martedì 13 febbraio 2018

Il Leone d'Oro "The Woman who Left" di Lav Diaz per una sera al Classico

"The Woman who Left"
Giovedì 15 febbraio alle ore 20.30 verrà proiettato al cinema Classico di piazza Vittorio Veneto 5 THE WOMAN WHO LEFT di Lav Diaz.

THE WOMAN WHO LEFT è il primo film filippino a vincere il Leone d'oro come Miglior Film alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

"L'esistenza è fragile" dice il regista Lav Diaz, "Alla fine, in fondo, noi non sappiamo nulla". Una storia semplice, ma allo stesso tempo complessa; un'opera sull'esistenza umana, che si chiede "dov'è la logica in tutto questo?". Un film che vuole spingere il cinema verso il suo ruolo più profondo e grandioso: trovare risposte alle filosofiche domande che ogni spettatore si pone. L'ambientazione a Mindoro, provincia delle Filippine da cui proviene la stessa protagonista Charo Santos-Concio, ha reso il momento delle riprese ancora più autentico di quanto il tema del film non fosse in grado di fare.

Lav Diaz si è ispirato al racconto di Tolstoj "Dio vede la verità ma non la rivela subito" per raccontare il modo in cui la casualità dell'esistenza ci conduce in direzioni impreviste senza che alcuno possa arrogarsi il diritto di stabilire ciò che per noi è davvero positivo. Ancora una volta il regista-sceneggiatore-montatore-direttore della fotografia filippino prende possesso del tempo e dello spazio e lo dilata a seconda delle esigenze della storia che racconta, e che si dipana davanti ai nostri occhi con la calma dell'attesa: quella di Horacia, ma anche la nostra, nell'aspettare la materializzazione degli innumerevoli piccoli miracoli.

Ingresso 7,50 euro.