giovedì 24 gennaio 2019

Seeyousound 2019, giornata 1: il programma completo di venerdì 25

Sarà Symphony of Now di Johannes Schaff, celebrazione della nightlife berlinese, ad aprire la V edizione di SEEYOUSOUND Torino, che si tiene dal 25 gennaio al 3 febbraio. Un programma di oltre 93 film e videoclip tra sezioni competitive, rassegne e proiezioni speciali - di cui 4 anteprime assolute, 1 anteprima europea e 29 italiane - affiancati da una fitta line up di live, dj set ed eventi, che insieme daranno corpo, voce e luce a una V edizione che è un vero #AMVSTSEE.

I 10 giorni di festival sono anche l’occasione per celebrare il trentennale della caduta del Muro di Berlino con il FOCUS BERLINO 1989-2019, un percorso trasversale tra le sezioni del festival che inizierà già la prima sera proprio con la première italiana di Symphony of Now (2018, Germania, 65’).

// IL FILM
L’apertura di venerdì 25 gennaio alle 21.00 porterà al Cinema Massimo il film Symphony of Now di Johannes Schaff, con ospite uno dei suoi protagonisti e autore della colonna sonora, il dj Alex.Do.

Presentato alla scorsa Berlinale, il documentario è un tributo alla vita notturna della metropoli tedesca e trae ispirazione dal film muto sperimentale del 1927 di Walter Ruttmann Berlino – Sinfonia di una grande città, restituendo un moderno spaccato della sua vibrante energia musicale, unica al mondo: dai club clandestini alle infinite feste notturne, quando si parla di vita notturna non c'è posto sulla terra come Berlino.

Prodotto dalla piattaforma creativa sperimentale Audi Zeitgeist Projects, Symphony of Now è una celebrazione di Berlino e una testimonianza rara dell’innovazione musicale nata dal fertile terreno creativo di questa città, esaltata ancor più dalla colonna sonora firmata dal celebre produttore musicale Frank Wiedemann insieme a musicisti della scena elettronica cittadina come Hans-Joachim Roedelius, Gudrun Gut, Modeselektor e Alex Do.



Proprio uno degli autori della soundtrack di Symphony of Now darà il via alla V edizione di SEEYOUSOUND TORINO: Alex.Do aprirà la serata inaugurale con un set live delle tracce dal film conducendo il pubblico in un viaggio ipnotico, un'incredibile immersione nel labirintico mondo sotterraneo di una città che non si ferma mai, la cui doppia anima trova perfetta espressione nella sua opera. Dalla Techno, Dub e House di tutte le stagioni, Alex Do - tra i nomi di punta della label Dystopian di Rødhåd - si avvicina all'essenza dell’elettronica fondendo il suo lato cupo e malinconico con il sound palpitante che caratterizza le sue produzioni (Ingresso € 9,00).

 // OPENING PARTY
Dalle 23.00, il Alex.Do sarà alla consolle dell’Azimut Club (Via Modena 55) per BERLIN CELEBRATION // OPENING PARTY di Seeyousound, seguito da GENAU e We Play The Music We Love, due factory della musica elettronica torinese. A soli 24 anni, Alex.Do, ha già collezionato una infinita serie di esperienze nel mondo della techno: dalle ospitate in tutti i principali club europei, alle release su Life & Death, Fuse e Dystopian stessa, fino alla composizione di musiche originali per film e documentari. Con lui nella “Main Room” dell’Azimut Club i resident Marcelo Tag e noizyknobs. La “Gold Room” ospiterà invece, alla sua apertura a mezzanotte, il nuovo live audio/video del duo Project-To, un progetto che mette insieme suoni a cavallo tra ebm, elettronica e sperimentale e proiezioni create ad hoc su composizioni originali. A seguire i dj set di RILLS e Seven Sins. Ingresso in lista: 7€ entro mezzanotte - 10€ entro l’1 - 15€ dopo. Ingresso 7€ ALL NIGHT LONG con biglietto dellla proiezione inaugurale Seeyousound.



Ad anticipare il tutto, una delle proiezioni speciali fuori concorso presenti in cartellone: Gru Village – 105 Music Festival – 2018 After Movie di Marco Testa. Dalle performance più emozionanti ai dietro le quinte, un omaggio all’edizione 2018 del GruVillage 105 Music Festival. 183 persone - organizzatori, management, produzione, sicurezza e tecnici - che hanno lavorato ininterrottamente a 13 concerti, allo show inaugurale e al party gratuito di chiusura. E poi, i 41.000 spettatori che hanno preso parte a tutto ciò rendendolo magico.