mercoledì 2 maggio 2018

"World in My Eyes", al Massimo una retrospettiva su Anton Corbijn

"Control"
Al cinema Massimo dal 4 maggio è in programma "World in My Eyes", una retrospettiva completa dedicata al fotografo e regista olandese Anton Corbijn, colui che ha “inventato” il look di Depeche Mode e U2 e ha ritratto con le sue fotografie musicisti come Tom Waits, Joy Division, Nick Cave, per citarne solo alcuni.

Dalla fotografia ai videoclip il passo è breve. I suoi videoclip sono innovativi e iconici, e si aggiudicano premi importanti diventando opere di culto per gli appassionati di musica e non solo. Si pensi ad Atmosphere dei Joy Division e Heart Shaped Box dei Nirvana, Walking in My Shoes dei Depeche Mode. L’esordio al cinema avviene con un film che dirige, co-produce e finanzia. Si tratta di Control (dedicato a Ian Curtis, frontman dei Joy Division), il progetto più ambizioso del regista, che gli ha dato notorietà e prestigio.

Control
(Usa/Gran Bretagna 2007, 109’, Hd, col., v.o. sott.it.)
La breve vita di Ian Curtis, leader dei Joy Division, morto suicida a 23 anni. Anton Corbijn ne ricava un film bello e doloroso, profondo e struggente. Girato in un bianco e nero d’epoca, che fissa sulla pellicola l’Inghilterra di fine anni Settanta nello stile del Free Cinema.
Ven 4, h. 16.00/Sab 12, h. 20.30

DevotionalDevotional
(Gran Bretagna 1993, 84’, video, col.)
Live dei Depeche Mode filmato da Corbijn al Palau Sant Jordi di Barcellona, alla Festhalle di Francoforte e allo Stade Couvert Régional di Liévin, durante il Devotional Tour. Con questo film la band venne nominata per la prima volta nella categoria dei Grammy Award for Best Long Form Music Video nel 1995.
Ven 4, h. 18.15/Lun 14, h. 16.00

The American
(Usa 2010, 105’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Jack è un killer professionista che ha deciso di abbandonare il crimine e ritirarsi a seguito di una fallimentare missione nelle foreste svedesi, ma prima deve portare a termine un ultimo colpo. Rifugiatosi in una piccola cittadina abruzzese, finge di essere un fotografo free-lance e si innamora di Clara. Ma il suo passato emerge in tutta la sua violenza.
Sab 5, h. 16.00/Dom 13, h. 16.00

Linear
(Usa 2009, 57’, video, col., v.o. sott. it.)
Film realizzato a partire dal concept albun degli U2 No Line on the Horizon. La storia è quella di un poliziotto di Parigi che abbandona la città per dirigersi verso l’Africa. Su un’altra moto attraversa i Pirenei, raggiunge Cadice e qui prende la via del mare. Suddiviso in undici frammenti, uno per ogni canzone del disco. Assente solo “I Go Crazy If I Don’t Go Crazy Tonight”, sostituito dall’inedito “Winter”.
Sab 5, h. 18.00

Klaartje Quirijns
Anton Corbijn Inside Out
(Olanda/Germania 2012, 85’, video, col., v.o. sott.it.)
Uomo riservato, avvezzo a rendere immortale l’immagine altrui, Corbijn esce per la prima volta dall’ombra, passando dal ruolo di autore a quello di soggetto di un ritratto intimo e delicato, che ha il pregio di scoprire i risvolti privati di una carriera brillante.
Dom 6, h. 20.30/Mer 9, h. 18.30

La spia – A Most Wanted Man
(Gran Bretagna/Germania 121’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Ad Amburgo e all’indomani degli attentati terroristici dell’undici settembre, Issa Karpov, un povero diavolo di origine russo-cecena, approda nel porto deciso a recuperare il denaro che suo padre, uno spietato criminale di guerra, ha accumulato impunemente. Allertati i servizi segreti tedeschi e americani, spetta a Günther Bachmann scoprire se Issa Karpov è un innocente coinvolto in una storia più grande di lui o un pericoloso terrorista pronto a fare esplodere Amburgo.
Lun 7, h. 16.00/Sab 12, h. 16.00

Depeche Mode Live in Berlin
(Gran Bretagna 2014, 129’, video, col.)
Il film documenta il concerto dei Depeche Mode all’arena 02 World di Berlino nel 2013 e restituisce tutta l’energia della band. Due ore di straordinario materiale live inedito.
Lun 7, h. 18.15/Mer 9, h. 16.00

Life
(Gran Bretagna 2015, 111’, DCP, col., v.o. sott.it.)
L’amicizia tra James Dean, non ancora famoso, e il fotografo Dennis Stock inizia nel 1955 , quando la rivista Life chiede a quest’ultimo di realizzare un ritratto dell’attore che presto sarebbe diventato una star. Sfuggente e solitario come solo gli anti divi sanno essere, Dean innescherà in lui il desiderio di scoprire cosa c’è dietro quel giovane.
Mar 8, h. 16.00/Sab 12, h. 18.15

One Night in Paris: The Exciter Tour 2001
(Gran Bretagna 2002, 118’, video, col.)
Il film documenta i concerti al Palais Omnisports de Paris-Bercy del 9 e del 10 ottobre 2001, durante l’Exciter Tour dei Depeche Mode, band a cui Corbijn è particolarmente legato. Il concerto è stato filmato  usando ben 13 videocamere anamorfiche.
Mar 8, h. 18.00

Videoclip Anthology
(Gran Bretagna 1984-2005, 90’, video, col.)
Antologia di videoclip realizzati da Anton Corbijn scegliendo tra quelli più famosi e innovativi, quelli meno noti o semplicemente i video più significativi e simbolici del suo lavoro con i musicisti, da “Atmosphere” dei Joy Division a “Straight to You” di Nick Cave and The Bad Seeds.
Mar 8, h. 20.30, Lun 14, h. 18.00