martedì 26 marzo 2019

Torna a Torino dall'11 aprile il Cartoons on the Bay

"Dilili a Parigi"
Torino è per il terzo anno la casa di Cartoons on the Bay, il festival internazionale della televisione per ragazzi e dell’animazione cross-mediale, promosso da Rai e organizzato da Rai Com, in collaborazione con la Film Commission Torino Piemonte, la FIP e la Regione Piemonte. Un connubio che ha portato splendidi frutti, viste le due fortunatissime edizioni che hanno preceduto questa numero ventitre.

Ancora sotto la Mole, dove si appoggia la donna del futuro disegnata da Maurizio Manzieri, uno dei più importanti illustratori di fantascienza e fantastico del panorama internazionale. E il fantastico nell’animazione è proprio il tema dell’anno, edizione che celebra quei mondi, futuri, alternativi, distopici, multidimensionali, fiabeschi, che hanno fatto sognare generazioni di lettori, giocatori, spettatori. Tutti quanti si troveranno a Torino, ancora una volta nella cornice davvero unica di Palazzo Carignano, Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, dall’11 al 13 aprile 2019, per vivere nuove avventure in mondi fantastici e incontrare molti artisti che questi mondi li hanno creati.

A partire da Bill Plympton, uno dei maestri dell’animazione indipendente, che con i suoi lavori ha influenzato almeno un paio di generazioni di giovani animatori. Ritirerà il Pulcinella Career Award dalle mani del direttore artistico Roberto Genovesi, che spegne quest’anno dieci candeline alla guida di Cartoons on the Bay. Era il 2009 quando a Rapallo dichiarò aperta la sua prima edizione. Dieci anni che hanno visto passare, tra la Liguria, Venezia e Torino, tanti grandi nomi dell’animazione, dei videogiochi e del crossmediale, da Don Bluth a Sylvia Anderson, da Yoshiyuki Tomino a Carlos Saldanha, passando per Annette Tison e Talus Taylor, Mordillo e Bruno Bozzetto.

Una tradizione che si rinnova quest’anno, con Plympton e con Michel Ocelot, che riceverà il Pulcinella alla Carriera, con dicitura rigorosamente italiana per l’animatore, regista, illustratore, artista francese, che incantò il mondo nel 1998 con il suo primo lungometraggio, Kiriku e la strega Karaba. E da allora non ha più smesso. Ripercorreremo durante il festival parte della sua carriera con alcuni dei suoi lungometraggi. Più uno. Nuovissimo e bellissimo.

Tutto questo mentre come sempre le giurie ufficiali dei concorsi di Cartoons on the Bay decreteranno i vincitori dei Pulcinella Award 2019, scelti tra le opere selezionate tra oltre cinquecento produzioni internazionali, provenienti da ogni parte del mondo.

Competizione, ma anche anteprime. Una è proprio il nuovo film di Michel Ocelot, il bellissimo Dilili a Parigi, in collaborazione con Movies Inspired e BIM. E ancora dalla Francia, facciamo un salto nel futuro con A Spasso con Willy, in collaborazione con Notorious Pictures.

Anteprima cinematografica mercoledì 11 aprile alle 18 con "Il ragazzo che diventerà re" di Joe Cornish, interpretato da Patrick Stewart, Rebecca Ferguson, Louis Serkis.

Va alla Marvel Animation il premio di studio dell’anno. La divisione televisiva della factory del compianto Stan Lee presenterà una selezione delle sue serie animate per il piccolo schermo, con protagonisti i supereroi che da oramai un decennio dominano il box office cinematografico mondiale.

Appuntamento fisso quello con il Pitch Me!, il concorso dedicato ai giovani che hanno un’idea nel cassetto con il sogno di farla diventare realtà. Anche quest’anno una giuria di esperti è chiamata a giudicare queste future opere d’animazione e cross-mediali.
E come ogni anno Cartoons on the Bay presenta un ricco programma anche per le scuole, con oltre 1300 studenti di Torino e provincia che verranno coinvolti nelle mattinate del Cinema Ambrosio.