mercoledì 24 aprile 2019

Dal 24 aprile al Romano arriva "Sarah & Saleem"

Il film SARAH E SALEEM- là dove nulla è possibile del pluripremiato regista palestinese Muayad Alayan uscirà oggi 24 aprile nelle migliori sale italiane e, a Torino, al cinema Romano.

Film vincitore di numerosi e prestigiosi Premi internazionali tra cui il Premio del Pubblico e il Premio Speciale della Giuria al Festival Internazionale del Cinema di Rotterdam, SARAH E SALEEM- là dove nulla è possibile ha colpito al cuore il pubblico e la critica di tutto il mondo.

La stampa italiana l'ha già definito "un film emotivamente sorprendente, ideologicamente spiazzante e difficile da dimenticare". E ancora, "una perla rara, una di quelle sorprese che ci insegnano che l' arte sboccia laddove la vita è più difficile." "Un film che ha molto da dire su poteri e privilegi".

Ambientato a Gerusalemme, SARAH E SALEEM- là dove nulla è possibile si ispira a fatti realmente accaduti, narrando come, una storia di natura esclusivamente privata, finisca in breve tempo per trasformarsi in un caso politico di portata inimmaginabile.

Sarah è israeliana e gestisce un bar a Gerusalemme Ovest. Saleem è palestinese, vive a Gerusalemme Est e fa il fattorino.

Provengono da mondi distanti anni luce, eppure, sfidano il destino per incontrarsi di nascosto nel furgoncino che Saleem usa per il lavoro e vivere lontano da occhi indiscreti la loro passione. Si amano? Forse no. Ma quegli attimi rubati sono per entrambi un momento di complicità per evadere dalle tensioni che avvertono nelle rispettive famiglie. Nessuno è a conoscenza di questa relazione illecita, né Sarah, né Saleem sembrano intenzionati a spingersi oltre al loro incontro clandestino e sporadico.

Ma una sera, trovandosi nel posto sbagliato nel momento sbagliato, quello che doveva essere un affaire totalmente privato e rimesso unicamente al giudizio delle rispettive coscienze, subisce una svolta repentina quanto incontrollabile.

Sarah e Saleem si ritrovano intrappolati nelle maglie della tensione tra le forze occupanti e la resistenza palestinese, in un crescendo di inganni e mistificazioni che neppure la verità sembra più essere in grado di fermare.

E che sfugge completamente al controllo sia di Sarah sia di Saleem.

A dimostrazione di come, in questa terra martoriata, nulla sia veramente possibile.