sabato 10 febbraio 2018

Il programma di sabato 10 febbraio di Too Short to Wait

"Cariddi"
Il debutto di Torino Factory, la magia dell'animazione e il fascino della danza, sono questi i temi che caratterizzano il sabato di proiezioni alla sala Il Movie, una maratona di 48 cortometraggi piemontesi che da TOO SHORT TO WAIT ci avvicina alla nuova edizione del gLocal Film Festival.

Gli appuntamenti con il "cinema breve" nel week end si arricchiscono di un'ulteriore fascia di proiezione pomeridiana, iniziando già alle 15.30 con un giro dentro e fuori la regione: Cuneo, Valgrana, Dronero, Caraglio e Torino di scena per La forma delle nuvole di Brunella Audello e Vittorio Dabbene; Londra è il set di Ten Mysteries di Riccardo Maffucci e Ruben De March; poi alle 17.30 C’est pas grave, di Stefano Gabbiani e Elisabetta Michienzi, in cui tre giovani donne ritrovatesi per caso a Bordeaux sognano una vita diversa e Lo sol poder es que de dire. Intervista a Fausta Garavini di Andrea Fantino, sulla scrittrice e studiosa di letteratura occitana Fausta Garavini.

La giornata odierna segna il debutto di TORINO FACTORY, il progetto che attraverso diverse fasi vuole sviluppare la creatività dei filmmaker under 30 mettendoli in rapporto diretto con la città. Alle 19.30 scopriremo i primi 23 corti di questa sezione con cui registi e registe hanno accolto e interpretato la chiamata al contest per opere a tema libero ambientate per almeno l’80% a Torino, della durata massima di 3 minuti. Tra i 43 partecipanti, 8 selezionati dal regista Daniele Gaglianone faranno parte del prossimo gLocal Film Festival. Un secondo e più ambizioso passo accompagnerà li porta in un percorso formativo e produttivo che li farà approdare in una nuova sezione del Torino Film Festival 2018.

La vocazione formativa della rassegna si concretizza oggi anche attraverso il terzo appuntamento di CORSI CORTI. PICCOLE STORIE DI CINEMA, in collaborazione con il CNC – Centro Nazionale del Cortometraggio.  La "breve masterclass" di questa sera sarà dedicata a MASSIMO OTTONI. Il regista, autore del piccolo gioiello di animazione Lo Steinway (2016), dialogherà con il pubblico in apertura proiezioni alle 21.30. Lo Steinway racconta come la musica può ridurre le distanze anche tra chi su fronti opposti sarebbe destinato a combattere.

A seguire continuerà il viaggio nell'animazione con Dandelion di Elisa Talentino (premio come miglior colonna sonora al Lago Film Festival) e Framed di Marco Jemolo (in lizza per il David di Donatello 2018) e la proiezione dei 5 lavori degli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia – Dipartimento di Animazione (Eva di Chiara Tessera, Humus di Simone Cirillo, Simone Di Rocco, Dario Livietti, Alice Tagliapietra, La cabina di Ginevra Lanaro, Federica De Leonardo, La luna rubata di Vittorio Massai e Dario Lo Verme e Azzurra e Midori di Elena Garofalo, Marta Giuliani e Laura Piunti).

La quarta giornata di TOO SHORT TO WAIT si chiude con La Danza in 1 minuto, contest video dedicato alla danza organizzato da COORPI con cui Piemonte Movie ha una storica collaborazione, che ha contribuito alla ricchezza di proposte di TSTW con cinque opere brevi e suggestive che sapranno trasmettere l’armonia visiva della danza: Vivarium di Gruppo TrasFormAzioni, Devoti Scheletri di Valentina Corrado, Rodolfo Colombara e Giulia Ceolin, Diem di Gabriele Bortolato, #WOMANSHO(r)T di Albert Stray e Cariddi. Mari non ci n’è cchiù di Stellario Di Blasi.

IL PROGRAMMA DI SABATO 10 FEBBRAIO 2018


Ore 15.30, DRAMA #3 - 63’

The Colorful Life of Jenny P. di Daniele Barbiero – 5’
Il nonno di Jenny riesce a farle vedere il mondo a colori, ma ogni cosa ha una fine e per la piccola è giunto il momento di affrontare una triste realtà.
Profilo gLocal: il film è stato girato a Torino.

La forma delle nuvole di Brunella Audello e Vittorio Dabbene – 22’
Che cosa può succedere se all'improvviso ti accorgi di non esistere più per nessuno?
Profilo gLocal: il corto è girato a Cuneo, Valgrana, Dronero, Caraglio e Torino.

Sam di Alberto Vianello – 10’
Le vite di un soldato ferito, una vedova, un ragazzo ubriaco e un agente segreto sono connesse. Un rumore incalzante ne è la causa.
Profilo gLocal: il corto è girato in provincia di Alessandria.

ComproSogni di Alessandra Ravelli e Martina Cofano – 9’
In un mondo dove poche persone dormono, chi riesce a farlo è un privilegiato e i sogni sono un bene prezioso che alcuni vendono in luoghi dedicati: i "ComproSogni".
Profilo gLocal:il corto è girato a Torino durante il 100 Ore.

La notte degli Oscar di Antonio Impemba – 6’
Una riunione segreta e un piano per conquistare l'Europa usando una strategia subdola, qualcuno però si tira indietro.
Profilo gLocal:il corto è girato a Torino.

Ten Mysteries di Riccardo Maffucci e Ruben De March - 11’
Un gruppo di amici si trovano per un giro e bere qualcosa, ma uno di loro continua a sparire. Qual è il suo segreto?
Profilo gLocal: il corto è girato a Londra da registi piemontesi.

Ore 17.30, DOC #4 – 97’
Lo sol poder es que de dire. Intervista a Fausta Garavini di Andrea Fantino – 27’
Lavoro dedicato a Fausta Garavini, scrittrice, critica e studiosa di letteratura occitana contemporanea e compagna di vita di Robert Lafont (linguista e storico e romanziere francese della letteratura occitana).
Profilo gLocal: Il corto è girato a Firenze, il regista vive a Cuneo.

Museo Social Club di Carlo Turco – 24’
I nove dipinti di Giuseppe Barotto che raccontano la storia di Giuseppe l'ebreo. Il quadro diventa il punto di partenza per raccontare storie del passato, esperienze della vita presente, aspettative e sogni del tempo futuro.
Profilo gLocal: il corto è girato a Fossano (Cn).

Una corona per unire di Emma Ramacciotti – 26’
Un breve viaggio in bicicletta intorno alla città di Torino, lungo una pista ciclabile di 90km, per raccontare e far conoscere le realtà dell’area metropolitana, mettendo in luce il progetto della Regione Piemonte “Corona Verde”.
Profilo gLocal: il corto è girato a Torino e dintorni.

C’est pas grave di Stefano Gabbiani e Elisabetta Michienzi – 20’
Ci sono una siriana, una keniota ed una mongola, sembra una barzelletta, ma non lo è: tre giovani donne ritrovatesi per caso a Bordeaux per studiare francese e sognare una vita diversa.
Profilo gLocal: il corto è girato a Bordeaux, i registi sono torinesi come la casa di produzione, Lacumbia Film.

e 19.30, TORINO FACTORY #1 – 57’
Torino, luci di scena di Lorenzo Attardo - 1’
Il fascino di Torino nella sua variazione di luci e ombre dall'alba al tramonto.
Location Torinesi: Mole Antonelliana e Monte dei Cappuccini.

Lovers Promo di Nicolò Roberto Roccatello - 3’
I quattro protagonisti vivono in un mondo futuristico ma sterile, necessitano della tecnologia per potersi amare, presto però scopriranno che la finzione non gli consente di toccarsi e gioire dei loro corpi.
Location Torinesi: Parco della Tesoriera.

Ho vinto io, vinciamo noi di Riccardo Nava - 1’
Il video ci mette davanti a una tematica attuale, quella del gioco d' azzardo patologico e fa riflettere dandoci un dato inquietante.
Location Torinesi: Torino Porta Nuova.

Chess Lovers di Antonio Messina e Christian Parietario - 3’
Due giocatori di scacchi si sfidano ad una partita, la tensione e la voglia di vincere sfociano in un bacio e la conseguente caduta di tutti i pezzi sulla scacchiera
Location Torinesi: Via Dego, all'interno delle strutture dell'associazione "Civediamoinviadego".

Scavi di Pietro Caldirola, Chiara D'Alessio e Simone Montacci - 3’
L'esplorazione di Palazzo Nuovo con uno sguardo diverso ne mostra le contraddizioni: tra ombre e dettagli sfuggenti emerge l'immagine di un luogo lasciato all'abbandono e all'indifferenza.
Location Torinesi: Palazzo Nuovo.

Scelte di Omar Es Sahhal e Stefano Guerri - 3’
Un ragazzo in crisi per gli studi, riceve un messaggio da un suo amico che lo invita a raggiungerlo al parco per staccare un pò dai libri. Da quel momento avvengono una serie di eventi disastrosi e drammatici.
Location Torinesi: Piazza Massaua, Piazza Statuto, zona Dora, Stazione Porta Susa.

Le Luci d'Artista nel centro di Torino di Giulia Bordon, Gaia del Corral e Giulia Procopio - 1’
Dedicato alle Luci d'Artista nel centro di Torino.
Location Torinesi: Via Roma, Via Garibaldi, Via Lagrange.

Il SILENZIO della VIOLENZA di Sara Bertagnini, Alissa Geremia, Alessia Molina e Emanuele Vaschetto - 1’
Un video dedicato al tempo, all'attesa, che per una donna vittima di violenza può solo peggiorare le cose. Un video che mostra il progressivo apparire sul volto delle vittime i lividi e le ferite.
Location Torinesi: Lingotto.

L'ultima parola di Kenta Crisà - 3’
Un uomo di mezza età torna in un luogo che ha avuto un ruolo importante nel suo passato, per rivedere l'unica immagine della figlia venuta a mancare molto tempo prima. Qui rincontra un uomo che avrebbe preferito non rivedere.
Location Torinesi: Palazzo Saluzzo Paesana.

Il male minore di Ludovico Bossi - 3’
In guerra come in amore niente regole, benché ci si ritrovi spesso a scegliere il male minore.
Location Torinesi: Galleria Umberto I, Piazza San Carlo, Crocetta e San Donato.

Origini di Andrea Ventura, Federico Alvaro - 3’
Un racconto visivo in 70 inquadrature delle bellezze della Circoscrizione 8 della città di Torino. Queste immagini sono accompagnate da una voce sconosciuta sembra conoscere i difetti dei suoi ascoltatori.
Location Torinesi: Corso D'Azeglio, Corso Moncalieri, Corso Spezia, Corso Vittorio Emanuele II, Via Genova, Via Madama Cristina, Via Muratori, Via Nizza, Via Ormea, Via Vado, Via Ventimiglia, Parco del Valentino, Piazza Carducci, Val Salice (To).

Take me away di Alberto Marotta - 3’
Lo scorrere del tempo e i momenti che si susseguono tra loro scandendo la nostra quotidianità. La scoperta è comprendere come ognuno di noi crea il ritmo nella propria vita.
Location Torinesi: Quartiere Aurora.

Dead Man Walking di Jacopo Margaglia - 3’
Due uomini, seduti su una panchina in una piazza vuota, parlano della loro esistenza, mentre l'ombra della morte si proietta tetra alle loro spalle.
Location Torinesi: Falchera.

My City, My Home di Samir - 2’
Lo sguardo del regista sulla città.
Location Torinesi: Torino centro, Porta Palazzo, Superga.

Griša di Simone Sanna - 3’
Dopo molti anni di assenza Ljuba fa ritorno al luogo nel quale è cresciuta, il Giardino dei ciliegi. Ben presto però, i bei ricordi dell'infanzia si mescolano a quello terribile della morte del proprio figlio.
Location Torinesi: Parco Colletta.

The Great Tram Trouble di Lorenzo Gagliano, Matteo Salussolia e Francesco Miceli - 3’
Un giovane aspetta il tram. La sua precaria condizione economica lo costringerà, ancora una volta, a riflettere sul timbrare o meno il biglietto.
Location Torinesi: Corso Regina Margherita, Progetto Diogene, Corso Verona.

Minosse di Niccolò Buttigliero - 2’
Sbirri nella notte eterna, sangue e miele, un coltello sacrificale.
Location Torinesi: Parco Aurelio Peccei.

Adolescenza Post Bellica di Luca Pescaglini - 2’
A Elsinore, Torino, una laforguiana e giovanil ribellione.
Location Torinesi: Rondò Della Forca, Strada Settimo.

Vende (ottimo uso investimento) di Stefano Gariglio - 3’
Come vive chi ha per casa la città? Un giorno di “pedinamento” tra opera e tragedia.
Location Torinesi: Centro, Superga.

Tempo Critico di Gabriele Pappalardo - 3’
Luca, detto 4Life, cresciuto dalle zie. Bader, di origini marocchine. Paolo, che da qualche tempo dorme in macchina. Fazza, il più grande del gruppo. Reda, l’intellettuale. Le "Torri" fanno da sfondo e "plasmano" la vita di questi 4 amici.
Location Torinesi: Lucento, Vallette, Madonna di Campagna.

Una Notte a Torino di Giorgio Blanco - 3’
Cosa succede a Torino quando la luce del sole cala e i lampioni iniziano ad accendersi? Immagini che partono dal tramonto ed arrivano fino all’alba.
Location Torinesi: Torino Centro, Piazza Zara, Borgo Dora, Barriera di Milano, San Salvario, Superga.

Ultimo Chilometro di Emma Ramacciotti e Roberto Vietti - 3’
Adriano ogni giorno si sposta in città con la bicicletta, per andare a lavorare così come per uscire con gli amici: la bici è il suo principale mezzo per spostarsi.
Location Torinesi: Centro, San Salvario, Madonna di Campagna, Lingotto, San Donato, Campidoglio, Aurora, Vanchiglia, Parella, Borgo Vittoria.

Don't build walls di Alessandro Garelli - 2’
Don't build walls è un corto che ha come obiettivo sensibilizzare le persone a non costruire muri immaginari (o metaforici) passando troppo tempo a ricevere input dall'esterno o comunicare con altri dimenticandosi del partner.
Location Torinesi: Via Spalato.

Ore 21.30 - CORSI CORTI. PICCOLE STORIE DI CINEMA.
In collaborazione con il Centro Nazionale del Cortometraggio
Massimo Ottoni presenta Lo Steinway (2016) - 18’
Durante la Grande Guerra in una trincea austriaca sul fronte italiano seguiamo le vicende di alcuni soldati. È un periodo di stasi tra una battaglia e un'altra e tra i due fronti si è creato un implicito e fragile accordo di non belligeranza. Nel corso una ricognizione gli austriaci trovano in un rudere un vecchio pianoforte e lo portano nella trincea, un ex concertista tra i soldati inizia a suonare e la musica fa dimenticare la distanza tra i due fronti creando uno strano sentimento di fratellanza. L’intesa tra i due fronti cresce con il passare dei giorni e dei concerti, per un attimo la guerra sembra un ricordo distante. Ma un cambio di guardia o un comando dall'alto possono spazzare via in un soffio ogni speranza, e riportare gli uomini alle fattezze di soldati nemici.

a seguire
CARTOON&ART - 66’

Framed di Marco Jemolo – 7’
Fk, il protagonista, è un omino di plastilina, di quelli usati nel cinema d'animazione, ma possiede un'anima profonda e un forte spirito critico e si ribella alla sua condizione.
Profilo gLocal: corto torinese.

Dandelion di Elisa Talentino – 3’
Una danza antica, un rituale di corteggiamento. Un fiore di tarassaco per soffiare i desideri. La bourrée a due tempi è un ballo pregno di significati sentimentali e amorosi.
Profilo gLocal: corto torinese.

Robhot di Donato Sansone – 6’
Un normale battibecco domestico si trasforma in una lotta surreale tra due robot umanoidi.
Profilo gLocal: corto realizzato a Parigi, regista torinese.

Azzurra e Midori di Elena Garofalo, Marta Giuliani e Laura Piunti – 6’
Azzurra è una otaku italiana stufa marcia dell'Italia. Parte per il Giappone alla ricerca dei suoi miti e l'incontro con Midori, una ragazzina del posto, la farà invece scoprire un lato intimo e inatteso del Giappone e la farà guardare al suo paese in modo diverso.
Profilo gLocal: corto del CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia.

Eva di Chiara Tessera – 6’
Eva, camgirl, accetta di farsi intervistare da un giornalista. L'uomo rivolgerà alla ragazza domande su di sé, sulla sua vita e sul suo lavoro. Quella che inizialmente può sembrare un'intervista qualunque, si trasformerà, ben presto, in un inaspettato gioco di potere.
Profilo gLocal: corto del CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia.

Humus di Simone Cirillo, Simone Di Rocco, Dario Livietti e Alice Tagliapietra – 7’
Il corto rivisita il tema dell'apprendista stregone: un ragazzino curioso e maldestro alle prese con gli esperimenti botanici di un allampanato Maestro Cervo.
Profilo gLocal: corto del CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia.

La cabina di Ginevra Lanaro e Federica De Leonardo – 5’
Durante le vacanze scolastiche, una ragazzina si annoia in città. Passa il tempo su e giù nell'ascensore del condominio in cui vive e immagina strabilianti avventure in cui tenta di coinvolgere le persone che vi incontra.
Profilo gLocal: corto del CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia.

La luna rubata di Vittorio Massai e Dario Lo Verme – 7’
Il corto è ispirato da una delle più belle fiabe dei fratelli Grimm: in un paese dove non brilla mai la luna, la notte è sempre scura e la vita grama. Quattro fratelli in cerca di fortuna rubano la luna con conseguenze impreviste.
Profilo gLocal: corto del CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia.

WHAT WEEE ARE. Honey WEEEs di Alessandra Turcato e Alessio De Marchi – 8’
L'importanza fare ricerca sulla relazione tra uomo, natura e tecnologia. Il disordine, nei delicati equilibri cooperativi tra gli umani e le api, può portare pericolose conseguenze. No api = Nessuna impollinazione = Nessun cibo.
Profilo gLocal: il corto è girato a Torino.

Brutalide di Niccolò Buttigliero – 11’
Attraverso tre differenti spazi, un tentativo di appropriazione del Bianco.
Profilo gLocal: il corto è girato a Torino, Settimo Torinese, Varisella (To) e Brusson (Ao).

Vivarium di Gruppo TrasFormAzioni - 1’
Improvvisazione e composizione negli spazi di un vivaio, per celebrare la danza come prendersi cura e come fiorire: vita e bellezza.
Profilo gLocal: il corto è girato a Castagneto Po.

Devoti Scheletri di Valentina Corrado, Rodolfo Colombara, Giulia Ceolin - 1’
Danza senza trama per il solo sentire. La dimensione dell’atto rituale collettivo, veicolo di consapevolezza. Differenti luoghi per una danza che si fa preghiera.
Profilo gLocal: il corto è girato a Ivrea (To).

Diem di Gabriele Bortolato - 1’
La danza possa essere qualcosa di estremamente interiore, legato alla persona sin dalla nascita.
Profilo gLocal: il corto è girato a Bianzè (Vc).

#WOMANSHO(r)T di Albert Stray - 1’
WOMANSHO(r)T nasce da una costola di #WOMANSHOT, progetto di video e danza prodotto nel 2016 a sostegno della lotta contro la violenza sulle donne.
Profilo gLocal: il corto è girato a Casale Monferrato (Al).

Cariddi. Mari non ci n’è cchiù di Stellario Di Blasi - 1’
L’universo di Cariddi è inteso come un brutto presagio, un’evocazione immaginifica concessa dalla memoria del mare.
Profilo gLocal: il regista è torinese.