giovedì 11 ottobre 2018

Arriva a Torino Luso, la prima Mostra Itinerante del Nuovo Cinema Portoghese

ULTIM'ORA 15/10/2018 - ore 11.46 Rimandata a data da definirsi la manifestazione

Per la prima volta in Italia (a Torino sarà al cinema Fratelli Marx dal 15 al 17 ottobre) una rassegna itinerante del nuovo cinema portoghese: Luso propone infatti la circolazione di opere contemporanee e rappresentative della cinematografia lusitana. Il Portogallo sta vivendo un momento di grande attenzione internazionale, ma la cinematografia di questo paese non è ancora stata scoperta dal pubblico italiano.

Luso svelerà quindi una cultura e un cinema per tanti versi ancora sconosciuto ma di grandissimo valore e interesse. I film scelti, diversi ed eterogenei tra di loro, racconteranno il Portogallo di oggi e le storie del passato, attraverso gli sguardi autoriali ed originali dei suoi registi ed interpreti.

Tutti i film saranno in lingua originale con sottotitolati in italiano. Prezzo unico 5 €.


IL PROGRAMMA
Lunedì 15 Ottobre:

– Cortometraggi ore 20.45
A Brief History Of Princess X (Breve storia della principessa X)
Portogallo, Regno Unito, Francia 2016, 7′
regia: Gabriel Abrantes
con: Francisco Cipriano, Joana Barrios, Filipe Vargas
La storia straordinaria dell’opera dello scultore Constantin Brancusi, la famigerata “Principessa X”: un futuristico fallo bronzeo che è in realtà il ritratto di un busto della bisnonna di Napoleone, Marie Bonaparte.

A Glória De Fazer Cinema Em Portugal (La gloria di fare cinema in Portogallo)
Portogallo 2015, 16′
regia: Manuel Mozos
con: Manuel Mozos (voce), João Pontes, Pedro Cardoso, Samuel Mira, Sérgio Costa, Ricardo Leite, Filipe Lito, José Nobre, António Salgueiro, Maria Adelaide Maio, Cidália Moreira, Maria das Dores Arteiro, Filomena Filipe.
Il 18 settembre 1929 lo scrittore portoghese José Régio inviò una lettera ad Alberto Serpa esprimendo il suo desiderio di produrre film. Nella lettera chiede di contattare un amico che possedeva una macchina da presa. Per quasi novant’anni non si è saputo più nulla del risultato: nessuna risposta di Serpa fu mai trovata e Régio non menzionò mai più l’argomento. Tuttavia, la scoperta di alcuni vecchi rulli di pellicola nel tesoro di un collezionista sembra fornire la fine della storia.

– Film ore 21.15
Ramiro di Manuel Mozos, 2017, 104’
in concorso alla Viennale 2017
Con: António Mortágua, Madalena Almeida, Fernanda Neves
Ramiro è un libraio di Lisbona e poeta in perpetuo blocco creativo. Vive, tra frustrazione e conformismo, tra il suo negozio e l’osteria, accompagnato dal suo cane, dai fedeli compagni di bevuta e dalle vicine: un’adolescente incinta e la nonna convalescente da un ictus. Lui continuerebbe di buon grado questa vita quotidiana pacata e anacronistica, ma degli eventi degni di una telenovela invadono questa bolla.

Martedì 16 Ottobre:
– Cortometraggio ore 20.45
Rapace (Rapacità)
Portogallo 2006, 25′
regia: João Nicolau
con: Hugo Leitão, Lia Ferreira, Manuel Mesquita, Márcia Breia
Finito un master in antropologia, Hugo trascorre le giornate a riposare il cervello dopo la lettura senza fine di testi di autori sconosciuti. La sua unica compagnia è Luisa, la donna delle pulizie, con la quale gioca al gatto col topo. Per sfuggire al sonno della ragione – che crea mostri -, Hugo esercita la sua vena lirica scrivendo, con il suo amico Manuel, canzoni sul loro quartiere. Il calmo dilettantismo del protagonista è scosso da Catarina, una giovane e bella traduttrice che sta iniziando la sua vita professionale come libera professionista. Hugo vacilla. In alto aleggia un falco. Non è l’unico rapace che può farlo.

– Film ore 21.15
São Jorge di Marco Martins, 2016, 128’
Venezia 2016, premio Orizzonti – Miglior interpretazione maschile
Con: Nuno Lopes, Mariana Nunes, David Semedo
Nel 2011 il Portogallo comincia l“anno della Troika” (la ristrutturazione economica imposta da Ue, Fmi e Bce), che fece raggiungere ai portoghesi picchi di debito sconcertanti, con un numero crescente di famiglie e società impossibilitate a restituire i prestiti. Jorge è un pugile disoccupato sul punto di perdere  figlio e moglie, che medita di tornare in Brasile. Per ripagare i debiti e convincere la moglie a restare in Portogallo, Jorge accetta il lavoro di esattore con un’agenzia di riscossione debiti che lo trascinerà in un mondo di violenza e crimini.

Mercoledì 17 Ottobre:
– Cortometraggio ore 20.45
Inventário De Natal (Inventario di Natale)
Portogallo 2000, 23′
regia: Miguel Gomes
Un 25 dicembre di metà anni ottanta. La famiglia si riuniva nella casa dei nonni. Quando avevo dodici anni sognavo di mettere in movimento le foto del presepe. Con questo film ho cercato di fare lo stesso con i ricordi dei miei cugini e parenti, con quella casa e con quei rituali. È un finto documentario e un finto film d’animazione, una semi-fiction sui bambini che vanno in guerra, suonano musica e vanno oltre.

– Film ore 21.15 PROIEZIONE SPECIALE ALLA PRESENZA DEL REGISTA
A fabrica de nada di Pedro Pinho, 2017, 178’
Cannes 2017, Quinzaine des realisateurs
Con: José Smith Vargas, Carla Galvão, Daniele Incalcaterra
Una notte un gruppo di operai scopre che la direzione della fabbrica in cui lavorano ha organizzato il furto dei macchinari. Capendo che si tratta di un inequivocabile segno dell’imminente fallimento della ditta, alcuni di loro rifiutano la buona uscita e occupano la fabbrica. Con loro grande sorpresa, però, i dirigenti spariscono nel nulla, lasciandoli soli a decidere come gestire una fabbrica mezza vuota, in un mondo dove la crisi sta riscrivendo le regole dell’economia del lavoro.