lunedì 21 gennaio 2019

Dal 25 gennaio torna per la V. edizione Seeyousound Music Film Festival

La V edizione di SEEYOUSOUND Torino si terrà dal 25 gennaio al 3 febbraio 2019 al Cinema Massimo: 10 giorni durante i quali il festival getterà un fascio di luce su documentari, lunghi, cortometraggi e videoclip che mostrano correnti e personaggi musicali che hanno influenzato l’immaginario e il sentire collettivo, o in cui la musica è coprotagonista di storie e immagini degne dei più grandi festival internazionali.
Oltre 90 film – tra sezioni competitive e rassegne internazionali, proiezioni speciali - di cui 4 anteprime assolute, 1 anteprima europea e 29 italiane affiancati da un fitto programma di live, dj set ed eventi, che insieme daranno corpo, voce e luce a una V edizione che è un vero #AMVSTSEE.

“Finalmente ci siamo. Dopo mesi di lavoro e di passione, di progetti e di idee, presentiamo al pubblico il ricco, ricchissimo programma di Seeyousound, edizione numero 5. Tante le novità: molta musica in sala, eventi imperdibili perché unici e "creati" appositamente per il festival, incontri e approfondimenti.” Racconta Carlo Griseri, direttore del festival “La colonna di Seeyousound è sempre il cinema, ovviamente: una novantima abbondante di titoli, spaziando tra le sezioni e i generi. Oltre trenta i momenti musicali dal vivo, tutti dentro gli spazi del cinema Massimo. E poi masterclass, networking internazionale, nuovi prestigiosi partner italiani ed esteri. Abbiamo fatto tutti insieme un grande sforzo, e riguardando il programma non possiamo che dirci orgogliosi: ora viene il bello, goderci tutti insieme 10 giorni che, ne siamo certi, sarà difficile dimenticare!”

// INAUGURAZIONE
Venerdì 25 gennaio si inizia con un’apertura che porta in anteprima italiana a Torino il documentario-tributo alla vita notturna berlinese Symphony of Now di Johannes Schaff. Presentato alla scorsa Berlinale, il film trae ispirazione dal film muto sperimentale del 1927 di Walter Ruttmann Berlino – Sinfonia di una grande città, restituendo un moderno spaccato della vibrante energia musicale della metropoli tedesca, esaltata ancor più dalla colonna sonora firmata dal celebre producer Frank Wiedemann insieme a musicisti della scena elettronica cittadina come Hans-Joachim Roedelius, Gudrun Gut, Modeselektor e Alex Do. Proprio Alex.Do aprirà la proiezione con un set live delle tracce del film per poi proseguire con l’Opening Party / Berlin Celebration all’Azimut Club.


// FOCUS BERLINO 1989-2019
L'anno delle celebrazioni per il trentennale della caduta del Muro di Berlino è l'occasione per la V edizione di SEEYOUSOUND Torino per realizzare un viaggio nella storia della Germania, dagli anni '80 visti da entrambi i lati della costruzione. Film, videoclip e appuntamenti legati a doppio senso da questo filo conduttore e dalla musica protagonista, tracceranno un percorso tra le varie sezioni del festival, per raccontare cosa volesse dire vivere in quegli anni in quella città, in una nazione divisa, e come la musica abbia saputo superare confini e unire, nonostante tutto, ponendo i semi di una creatività musicale che prosegue fino ai giorni nostri.

// SEZIONI COMPETITIVE
44 titoli – di cui 21 in anteprima italiana - sono in concorso nelle sezioni LONG PLAY FEATURE e LONG PLAY DOC - 6 lunghi di finzione e 6 documentari musicali selezionati tra le migliori produzioni internazionali; 7INCH - contest con 12 cortometraggi in gara - e l’immancabile SOUNDIES, concorso per il formato ‘musicale’ per eccellenza, con 20 videoclip selezionati.

// RASSEGNE
Oltre alle sezioni competitive, in programma le rassegne internazionali RISING SOUND e INTO THE GROOVE, che da sempre mostrano anime opposte e complementari della musica.

La rassegna INTO THE GROOVE è un macrocontenitore che accoglie e propaga uno spettro di storie e personaggi estremamente e volutamente vario.
È un invito a vedere e condividere appassionanti film per il grande pubblico, come Piazzolla - The Years Of The Shark di Daniel Rosenfeld, che celebra il compositore che rivoluzionò il tango contaminandolo con jazz e classica, Astor Piazzolla, osteggiato nel suo paese per la portata rivoluzionaria della sua musica; e Whitney del regista Premio Oscar Kevin MacDonald presentato allo scorso Festival di Cannes, che mostra luci e ombre dell’impareggiabile icona pop Whitney Huston, dalla ribalta alla prematura scomparsa.
Si prosegue sull’onda del mito con Studio 54 di Matt Tyrnauer, racconto dello storico locale di New York frequentato da personaggi come Andy Warhol, John Travolta e Madonna, simbolo dell'edonismo degli anni ‘70. Agli studi berlinesi che tra il ’76 e il ’90 hanno visto nascere pietre miliari di artisti come David Bowie, Iggy Pop, Depeche Mode, Nick Cave e U2, è dedicata la proiezione offerta da Sky Arte di Hansa Studios: by the wall 1976-90, siti a (L'ingresso è a offerta libera e il ricavato andrà a sostegno della Fondazione FARO onlus che tutela il diritto alle cure palliative con il servizio di assistenza su Torino e comuni limitrofi). In collaborazione con Sky Arte, anche l’anteprima della prima puntata di Rolling Stone: Stories From The Edge, documentario seriale diretto da Blair Foster e Alex Gibney, che offre uno sguardo panoramico sulla storia della celebre rivista.

Con Into the groove Seeyousound porterà il mare a Torino grazie alla proiezione di Ex-Otago - Siamo Come Genova, in cui il regista Paolo Santamaria racconta l'omonima band ligure - dal successo dell’album Marassi alla creazione del successivo Corochinato - attraverso interviste e momenti live. Il gruppo al completo e il regista presenterà il film in anteprima assoluta al festival.
Inoltre, momenti celebrativi di storici gruppi undergrand nostrani come la punk band torinese Franti che regaleranno alla sala una live session coinvolgente per la proiezione di Acqua Passata, film di Claudio Paletto ispirato a un racconto di Stefano Giaccone, presentato in anteprima assoluta insieme al regista; e ancora i Truzzi Broders protagonisti di un altro documentario tutto torinese e in primissima visione Una canzone senza finale. Diretto da Paolo e Riccardo Salà, presenti al festival insieme ai componenti dello storico gruppo, gettano uno sguardo sulla difficile Torino anni ’80, partendo dal materiale di archivio girato dalla band stessa tra cui lo storico concerto del 29 maggio 1982, al Centro d’Incontro Vanchiglia.
Una reunion attesa da molto e da molti, quella del collettivo formatosi nel 2004 Songs With Other Strangers, che vedrà ritrovarsi al Cinema Massimo Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo degli Afterhours, Marta Collica (Sepiatone e John Parish Band), Giorgia Poli (Scisma e John Parish band), John Parish (autore e produttore, tra gli altri, di PJ Harvey), Stef Kamil Carlens (dEUS e Zita Swoon) e Steve Wynn (Dream Syndacate), per vedere il documentario sul loro tour del 2010, immortalato dal regista Vittorio Bongiorno e tutt’ora inedito.
I musicisti ospiti di SYS diedero vita a una serie di concerti speciali - insieme al songwriter Cesare Basile e Hugo Race (Bad Seeds e True Spirit) - in cui questi “stranieri” uniti dalla musica si scambiavano ruoli e strumenti, sperimentavano arrangiamenti di canzoni proprie, riletture di brani di artisti come Cohen, Dylan, Lou Reed e Michael Gira, ed esploravano lo spazio tra i diversi background e sensibilità.

// SPECIAL EVENTS 
A punteggiare i 10 giorni di SEEYOUSOUND Torino, 3 eventi unici in cui cinema e musica si sposano dal vivo. A partire da TELEMUSIK – Videoclip, visioni e visionari nell’Italia degli anni ’80 (sabato 26 gennaio ore 21.00, Cinema Massimo Sala 1), una (video)esperienza d’ascolto che fonde storytelling, musica, teatro, video e nuove tecnologie, per raccontare l’avvento del videoclip nella TV nazionale nei primi ’80: attraverso i videoclip che hanno segnato quell’epoca, il Musicteller Federico Sacchi con il contributo del Prof. Simone Arcagni “intrappolato” nel videowall di TELEMUSIK e la regia di Alessandro Bernard, celebrano la nascita dell’immaginario del videoclip.
Martedì 29 gennaio ore 21.20, al Cinema Massimo la sonorizzazione live di BERLINO SINFONIA DI UNA GRANDE CITTÀ, documentario del 1927 di Walter Ruttman, realizzata dal compositore Domenico Sciajno e dal musicista Giovanni Corgiat, che propongono un connubio audio-visivo che esalta il contrasto tra un’epoca nettamente predigitale e sonorità sperimentali.
Il musicista Alessandro Grazian ci catapulta nel cinema Peplum degli anni ’50-‘60 con TORSO VIRILE COLOSSALE, progetto live che presenterà in sala (venerdì 1 febbraio ore 21.00, Cinema Massimo) in quintetto, con l’esecuzione di composizioni originali dalle soluzioni armoniche tipiche delle colonne sonore del genere, declinate con taglio contemporaneo.

// LIVE // DJ SET
Novità di questa V edizione, un programma di live e dj set con una selezione di artisti eterogenea ma legata da un approccio innovativo e contemporaneo. Un programma selezionato anche grazie al supporto dell’agenzia METATRON che propone, tra le altre, le esibizioni degli Stag, formazione che con Marianne Mirage ha firmato il brano omonimo del film di Genovese The Place e dei Giulia’s Mother, duo formato da Andrea Baileni e Carlo Fasciano che la critica specializzata ha associato a nomi come Bon Iver, James Blake e Antony and the Johnsons. Prezioso il contributo di THE GOODNESS FACTORY, realtà torinese che dal 2009 organizza _resetfestival, il festival dell'innovazione musicale da cui nasce il format _reHUB che a Seeyousound porta Rosita e Fusaro. Ancora nuova musica italiana con Emanuele Via, membro degli Eugenio in Via Di Gioia, che si esibirà accompagnato da un quartetto d’archi. Guarda al folk d’oltreoceano per raccontarsi la voce malinconica di Newerwhere (DOTTO) mentre Pirupa da KAPPA FUTUR FESTIVAL è pronto ad offrire un percorso tra le strade del clubbing. Spazio inoltre a una rivisitazione del tango con la violinista Yulia Verbitskaya e la pianista Glenda Cantone.

// MASTERCLASS
Per la sua V edizione SEEYOUSOUND Torino ha creato un programma di masterclass che, all’insegna della musica, tocca diversi ambiti artistici: BERLINO 1989-2019 – L'arte e la musica raccontano propone, in collaborazione con IAAD Torino e Sky Arte, un approfondimento sul focus del festival, il trentennale della caduta del Muro di Berlino e la sua influenza su musica e arte; il fumettista Tuono Pettinato terrà il workshop BAND DESSINÈE durante il quale si individueranno le caratteristiche degli idoli musicali dei partecipanti che diventeranno stimoli per le creazioni originali. La masterclass di 4 giorni COLONNE VISIVE – Laboratorio di regia audiovisiva applicata al videoclip musicale, su come scrivere un videoclip, a cura di Gianni De Blasi e prodotto da Seeyousound Experience, INRI, The Goodness Factory e Passo Uno Produzioni. Sempre di videoclip si parlerà con Alan Masferrer, regista di artisti come Basement Jazz e George Fitzgerald, durante l’appuntamento 2° MUSIC VIDEO MASTERCLASS w/Alan Masferrer; infine, in collaborazione con NPS Nikon Italia e DAMS Torino, LA COMUNICAZIONE VISIVA - Dal fotogiornalismo al digital video.