mercoledì 13 giugno 2018

Il 22 giugno al cinema Massimo la consegna dei diplomi in cinema d'animazione del Centro Sperimentale di Cinematografia

"L'ultimo sciuscià"
Il 22 giugno a Torino, alla presenza di Antonella Parigi, Assessora alla Cultura della Regione Piemonte, il presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia Felice Laudadio, la preside della Scuola Nazionale di Cinema Caterina D'Amico, il vice preside Adriano De Santis, insieme con il direttore della sede Piemonte del CSC Bartolomeo Corsini e la direttrice didattica del corso Chiara Magri, conferiranno i Diplomi in Cinema d'Animazione agli allievi del triennio 2015-2017.

Il Diploma Onorario del CSC sarà conferito in questa occasione a due grandi esponenti dell’animazione del nostro Paese: a Gibba, pseudonimo di Francesco Maurizio Guido, un vero pioniere del cartone animato italiano che collaborò con Fellini per il corto incompiuto Hallo Jeep!  nonché alla realizzazione di La rosa di Bagdad di Anton Gino Domeneghini e a Michel Fuzellier, regista, illustratore, art director e animatore, sin dagli anni 60 a Milano fra i protagonisti della scena più innovativa del cinema d’animazione italiano. Fuzellier firma, con Babak Payami, nel 2015, la regia del lungometraggio Iqbal - Bambini senza paura, film di grande impegno civile - ispirato alla storia di Iqbal Masih, il piccolo pakistano diventato simbolo della lotta contro il lavoro minorile - grazie al quale ottiene molti riconoscimenti tra cui ricordiamo il “Pulcinella Award come miglior film”, al festival Cartoons on the Bay a Torino e “l’Animation that Matters Award”, conferito per l’Animation Day di Cannes 2017. Il pubblico potrà assistere alla proiezione straordinaria del corto L'ultimo Sciuscià, realizzato da Gibba nel 1946; unico cartoon neorealista a rappresentare un Italia in frantumi nel dopoguerra e di un’antologia dei lavori maggiormente rappresentativi della lunga carriera di Michel Fuzellier.

I 17 giovani allievi che hanno concluso il loro percorso formativo al CSC Animazione, presenteranno i film di diploma, che esplorano temi e storie, con stili e tecniche diversi e innovativi. In proiezione cinque cortometraggi: L’anguilla di Silvia Bassoli, Giacomo D'Ancona, Maria Virginia Moratti; ritratto dell'amicizia tra due bambini, in un paesino di campagna, dove l’anguilla non è solo bestiola da catturare ma anche simbolo ancestrale di una terra che può iniziare a tremare, in concorso ad Animex UK e in selezione programma “Stars of Students” a Hiroshima Int. Animation Festival; Oltremura di Cecilia Argenton, Francesca Marchiando Pacchiola, Salvatore Pione, Giovanni Saponaro; storia di un paesino che riacquista la libertà perduta grazie alle temerarie gesta di un ragazzino assai vivace e un po’ distratto, in competizione ad Animex UK; Service Inc. di Isac Luca Amisano, Guglielmo Audenino, Leonardo Tacconella, Gabriele Tonsi; amicizia e conquista dell’indipendenza di due robot al servizio degli umani in un futuro possibile che, con humor, strizza l’occhio al gusto anni ’80, in concorso al Future Film Festival; Polvere sottile di Alessandra Boatto, Gloria Cianci, Sofia Zanonato, poetica riflessione sulle estreme conseguenze dell'inquinamento, con un tocco di speranza, selezionato in short list BAFTA 2018, in concorso a Cinemambiente di Torino, ad Animex UK e all’Environnement Film Festival di Chefchaouen in Marocco; New Neighbours di Sara Burgio, Andrea Mannino, Giacomo Rinaldi, un corto in bianco e nero ispirato, per scelte di stile e tempi comici, ai disegni animati dei favolosi anni 30, in selezione short list ai BAFTA 2018 e vincitore a Cartoons on the Bay 2018 del premio Giuseppe Laganà, assegnato da Cartoon Italia, associazione dei produttori italiani d’animazione e da Asifa Italia, l’associazione degli autori.



Alla cerimonia di consegna dei diplomi del CSC parteciperanno, come tradizione, studenti, diplomati oggi impegnati in produzione in Italia e in Europa, rappresentanti delle maggiori società di produzione e professionisti dell'animazione e del cinema che insegnano al CSC Animazione.

L'ingresso alla Cerimonia è libero sino ad esaurimento dei posti disponibili.