venerdì 8 marzo 2019

Solo da Bambini, un progetto espositivo di Lina Fucà, Daniele Gaglianone e Paolo Leonardo

In mostra alla Fondazione Merz di Torino dal 7 marzo al 19 maggio Solo da Bambini, progetto espositivo a cura di Maria Centonze, firmato da tre personalità artistiche fortemente legate tra loro: una coppia, composta dall’artista Lina Fucà e il regista Daniele Gaglianone, e il loro amico fraterno, l’artista Paolo Leonardo. 

Punto di partenza per la composizione della mostra è il viaggio a Cuba, durato circa un mese, compiuto da Lina Fucà e Daniele Gaglianone con i loro figli nel 2016, su commissione della Fondazione Merz.
Alla rielaborazione visiva, personale e collettiva, di questa esperienza biografica si aggiungono le influenze del territorio di appartenenza dei tre artisti: la città di Torino con i suoi spazi, le comunità che li abitano e le esperienze personali o altrui a essa legate. 

Il filo conduttore che attraversa questo insieme di narrazioni visive è la riflessione intorno al tema dell’infanzia, intesa come condizione comune a tutti gli esseri umani. Una fase dell’esistenza in cui si condensano incontri ed esperienze determinanti, alla quale fare ritorno attraverso la memoria. 

Solo da bambini si sviluppa lungo tre distinti racconti del vissuto di ciascun autore, che talvolta si sovrappongono tra loro o intrecciano percorsi alternativi suggeriti dal ricordo delle persone incontrate lungo il cammino.  Media e linguaggi diversi tra pittura, installazione, fotografia e video, concorrono alla restituzione di queste esperienze nella loro forma fisica e interiore. La selezione in mostra include produzioni individuali, opere frutto di collaborazioni tra gli artisti o che prevedono il coinvolgimento di performer, amici, conoscenze occasionali.   

Il viaggio di Lina Fucà e Daniele Gaglianone è stato parte di un progetto di AICEC, sostenuto dalla Fondazione Merz in collaborazione con Brigata Doné nell’ambito dei progetti di amicizia italo-cubani.

Francesca Frigo di Babydoc Film ha curato le riprese ed il montaggio delle due videoistallazioni di Lina Fucà in mostra: "Ti ho pensata sempre" e "Improvviso temporale".