venerdì 23 febbraio 2018

Gigi Roccati presenta "Babylon Sisters" al Baretti

"Babylon Sisters"
Continua il ciclo di proiezioni di PORTOFRANCO, il cinema invisibile che festeggia i suoi primi 10 anni con pellicole che fanno divertire, commuovere ed appassionare il fedele pubblico della rassegna che, già da una decade, accende il proiettore di settimana in settimana e fa rivivere pellicole dimenticate, rare e preziose all’insegna di quello che è un vero amore per il cinema.

Appuntamento al CineTeatro Baretti martedì 27 febbraio alle ore 21.00 con il regista torinese Gigi Roccati che presenta il suo film Babylon Sisters (Italia/Croazia, 2017, 85’), liberamente ispirato al libro “Amiche per la Pelle” di Laila Wadia, un’opera dalla regia onesta e pulita che accompagna il pubblico nel colorato e rumoroso mondo di una famiglia indiana che si trasferisce in un quartiere popolare di Trieste, alle prese con un padrone di casa scorbutico e con il tentativo di creare un’esotica e improbabile scuola di ballo. Abbiamo intervistato il regista e il cast su Radio Banda Larga lo scorso anno al gLocal Film Festival: qui il podcast.

Il film, che ha raccolto riconoscimenti di critica e pubblico nei Festival e nelle rassegne in cui è stato presentato, (tra cui la Festa del Cinema di Roma, London Indian Film Festival, Pune International Film Festival in India) e interpretato da Amber Dutta, Nav Ghotra, Lucia Mascino, Peppe Voltarelli e Renato Carpentieri, racconta la storia di Kamla (Dutta, già finalista di Italian's Got Talent), una bambina che si è da poco trasferita con i genitori, Ashok e Shanti, in un palazzo degradato alla periferia di Trieste abitato da altre famiglie di immigrati e da un vecchio professore burbero. Quando arriva la lettera di sfratto, determinati a non lasciare le proprie abitazioni, gli uomini reagiscono con rabbia alle minacce del padrone di casa, mentre le donne si uniscono per salvare il destino delle proprie famiglie.

Shanti svela il proprio dono di saper ballare come una star di Bollywood e, con l’aiuto di un’amica italiana, tra risate, pianti e incomprensioni, nasce il progetto di una scuola di danza.
Questa sarà l’occasione per permettere il riscatto personale, familiare e collettivo, mentre la piccola Kamla riuscirà a sciogliere il cuore del professor Leone.
Una storia contemporanea che a ritmo di musica celebra la forza e la bellezza della multiculturalità.