venerdì 8 febbraio 2019

Greta Scarano: "Non Mentire è speciale anche perché è girata a Torino"

Greta Scarano
A Torino per presentare in anteprima al pubblico - giovedì sera all'Ambrosio - e incontare la stampa - questa mattina - il regista Gianluca Maria Tavarelli e la protagonista Greta Scarano: "Non Mentire" andrà in onda su Canale 5 da domenica 17 febbraio per tre settimane.

Girata a Torino, è la storia gialla di un'accusa senza prove di violenza sessuale: lei accusa lui (interpretato da Alessandro Preziosi), entrambi sostengono la propria tesi ma nessuno dei due ha altro, oltre alle proprie parole, per farsi credere.

"Sono felice di tornare nella mia città dopo tanti anni - ha spiegato Gianluca Maria Tavarelli - Torino è sempre stata ispiratrice di film dalle atmosfere gialle e thriller, come Dario Argento ha capito per prima. Negli ultimi vent'anni la città è anche cresciuta molto a livello professionale, abbiamo molti torinesi nel cast e nella troupe. Spero di poter tornare presto a girare qui, anche se sono lontano da tempo so che ci sono luoghi e storie che meritano di essere raccontate. Il format inglese da cui siamo partiti per Non Mentire ci ha permesso di divertirci, di riadattare e riscrivere un testo che funzionava perfettamente ma era pensato per il pubblico britannico".

"Sono sempre felice di tornare a Torino", spiega Greta Scarano. "Qui ho iniziato tanti anni fa recitando in un videclip ("Marta" dei SO:HO), qui ho esordito nella regia di un cortometraggio ("Lui e lei", 2006). Quando ho letto la sceneggiatura me ne sono innamorata, da spettatrice sono rimasta incollata alle pagine per sapere come sarebbe andata a finire, da attrice sono stata coinvolta da un personaggio pieno di contraddizioni, che fa molti errori ma che non si arrende, cerca di far vincere la sua verità anche se la società sembra non crederle. Quando abbiamo iniziato a girare a Roma i primi giorni è stato bello, ma ammetto che tutto ha iniziato a farsi serio e credibile quando ci siamo spostati a Torino: la serie ha cambiato faccia. Per tutti questi motivi ho voluto essere qui a presentare le prime due puntate, tengo molto a questo lavoro e al suo aspetto torinese".