martedì 5 marzo 2019

Quattro film in sette giorni al cineteatro Baretti

Settimana fitta da oggi a martedì prossimo al cineteatro Baretti.

Si inizia stasera alle 21 (con replica sabato alle 18) con la rassegna PORTOFRANCO e il film WER WENN NICHT WIR (Chi se non noi) di Andreas Veiel.
Versione originale in tedesco con sottotitoli. In collaborazione con il Goethe-Institut di Torino.
Il cinema tedesco torna a visitare la storia del terrorismo che insanguinò gli anni '60/'70 attraverso la figura di Gudrun Esslin e, in seconda istanza, di Andreas Baader. Lo fa però partendo da una personalità meno nota al di fuori dei confini della Germania, quella del marito della Esslin, Bernward Vesper.

Nel fine settimana (sabato alle 21, domenica alle 18 e alle 21 - quest'ultima in versione originale con sottotitoli) tocca a LE NOSTRE BATTAGLIE un film di Guillaume Senez.
Presentato come Evento speciale alla Semaine de la Critique del Festival di Cannes, e vincitore del Premio del Pubblico e del Premio Cipputi all'ultimo Torino Film Festival, LE NOSTRE BATTAGLIE di Guillaume Senez racconta la storia di Oliver (interpretato da un toccante Romain Duris), un uomo che dedica tutto se stesso alla lotta contro le ingiustizie al fianco dei propri compagni di lavoro.
Quando, da un giorno all'altro, sua moglie Laura abbandona la loro casa, Oliver dovrà imparare a trovare un nuovo equilibrio tra i bisogni dei figli, le sfide della vita quotidiana e il suo lavoro.
Guillaume Senez è nato a Bruxelles nel 1978. Dopo numerosi corti, nel 2015 firma il suo primo lungometraggio, Keeper, selezionato in oltre 70 festival e vincitore del 33. Torino Film Festival. Le nostre battaglie è la sua opera seconda.

A grande richiesta si replica giovedì 7 marzo, ore 21, il film TI PORTO IO un film di Chris Karcher e Terry Parish.
Un ritratto intimo e un viaggio epico che esplora il vero significato dell’amicizia e il potere della comunità. Tutto ha inizio quando Patrick accetta una proposta pazzesca: portare il suo migliore amico Justin, che vive su una sedia a rotelle, per tutti i famosi 800 chilometri del Cammino di Santiago. Il risultato? Un film documentario, unico nel suo genere, che illustra la loro impresa, il loro pellegrinaggio.
Ti porto io non è soltanto la storia di un uomo “normalmente” abile che ne spinge un altro “diversamente” abile su una sedia a rotelle per 800 chilometri. È anche la storia di due amici che hanno trascorso tutto il tempo del loro viaggio a “spingersi” a vicenda a essere persone migliori. Attraverso il loro coraggio e la loro dignità, Justin e Patrick ci ricordano che siamo più forti insieme che da soli. In fin dei conti, tutti abbiamo bisogno di una spinta.
Ingresso: biglietto unico 6€

Martedì prossimo alle 21 (e sabato 16 alle 18) tornerà Portofranco con IL DUBBIO - UN CASO DI COSCIENZA, un film di Vahid Jalilvand.
Kaveh Nariman è un medico legale che lavora in obitorio. Una sera investe accidentalmente con la sua auto una famiglia che viaggia in moto. Il bambino cade e batte la testa in modo apparentemente privo di conseguenze. A distanza di poche ore arriverà il suo cadavere. La diagnosi dell'autopsia parla di avvelenamento per botulismo ma il medico ha il dubbio che la causa possa addebitarsi all'incidente. Avrà il coraggio di chiarire la situazione?