giovedì 31 gennaio 2019

Marco Bonini e Giovanna Mezzogiorno al Circolo dei Lettori

Attore e sceneggiatore romano, tra i protagonisti della trilogia Smetto quando voglio e di Dottoressa Giò, da poco trasmessa su Canale 5, Marco Bonini esordisce nella narrativa con Se ami qualcuno dillo (Longanesi), storia che prende spunto dalla sua biografia. Per saperne di più, appuntamento al Circolo dei lettori venerdì 8 febbraio, ore 21 con l’autore e l’attrice Giovanna Mezzogiorno. Un mosaico di personaggi e sentimenti, una storia che mescola con naturalezza poesia e commedia, i cui diritti per il cinema sono già stati acquistati da una nota casa di produzione.

Esprimere i propri sentimenti non è mai facile, specialmente tra padre e figlio: è questo il tema che Marco Bonini affronta nel suo romanzo d’esordio, Se ami qualcuno dillo. L’attore e sceneggiatore romano mette su carta una storia ispirata alla propria vita, raccontando il difficile rapporto con il padre.

Sergio è un uomo duro e poco incline ai sentimentalismi. Anche in famiglia è sempre stato selvatico e scostante, al punto che la moglie lo ha lasciato dopo vent’anni di matrimonio. Quando in seguito a un grave infarto l’uomo entra in coma, al suo capezzale accorre però la famiglia al completo: i figli Marco e Giulio, l’ex moglie, la madre, gli zii e perfino le numerose donne che Sergio ha frequentato dopo il divorzio. Li aspetta una grande sorpresa: al risveglio il vecchio Sergio, l’uomo tutto d’un pezzo che non sapeva fare una carezza ai propri figli, non c’è più. Al suo posto è arrivato un alieno, imprevedibile, folle e delizioso come un bambino che deve di nuovo imparare tutto, ma proprio tutto, del mondo degli uomini. Il nuovo Sergio non sa leggere né scrivere, ma balla, ride e sa quando fare una carezza o una dichiarazione d’amore. Sergio sa essere, finalmente, felice. E sa insegnarlo agli altri. Marco saprà apprendere la sua lezione?

Marco Bonini (1972) è un attore e sceneggiatore romano. Ha recitato in alcune delle più fortunate fiction tv italiane, dalle Ragazze di Piazza di Spagna al Paradiso delle signore a Un medico in famiglia. Scrive per il cinema e la tv (tra gli altri è co-sceneggiatore di Perlasca. Storia di un eroe italiano, fiction con Luca Zingaretti). Con Edoardo Leo ha firmato la sceneggiatura del pluripremiato Noi e la Giulia (2 David di Donatello, 2 Nastri d’Argento e il Globo D’Oro della stampa estera come migliore commedia dell’anno). È tra i protagonisti della fortunata trilogia di Sydney Sibilia, Smetto quando voglio.

Seeyousound 2019, giornata 8: il programma completo di venerdì 1

Con venerdì 1 febbraio, la V edizione di SEEYOUSOUND Torino si immerge negli ultimi 3 giorni di festival a ritmi sostenuti. Storie dall’underground musicale italiano con la presenza in sala dei Franti Sound System per l’anteprima del film Acqua Passata, mentre il cinema mitologico italiano anni ‘50 e ‘60 rivive in chiave moderna con la sonorizzazione dei Torso Virile Colossale.

Gli ospiti di oggi ci porteranno dalle atmosfere brasileire della bossa nova con Where Are You, João Gilberto? presentato dal regista Georges Gachot, a quelle del clubbing con il dj-set di Krysko al Bunker.

// MUSICA E CINEMA ITALIANI PROTAGONISTI

Alle ore 18.00 in Sala 2 il regista Claudio Paletto presenta il suo Acqua Passata per la rassegna INTO THE GROOVE. Ispirato a un racconto di Stefano Giaccone, fondatore della punk band torinese dei primi anni ’80 Franti, il film si trasforma da racconto privato a ritratto di una generazione e di una città, Torino, che dagli ultimi decenni del secolo scorso ha smarrito la propria identità; memorie e quotidianità non troppo lontane vengono rappresentate nel formato classico del Super8. Per l’occasione i Franti regaleranno al pubblico uno speciale live.

Il cinema mitologico italiano degli anni ‘50 e ‘60 è protagonista, invece, alle ore 21.30 in Sala 2, dell’evento TORSO VIRILE COLOSSALE, sonorizzazione ideata da Alessandro Grazian. Il musicista padovano, alla chitarra, insieme a Nicola Manzan (Bologna Violenta) al violino, Kole Laca (Il teatro degli Orrori) alle tastiere, Luciano Macchia (Ottavo Richter) al trombone e Emanuele Alosi (Stella Maris) alle percussioni, darà vita a un concerto in cui soluzioni armoniche e timbriche tipiche delle colonne sonore del genere, declinate in un sapore contemporaneo tra classica e psichedelia, creano dei cortocircuiti con le immagini dell’epoca.

In Bibliomediateca la rassegna "Sogni di provincia Il primo Federico Fellini"

"Lo sceicco bianco"
La Bibliomediateca Mario Gromo propone, nel mese di febbraio, un omaggio a uno dei grandi maestri indiscussi del cinema italiano: Federico Fellini (Rimini, 1920 – Roma, 1993).

La rassegna, dal titolo Sogni di provincia: il primo Federico Fellini, propone i primi quattro lungometraggi del regista, offrendo un percorso che nell’arco di soli quattro anni (dal 1950 al 1954) delinea con sicurezza i tratti distintivi di un cinema che già evidenzia quelle tematiche che saranno presenti nell’opera più matura di Fellini. Dal mondo dell’avanspettacolo a quello dei fotoromanzi, con il rapporto tra illusione e realtà, all’evocazione della vita di provincia come microcosmo nostalgico e aperto al sogno, si delineano le tappe di un percorso che, analizzando la dimensione del reale dell’Italia di provincia ad inizio anni Cinquanta, è capace di trasfigurarla nelle forme della fantasia, del sogno e del desiderio di potersi abbandonare all’immaginazione.

Pochi sono gli autori del nostro cinema che, come Federico Fellini, sono stati in grado di trasfigurare la provincia italiana, rendendola sia sfondo che protagonista di un sogno che il cinema è riuscito ad  amplificare in modo smisurato, facendone archetipo e paradigma. “Felliniano”, in questo senso, non è solo ciò fa riferimento ad una visione barocca, eccessiva e inebriato da quello spirito circense dello sberleffo grottesco, ma anche quella soffusa malinconia che pervade i luoghi di una provincia che, nella sua marginalità geografica e sociale, diventa incubatore di sogni, desideri e possibili traiettorie di fuga nella magia dell’illusione.

La rassegna dal titolo Sogni di provincia: il primo Federico Fellini sarà inaugurata, lunedì 4 febbraio alle ore 15.30, dalla proiezione del primo film del maestro: Luci del varietà.

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 31 gennaio 2019

"Il primo re"
Tutti i film in sala a Torino da giovedì 31 gennaio nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono:

GREEN BOOK (Ambrosio, Classico, Due Giardini, Eliseo, Massaua, Romano, The Space, Uci)
IL PRIMO RE (Eliseo, Reposi, Romano, The Space, Uci)
L'ESORCISMO DI HANNAH GRACE (Ideal, Massaua, Reposi, The Space, Uci)
DRAGON TRAINER - IL MONDO NASCOSTO (Ideal, Lux, Massaua, Reposi, The Space, Uci)

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Rassegna stampa di giovedì 31 gennaio 2019

Su La Stampa Torino Fabrizio Accatino intervista Franco Nero, a Torino per ritirare un premio; Albachiara Re intervista Emanuela Martini sulla questione delle registe donne.

Box su La Repubblica Torino dedicato a "Manchester keeps on dancing", stasera a Seeyousound.

Fabrizio Dividi sul Corriere Torino nella pagina Gli Imperdibili racconta il prossimo Lunedì Nero del TohHorror.

Niente da segnalare su CronacaQui Torino se non la rubrica sulle uscite in sala a cura dell'Agenda.

Il Consiglio di Oggi, giovedì 31 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 30 gennaio 2019

Seeyousound 2019, giornata 7: il programma completo di giovedì 31

Dopo l’inaugurazione che ha condotto il pubblico nei club berlinesi e l’immersione nella nightlife newyorkese, giovedì 31 gennaio SEEYOUSOUND V ci porta nella scena elettronica di Manchester con Manchester Keeps On Dancing di Javi Senz che, ospite del festival, sarà anche ai piatti per il dj-set al SYS CLUB.

Sonorità armoniche inaspettate sono protagoniste del corto di Max Casacci e Luca Saini, frutto della sperimentazione musicale con i grossi massi di calcare corallino dell’isola di Gonzo; mentre lo spazio videoclip fuori concorso The Real World getta luce sulla realtà e la società attuale di tre aree territoriali ben precise: America, Russia e Germania.

// DAI CLUB DI MANCHESTER AL SUONO DELLE PIETRE

Dopo l’inaugurazione che ha condotto il pubblico nella nightlife berlinese e l’immersione nel celebre locale Studio 54, SEEYOUSOUND V indaga la scena elettronica di Manchester con Manchester Keeps On Dancing di Javi Senz, in programma giovedì 31 gennaio alle 21.20 in Sala 2, alla presenza del regista – in anteprima italiana per la sezione INTO THE GROOVE.

Il film documenta l’arrivo della musica house a Manchester da Chicago negli anni ‘80, fino all’esplosione dell’Acid House e ai successivi 30 anni della sua fenomenale ascesa fino ad oggi. È lo studio sociale di una cultura che ha contribuito a mettere Manchester sulla mappa musicale mondiale, scavando tra filmati d’archivio mai visti prima e interviste approfondite. Il suono di Manchester sarà protagonista del dj-set che vede ai piatti proprio il regista Javi Senz, dalle 20 alle 21 a SYS CLUB.

Manchester Keeps On Dancing sarà preceduto dalla proiezione speciale di Ta Cenc Session di Max Casacci (Subsonica) e Luca Saini: in vacanza nell'Isola di Gonzo – dove alcuni grossi massi di calcare corallino sono sparsi lungo il cliff che, se suonate, parrebbero dare vita a sonorità̀ armoniche, quasi fossero cave. Casacci e Saini decidono di realizzare alcune registrazioni con i pochi mezzi a disposizione, una vecchia camera e un registratore tascabile, sufficienti per improvvisare un brano e per documentare la giornata.

Rassegna stampa di mercoledì 30 gennaio 2019

Bella pagina sul Corriere Torino con Luca Castelli che intervista Max Casacci, domani ospite a Seeyousound con il corto "Ta Cenc Session".

Su La Repubblica Torino un piccolo box segnala "Whitney" stasera a Seeyousound.

Simona Totino su CronacaQui Torino analizza i primi giorni di festival Seeyousound: bilancio finora molto positivo.

Niente da segnalare su La Stampa Torino.

Il Consiglio di Oggi, mercoledì 30 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 29 gennaio 2019

Seeyousound 2019, giornata 6: il programma completo di mercoledì 30

"Whitney"
Mercoledì 30 gennaio il V SEEYOUSOUND Music Film Festival Torino, di scena al Cinema Massimo, propone un serrato programma di proiezioni in concorso e non: luci e ombre della popstar Whitney Houston nel toccante documentario biografico di Kevin MacDonald; la lotta per i diritti civili negli Stati Uniti e il meticcio panorama culturale UK nei suoni della label Trojan Records nell’anteprima italiana di Rude Boy. 

Al giro di boa della V edizione, SEEYOUSOUND si prepara a un week end ricco di ospiti che si concluderà domenica 3 febbraio.

// DA WHITNEY HOUSTON ALLA LOTTA PER I DIRITTI CIVILI

La prima serata del festival presenta alle ore 21.00 in Sala 2, per la rassegna INTO THE GROOVE, l’unica occasione di vedere Whitney del premio Oscar Kevin MacDonald, che delinea un ritratto intimo e inflessibile di Whitney Houston e della sua famiglia, scavando dietro i titoli delle prime pagine dei tabloid e gettando una nuova luce sull’affascinante parabola della vita dell’artista. Grazie a materiali di archivio inediti, esclusive registrazioni di demo, rare esibizioni e interviste originali audio e video con le persone che la conoscevano meglio, il regista svela il mistero che si nasconde dietro a The Voice, una donna che ha emozionato milioni di persone anche durante la battaglia che ha condotto per rappacificarsi con il suo tormentato passato.

Apre la proiezione la voce femminile di Rosita (_resetfestival), che unisce nei suoi brani sonorità anni ‘90, testi introspettivi, rock e punk.

Un salto nella Gran Bretagna a cavallo tra gli anni ‘60 e i ‘70 con l’anteprima italiana di Rude Boy di Nicolas Jack Davies, in programma alle 21.20 in Sala 3 per il concorso LONG PLAY DOC. Il doc racconta l’intrecciarsi tra la cultura giovanile giamaicana e quella britannica attraverso il prisma di una delle più iconiche etichette discografiche della storia, la Trojan Records. La prima label, specializzata in rocksteady, ska, reggae e dub, a raccontare musicalmente una rivoluzione culturale che si è svolta passando dalle strade ai dancefloor. Ad anticiparlo, per SOUNDIES, il videoclip Street Fighters Mas di Kamasi Washington, diretto da A.G Rojas.

// I CORTI IN CONCORSO

Rassegna stampa di martedì 29 gennaio 2019

Tiziana Platzer su La Stampa Torino dedica un approfondimento al Focus Berlino del festival Seeyousound.

Su La Repubblica Torino piccolo box sul programma "berlinese" di Seeyousound.

CronacaQui Torino dedica due box a due proiezioni odierne: "Ghost in the shell" al Rough e "Still Recording" al Piccolo Cinema.

Niente da segnalare sul Corriere Torino.

Il Consiglio di Oggi, martedì 29 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

lunedì 28 gennaio 2019

Seeyousound 2019, giornata 5: il programma completo di martedì 29

SEEYOUSOUND Torino V continua e, martedì 29 gennaio, propone nuovi appuntamenti del Focus Berlino 1989-2019, dedicato al trentennale della caduta del Muro e che vuole raccontare come la musica abbia saputo unire, ponendo i semi di una creatività musicale che prosegue fino ai giorni nostri. Dalla masterclass con Luca Beatrice “Berlino 1989-2019 – L’arte e la musica raccontano” in collaborazione con IAAD e Sky Arte, alla sonorizzazione del celebre docu-film del 1927, Berlino Sinfonia di una grande città, passando per l’anteprima di Gundermann, dell’importante regista Andreas Dresen, che unisce musica e impegno politico.

Inoltre, al SYS Club, il noto fumettista e illustratore Tuono Pettinato incontrerà pubblico e fan per un firmacopie delle sue opere tra cui i daily della V edizione di Seeyousound.

// BERLINO PROTAGONISTA

Dopo il successo a SYS Palermo, arriva anche a Torino – alle 21.20 in Sala 2 - la sonorizzazione live del celebre docu-film di Walter Ruttmann Berlino - Sinfonia di una grande città, realizzata da Giovanni Corgiat e Domenico Sciajno e presentata in collaborazione con il Goethe-Institut di Torino.

Il film muto del 1927, tra i capolavori del cinema sperimentale tedesco, mostra la quotidianità di una frenetica giornata nella Berlino dell’epoca. Domenico Sciajno, compositore e fondatore di un centro di ricerca e sviluppo dedicato alla interazione tra il suono e la risposta neuro-biofisiologica, e Giovanni Corgiat, musicista torinese, ripropongono in sala un connubio audio-visivo che esalta il contrasto tra un’epoca nettamente predigitale e delle sonorità a stampo sperimentale e moderno: il risultato proietta l’ascoltatore in una visione di un film di archivio estraniante e coinvolgente.

Lo sguardo sulla capitale tedesca, al centro del focus di SEEYOUSOUND V, parte già dal mattino, alle 9.30 al Cinema Massimo, con la masterclass Berlino 1989-2019 – L’arte e la musica raccontano, in collaborazione con IAAD Torino e Sky Arte. L’evento si svilupperà con un intervento esclusivo del critico d’arte Luca Beatrice, la proiezione di videoclip d’epoca e dello speciale CNN Soundtracks: Songs That Defined History. Costo 5 €. Info: info@seeyousound.org.

È un film politico e storico, oltre che ricco di musica e sentimenti, Gundermann di Andreas Dresen, in anteprima italiana alle 17.30 in Sala 2 per il concorso LONG PLAY FEATURE. Il film racconta la vita e la musica di Gerhard Gundermann (1955-1998), operaio nelle miniere di carbone dopo essere stato respinto dall'accademia militare, un tempo agente della Stasi e membro del partito socialista della RDT prima di venire cacciato per dissidenza ideologica, noto per le sue canzoni tinte di malinconia e denuncia sociale. Ad anticiparlo, il videoclip di Suzane, La Flemme, diretto da Neels Castillon, nell’ambito di SOUNDIES.

Primo "Creed II", secondo "La Favorita" tra i film più visti a Torino nel fine settimana

Il film più visto al cinema nel fine settimana è stato "Creed II", nuovo capitolo della saga di Rocky Balboa.

Sul podio "La Favorita" e "Mia e il leone bianco", a sorpresa sesta Jennifer Lopez con "Ricomincio da me".

Sorprende il risultato di "BTS World", film evento su una band coreana con 1.064 spettatori.

CLASSIFICA WEEK-END 25-26-27 GENNAIO 2019

1 CREED II   € 58.034 8.057
2 LA FAVORITA   € 40.767 7.182
3 MIA E IL LEONE BIANCO   € 26.036 4.039
4 BOHEMIAN RHAPSODY   € 26.603 3.960
5 GLASS   € 22.883 3.403
6 RICOMINCIO DA ME   € 19.455 2.894
7 RALPH SPACCA INTERNET   € 11.286 1.745
8 MARIA REGINA DI SCOZIA   € 10.062 1.731
9 COMPROMESSI SPOSI   € 10.423 1.681
10 VAN GOGH - SULLA SOGLIA DELL'ETERNITA'  € 8.729 1.428

(Dati Cinetel)

Rassegna stampa di lunedì 28 gennaio 2019

La Repubblica Torino dedica un articolo al lunedì di programmazione del festival Seeyousound al cinema Massimo.

Giulia Zonca su La Stampa Torino racconta la serie "Rolling Stone", la cui prima puntata sarà in anteprima questa sera al festival Seeyousound.

Niente da segnalare sul Corriere Torino.

CronacaQui Torino il lunedì non esce in edicola.

Il Consiglio di Oggi, lunedì 28 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

domenica 27 gennaio 2019

Seeyousound 2019, giornata 4: il programma completo di lunedì 28

Lunedì 28 gennaio, parte la lunga settimana della V edizione di SEEYOUSOUND Torino che conduce fino al 3 febbraio, tra documentari, videoclip, film di finzione, sonorizzazioni, live e dj set per tutti i palati musicali e cinematografici. Il programma di lunedì 28, porta al Cinema Massimo storie e sonorità di tutto il mondo: dal Brasile sulle tracce del maestro brasiliano della bossa nova in Where are you, João Gilberto?; all’America con Rolling Stone: Stories From The Edge sul celebre magazine Rolling Stone - in collaborazione con Sky Arte; alla dilaniata Bosnia degli anni ‘90 con Scream For Me Sarajevo fino alle comunità tuareg di Imarhan – Children Of Tam di Vincent Moon.

Inoltre, in collaborazione con il festival Jazz:Re:Found, la presentazione del teaser del progetto La leggenda del Molleggiato, residenza artistica in nome della reinterpretazione dei grandi classici di Adriano Celentano e tre gli appuntamenti live tutti targati Metatron / INRI: ad intrattenere il pubblico al SYS Club il dj-set dei Sonars; direttamente in sala, prima delle proiezioni serali, i live di Miglio, progetto della giovane Alessia Zappamiglio, e il torinese Liede.

// VIAGGIO NELLE SONORITÀ DEL MONDO

Riecheggiano le diverse anime culturali del Brasile nei film di lunedì 28. In anteprima italiana al concorso LONG PLAY DOC, l’attesa proiezione di Where are you, João Gilberto?, ore 17.45 in Sala 3, firmata da Georges Gachot che, nel suo documentario, ricostruisce un ritratto suggestivo di João Gilberto, musicista e creatore della bossa nova, scomparso da tempo dalle scene. Un film sospeso tra noir investigativo, poesia surreale e road movie che prende le mosse dalle ricerche del compianto scrittore tedesco, Marc Fischer. La proiezione sarà anticipata dal videoclip di Joy In Violence di Noble Son, diretto da Kasey Lum, in gara per SOUNDIES.

Si passa alla classica con il pianista brasiliano João Carlos Martins, protagonista del biopic João, o Maestro di Mauro Lima, in anteprima italiana al festival alle ore 15 in Sala 3 nella sezione LONG PLAY FEATURE. A seguire, il corto Bonobo di Zoel Aeschbacher per 7INCH.

Il paese sudamericano è ancora protagonista alle 21 in Sala 3 con Taking Iacanga di Thiago Mattar – nell'ambito della rassegna RISING SOUND – che, con interviste e materiale d’epoca, racconta della "Woodstock brasiliana" organizzata sotto la dittatura militare.

Rassegna stampa di domenica 27 gennaio 2019

Bella pagina di cinema su La Repubblica Torino a firma Andrea Lavalle: intervista a Manuel Agnelli, stasera al cinema Massimo per Seeyousound e per "Songs with other strangers"; e intervista a Pupi Avati.

Lunga intervista a Pupi Avati, a Torino per girare un cortometraggio con Distretto Cinema, anche su La Stampa Torino (a firma Tiziana Platzer).

Niente da segnalare sul Corriere Torino.

CronacaQui Torino non è in edicola la domenica.

Il Consiglio di Oggi, domenica 27 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

sabato 26 gennaio 2019

Seeyousound 2019, giornata 3: il programma completo di domenica 27

Terza giornata per SEEYOUSOUND Torino (25 gennaio - 3 febbraio) che, domani, domenica 27 gennaio, tra i tanti appuntamenti in programma, porta al Cinema Massimo l’inedito documentario Songs With Other Strangers, alla presenza del regista, Vittorio Bongiorno, e di gran parte dei membri del supergruppo, composto da musicisti italiani e internazionali, tra cui Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo degli Afterhours. Ma in programma domenica molte altre proiezioni e momenti live, tra cui la performance di danze folk che anticipa la proiezione in anteprima italiana di Le Grand Bal – in lizza con 10 nomination ai César 2019.

// L’EVENTO DI GIORNATA

Anche domenica 27, la prima serata di SYS porta un evento unico. Alle 21.20 in Sala 1, momento clou della giornata con la reunion del collettivo Songs with other strangers: Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo degli Afterhours, Marta Collica (Sepiatone e John Parish Band), Giorgia Poli (Scisma e John Parish band), John Parish (autore e produttore, tra gli altri, di PJ Harvey), Stef Kamil Carlens (dEUS e Zita Swoon) e Steve Wynn (Dream Syndacate) si riuniranno dopo 9 anni per vedere il documentario sul loro tour del 2010, immortalato dal regista Vittorio Bongiorno e tutt’ora inedito.

Nel 2004 e poi ancora nel 2010, i musicisti ospiti di SYS diedero vita a una serie di concerti speciali - insieme al songwriter Cesare Basile e Hugo Race (Bad Seeds e True Spirit) - in cui questi “stranieri” uniti dalla musica si scambiavano ruoli e strumenti, sperimentavano arrangiamenti di canzoni proprie, riletture di brani di artisti come Cohen, Dylan, Lou Reed e Michael Gira, ed esploravano lo spazio tra i diversi background e sensibilità. Nonostante non sia presente al festival, Hugo Race ha voluto esserci e ha regalato a SEEYOUSOUND la proiezione speciale del suo Bu Bir Ruia Film, montaggio esclusivo e inedito dei videoclip dell’album Bu Bir Ruya di Dirtmusic, a seguire il documentario di Bongiorno.

// I CONCORSI

Rassegna stampa di sabato 26 gennaio 2019

La Stampa Nazionale dedica una pagina alla reunion dei Songs with Other Strangers, domani a Seeyousound (articolo a firma Chiara Meattelli). Sulle pagine di Torino, intervista di Roberto Pavanello a Manuel Agnelli, ospite domani del festival, e articolo di Tiziana Platzer sullo spettacolo di stasera a Seeyousound "Telemusik"

Su La Repubblica Torino Andrea Lavalle scrive lungamente del festival Seeyousound.

Su CronacaQui Torino Simona Totino dedica una pagina a Seeyousound.
Consueta pagina con le recensioni dei film in sala a cura dell'Agenda.

Niente da segnalare sul Corriere Torino.

Il Consiglio di Oggi, sabato 26 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

venerdì 25 gennaio 2019

Seeyousound 2019, giornata 2: il programma completo di sabato 26

Dopo la serata inaugurale tutta dedicata alla musica elettronica, domani - sabato 26 gennaio - entra nel vivo il viaggio tra mondi musicali eterogenei e cinema internazionale che fa della V edizione di SEEYOUSOUND Torino (25 gennaio - 3 febbraio) un unico grande evento #AMVSTSEE.

Da pomeriggio a sera, in sala 1, 2 e 3 del Cinema Massimo, una carrellata di film, corti e videoclip in competizione e un assaggio delle rassegne che mescolano generi musicali tra metal, pop, funk, house e folk, ed evocano culture dalla Svezia all’Australia, dalla Francia all’Etiopia, fino agli epici USA, per culminare nel racconto, tutto italiano, dell’avvento del videoclip sulle reti nazionali con lo spettacolo TELEMUSIK. VideoClip, Visioni e Visionari nell’Italia degli anni ’80, nella prima serata di sabato in Sala 1.

// Evento speciale / TELEMUSIK

Alle 21 in sala 1, reDISCOvery presenta Telemusik, una (video)esperienza d’ascolto che fonde storytelling, musica, teatro, video e nuove tecnologie, per raccontare l’avvento del videoclip nella TV nazionale nei primi ’80: attraverso i videoclip che hanno segnato quell’epoca, il Musicteller Federico Sacchi con il contributo del Prof. Simone Arcagni, “intrappolato” nel videowall di TELEMUSIK, e la regia di Alessandro Bernard, celebrano la nascita dell’immaginario del videoclip. Tra il 1981 e il 1985 gli Italiani scoprono un nuovo modo di fruire la musica attraverso i primi programmi interamente dedicati ai videoclip e se ne innamorano perdutamente. Quattro anni che ridefiniscono l’immaginario visivo del nostro paese cambiandolo per sempre. TELEMUSIK racconta la storia dei visionari e delle trasmissioni che hanno messo in moto quel cambiamento: il Mister Fantasy condotto da Carlo Massarin con le sue sperimentazioni e la produzione dei primi videoclip italiani, Dj Television e la video rivoluzione pomeridiana del genio Pop di Claudio Cecchetto, le indimenticabili interviste di Mike Buongiorno ai divi della videomusica nel suo programma Superflash, fino alla nascita di VideoMusic, la prima televisione europea con una programmazione h24 interamente dedicata alla musica.

Box Office Torino: primo posto per "Glass", bene "Creed II"

"Glass"
È "Glass" di Shyamalan il film più visto della settimana a Torino, di poche decine di spettatori meglio di "Bohemian Rhapsody".

Terzo posto per "Mia e il leone bianco", undicesimo "Creed II", tredicesimo "La Favorita".

Fuori classifica: "Ricomincio da me" con 290 spettatori, "Compromessi sposi" con 117, "L'uomo dal cuore di ferro" con 85 e "Se la strada potesse parlare" con 48.

CLASSIFICA SETTIMANALE DA VENERDÌ 18 A GIOVEDÌ 24 GENNAIO 2019

1 GLASS   € 55.599 8.534
2 BOHEMIAN RHAPSODY   € 53.365 8.407
3 MIA E IL LEONE BIANCO   € 37.348 5.840
4 MARIA REGINA DI SCOZIA   € 28.672 5.079
5 AQUAMAN   € 25.905 3.887
6 RALPH SPACCA INTERNET   € 24.810 3.870
7 L'AGENZIA DEI BUGIARDI   € 21.518 3.470
8 VAN GOGH - SULLA SOGLIA DELL'ETERNITA'  € 20.284 3.466
9 NON CI RESTA CHE IL CRIMINE   € 21.614 3.427
10 VICE - L'UOMO NELL'OMBRA   € 15.502 2.621
11 CREED II   € 11.389 1.622
12 CITY OF LIES - L'ORA DELLA VERITA'   € 7.798 1.194
13 LA FAVORITA   € 6.418 1.191
14 LA DOULEUR   € 6.174 1.129
15 UNA NOTTE DI 12 ANNI   € 6.183 1.104
16 IL MIO CAPOLAVORO   € 6.202 1.085
17 MOSCHETTIERI DEL RE   € 5.493 933
18 VOGLIO MANGIARE IL TUO PANCREAS   € 8.345 884
19 MATHERA - L’ASCOLTO DEI SASSI   € 6.772 799
20 THE OLD MAN & THE GUN   € 4.196 731

(Dati Cinetel)

Rassegna stampa di venerdì 25 gennaio 2019

Tre pagine (e copertina) di Torinosette sono dedicate al festival Seeyosound (con testi di Daniele Cavalla e Gloria Guerinoni). Agnese Gazzera scrive del "fenomeno BTS" che arriva al cinema sabato 26, spazio anche per molti altri appuntamenti della settimana.
Su La Stampa Torino un box per il via di Seeyousound e una recensione, firmata da Tiziana Platzer, del concluso Fish&Chips Film Festival.

Solo un box dedicato alla partenza di Seeyousound sulle pagine de La Repubblica Torino.

Segnalazioni (anche di cinema) in un articolo di CronacaQui Torino sugli eventi cittadini legati al Giorno della Memoria.

Sul Corriere Torino Fabrizio Dividi intervista Ezio Quarantelli per festeggiare i 30 anni della casa editrice Lindau, da sempre attenta ai testi sul cinema.

Il Consiglio di Oggi, venerdì 25 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

giovedì 24 gennaio 2019

Gli occhiali di Gandhi, seconda rassegna cinematografica

Il Centro Studi Sereno Regis presenta, a partire da mercoledì 6 febbraio 2019 presso la sala Poli nella sede di Torino, in via Garibaldi 13, la seconda rassegna cinematografica ispirata al suo premio nell’ambito del Torino Film Festival, “gli occhiali di Gandhi”, giunto nel 2018 all’ottava edizione. Inaugura la rassegna, anche quest’anno sostenuta dal Convitto Nazionale Umberto I, il film vincitore dell’ultima edizione del premio, “Dove bisogna stare”, di Daniele Gaglianone, con la presenza del regista. Quattro storie, quattro donne che praticano l’accoglienza al di là di ogni retorica, di ogni pregiudizio: mentre la classe politica insegue slogan e visibilità, c’è un’Italia che agisce quotidianamente per mettere al centro dignità e giustizia.

Tornano quindi in città i film che meglio rappresentano la risoluzione nonviolenta dei conflitti e l’educazione alla pace. «Avremo prime visioni nazionali e locali, film dedicati all’ambiente, alla musica, alla resistenza creativa contro i conflitti – dichiara Dario Cambiano, referente del centro studi per il settore cinema - una rassegna di film intensi, emozionanti, partecipati, uniti dalla comune volontà di denunciare la violenza nei conflitti della nostra società, ma anche di risolverli in modo nonviolento: film che ci possono educare alla pace».

La rassegna prosegue mercoledì 13 febbraio con una prima visione italiana, il documentario su temi ambientali dal titolo “Blue Heart” dell’americano Britton Cailloutte. Nei Balcani le lobby dell’energia hanno varato un programma che prevede la costruzione di quasi 3000 nuove dighe per lo sfruttamento dell’energia idroelettrica, provocando danni irreversibili ai fiumi, alla fauna e alle comunità locali. Mercoledì 6 marzo è la volta del documentario di produzione italiana “Sandgrains” di Jordie Montevecchi e Gabriel Manrique, sugli effetti della pesca industriale che toglie ai popoli  delle coste dell’Africa l’unica risorsa per sopravvivere. Un’altra prima visione per l’Italia è prevista mercoledì 13 marzo con il film della regista brasiliana Iara Lee “Cultures of Resistance”, il risultato di una ricerca sul campo durata anni su decine di azioni di resistenza nel mondo come risposta, molto spesso nonviolenta alle ingiustizie, ai soprusi, al costante tentativo di appropriarsi della terra e delle risorse altrui. Chiude il mese di marzo, mercoledì 27 il documentario della regista Carmen Luz Parot “Victor Jara, el derecho de vivir en paz”, tributo appassionato allo scrittore e cantante cileno. Due i titoli di aprile, entrambi di produzione italiana. Mercoledì 3 aprile “La lunga strada gialla”, di Christian Carmosino e Antonio Oliviero. Un road movie per lanciare un messaggio ecologico e di giustizia sociale.

Seeyousound 2019, giornata 1: il programma completo di venerdì 25

Sarà Symphony of Now di Johannes Schaff, celebrazione della nightlife berlinese, ad aprire la V edizione di SEEYOUSOUND Torino, che si tiene dal 25 gennaio al 3 febbraio. Un programma di oltre 93 film e videoclip tra sezioni competitive, rassegne e proiezioni speciali - di cui 4 anteprime assolute, 1 anteprima europea e 29 italiane - affiancati da una fitta line up di live, dj set ed eventi, che insieme daranno corpo, voce e luce a una V edizione che è un vero #AMVSTSEE.

I 10 giorni di festival sono anche l’occasione per celebrare il trentennale della caduta del Muro di Berlino con il FOCUS BERLINO 1989-2019, un percorso trasversale tra le sezioni del festival che inizierà già la prima sera proprio con la première italiana di Symphony of Now (2018, Germania, 65’).

// IL FILM
L’apertura di venerdì 25 gennaio alle 21.00 porterà al Cinema Massimo il film Symphony of Now di Johannes Schaff, con ospite uno dei suoi protagonisti e autore della colonna sonora, il dj Alex.Do.

Presentato alla scorsa Berlinale, il documentario è un tributo alla vita notturna della metropoli tedesca e trae ispirazione dal film muto sperimentale del 1927 di Walter Ruttmann Berlino – Sinfonia di una grande città, restituendo un moderno spaccato della sua vibrante energia musicale, unica al mondo: dai club clandestini alle infinite feste notturne, quando si parla di vita notturna non c'è posto sulla terra come Berlino.

Prodotto dalla piattaforma creativa sperimentale Audi Zeitgeist Projects, Symphony of Now è una celebrazione di Berlino e una testimonianza rara dell’innovazione musicale nata dal fertile terreno creativo di questa città, esaltata ancor più dalla colonna sonora firmata dal celebre produttore musicale Frank Wiedemann insieme a musicisti della scena elettronica cittadina come Hans-Joachim Roedelius, Gudrun Gut, Modeselektor e Alex Do.

Film e novità nei cinema a Torino da giovedì 24 gennaio 2019

"La Favorita"
Tutti i film in sala a Torino da giovedì 24 gennaio nelle sale di prima e seconda visione.

Le novità della settimana uscite al cinema a Torino sono:

LA FAVORITA (Ambrosio, Eliseo, F.lli Marx, Greenwich, Reposi, The Space, Uci)
SE LA STRADA POTESSE PARLARE (Massimo)
COMPROMESSI SPOSI (Ideal, Reposi, The Space, Uci)
RICOMINCIO DA ME (Ideal, Massaua, The Space, Uci)
L'UOMO DAL CUORE DI FERRO (Due Gairdini, Uci)
CREED II (Ideal, Lux, Massaua, The Space, Uci)

Controllate ai link riportati orari e giorni di programmazione.

Rassegna stampa di giovedì 24 gennaio 2019

Una pagina de La Stampa Torino è dedicata a Tan Dun (intervista di Egle Santolini), compositore premio Oscar questa sera all'Auditorium Rai.
Un box ricorda la presentazione di Aiace alla libreria Il Ponte sulla Dora de "La mia cattiva strada".

Nicola Gallino su La Repubblica Torino scrive del concerto di Tan Dun.
Nella pagina In Città, box per la sonorizzazione all'Ambrosio de "Il Golem".

Su CronacaQui Torino la rubrica del giovedì (a cura dell'Agenda) con le nuove uscite in sala a Torino.

Nella rubrica Gli Imperdibili del Corriere Torino Luca Castelli scrive di "Der Golem" all'Ambrosio, Luca Castelli del festival Seeyousound al via domani.

Il Consiglio di Oggi, giovedì 24 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

mercoledì 23 gennaio 2019

“La paura trema contro”: sold out in prevendita, il Cinema Massimo raddoppia le sale

La paura trema contro”, il primo film di Pupi Oggiano, sarà in anteprima italiana al Museo del cinema - Cinema Massimo di Torino martedì 5 febbraio alle ore 21 in sala 2, la appena rinominata Sala Rondolino. Per l'uscita del film c'era una certa attesa, confermata dal clamoroso sold out in prevendita. Quando infatti i biglietti per la serata sono stati messi in vendita online sono letteralmente andati a ruba e la sala è andata esaurita in meno di 24 ore, nonostante il film fosse in programma quasi un mese dopo la messa in vendita dei biglietti.

Al Museo del Cinema – Cinema Massimo non è rimasto altro da fare che raddoppiare le sale.

“La paura trema contro” verrà quindi proiettata contemporaneamente anche in sala 3. Qui in realtà il film comincerà alle 20.45, quindici minuti prima, per permettere al regista Pupi Oggiano e a tutto il cast di passare a salutare il pubblico in entrambe le sale prima della proiezione.

I biglietti per la sala 3 sono in vendita sul sito del cinema - http://bit.ly/LPTC-Massimo-3

Sinossi del film: Madre, padre, una splendida figlia. Dietro una tranquilla famigliola si nasconde un segreto che sta per essere svelato. Tutto sarà rivoluzionato, ogni certezza crollerà, le carte saranno rimescolate e bisognerà riordinarle. L'arduo compito è affidato ad un commissario davvero particolare... sarà lui a dover trovare la soluzione di un mistero che forse sarebbe stato meglio non risolvere.

“La paura trema contro” è il primo film a soggetto di Pupi Oggiano, musicista, autore di documentari sul mondo del cinema, vincitore del ToHorror Film Fest con “Torino d'Argento”, ideatore e co-organizzatore del Dario Argento Tour Locations Torino. Oggiano ha scritto la sceneggiatura del film, la colonna sonora e lo ha diretto.

Nel cast del film Frankie Converso, Osmar Miguel Santucho, Mau Parietti, Sara Nadira, Daria Baldassare, Maurizio Terenzi, Pupi Oggiano, Roberto Attanasio, Fabio Perugini e la piccola Carlotta Rossi. Nel Reparto Tecnico si annovera la collaborazione con Alessandro Benna che con Pupi Oggiano ha un sodalizio artistico da quasi dieci anni.

"Still Recording" al Piccolo Cinema martedì 29 gennaio

Martedì 29 gennaio alle 21.30 al Piccolo Cinema in Via Cavagnolo 7 (ingresso gratuito) è in programma - per il TRICICLO DOC D'AUTORE - la proiezione di STILL RECORDING di Saeed Al Batal e Ghiath Ayoub (Siria/Libano/Qatar/Francia 2018, 120 ).

Saeed e Milad sono amici, ma vivono in due diverse città nella Siria dilaniata dalla guerra civile.
Mentre il primo è un appassionato di cinema che cerca di insegnare ai giovani combattenti di Ghouta i segreti della settima arte, il secondo studia arte a Damasco, lontano dal fronte della battaglia e saldamente sotto la stretta del regime.

Il film è il vincitore della Settimana della Critica al Festival di Venezia 2018.

Dopo l'esposto torna in sala "The Milk System": il 28 gennaio al Classico

In seguito all’esposto che per ragioni di prudenza ne aveva fatto sospendere l’uscita nelle sale italiane lo scorso ottobre, The Milk System (Italia, Germania, 90’), il documentario diretto da Andreas Pichler che racconta il sistema del latte in Europa, torna nelle principali sale italiane. Lunedì 28 gennaio, alle ore 21.30 arriva al Cinema Classico di Torino (http://bit.ly/TheMilkSystemTorino) grazie a Movieday.it, la prima piattaforma italiana di film on demand che permette di organizzare proiezioni al cinema.

Il pluripremiato documentario, prodotto da Eikon Film e Miramonte Film, era stato sospeso in seguito a un esposto ad AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) e AGCI (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) presentato da Coldiretti e Assolatte che riportava le pesanti accuse di diffamazione e danno economico all’intero settore lattiero italiano.

“Si tratta di un’iniziativa chiaramente intimidatoria” aveva affermato il regista e produttore Andreas Pichler, “un pesante e completamente infondato attacco alla libertà di stampa e al diritto di espressione del pensiero in questo paese.”

Premiato da Legambiente all’ultima edizione del festival Cinemambiente, e vincitore di premi e menzioni speciali in numerosi festival europei, The Milk System svela verità sorprendenti sul sistema latte: chi ci guadagna a spese di chi? Il sistema ha un futuro ed esistono delle alternative? Un viaggio cinematografico attraverso diversi continenti che smaschera preconcetti presentando nuove soluzioni.

Rassegna stampa di mercoledì 23 gennaio 2019

Sul Corriere Torino intervista di Paolo Morelli a Pupi Avati, nei prossimi giorni a Torino per girare un cortometraggio con giovani attori locali.
Luca Castelli presenta la sonorizzazione dal vivo dei doc di Joris Ivens, stasera al Massimo, e il concerto del premio Oscar Tan Dun domani all'Auditorium Rai. Intervista di Massimo Massenzio a Daniele Gaglianone, firmatario dell'appello in difesa di 5 torinesi "anti-Isis".

Due mini-box su La Repubblica Torino: uno per la serata Crossroads al cinema Massimo, l'altro per l'anteprima di "Creed 2" all'Uci.

Su CronacaQui Torino un box ricorda l'appuntamento di questa sera con l'Aperitoon al Blah Blah.

Andrea Bucci su La Stampa Torino segnala il caso di una scuola di Settimo in cui è stata bloccata la proiezione del film "anti-foibe" "Rosso Istria"; nel Chierese nasce invece un cineforum sul fenomeno migratorio.

Il Consiglio di Oggi, mercoledì 23 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

martedì 22 gennaio 2019

"La mia cattiva strada" alla libreria Il Ponte sulla Dora per Visioni dal Ponte

Il 24 gennaio alle 18,30 ripartono gli appuntamenti di VISIONI DAL PONTE, a cura dell’AIACE di Torino, alla Libreria Il Ponte sulla Dora, via Pisa 46, con la presentazione del libro "La mia cattiva strada. Memorie di un rapinatore" di Marcello Ghiringhelli, edito da Milieu. Interverranno i curatori Davide Ferrario e Marilena Moretti insieme a Giorgio Ballario, giornalista e scrittore, presidente di Torinoir. Modera l'incontro Enrico Verra dell’AIACE.

Sarà proiettato il book-trailer realizzato da Davide Ferrario, con un ritratto inedito di Marcello Ghiringhelli.

Il libro racconta la storia dura e violenta di Marcello Ghiringhelli, rapinatore e militante di lotta armata, dalla sua infanzia nelle periferie torinesi all’ergastolo tuttora in corso dal 1982. Un libro d’azione dal piglio cinematografico. Milieu Edizioni.


Rassegna stampa di martedì 22 gennaio 2019

Tiziana Platzer su La Stampa Torino scrive del festival Seeyousound, presentato ieri e al via venerdì 25 gennaio al cinema Massimo.
Un box segnala la proiezione di oggi al Baretti di "Away from her".

Su La Repubblica Torino Andrea Lavalle scrive di Seeyousound, al via il 25 gennaio.
Due box ricordano le proiezioni de "Gli spostati" al Massimo e di "El lugar de las fresas" all'Accademia Albertina.

Doppio articolo di Luca Castelli sul Corriere Torino: uno su Seeyousound, l'altro sulla 'karaoke version' di "Bohemian Rhapsody".

CronacaQui Torino racconta Seeyousound con un articolo di Roberta Scalise.
Un box ricorda la proiezione de "L'isola dei cani" al Rough.

Il Consiglio di Oggi, martedì 22 gennaio 2019

IL CONSIGLIO DEL GIORNO



LE ALTRE PROIEZIONI
TUTTI I DETTAGLI SULLE PROIEZIONI DI OGGI

Infine, tutti i film in prima visione in sala.

Tutti i film in sala a Torino li trovate cliccando sulla foto qui a sinistra.

lunedì 21 gennaio 2019

Luca Argentero al cinema Massimo per presentare "Copperman"

"Copperman"
Luca Argentero è il protagonista di Copperman, il film di Eros Puglielli presentato in anteprima al cinema Massimo lunedì 4 febbraio. Partecipano alla serata Luca Argentero, Antonia Truppo ed Eros Puglielli.

Eros Puglielli
Copperman
(Italia 2019, 95′)
La storia di Anselmo, una moderna favola per adulti, l’avventura di uomo che vive il sogno di un bambino. Attraverso i suoi occhi la realtà assume i colori delle fiabe, uno sguardo che neanche la vita nei suoi aspetti più crudi riuscirà a intaccare.

Lunedì 4 febbraio, h.20.30, sala Rondolino – ingresso euro 7,50/5,00