccante e spietata nella Germania dei primi anni ’40; con l’americano indipendente Station Agent di Tom McCarthy (30 gennaio) il pubblico si commuoverà  per la storia di amicizia e di emarginazione vista dagli occhi del nano Fin; di una disarmante sincerità sarà la fiaba dalle tinte gotiche Sette minuti dopo la Mezzanotte di Juan Antonio Bayona (6 febbraio) con il protagonista bambino e il suo amico uomo-albero che gli fa visita nei sogni; con l’emozionante e crudele Mercenaire di Sacha Wolff (13 febbraio), in francese con sottotitoli, si guarderà in faccia il coraggio di un giovane giocatore di rugby in cammino verso l'età adulta, attraverso le divisioni culturali, il neo-colonialismo nello sport e il potere corrosivo dei soldi sui valori spirituali; dalla Spagna arriva a PORTOFRANCO La vendetta di un uomo tranquillo di Raúl Arévalo (20 febbraio) un thriller credibile e teso su un uomo uscito di prigione dopo dieci anni e alle prese con una quotidiana routine che sembra non essergli congeniale; si continua con l’esordio al lungometraggio del torinese Gigi Roccati Babylon Sisters (27 febbraio), un’opera dalla regia onesta e pulita che accompagna il pubblico nel colorato e rumoroso mondo di una famiglia indiana che si trasferisce in un quartiere popolare di Trieste, alle prese con un padrone di casa scorbutico e con il tentativo di creare un’esotica e improbabile scuola di ballo; un incontro che ha la magia del destino quello tra il tassista tedesco Hartmut e la bambina turca Hayat, che in turco significa “vita”, viene magistralmente raccontato nella commedia agrodolce Dreiviertelmond di Christian Zübert (6 marzo), in tedesco con sottotitoli; con Colonia di Florian Gallenberger, una storia di amore e rivoluzione ambientata nel Cile di Pinochet e con l’interpretazione di una bravissima Emma Watson, si chiude il secondo ciclo di PORTOFRANCO il 13 febbraio.

La decima edizione di PORTOFRANCO conferma la proiezione tutti i martedì sera alle ore 21.00 e la replica il sabato pomeriggio alle ore 18.00 e rinnova la collaborazione con Unicredit Group Cineforum Circolo Torino, il Goethe-Institut di Torino, l’Alliance Française di Torino, il British Irish Film Fest e l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza Onlus e contempla, tra gli altri, film non distribuiti in Italia e provenienti dai paesi di lingua tedesca, francese e inglese con sottotitoli.

Tutti i martedì sera nel foyer del cinema, il pubblico sarà accolto dai ragazzi dell'Associazione DOWN! e, su offerta libera, sarà possibile gustare un buon caffè nell'attesa dell'inizio della proiezione. Con questa piccola iniziativa, il Cineteatro Baretti sostiene l’associazione DOWN! che si compone di un gruppo di genitori, tecnici e volontari che opera a Torino e provincia a favore delle persone con Sindrome di Down e patologie genetiche che comportano un deficit cognitivo, promuovendo ed organizzando attività allo sviluppo delle potenzialità dei ragazzi e ad un miglioramento della loro qualità di vita.

Il cartellone totale dei tre cicli di proiezioni di PORTOFRANCO si compone di trenta film - 10 a ciclo - da ottobre a dicembre, da gennaio a marzo e da marzo a maggio.