mercoledì 16 maggio 2018

A Torino un Convegno internazionale di studi sulla recitazione

Il 17 e 18 maggio 2018 l'Università di Torino organizza il Convegno internazionale di studi Stardom and Performance in Postwar Italian Cinema 1945-54, dedicato a Divismo, attorialità e performance nel cinema italiano del dopoguerra.

A cura del British Academy in collaborazione con DAMS e CRAD - Centro Ricerche Attore e Divismo, Dipartimento Studi Umanistici.

Il cinema italiano del dopoguerra, soprattutto quello neorealista, continua a essere il momento più conosciuto e apprezzato nella storia del cinema italiano, grazie anche al successo internazionale e ai riconoscimenti ottenuti da film come Roma città aperta (1945), Paisà (1946) e Ladri di biciclette (1948).
Nonostante la produzione scientifica ed editoriale dedicata al neorealismo sia sempre fiorente, si può osservare una relativa mancanza di interesse critico verso le dinamiche di recitazione e performance, nonché le pratiche del divismo, che rappresentano alcuni degli aspetti più distintivi del periodo. L’impiego di attori non-professionisti, in particolare, tra cui bambini e militari americani, ha contributo a una concezione del neorealismo come cinema ‘antidivistico’; tuttavia, il nesso complesso di interazioni tra divi, attori professionisti, e attori presi dalla strada, e ‘l’amalgama’ (Bazin, 1948) di divi e non-attori, non sono stati oggetto di uno studio approfondito.

Il convegno “Divismo, attorialità e performance nel cinema italiano del dopoguerra, 1945-54 / Stardom and Performance in Postwar Italian Cinema 1945-54” ha lo scopo di incoraggiare una discussione ampia tra studiosi, italiani e stranieri, che lavorano sull’attorialità, la performance e il divismo nel cinema italiano del dopoguerra, con l’obiettivo di tracciare un quadro più ricco della figura dell’attore e di quella del non-attore.

Qui il programma completo.